Jump to content
IGNORED

IL LUSTRO NEL FDC


Danielucci

Recommended Posts

Lustro sinonimo di FDC, o per lo meno di altissima conservazione. Poi ci sono casi di monete in SPL ma che presentano ancora tracce di lustro di conio...

Vorrei porvi un quesito, per le 2 monete che allego sotto in foto, per il mio metro di giudizio le reputo in FDC, al massimo qFDC ma siamo li, ho chiesto ai rispettivi venditori se le monete avessero il lustro di conio ma su entrambe non è presente. Vi chiedo, è ammessa una moneta in FDC dove non sia presente il lustro? A mio parere no ma queste 2 monete, allora come le giudicate?

 

 

post-23683-0-38765200-1453875279_thumb.j

post-23683-0-52129600-1453875280_thumb.j

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites


Lustro sinonimo di FDC, o per lo meno di altissima conservazione. Poi ci sono casi di monete in SPL ma che presentano ancora tracce di lustro di conio...

Vorrei porvi un quesito, per le 2 monete che allego sotto in foto, per il mio metro di giudizio le reputo in FDC, al massimo qFDC ma siamo li, ho chiesto ai rispettivi venditori se le monete avessero il lustro di conio ma su entrambe non è presente. Vi chiedo, è ammessa una moneta in FDC dove non sia presente il lustro? A mio parere no ma queste 2 monete, allora come le giudicate?

scusa... nel discorso ti contraddici e non capisco il senso... le reputi in fdc... poi dici che non hanno lustro di conio per cui non posso essere fdc.  Ma per te sono fdc o no? :unknw:

per come la vedo io una moneta senza lustro non puo' essere fdc... queste per me sono spl

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites


@@tonycamp1978...è proprio questo il punto, nel senso che per me le monete non hanno usura, non hanno colpi, rilievi alti, fondi intatti ma non hanno il lustro e non capisco perché...

perche' hanno circolato solo il minimo indispensabile per perdere solo il lustro.. sul 10 centesimi e' abbastanza evidente

Link to comment
Share on other sites


Proprio qui volevo arrivare @@lele300, ho visto monete periziate in FDC ma del lustro nemmeno l'ombra...alla lira del '42 sopra postata cosa manca, se veramente manca qualcosa, per essere FDC nonostante manchi il lustro?

Link to comment
Share on other sites


Proprio qui volevo arrivare @@lele300, ho visto monete periziate in FDC ma del lustro nemmeno l'ombra...alla lira del '42 sopra postata cosa manca, se veramente manca qualcosa, per essere FDC nonostante manchi il lustro?

Ciao, si capita spesso tra le perizie. Ora sono con il cellulare, la guardo bene a pranzo. Un saluto

Link to comment
Share on other sites


@@Danielucci.....neanche fosse telepatia, proprio nei giorni scorsi stavo riflettendo a proposito del lustro, e dei diversi aspetti con cui si presenta! :)..

 

 

....Una premessa importante: dalle foto, non sempre se ne evince la presenza. Anzi: spesso e volentieri, penalizzano molto, anche da questo punto di vista...

 

 

Ho notato (magari è un'ovvietà colossale, ma mi sento ugualmente di condividerla...) che, a seconda del metallo con cui la moneta è fatta,

il lustro (quando si è in presenza di un'alta o altissima conservazione) si presenta in modi diversi:

 

- Rame e Oro: una semplice "brillantezza", come se la moneta avesse un leggerissimo velo di olio"; nell'oro, qualche volta può essere anche "cangiante" (vedi sotto, come per l'argento);

 

- Nichel: una "lattescenza" molto omogenea, quasi "piatta", che si nota bene soprattutto nei campi; si può definire una "brillantezza satinata";

 

- Argento e Italma (anche se quest'ultima non riguarda il Regno): quasi sempre ha un aspetto "cangiante", come quello delle stoffe "marezzate"; muovendo la moneta, si notano queste chiazze lucenti di diverse forme, come una specie di "nebbiolina" che, se unite alla freschezza dei rilievi, possono contribuire a quel famoso "effetto ghiaccio";

 

- Acmonital: più o meno come per il Nichel: essendo abbastanza opaco, la "brillantezza" del lustro risulta un pochino attenuata, direi "satinata"; l'altissima conservazione dell'Acmonital la si evince (secondo me) più dalla "pulizia" dei campi....

Edited by Georg
  • Like 4
Link to comment
Share on other sites


@@Georg molto professionale la spiegazione...Per il Bronzital è come per il Rame?

infatti, come dici giustamente te, le foto nella maggior parte dei casi penalizzano la moneta e per questo, ritenendo le 2 monete sopra postate in alta conservazione, ho chiesto ai venditori se avessero il lustro di conio.

Edited by Danielucci
Link to comment
Share on other sites


@@Georg molto professionale la spiegazione...Per il Bronzital è come per il Rame?

infatti, come dici giustamente te, le foto nella maggior parte dei casi penalizzano la moneta e per questo, ritenendo le 2 monete sopra postate in alta conservazione, ho chiesto ai venditori se avessero il lustro di conio.

 

Hai fatto benissimo a chiederglielo...."Rompi" più che puoi!  ...E se proprio non riescono a risponderti "professionalmente"...amen! Aspetta un'altra occasione.....Oppure compra, vedi a casa...e se non ti piace, restituisci!..;)..

 

Il Bronzital...sì, dovrebbe essere come il Rame.

Link to comment
Share on other sites


Staff

Proprio qui volevo arrivare @@lele300, ho visto monete periziate in FDC ma del lustro nemmeno l'ombra...alla lira del '42 sopra postata cosa manca, se veramente manca qualcosa, per essere FDC nonostante manchi il lustro?

 

Come è stato correttamente messo in evidenza, a seconda del tipo di metallo, la brillantezza (o freschezza, o appunto, lustro da conio) cambia.

Più spiccata sull'argento, ma un po meno sull'acmotital, ma comunque sempre presente anche su questo metallo molto duro, e non particolarmente attraente (almeno per me). Non so se vi è mai capitato di vedere una comunissima lira impero in acciao in altissima conservazione... Il lustro c'è... eccome!

 

Mi rimane un po difficile credere che una moneta giudicata FdC manchi di lustro, o comunque della sua bella freschezza, tipica del metallo vergine, intatto... nuovo. Bisognerebbe vederla in mano, capire se quelle variabili che potrebbero influire sul prodotto finale (eventuali difetti nel tondello o nei conii, ad esempio) possono essere chiamate in causa.

 

Da queste foto, lustro non ne vedo, ma potrebbe benissimo essere un effetto fotografico, accentuato dall'inclinazione della moneta e dalla luce, ed anche dal tipo di metallo... acciaio e bronzital son tosti da fotografare bene (nel senso, di far venir fuori la freschezza del metallo)

 

Un salutone! ;)

 

Fab

 

 

P.S. aggiungo un esempio fotografico: Littore periziato qFdC/FdC... ma la freschezza è praticamente andata a farsi benedire. In mano non gli do più di Spl+

 

 

post-32196-0-61405900-1453902536_thumb.g

Edited by Il*Numismatico
Link to comment
Share on other sites

Awards

 

Mi rimane un po difficile credere che una moneta giudicata FdC manchi di lustro, o comunque della sua bella freschezza, tipica del metallo vergine, intatto... nuovo. Bisognerebbe vederla in mano, capire se quelle variabili che potrebbero influire sul prodotto finale (eventuali difetti nel tondello o nei conii, ad esempio) possono essere chiamate in causa.

 

 

...infatti! Giustissimo. Anche @@lele300 sopra accennava alla possibilità di difetti, come la "stanchezza" del conio, che potrebbero benissimo influire sulla quantità e sull'aspetto del lustro...

Edited by Georg
Link to comment
Share on other sites


  • 2 weeks later...

Ma scusate, per me una moneta di rame o bronzital senza segni di circolazione è un FDC.... Se la lascio 80 anni a riposare nel velluto si patina, il lustro non c'è più ma la moneta rimane FDC. O sbaglio?

Concordo con Cacasenno: anche l'umidità dell'ambiente e l'esposizione alla luce (ovviamente per tempi prolungati) e all'aria (più o meno inquinata) influiscono sulla superficie della moneta. Il lustro è una "condizione sufficiente, ma non necessaria" al FDC.

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites


Ma scusate, per me una moneta di rame o bronzital senza segni di circolazione è un FDC.... Se la lascio 80 anni a riposare nel velluto si patina, il lustro non c'è più ma la moneta rimane FDC. O sbaglio?

 

Sbagli (in parte)...

 

La moneta certamente rimane Fdc, se non va incontro ad usura,

ma il lustro rimane sempre, anche con la patina; quest'ultima non fa altro che coprirlo.

 

Esso è una caratteristica fisica, non chimica, delle monete in altissima conservazione.....Non è una "sostanza" che viene modificata con l'ossidazione, magari formando "qualcosa" di diverso,... e quindi sparendo! :)...

 

 

@@El Chupacabra

...Nessuno ha detto che, per riconoscere l'alta o altissima conservazione di un esemplare, l'unica condizione sufficiente è la presenza di lustro;

ma quest'ultimo

 

1) non si "dissolve" per colpa della patina (come ho scritto sopra) ma viene solo "nascosto" da essa; tant'è vero che, quando una moneta patinata in alta conservazione viene sottoposta a lavaggio,il lustro ricompare in tutto il suo splendore;

l'umidità, la luce e l'aria non cambiano il lustro, ma influiscono sulla formazione e sull'aspetto delle patine;

 

2) come già evidenziato nella discussione,  può presentarsi in diversi aspetti a seconda del metallo;

e può essere più o meno omogeneo.

Edited by Georg
  • Like 1
Link to comment
Share on other sites


Sbagli (in parte)...

 

La moneta certamente rimane Fdc, se non va incontro ad usura,

ma il lustro rimane sempre, anche con la patina; quest'ultima non fa altro che coprirlo. [....]

 

 

Cerchiamo di essere pratici ho capito che non si dissolve ma non si vede perché è sotto la patina, ok, va bene.... E come fai a giudicare quanto lustro ha la moneta in rame patinata? Lavi la moneta? Ma dai! 

Per me il lustro è una condizione "visiva" della moneta e se non si vede si dice che non c'è lustro, non si dice lava la moneta che sotto c'è il lustro.

Link to comment
Share on other sites


Cerchiamo di essere pratici ho capito che non si dissolve ma non si vede perché è sotto la patina, ok, va bene.... E come fai a giudicare quanto lustro ha la moneta in rame patinata? Lavi la moneta? Ma dai! 

Per me il lustro è una condizione "visiva" della moneta e se non si vede si dice che non c'è lustro, non si dice lava la moneta che sotto c'è il lustro.

Il lustro rimane anche se la moneta patina.... se ha lustro la moneta è quasi sicuramente in alta conservazione.

  • Like 2
Link to comment
Share on other sites


Per quel poco che posso aver visto io, se anche la moneta è patinata il lustro appare ugualmente, non viene sopraffatto e coperto dalla patina..

 

Edit: scusa maxxi, stavo scrivendo e non ho visto la tua risposta, non volevo ripetere :)

Edited by pedro_88
  • Like 2
Link to comment
Share on other sites


...E' chiaro anche che esso non è l'unica condizione necessaria per stabilire il grado esatto di conservazione......come già scrivevamo sopra.....

 

....Nessuno fa la "caccia al lustro" lavando "selvaggiamente" le monete per cercarlo! :) ....(Oddio, speriamo che qualcuno non mi prenda in parola!!  :rofl: ..)

Edited by Georg
Link to comment
Share on other sites


Cerchiamo di essere pratici ho capito che non si dissolve ma non si vede perché è sotto la patina, ok, va bene.... E come fai a giudicare quanto lustro ha la moneta in rame patinata? Lavi la moneta? Ma dai! 

Per me il lustro è una condizione "visiva" della moneta e se non si vede si dice che non c'è lustro, non si dice lava la moneta che sotto c'è il lustro.

Per giudicare quanto lustro ha una moneta patinata.... bisogna averne viste molte, poi ti fai l'esperienza adeguata.

Link to comment
Share on other sites


...E' chiaro anche che esso non è l'unica condizione necessaria per stabilire il grado di conservazione......come già scrivevamo sopra.....

 

....Nessuno fa la "caccia al lustro" lavando "selvaggiamente" le monete per cercarlo! :) ....(Oddio, speriamo che qualcuno non mi prenda in parola!!  :rofl: ..)

Non è una regola matematica...  ma se ha lustro molto spesso è almeno SPL+ se non ha lustro non supera lo SPL.

 

per la caccia al lustro non mi meraviglierebbe che ti abbiano già preso in parola....  :rolleyes:

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites


Per quel poco che posso aver visto io, se anche la moneta è patinata il lustro appare ugualmente, non viene sopraffatto e coperto dalla patina..

 

Edit: scusa maxxi, stavo scrivendo e non ho visto la tua risposta, non volevo ripetere :)

Ci siamo sovrapposti, nessun problema  :)

Link to comment
Share on other sites


classico esempio di moneta in alta conservazione carica di lustro, al rovescio si nota, al dritto e' completamente sepolto dalla patina ed emerge poco, evidentemente e' stata conservata senza mai girarla

ae4q5h.jpg

24ot0rl.jpg

bellissima!

A me piacerebbe vederla in mano per vedere come è il lustro del dritto.

Link to comment
Share on other sites


Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.