Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
  • Annunci

    • Reficul

      Aggiornamento   15/10/2017

      Oggi inizia l'aggiornamento del forum v2018. Potrebbero verificarsi problemi e il forum potrebbe rimanere per pochi minuti non raggiungibile.
      Comunicherò successivamente con un topic in sezione news tutte le novità.  
Accedi per seguire questo  
ventugenova90

20 lire 1870

Risposte migliori

ventugenova90

Buonasera

Sarei curioso di sapere come fa a corrispondere il peso e quali sono i particolari principali che la distinguono da quella buona.

Bordo, capelli?

Grazie saluti

post-28674-1453740804,74_thumb.jpg

post-28674-1453740812,22_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

tonycamp1978

Mi soffermerei più sul rovescio. Il bordo è diverso e anche i rilievi spiccano poco dai fondi

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

cembruno5500
Supporter

beh su questa moneta c'è tutto che non corrispone, dallla barba all' orecchio passando dal bordo all' occhio da pesce lesso, etc. etc.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Cinna74

Se peso e diametro corrispondono non resta che esaminare lo spessore

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

nando12
Supporter

Il collare non c'è!

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

jeffff_it

Ahahahah non c'è stata l'annunziazione!!!

  • Mi piace 3

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ventugenova90

Si brutta forte Ahaha..

Per il peso chi riesce a spiegarmi il perché? Diametro e spessore uguale.. di che materiale potrebbe essere ?

Modificato da ventugenova90

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

texpedo

Si brutta forte Ahaha..

Per il peso chi riesce a spiegarmi il perché? Diametro e spessore uguale.. di che materiale potrebbe essere ?

Anche a me l'argomento intriga ed interessa in quanto si dice spesso che misurare diametro e peso di un marengo( o altra moneta in oro) siano buoni metodi che permettono anche ad un non perfetto conoscitore di identificare eventuali falsi. Da varie fonti io mi sono fatto questo schema per i marenghi:

Peso ufficiale: 6,451 g

Peso legale max: 6.464

Peso legale minimo: 6,438 g

Peso circolato minimo: 6,4g

Diametro : 21,5mm

Spessore da 1,2mm a 1,36mm ( spessore medio 1,27mm)

Ammesso che i miei dati siano realistici ,sullo spessore, dove evidentemente la differenza è alta( delta di 13% tra gli estremi e quasi 6% sulla media), che è di difficile misurazione ( dove spessoro: bordi ? rilievi ? campi ?), che è poco citato come valore sui cataloghi, potrebbe cadere tutto il sistema di rilevazione di falsi tramite misurazioni. A meno di non trovare un modo di misurare attendibilmente direttamente il volume.

Mi piacerebbe sentire il parere di persone esperte o eventualmete avere il link di discussioni aperte a riguardo.

Ma tornando all'argomento quale è lo spessore della moneta in oggetto ? e, se conforme( rispetto a quali limiti?) ma la moneta falsa potrebbe essere d'oro ( che senso avrebbe falsificarla ? forse la rarità ?) o di quale altro materiale escludendo, per ovvi motivi il platino. Esistono falsi in tungsteno (peso atomico vicino all'oro) ?.Io ho solo sentito parlare di grossi lingotti falsi con anima tungsteno( ma forse è la solita leggenda metropolitana)..

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Lay11

ma la moneta falsa potrebbe essere d'oro ( che senso avrebbe falsificarla ? forse la rarità ?)

 

 

Io ho solo sentito parlare di grossi lingotti falsi con anima tungsteno( ma forse è la solita leggenda metropolitana)..

1) in questo caso penso (personal opinion) che la rarità sia una buona motivazione, molto buona.

2) esistono, esistono, non è leggenda.

 

un saluto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

texpedo

1) in questo caso penso (personal opinion) che la rarità sia una buona motivazione, molto buona.

2) esistono, esistono, non è leggenda.

 

un saluto.

Grazie.

Rimane comunque la domanda: se peso diametro e spessore corrispondono l'eventuale falso deve essere per forza in oro o può essere stato realizzato con altri materiali secondo voi ?

 

Inoltre @nando12 scusi l'ignoranza mi può indicare cosa significa" Il collare non c'è".Vista la mia scarsa esperienza vorrei imparare qualche cosa perchè confrontando delle foto non scorgo differenze

 

Un saluto

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

nando12
Supporter

@@texpedo,

Intendevo che è poco impresso e di conseguenza non si notano bene i particolari interni.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Cinna74

Se peso e dimensioni sono corrispondenti considerando il peso specifico dell'oro per logica (escludendo il platino) non può che essere in tungsteno.

http://www.themeter.net/pesi-spec.htm

Buona giornata

Modificato da Cinna74

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ventugenova90

Perfetto ora è tutto molto più chiaro.

Sto iniziando a dedicarmi ad allargare la mia piccola conoscenza.

Con pazienza e studio forse riuscirò a imparare per bene ogni piccolo dettaglio.

Grazie a tutti

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Cinna74

@@ventugenova90 magari portala a vedere ad un orefice. Sarebbe interessante vedere se può confermare il peso e magari darti un parere sul metallo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Lay11

anche io credo sia una lega di oro con un altro metallo dal peso specifico molto simile; più difficilmente un altro metallo cui è stata fatta una placcatura; falso per falso, lo farei saggiare, anche da un compro oro, eventualmente. Ci sarebbe anche la possibilità di fare un'analisi ai raggi X, se non si vuole distruggere irreparabilmente la moneta saggiandola, ma in Italia non so chi lo potrebbe fare.

Poi vi sono quelle bilance che fanno il rapporto tra il peso della moneta in aria e quello in immersione in acqua, ma credo costino un capitale e non so chi le potrebbe avere.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Lay11

@@texpedo,

Intendevo che è poco impresso e di conseguenza non si notano bene i particolari interni.

anche la scritta "FERRARIS" lascia estremamente a desiderare.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

nando12
Supporter

anche la scritta "FERRARIS" lascia estremamente a desiderare.

Si si, ma... i particolari son tanti.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ihuru3

Se peso e dimensioni sono corrispondenti considerando il peso specifico dell'oro per logica (escludendo il platino) non può che essere in tungsteno.

http://www.themeter.net/pesi-spec.htm

Buona giornata

 

la vedo molto dura lavorare il tungsteno per fare un marengo falso ... a meno si tratti di produzione su scala industriale (per un R3 ?) ...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

giulira
Supporter

anche secondo me il tungsteno e' quasi impossibile da coniare. Pero' mi pare che si possa usare anche quello sinterizzato, che e' molto piu' semplice da lavorare.

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Lay11

per chi non la avesse ancora letta, la mia avventura di qualche anno fa con una sterlina in oro falsa, con peso, diametro e spessore pienamente nei parametri ma non in oro 917:

 

http://www.lamoneta.it/topic/108578-rigatura-del-bordo-della-sterlina-doro-del-2002/?hl=%2Bbordo+%2Bsterlina+%2B2002

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ihuru3

anche secondo me il tungsteno e' quasi impossibile da coniare. Pero' mi pare che si possa usare anche quello sinterizzato, che e' molto piu' semplice da lavorare.

 

esattamente. Il processo di sinterizzazione non è certo alla portata di tutti, e non vale il gioco per coniare "quattro" falsi ... e pure difficili da propinare....

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Lay11

l'unica e più rapida resta saggiarla, a questo punto; potrebbe essere benissimo in oro 900 millesimi (e falsificata per la sua rarità, come abbiamo già detto), oppure no, come fu per la mia sterlina - mistero che non si risolverà mai, probabilmente (eppure qualche lega hanno creato, in quel caso, dato che non era placcata, poiché il doppio saggio fatto dal compro oro andò in profondità).

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Cinna74

Appreso che lavorare il tungsteno è antieconomico non resta che pensare sia in oro. In fondo ne' la moneta in oggetto ne' la sovrana del 2002 sono monete comuni quindi la regoletta "peso/dimensioni" per le monete comuni in oro al fine di verificarne la bontà resta valida. O si possono fare altre ipotesi?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

texpedo

Prima di tutto volevo ringraziare@nando12per la spiegazione che mi ha cortesemente dato

Ritornando invece alla moneta in discussione e al problema di spiegare come un falso possa avere dimensioni conformi ed essere di materiale diverso dall'oro segnalo che mi risulta ancora mancante lo spessore( chiaramente se non si dispone di un micrometro la rilevazione accurata risulta difficoltosa e con un calibro si rischia di intaccare le superfici). Posto che anche lo spessore sia conforme e che il tungsteno non sia coniabile sarebbe interessante sapere se esiste altro materiale che permette di realizzare dei falsi conformi per dimensioni e peso all'originale in oro.Io ho una sterlina 1918 che sembra in tutto conforme, che un comproro ha testato come oro 917/1000 ma che, mancando del segno di zecca, non trova riscontri di genuinità da nessuna fonte. Me la porterò dietro a vita come la curiosità di sapere se esite modo di creare falsi con un metallo o una lega avente peso specifico vicino a quello dell'oro ?Tempo fa ho letto che anticamente, quando non se ne conosceva il valore, il platino era utilizzato dai falsari ma questo, posto sia vero,non può valere per le 20 lire in oggetto se sono un falso moderno. Qualcuno può aggiungere un suo parere in attesa se possibile che@ventugenova90ci comunichi lo spessore ?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ihuru3

Solo il tungsteno si avvicina a quello dell'oro ... altri sono simili, ma il loro costo è piu' alto (anche di molto) dell'oro ...

Modificato da ihuru3

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×