Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Giustino

divisionali o singoli pezzi: chi tiene il valore?

Risposte migliori

Giustino

Cari,

sul presupposto che sapendo aspettare e guardandosi un pò in giro, tante volte si compra persino al 50% del valore di catalogo, stavo pensando che - mediamente - le serie divisionali della Repubblica tengono bene (meglio) il prezzo d'acquisto pagato.

O forse, si comprano "peggio".

A es., nessuno ci regala il 1988, il 1995 ecc. e se li abbiamo comprati a giusto prezzo non c'è rischio oggi o domani di doverli svendere più di tanto.

Anzi: mi allargo e oserei dire che quasi tutti noi (piccoli collezionisti) abbiamo pagato i divisionali che abbiamo quasi lo stesso prezzo, né troppo, né troppo poco, secondo ovviamente l'anno che stiamo considerando.

Invece, per le singole monete sino al 1967, c'è una maggiore varietà. Includo nel discorso anche il 1946 e le monete R2.

Capita di comprare le singole monete a buon prezzo, altre volte invece se proprio si vuole completare una casella magari si pagano un pò care e in quel caso molto vicine al valore di catalogo.

Soprattutto, non è sempre detto che - a volerle cedere - rientreremo dei soldi spesi.

Temo che un divisionale, in questo, dia più sicurezza. Nel senso che si trova facilmente qualcuno che desidera acquistarlo.

Al contrario, io posso aver preso - che so - una moneta periziata in alta conservazione a poco prezzo, ma essa potrebbe non interessare gran ché a nessun altro....

Parlo della repubblica, non di altre monetazioni ovviamente. 

Concordate o la mia esperienza è troppo limitata e ho fatto conclusioni semplicistiche?

 

 

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

uzifox

In parte quanto dici potrebbe essere condivisibile ma primo nessuno ha la palla di cristallo per sapere come evolverà la situazione in futuro e secondo troppe sono le variabili da considerare tra cui ad esempio l'arco temporale che prendiamo in considerazione e come è impostata la collezione.

Partendo da anni recenti:  chi collezionava le lire negli anni '90 comprava una divisionale  prendendola direttamente in Zecca e spendendo 60.000/64.000 Lire. Cifra di tutto rispetto per quegli anni. Ora quanto valgono queste divisionali? Una trentina di euro mediamente? Invece per andarci almeno a pari queste divisionali dovevano essere quotate sui 60/65€ e ciò non è. C'è stata una  perdita veramente notevole quindi per il collezionista di allora.

Lo stesso collezionista invece aveva impostato la sua collezione solo sul circolato e si prendeva la moneta da rotolino e faceva la serietta. Quanto spendeva ogni anno? 1000/2000 Lire per la serie 5,10,20,50,100,200,500 lire... più le 1000 lire quando sono uscite. Oggi quanto valgono? Poco o niente ma 1€ penso che ce le faccia per una serie FDC. E' andato a pari quindi. 

Prendiamo un neocollezionista oggi invece.

Anche qui. Meglio divisionali o pezzi singoli? Dipende. Vuoi solo il circolato? Comprando  lotti al kilo e alcune precise monete singole mettere su la collezione costa veramente poco. Le vuoi FDC? Diventa più costoso soprattutto per gli anni pre1968 quando non esistevano le divisionali. Per alcune annate post 1968 infatti conviene decisamente o comprare la divisionale e tagliarla o comprare direttamente monete tagliate da divisionale piuttosto che perdere tempo a cercare i vari tipi in FDC. (1969 e 1970 sono le prime annate che mi vengono in mente). 

Io al momento attuale se fossi neocollezionista e dovessi partire da zero procederei acquistando le divisionali del periodo dal 1968 al 2001. E il periodo precedente lo coprirei cercando le monete nei lotti o con acquisti mirati.

Ma poi chi me lo dice che tra dieci/venti anni io possa riprendere la trentina di euro che ho speso oggi per quelle famose divisionali anni'90 da cui siamo partiti? Non possiamo saperlo. Idem per le monete singole.

Personalmente ritengo che mediamente (escludendo le grosse rarità in alta conservazione che fanno storia a se) la collezione la collezione Repubblica non abbia un gran futuro a livello economico.

Si poteva essere più ottimisti per il futuro solo se il cambio delle lire fosse stato sempre valido e quindi c'era la possibilità che tantissimi esemplari negli anni venissero continuamente ritirati rendendoli di fatto indisponibili per il mercato collezionistico ma ciò non è stato: accumuli vari vengono fuori continuamente ogni ogni giorno e tra questi ci sono tantissimi rotolini FDC e addirittura sacchetti della Zecca ancora sigillati...

E comunque non credo che in fondo in fondo al collezionista "puro" questo discorso sulla tenuta o meno del valore interessi più di tanto perchè certe scelte sono state e saranno dettate solo dalla passione e dal piacere di ricercare e possedere certi pezzi.

Saluti

Simone

 

 

 

 

  • Mi piace 3

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×