Jump to content
IGNORED

Falsificazioni coeve delle piastre di Ferdinando IV


Recommended Posts

Buonasera a tutti, sapreste dirmi delle piastre di Ferdinando IV quali millesimi sono stati falsificati, intendo falsi d'epoca....

Edited by Caio Ottavio
Mancanza totale di titolo valido
Link to comment
Share on other sites


Ciao @Rocco68, vorrei però consigliarti di inserire un titolo per le discussioni che apri, non mettere il tuo nome. In questo caso scriverei, ad esempio: "Falsificazioni coeve di piastre nel regno di Ferdinando IV" o qualcosa di simile. Per rispondere ai messaggi in questa (come nelle altre discussioni) c'è l'apposito riquadro in coda ad ogni discussione dove vedi scritto "Rispondi a questa discussione...". Punti qui il cursore e scrivi, non devi aprire una nuova discussione per rispondere, basta farlo qui sotto. ;) 

Spero di esserti stato d'aiuto anche per i tuoi futuri interventi, per ora ho sistemato io tutto quello che c'era da rivedere.

Edited by Caio Ottavio
Link to comment
Share on other sites


Inizio io dandoti qualche risposta. Da una breve quanto veloce ricerca, mi sono imbattuto nelle piastre in bronzo ritenute comunemente falsificazioni d'epoca per gli anni: 1786 (fig. 1), 1787 (fig. 2), 1795 (fig. 3) e 1796 (fig. 4). Sicuramente altri utenti che potranno intervenire sapranno segnalartene altri. Di seguito ti riporto anche qualche figura dei millesimi da me riscontrati:

1786d.JPG1786r.JPG

Fig. 1, anno 1786.

1787d.JPG1787r.JPG

Fig. 2, anno 1787.

1795.JPG

Fig. 3, anno 1795.

1796.JPG

Fig. 4, anno 1796.

 

 

Link to comment
Share on other sites


Poi, se sei interessato al discorso più ampio di falsi d'epoca nel Regno di Napoli e Sicilia ti consiglio questo post:

E inoltre vorrei sottoporre a tutti gli interessati la pagina di questo blog dove viene trattato l'argomento: http://albertocottignoli.over-blog.it/article-piastre-e-tari-di-bronzo-e-rame-sono-coni-ufficiali-della-zecca-di-stato-smettiamola-di-negarlo-70232041.html

Link to comment
Share on other sites


Grazie Caio Ottavio, bellissimi pezzi di storia, 

Gli anni sono quelli che piu' circolano nei cataloghi d'asta, avevo anche letto quanto scritto dal signor Cottignoli.

Volevo ricordare un falso d'epoca messo in vendita nell'asta per corrispondenza di In Asta del 04/03/2008 lotto 2771 di una piastra di FerdinandoIV  descritto come ottenuto per fusione....del 1797!

Come è possibile, se questo millesimo non esiste?

Link to comment
Share on other sites


Grazie per aver postato le immagini del pezzo, lo stile è comune a parecchi "falsi d'epoca" anno 1796....come la G di grana sotto lo stemma al rovescio, oppure l'effige del Re, la si puo' confrontare con l'immagine postata da

@Caio Ottavio del "falso d'epoca" dello stesso millesimo.

Quello che mi ha incuriosito allora è stata la data.

Ingrandendo ora l'immagine sulla data, noto nell'ultimo 7 un segnetto in rilievo proprio sotto la barretta orizzontale, penso che abbiano creato volutamente un millesimo che non esiste! O d'epoca...o moderno che sia.....mi sarebbe piaciuto averlo nella mia raccolta.

Per chi ama, colleziona e studia monete Napoletane , c'è  la consapevolezza che puo' apparire da un momento all'altro il "pezzo" sconosciuto...l'inedito, la variante.

 

Link to comment
Share on other sites


A seguire, sempre della mia raccolta:

Falso d'epoca della piastra 1790 C-C/C

Peso 22,87 grammi.

Piastra 1798, peso 26,08 grammi.

Da notare lo stile piu' "rozzo" del conio e le parole:  .....ET. IEREX

E in ultimo lo stesso millesimo 1798.

Peso 22,55 grammi.

IMG-20161221-WA0013.jpg

IMG-20161221-WA0014.jpg

IMG_20161221_202115.jpg

IMG-20161221-WA0012.jpg

IMG-20161221-WA0011.jpg

IMG-20161221-WA0010.jpg

Link to comment
Share on other sites


Ciao @Rocco68, grazie per averci mostrato questa bella carrellata di piastre false d'epoca. Curiosa la variante della legenda di D/ ...ET IEREX nel millesimo 1798: ho controllato nel CNI XX (p. 602) per vedere se era censita su qualche piastra in argento dello stesso anno, ma non risulta.  

Link to comment
Share on other sites


Chiudo la "carrellata" dei pezzi di Ferdinando IV, con il falso d'epoca di una mezza piastra del 1798......peso 12,85 grammi, presenta evidenti tracce di ribattitura e un bordo molto irregolare con qualche traccia di zigrinatura.

 

 

IMG-20161222-WA0021.jpg

IMG-20161222-WA0020.jpg

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites


Salve. Sicuramente interessante, ed anche in ottima conservazione per il tipo, questa mezza piastra falso d'epoca. In questo caso, più che di ribattiture parlerei di spostamento di conio in fase di lavorazione. Certo però che la forma del tondello è davvero inusuale per una moneta di quest'epoca, il che la rende ancora più curiosa. Mi chiedo, a tal proposito, se fosse stato messo in circolazione un falso con un tondello simile, sarebbe stato abbastanza semplice scovarlo. Sottolineo, poi, che nelle mezze piastre dello stesso anno in argento il taglio non presenta la zigrinatura, come nel caso di questo falso d'epoca, ma la consueta treccia in rilievo, il che avrebbe reso ancor più semplice il riconoscimento dei pezzi in rame da quelli in argento buono.

Complimenti @Rocco68 per questa bella raccolta di falsi d'epoca, si vede che li collezioni con passione!    

  • Thanks 1
Link to comment
Share on other sites


  • 3 years later...

Buongiorno a tutti.

Rileggendo questa vecchia discussione ed altre sull'argomento delle piastre falsi d'epoca di Ferdinando IV sono incappato in questo articolo che, a quanto pare, argomenta la questione in modo pressoché diverso:

http://albertocottignoli.over-blog.it/article-piastre-e-tari-di-bronzo-e-rame-sono-coni-ufficiali-della-zecca-di-stato-smettiamola-di-negarlo-70232041.html.

Tale discussione è menzionata anche più sopra nel #4 messaggio ma nessuno ha dato un parere su ciò che vi è scritto ed è stato esposto. Secondo il mio punto di vista potrei dire di condividere l'opinione formulata dal Dott. Cottignoli ma forse sbaglia in qualcosa......dice di aver trovato due o più conii uguali agli originali in argento e che sia quindi impossibile che non fossero stati originali anch'essi e battuti dalla stessa Zecca. Ma però nel tempo, di questi falsi ne sono usciti una marea e non tutti mi sembrano uguali al conio originale. Quindi come si spiega questo? Che siano effettivamente dei falsi, ok, ma come si spiega il fatto che abbiano circolato abbastanza? Come l'argentatura decadeva, il falso veniva scoperto e non poteva più essere utilizzato.

Quell'articolo mi ha un po' spiazzato e mi ha creato ancor più confusione sulla questione falsi. Certo che l'ipotesi che siano stati fatti dalla zecca non per frodare ma per mancanza di metallo, non è malaccia!!

Qualcuno saprebbe spiegarmi meglio la questione e chiarire un po' di dubbi?

Grazie.

Link to comment
Share on other sites


Ciao @Ferdinandoborbone

2 ore fa, Ferdinandoborbone dice:

dice di aver trovato due o più conii uguali agli originali in argento

La maggior parte dei "falsi d'epoca" che sono giunti a noi sono stati realizzati  per fusione  in stampi da negativi ottenuti da monete autentiche in argento. 

Moneta con difetti o errori = copia con gli stessi difetti o errori. 

2 ore fa, Ferdinandoborbone dice:

come si spiega il fatto che abbiano circolato abbastanza?

Dal quando furono immesse nella circolazione  ai giorni nostri, sai quanto si saranno usurate..... Chi collezione le piastre originali a volte i falsi delle stesse non le vuole. 

Saprai che una moneta ha tre facce.... Dritto, rovescio e taglio... Se questi presunti "falsi d'epoca" fossero stati prodotti in zecca avrebbero il taglio decorato a treccia in rilievo identico alle "originali'', mentre lo hanno solamente abbozzato. 

Ho riletto velocemente l' articolo del Dott. Cottignoli, e quel che mi ha fatto sorridere è il passaggio in cui afferma che questi pezzi in rame, ottone.. ufficializzati e garantiti dalla zecca potevano essere sostituiti in qualsiasi momento con piastre di buon argento. 

😂

 

Edited by Rocco68
  • Like 2
Link to comment
Share on other sites


Nel forum ci sono collezionisti di falsi d'epoca che li studiano e confrontano con le originali......  non studiano su due soli pezzi o da foto prese in rete.... Ma da numerosi esemplari realizzati con varie tecniche e numerose leghe. 

Tu stesso puoi vederne più d'uno nella discussione apposita qui in sezione. 

Quindi non avere dubbi. 

IMG_20200831_140920.png

IMG_20200831_141000.png

  • Like 9
Link to comment
Share on other sites


1 ora fa, Rocco68 dice:

Ciao @Ferdinandoborbone

La maggior parte dei "falsi d'epoca" che sono giunti a noi sono stati realizzati  per fusione  in stampi da negativi ottenuti da monete autentiche in argento. 

Moneta con difetti o errori = copia con gli stessi difetti o errori. 

Dal quando furono immesse nella circolazione  ai giorni nostri, sai quanto si saranno usurate..... Chi collezione le piastre originali a volte i falsi delle stesse non le vuole. 

Saprai che una moneta ha tre facce.... Dritto, rovescio e taglio... Se questi presunti "falsi d'epoca" fossero stati prodotti in zecca avrebbero il taglio decorato a treccia in rilievo identico alle "originali'', mentre lo hanno solamente abbozzato. 

Ho riletto velocemente l' articolo del Dott. Cottignoli, e quel che mi ha fatto sorridere è il passaggio in cui afferma che questi pezzi in rame, ottone.. ufficializzati e garantiti dalla zecca potevano essere sostituiti in qualsiasi momento con piastre di buon argento. 

😂

 

Ora mi è tutto più chiaro, ti ringrazio.

Il fatto è che quell'articolo mi aveva fatto andare proprio fuori pista.

Bello questo vassoio, sono tutti tuoi falsi d'epoca? Bella collezione. In particolare mi colpisce la terza in seconda riga. È del 1798? Mi sembra del tutto identica alla mia piastra 1798.

Purtroppo non ho foto, altrimenti la postavo subito per un confronto. La mia è d'argento ma però ha una patinatura strana diciamo proprio come questa, forse il volto è un po' più risaltato, forse colpa di una vecchia pulizia? Non saprei dirlo.

Appena posso ve la faccio vedere perché mi è venuto un dubbio, è la prima piastra che ho acquistato.

Edited by Ferdinandoborbone
Link to comment
Share on other sites


Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.