Benvenuto su Lamoneta.it - Numismatica, monete, collezionismo

Benvenuti su laMoneta.it, il più grande network di numismatica e storia
Registrandoti ora avrai accesso a tutte le funzionalità della piattaforma. Potrai creare discussioni, rispondere, premiare gli utenti che preferisci, utilizzare il sistema di messaggistica privata, inviare messaggi di stato, configurare il tuo profilo... Se già sei un utente registrato, Entra - altrimenti Registrati oggi stesso!

Accedi per seguire questo  
Follower 0
Giano

aiutoooooooo

35 risposte in questa discussione

scusate,

sono alla disperata ricerca di benzotriazolo...anche abbastabza urgentemente!!

non sono riuscito a comprarlo da nessuna parte, quaklcuno di voi sarebbe così gentile da potermene vendere un po o dirmi precisamente in internet dove posso acquistarlo e come???

ve ne sarò eternamente grato.

grazie e ciao a tutti

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ti ho mandato un MP!

Spero di esserti stato d'aiuto!

Guido

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Posso avere anch'io questa preziosa informazione ???

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

caiusplinius, è semplicemente il link di un sito che vende prodotti per il restauro...però solo all'ingrosso quindi non mi serve...grazie lo stesso guysimpsons

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

immagino che ti abbiano consigliato i prodotti di phase o di cts.

Questi sono i due più grandi fornitori di prodotti per il restauro di opere d'arte.

Ovviamente vendono alle aziende...

Comunque anche i privati possono fare acquisti solo che c'è il problema del minimo di fatturazione per le spedizioni...

Se abiti vicino ad un loro punto vendita, invece, puoi ovviare al problema del minimo di fatturazione e ritirare di persona...

spero di essere stato d'aiuto...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

lo so che ho fatto pubblicità... però quelle sono le aziende... se il problema si deve risolvere...

ma non c'è una pagina con i fornitori consigliati?

Se non cè la dovremmo creare...

con i feedback degli utenti...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ottima idea...

Io purtroppo sono di Napoli e queste aziende sono tutte al nord...e il minimo di spesa è 100 euro se va bene!!!!!!!

grazie comunque...se sai qualcosa avvisami!

ciao

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao Giano,

mi chiedo se la soluzione non possa essere acquistare online da negozi di materiale fotografico. Ho visto che uno di questi vende confezioni da 100 g a 25 euro più spese spedizione. Suppongo sia in relativo un prezzo ben maggiore dei prezzi all'ingrosso, ma è più abbordabile come spesa. Magari potremmo anche consorziarci in più di noi perché comunque anche comprando da un fotografo i suoi 100 g permettono di ottenere 1,7 litri di soluzione al 6%: quantità enorme per noi...

Fammi sapere se vuoi che ti mando con un MP il sito del negozio di fotografia.

Un salutone a tutti,

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

beh se ci uniamo un po di noi...la spesa è affrontabilissima!io ci sto...fammi sapere.grazie per l'MP

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Anche in farmacia si può trovare.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Giano,

io ci sto! I soldi (comprensivi delle spese di spedizione) te li manderei molto facilmente con una ricarica postepay. Se poi si unisse un altro paio di amici lamonetiani meglio ancora... Se anche ci dividessimo in quattro i 100 grammi, i 25 grammi a testa permetterebbero quasi mezzo litro (416 cc) di soluzione al 6%.

Vediamo se si accoda qualcun'altro...

Salutoni,

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Anche in farmacia si può trovare.

169372[/snapback]

Ciao Giovenale, allora è più facile ancora...

Giano, vuoi prima provare a chiedere alle farmacie della tua zona?

Fammi poi sapere.

Salutoni,

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ok...ma ho paura che non sia così.io ci provo cmq.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Giano,

...

i 25 grammi a testa permetterebbero in realtà quasi mezzo litro (416 cc) di soluzione al 6%.

Vediamo se si accoda qualcun'altro...

Salutoni,

169373[/snapback]

In realtà 25 grammi permettono bene di farne mezzo litro circa, perché la densità dell'alcool è circa 0.8 e il 6% è certamente in peso.

Salutoni,

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

come si può verificare se una moneta ha il cancro? come si presenta? quali metalli intacca?almeno mi assicuro che le mie monete sono tutte più o meno in buona salute....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

in pratica è una "malattia" del bronzo

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

restauro

dai un'occhiata al manuale del forum...

ciao

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Inviato (modificato)

in pratica è una "malattia" del bronzo

169410[/snapback]

Non riguarda però solo il bronzo, ma in linea di principio riguarda specificamente il rame e molte delle leghe che contengono rame (in teoria tutte, ma in pratica no...). Quindi oltre al rame, il bronzo (appunto...) e l'ottone, ma anche il cupronichelio, ecc.

E' definibile "malattia" anche in quanto è in qualche modo "contagiosa": durante il "decorso" della malattia si ha una produzione di acido cloridrico. L'acido cloridrico è il composto del cloro che più facilmente fa "ammalare" il rame, ossia induce la produzione del cloruro rameico (dall'aspetto di batuffolo/inflorescenza verde-azzurrina).

Quindi è generalmente bene non mettere monete "sane" nei contenitori che hanno ospitato (o ospitano, ovviamente...) monete malate. Così come sarebbe meglio non mettere monete sane in bustine di PVC, che con il calore possono rilasciare cloro e poi con l'umidità e l'ossigeno dell'aria... Ma per fortuna non è un fenomeno così frequente anche perché di solito evitiamo di conservare il tutto in ambienti troppo caldi e/o esposti al sole.

Un salutone a tutti,

Modificato da toto

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

dall'aspetto ricorda il verde rame che si da sulle piante come disinfestante!

comunque se si forma con le bustine in pvc in ambienti troppo caldi e umidi,in cosa è meglio conservarle?io le ho in un barattolo e dato che me le riguardo spesso,prendono tanta aria quindi non dovrebbero essere a rischio,giusto?

per sicurezza nei prox giorni le metterò a bagno nell'acqua demineralizzata (vado a prenderla al super!)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

spidy, stai tranquilla.. il cancro del bronzo difficilmente si forma in vecchie monete tipo quelle della repubblica e del regno

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Inviato (modificato)

Ciao Spidy

prova a mettere nel motore di ricerca le parole cancro ,rame, :D

io non mi sentirei cosi tranquillo pur collezionando VEIII,

Spesso si trovano monete, vedi centesimi spiga o ape con un inizio di cancro

Allego una foto del dritto di un 5 cent spiga con principio di cancro rame

post-1327-1163004213_thumb.jpg

Modificato da sesino974

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

... se si forma con le bustine in pvc in ambienti troppo caldi e umidi,in cosa è meglio conservarle?io le ho in un barattolo e dato che me le riguardo spesso...

169622[/snapback]

Ciao Spidy,

non volevo gettare panico... Comunque consignio tutti, non solo te, di tenere le monete che si trovano in bustine di PVC in ambiente fresco e poco umido. Inoltre chi usasse sistematicamente albooms in PVC potrebbe foderare le monete con un frammento di foglio sottile di polietilene. Mi sembra proprio che si sia già parlato di questo accorgimento sul forum, accorgimento utile comunque ad evitare aloni sgradevoli sulle monete dovuti al rilascio di minime tracce di acido cloridrico.

Solo per chi deve ancora comprarli, consiglio albooms fatti di polimeri non contenenti cloro. Costano di più ma valgono di più se devi conservarci monete.

Infine, se guardi spesso le tue monete poi non avrai mai problemi... :)

...

per sicurezza nei prox giorni le metterò a bagno nell'acqua demineralizzata (vado a prenderla al super!)

169622[/snapback]

Se non ci sono tracce, anche minime, di quel colore azzurro-verde non c'è nessun bisogno di immergerle in acqua demineralizzata. L'immersione è per sciogliere i sali di cloruro rameico che si vedono colorati a quel modo.

Un salutone,

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Inviato (modificato)

non voglio correre rischi e poi alcune monete sono sporche (terra ecc) e le dovrei pulire un pò con lo spazzolino morbidotra l'altro ho un 10 cent ape che non vorrei che si rovinasse,è molto bellino

comunque non sono andata in panico ma è una precauzione! :D

Modificato da spidy

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Inviato (modificato)

Ciao Spidy,

non voglio correre rischi

sempre per estrema precauzione (...), asciuga allora molto bene le monete dopo averle lavate; magari tenendole un bel po' nel getto d'aria tiepida di un asciugacapelli (a debita distanza però...) così che si riscaldino anche un po'. Infatti "la malattia" è provocata dal cloro, ma per propagarsi abbisogna di umidità e ossigeno, presenti entrambe nell'aria o nelle eventuali porosità della superficie della moneta (problema maggiore nelle monete antiche...). Non a caso le monete infettate, una volta lavate con acqua demineralizzata, è bene asciugarle PERFETTAMENTE (...) e ungerle (dopo!) con olio di vaselina (per isolare la loro superficie metallica dall'aria, che contiene umidità e ossigeno...).

Un salutone,

Modificato da toto

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

la difficile reperibilità del benzotriazolo è un tema ricorrente in questo forum: io conosco un negozio che vende anche al dettaglio ma se non posso fare pubblicità come faccio a segnalarlo? (parlo comunque dell'Italia centrale; mi pare, ma non vorrei ricordare male, 15 euro 10 grammi)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.


Accedi Ora
Accedi per seguire questo  
Follower 0

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?