Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Marco Porcio Catone

Civetta originale?

Risposte migliori

Marco Porcio Catone

Secondo voi la civetta Copenaghen sng 63 sotto riprodotta è originale?post-46044-0-96642700-1466257793.jpeg

Modificato da lucio caio maccarone

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Caio153

Secondo voi la civetta Copenaghen sng 63 sotto riprodotta è originale? image.jpeg

A vederla così ci sono dei particolari non molto convincenti come il "calante" lunare e il ramoscello d'olivo senza oliva... Magari servirebbero peso, diametro e possibilmente il link da dove l'hai preso... al momento però non posso consultare i miei testi e quindi e' una semplice impressione. Inoltre le Civette al pari delle monete di Alessandro sono le più falsificate...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

apollonia

Secondo voi la civetta Copenaghen sng 63 sotto riprodotta è originale?attachicon.gifimage.jpeg

 

Quella bocca di Atena è veramente... originale. :crazy: 

 

 

apollonia

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

King John

Ehi, ma è Barbra Streisand...

post-37078-0-39856300-1466278993.jpg

post-37078-0-22909700-1466279020.jpg

  • Mi piace 4

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Matteo91

C'è da dire che questa tecnica (molto americana) di fotografare le monete con una luce molto forte non aiuta nelle valutazioni...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Caio153

Ehi, ma è Barbra Streisand...

E' uguale!!???

A questo punto... Avendo trovato un clone... Possiamo affermare senza alcun dubbio che si tratta di un falso??? Geniale!

Modificato da Caio153
  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Marco Porcio Catone

A vederla così ci sono dei particolari non molto convincenti come il "calante" lunare e il ramoscello d'olivo senza oliva... Magari servirebbero peso, diametro e possibilmente il link da dove l'hai preso... al momento però non posso consultare i miei testi e quindi e' una semplice impressione. Inoltre le Civette al pari delle monete di Alessandro sono le più falsificate...

https://www.vcoins.com/it/stores/ars_coin_wien/223/product/attica_athens_350294_bc_tetradrachm/660991/Default.aspx

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Caio153

Stilisticamente, visto che stiamo parlando non delle civette del periodo classico, ma di quello della decadenza della seconda metà del IV secolo (350-294), in realtà la moneta direi che è corretta e inoltre quelle dell'epoca  presentano spesso tondelli dalle forme strane e dunque parte del conio al di fuori degli stessi...

post-43481-0-88907200-1466311996.jpg

post-43481-0-50480800-1466312005.jpg

post-43481-0-46399800-1466312015.jpg

post-43481-0-19582500-1466312023.jpg   post-43481-0-52933200-1466312034.jpg

http://numismatics.org/collection/1944.100.24500

http://numismatics.org/search/results?q=fulltext%3Aathens%20%20AND%20fulltext%3Atetradrachm%20AND%20imagesavailable%3Atrue&start=40

Devi cercare quelle del tuo periodo...

Persino il labbrone, ehssì anche se fa ridere :rofl: , stilisticamente ci sta...

Detto questo al confronto degli esemplari ANS la civetta VCOINS appare eccezionalmente ben conservata (forse troppo?)... Comunque non sono un esperto in campo di falsi e dunque mi fermo qua. Puoi chiedere nella sezione identificazione/valutazione/autenticità dove sicuramente troverai gente più ferrata, sapendo almeno che lo stile è giusto (o almeno a me così sembra).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Emilio Siculo

Un elemento di difficoltà per queste monete è che l'abbondanza delle emissioni fa sì che non sia facile rintracciare monete dello stesso conio, per confronto.

ES

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Caio153

Un elemento di difficoltà per queste monete è che l'abbondanza delle emissioni fa sì che non sia facile rintracciare monete dello stesso conio, per confronto.

ES

A parte il conio di confronto... L'esemplare Vcoins pare, a differenze di quelli ANS, appena uscito dalla fabbrica... Guarda solo i bordi affilati e non arrotondati del tondello... Poi ripeto, non sono un esperto e per di più tendo a vedere il bicchiere mezzo vuoto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Caio153

C'è da dire che questa tecnica (molto americana) di fotografare le monete con una luce molto forte non aiuta nelle valutazioni...

In effetti no... Ma così brillano! Ohhh...?
  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

apollonia

Questa è una riproduzione ‘ufficiale’ del tetradramma di Atene.

 

post-703-0-58417300-1466328281_thumb.jpg

Lega metallica color argento: 12,94 g, 23 mm.

 

 

apollonia

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

apollonia

Ho dato un’occhiata alle monete della Tracia e della Macedonia proposte dallo stesso venditore della ‘civetta ridens’.

 

https://www.vcoins.com/it/stores/ars_coin_wien-223/ancient-coins/thrace_and_macedonia-25096.aspx?#!/category/thrace_and_macedonia/?idCategory=25096&searchDisplayAsList=False&searchMaxRecords=100&store_order_by=name_asc&countitems=116&changeDisplayList=&page=1

 

Cosa pensate del tetradramma di Alessandro Magno e delle dramme di Apollonia pontica? E del tetradramma di Taso, nella pagina successiva?

 

 

apollonia

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Caio153

Ho dato un’occhiata alle monete della Tracia e della Macedonia proposte dallo stesso venditore della ‘civetta ridens’.

https://www.vcoins.com/it/stores/ars_coin_wien-223/ancient-coins/thrace_and_macedonia-25096.aspx?#!/category/thrace_and_macedonia/?idCategory=25096&searchDisplayAsList=False&searchMaxRecords=100&store_order_by=name_asc&countitems=116&changeDisplayList=&page=1

Cosa pensate del tetradramma di Alessandro Magno e delle dramme di Apollonia pontica? E del tetradramma di Taso, nella pagina successiva?

apollonia

Avevo già avuto modo in passato di dare uno sguardo a questo venditore e la mia personale impressione generale non è stata molto positiva...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

apollonia

Avevo già avuto modo in passato di dare uno sguardo a questo venditore e la mia personale impressione generale non è stata molto positiva...

 

Per quanto concerne il tetradramma di Alessandro Magno proposto, tengo a precisare a scanso di equivoci di non averne messo in dubbio l’autenticità, mentre posso assicurare che un esemplare con quei simboli e quei monogrammi della zecca di Colofone (come dichiarato in didascalia) non s’è mai visto.

 

apollonia

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Caio153

Per quanto concerne il tetradramma di Alessandro Magno proposto, tengo a precisare a scanso di equivoci di non averne messo in dubbio l’autenticità, mentre posso assicurare che un esemplare con quei simboli e quei monogrammi della zecca di Colofone (come dichiarato in didascalia) non s’è mai visto.

 

apollonia

Ci credo... infatti il Price lo attribuisce alla zecca di Mitilene (Lesbo): 1723..... Colofone :nono: , Mitilene :dirol:

post-43481-0-78854400-1466365873_thumb.j

http://numismatics.org/collection/1944.100.31452

Modificato da Caio153

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

apollonia

Credo anch’io che si tratti di un Price 1723, perché il monogramma sotto il trono sembra un Delta senza il lungo tratto perpendicolare dal vertice alla base che caratterizza il Price 1724.  E’ da escludere invece un Price 1721, che non ha monogrammi sotto il trono, come pure un Price 1725, con la statua in una nicchia come nel mio tetra dalla Gorny 225 (oltre al Delta con il tratto divisorio sotto il trono).

 

post-703-0-55986200-1466431608.jpg

 

GRIECHEN – LESBOS, MYTILENE

Alexander III. der Große, 336 - 323 v. Chr. Tetradrachme (16,94g). ca. 188 - 170 v. Chr. Mzst. Mytilene. Vs.: Kopf des Herakles mit Löwenfell n. r. Rs.: AΛEΞANΔΡOΥ, Zeus mit Adler auf der R. nach l. thronend, l. im Feld Lyra, darauf "Herm in niche" (Price). Unter dem Thron Monogramm. Im Abschnitt A. Price 1725; Müller ­. Gutes ss.

 

apollonia

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Caio153

Credo anch’io che si tratti di un Price 1723, perché il monogramma sotto il trono sembra un Delta senza il lungo tratto perpendicolare dal vertice alla base che caratterizza il Price 1724. E’ da escludere invece un Price 1721, che non ha monogrammi sotto il trono, come pure un Price 1725, con la statua in una nicchia come nel mio tetra dalla Gorny 225 (oltre al Delta con il tratto divisorio sotto il trono).

post-703-0-84296700-1415719150_thumb.jpg

GRIECHEN – LESBOS, MYTILENE

Alexander III. der Große, 336 - 323 v. Chr. Tetradrachme (16,94g). ca. 188 - 170 v. Chr. Mzst. Mytilene. Vs.: Kopf des Herakles mit Löwenfell n. r. Rs.: AΛEΞANΔΡOΥ, Zeus mit Adler auf der R. nach l. thronend, l. im Feld Lyra, darauf "Herm in niche" (Price). Unter dem Thron Monogramm. Im Abschnitt A. Price 1725; Müller ­. Gutes ss.

apollonia

Non l'hanno trovata dato che sul Price il simbolo e' indicato come chelys e non come lira, anche se in realtà la prima e' semplicemente una lira con la cassa armonica ottenuta da un guscio di tartaruga. Secondo il mito Ermes, appena nato, rubò le mandrie di Apollo. Fu beccato e "per farsi perdonare" uccise una tartaruga col cui guscio inventò la lira e la donò ad Apollo. Da allora fu il suo strumento sacro...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

apollonia

Non l'hanno trovata dato che sul Price il simbolo e' indicato come chelys e non come lira, anche se in realtà la prima e' semplicemente una lira con la cassa armonica ottenuta da un guscio di tartaruga. Secondo il mito Ermes, appena nato, rubò le mandrie di Apollo. Fu beccato e "per farsi perdonare" uccise una tartaruga col cui guscio inventò la lira e la donò ad Apollo. Da allora fu il suo strumento sacro...

 

Questo è il commento che avevo aggiunto alla mia moneta nel post # 2048 in http://www.lamoneta.it/topic/84573-le-monete-piu-attraenti-di-alessandro-magno/page-82

 

Il simbolo più in basso nel campo a sinistra del rovescio è la chèli, la lira che Ermete, secondo la tradizione mitologica (inno omerico ad Ermete), costruì per primo col guscio d’una testuggine. Il simbolo sopra la chèli è un’erma entro una nicchia.

 

E qui Caio ha descritto più dettagliatamente di apollonia l’episodio mitologico relativo alla stessa moneta. :hi: 

 

Non vale! :cray: 

 

apollonia

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Caio153

Questo è il commento che avevo aggiunto alla mia moneta nel post # 2048 in http://www.lamoneta.it/topic/84573-le-monete-piu-attraenti-di-alessandro-magno/page-82

Il simbolo più in basso nel campo a sinistra del rovescio è la chèli, la lira che Ermete, secondo la tradizione mitologica (inno omerico ad Ermete), costruì per primo col guscio d’una testuggine. Il simbolo sopra la chèli è un’erma entro una nicchia.

E qui Caio ha descritto più dettagliatamente di apollonia l’episodio mitologico relativo alla stessa moneta. :hi:

Non vale! :cray:

apollonia

?.

Devo dire che quell'inno l'ho studiato parecchie volte... E poi ho anche visto la grotta nella quale secondo il folklore locale furono nascoste le greggi di Apollo... Stasera magari posto qualche foto...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Caio153

Spiaggia di Voidokilia a Pilo, vicino al palazzo di Nestore, e di fronte alla famosa isola di Sfacteria:

post-43481-0-89865000-1466449289_thumb.j

post-43481-0-77535300-1466449299_thumb.j

post-43481-0-30415900-1466449308_thumb.jpost-43481-0-47874800-1466449317.jpg

post-43481-0-48999700-1466449327.jpg

Nell'ultima sono stato sostituito dal neonato Hermes... :P

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

apollonia

La nascita di Ermes o Ermete è frutto di uno dei tanti amori extraconiugali del prolifico Zeus che, innamoratosi della ninfa Maia, le fece numerose visite notturne nella grotta del monte Cillene, in Arcadia, dove lei abitava. Da qui l’epiteto di Cillenio ad Ermes che, già come ce lo presenta Caio nella foto, cioè al mondo da poche ore, dà subito prova della sua vivacità ed inquietudine. Infatti la madre lo lascia dentro la culla ed esce, e lui si alza immediatamente e comincia a guardarsi intorno, dando subito prova della tipica curiosità mercuriale.

Esce e la prima cosa che incontra è una tartaruga, con cui subito inizia a dialogare, e a chiedere di tutto (dove vai, perché vai così piano, perché ti porti la casa appresso, ecc.). Poi la uccide e con il guscio ne fa una cassa armonica, la copre di pelle di bue, aggiunge due bracci fatti con corna d'ariete, tende su tutto delle corde fatte di budella di pecore ed ecco inventata la cetra, probabilmente il primo strumento musicale. 
Ermes è curioso, comunicativo, sa subito trarre profitto dalle situazioni, ma come risulta evidente dal racconto, l’etica non è il suo forte, e neppure la sensibilità. 

Con l’inquietudine che lo contraddistingue, Ermes fa una passeggiata e arriva su un altopiano sotto il quale c’è una radura dove pascolano le mucche di suo fratello Apollo. Subito gli viene in mente di giocargli uno scherzetto: fascia tutti gli zoccoli delle mucche, le fa camminare all’indietro e le chiude in una grotta cancellandone tutte le impronte con le frasche. Si chiude nella grotta anche lui e comincia a spanciarsi dalle risate pensando alla faccia di Apollo quando si sarebbe accorto del furto.

Non contento, gli viene in mente di fare uno scherzo a tutti gli dei, e così ruba il cinto magico di Afrodite e la folgore di Zeus e poi divertito osserva gli dei che litigano tra loro incolpandosi a vicenda.

Quindi ritorna a casa, la porta si è chiusa ma lui si trasforma in fluido (la capacità di trasformazione, il principio di alchimia mercuriale) ed entra infilandosi nella culla, come un bambino innocente.

Ma la vigile mamma subodora l'imbroglio e gli predice un sacco di botte da parte di Apollo. Lui, sgranando gli occhi, finge di non sapere nulla. Intanto Apollo, accortosi della sparizione della mandria, ma fuorviato dal trucco di Ermes, si arrovella per venire a capo dell'enigma, finché non viene messo sulla traccia giusta da un vecchio contadino che ha visto passare il piccolo Ermes con la mandria. Apollo si precipita alla grotta di Maia, ma Ermes ha nascosto tanto bene i capi di bestiame che Apollo non riesce a produrre le prove del reato. Infine Apollo, esasperato dalla sceneggiata del fratello, strappa Ermes dalla culla e lo porta sull'Olimpo, dove al cospetto di Zeus rinnova furente le sue accuse contro il neonato fanciullo che insiste a protestarsi innocente.

La scena ha del comico e infatti Zeus sbotta in una sonora risata, ma impone a quel piccolo manigoldo di restituire ad Apollo la mandria. Siccome davanti all'onnipotente Zeus non si può mentire, Ermes porta Apollo al nascondiglio dei buoi, ma astutamente fa come per caso intravedere la cetra ad Apollo, il quale ne rimane talmente entusiasta che in cambio di essa lascia ad Ermes la mandria. Anzi, va ancora più in là, e gli promette eterna amicizia. Prima però, per precauzione, gli fa promettere con un solenne giuramento che mai più gli avrebbe rubato qualcosa di suo. Con Ermes non si sa mai, meglio andare sul sicuro!

 

 

apollonia

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Marco Porcio Catone

Il bello del forum è che si parla di storia e mitologia! Collezionare monete va oltre il loro valore, è un modo per studiare, approfondire. Non credo ci sia qualcosa di altro di così intenso.

Però vorrei tornare alla domanda iniziale. La ritenete originale? Non l'ho mica capito... 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora


Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×