Benvenuto su Lamoneta.it - Numismatica, monete, collezionismo

Benvenuti su laMoneta.it, il più grande network di numismatica e storia
Registrandoti ora avrai accesso a tutte le funzionalità della piattaforma. Potrai creare discussioni, rispondere, premiare gli utenti che preferisci, utilizzare il sistema di messaggistica privata, inviare messaggi di stato, configurare il tuo profilo... Se già sei un utente registrato, Entra - altrimenti Registrati oggi stesso!

Accedi per seguire questo  
Follower 0
teodato

Sesterzio forato

39 risposte in questa discussione

Ho comprato questo sesterzio ben sapendo che la perforazione ne avrebbe diminuito di molto il valore.

Il foro appare molto regolare, scondo Voi è posteriore o è stato fatto in epoca Romana?

Veniva usato come medaglia appesa al collo?

Voi cosa ne pensate? Gradirei anche un parere sull'autenticità della moneta.

Ringrazio chi vorrà partecipare alla discussione!

post-1966-1162581083_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

probabilmente il foro è stato fatto in epoca romana.......

legionari romani usavano le monete come ciondoli, in particolare quelle provinciali, in modo da tenersi il souvenir del luogo visitato....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ho comprato questo sesterzio ben sapendo che la perforazione ne avrebbe diminuito di molto il valore.

Il foro appare molto regolare, scondo Voi è posteriore o è stato fatto in epoca Romana?

Veniva usato come medaglia appesa al collo?

Voi cosa ne pensate? Gradirei anche un parere sull'autenticità della moneta.

Ringrazio chi vorrà partecipare alla discussione!

168461[/snapback]

Ehi ciao, si dovrebbe essere autentico. Non credo che il buco sia stato fatto in epoca romana. :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

anche a me non sembra che il foro sia coevo alla moneta, comunque l'ipotesi del ciondolo è convincente, eccetto la considerazione sul souvenir delle monete provinciali perchè la moneta non è provinciale.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

E' cmq un bel sesterzio, anche se col "buco". Spesso i fori venivano fatti per fare dei ciondoli già in epoca romana, di solito quando la moneta era già "antica". Ho potuto vedere, in monete ante Nerone in cui dritto e rovescio non sono allineati, che il foro era fatto per indossare la moneta a mo' di ciondolo mettendo in mostra il personaggio raffigurato sul dritto, che di solito è "politicamente" significativo. Ad esempio ho visto forati un denario di Pompeo e un sesterzio di Settimio... Probabilmente questi ciondoli erano indossati da persone che volevano significare "lui sì che...". Più raramente questi buchi venivano fatti da chi scopriva la moneta in tempi molto più recenti, magari 1 o 2 secoli fa, ma sicuramente questa è una minima parte dei casi.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ciao: a parte il foro che cmq è una testimonianza della storia di

questa moneta, trovo che è un bel sesterzio. :) sia che il foro sia

coevo,o che sia piu' tardo.

Approfitto della discussione per chiedere: come mai diverse monete

coloniali hanno un forellino al centro? Allego un esempio a caso.

post-3514-1162676216_thumb.jpg

post-3514-1162676229_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Questa è la mia "forata" post-119-1162676182_thumb.jpg per mè non meno interessante di un esemplare "integro" ;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Inviato (modificato)

La ricerca archeologica documenta tra gli oggetti del corredo funerario la presenza di monete forate per essere appese al collo a mo’ di collana. Fiorenzo Catalli nel libro “ Le immagini del potere, il potere delle immagini” sostiene che l’esporre il ritratto del imperatore al potere equivaleva ad una manifestazione di consenso e di stima.

Modificato da Lorenzo Bassi

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Approfitto della discussione per chiedere: come mai diverse monete coloniali hanno un forellino al centro? Allego un esempio a caso.

168712[/snapback]

Romanus, puoi trovare la risposta alla tua domanda qui:

http://www.lamoneta.it/index.php?showtopic=6363

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

A proposito di monete forate di personaggi significativi, io ho questa:

post-3136-1162842391_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

A proposito di monete forate di personaggi significativi, io ho questa:

169142[/snapback]

Interessante... su questa sembra che non interessava tanto l'immagine dell'imperatore quanto piuttosto la raffigurazione del rovescio. Puoi postarlo?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

eccolo:

post-3136-1162844429_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Sinceramente non sono cosi' sicuro che il foro sia contemporaneo alla produzione della moneta...

La parte scura all'interno, Teodato, Le sembra un deposito di materiale terroso oppure e' metallo non perforato ?? Perche se fossimo in quest'ultimo caso, vista la rotondità del buco e il deposito di materiale attorno mi farebbero pensare ad una perforazione abbastanza recente. Inoltre non si vede minimamente segni di pressione, soprattutto da uno dei due versi...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

avevo anch'io posto il problema dei forati (cfr. la sezione dedicata alle repubblicane, "Suberato forato") ma i pareri erano molto scettici circa la possibilità di incontrare un foro d'epoca romana (cfr. gli interventi di Lucio). Pensavo anchio che analizzando i bordi interni del foro si potesse avere qualche indizio sull'epoca in cui è stato fatto, ma pare di no. Non so se dipende dalle ombre ma mi pare che il foro del sesterzio in questione sia conico da entrambi i lati, ma forse è un'illusione data dalla foto. Tuttavia questo è prprio il caso del mio denaro suberatoma. Mi chiedo come è stato fatto il foro: la sezione del foro dovrebbe restringersi dalla parte opposta di quella nella quale è penetrata la punta.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

A proposito di monete forate di personaggi significativi, io ho questa:

169142[/snapback]

Personalmente rimango scettico sulla maggior parte dei fori in monete romane, però man mano che ci si addentra nel periodo imperiale il mio scetticismo si stempera in prudenza: l'esemplare di Sciaraman80 per esempio meriterebbe un esame più attento (nel senso che non lo escluderei affatto a priori).

Quanto al dubbio di Romanus riguardo alle leggere depressioni presenti al centro di molte provinciali, non si tratta di fori (anche perché palesemente non passanti), ma di segni in relazione con la produzione dei tondelli.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Secondo voi in un contesto romano imperiale di seconda metà I sec.- II sec. d.C. o oltre, con quale strumentazione e quale tecnica si poteva pensare di ricavare un forellino in una moneta di bronzo?

Se riusciamo a mettere bene a fuoco questo, i buchi nelle monete non avranno più segreti per noi :D .

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

E' molto regolare come foro sembra fatto con il trapano.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Non credo sia un problema con un comune trapano a mano fare un foro perfettamente regolare. trapani simili esistevano fin da epoche più antiche.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Tutti gli splendidi ricci dei busti marmorei di dame o Cesari che oggi ammiriamo nei musei e Bill Gates a casa sua erano fatti col trapano a mano...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Per quanto può interessare.

I fori delle mie monete sono di tre tipi.

Fori fatti con il trapano ; il foro è regolare e dello stesso diametro sui due lati.

Fori fatti con un bulino o fresa a mano come quello della moneta che mostro.

Fori fatti con chiodi per inchiodare le monete; possono essere quadrati o tondi e deformano irreparabilmente la moneta come mostro sotto.

agrì

post-42-1163886941_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Foro fatto maldestramente con chiodo a punta quadrata...

post-42-1163887103_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Grazie Agrippa per le interessanti foto. Se posso aggiungere una osservazione al sesterzio di Gordiano inviato da Teodato, mi sembra evidente che la moneta è stata forata con un trapano con un elevato numero di giri. Dico questo perché il foro d’uscita provoca pochissima sbava e con un trapano a mano, come penso venisse utilizzato nel periodo di coniazione di questa moneta, quasi sicuramente avrebbe provocato all'uscita una sbava più spessa.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Inviato (modificato)

Tutti gli splendidi ricci dei busti marmorei di dame o Cesari che oggi ammiriamo nei musei . . . erano fatti col trapano a mano...

172629[/snapback]

Eh, eh. Ma sono sculture di pietra, sono di norma di secondo secolo d.C. o oltre e le trapanature raramente hanno una sezione inferiore al centimetro.

Sulla pietra il trapano a mano (più propriamente "il trapano ad arco" ) funziona benone, perché il trapano si limita a trasmettere il movimento mentre ciò che scava in realtà è la sabbia sciolta che si aggiunge continuamente e pazientemente a mano mentre si fora. Ma sul metallo di una piccola moneta di bronzo, per praticare un foro passante di un paio di millimetri di diametro, che punta si potrebbe mai usare?

Non ci siamo, non credo proprio che sia la pista giusta.

Modificato da LUCIO

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Fori fatti con un bulino o fresa a mano come quello della moneta che mostro.

172635[/snapback]

Questo invece mi sembra pienamente credibile, se pensiamo ad un orizzonte cronologico medio-tardo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Foro fatto maldestramente con chiodo a punta quadrata...

172636[/snapback]

Anche questo mi pare credibile, in un orizzonte tardo.

Ma non riesco ad immaginarmi la benché minima possibilità che il foro riuscisse meglio di così, visto che la disponibilità di chiodi di ferro doveva essere limitata a sezioni piuttosto grosse (non credo che il chiodo di ferro potesse attraversare la moneta, e servire esso stesso per inchiodarla da qualche parte, ma ritengo che potesse solo forarla di quel minimo da infilare nel foro qualcos'altro).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.


Accedi Ora
Accedi per seguire questo  
Follower 0

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?