Benvenuto su Lamoneta.it - Numismatica, monete, collezionismo

Benvenuti su laMoneta.it, il più grande network di numismatica e storia
Registrandoti ora avrai accesso a tutte le funzionalità della piattaforma. Potrai creare discussioni, rispondere, premiare gli utenti che preferisci, utilizzare il sistema di messaggistica privata, inviare messaggi di stato, configurare il tuo profilo... Se già sei un utente registrato, Entra - altrimenti Registrati oggi stesso!

Accedi per seguire questo  
Follower 0
star60

[Identificata] Magnenzio, imitazione barbarica

Ciao a Tutti.

Le legende sono abbastanza chiare ma non riesco a capire chi è l'imperatore.

Penso che qualcuno degli amici dl forum lo centri al volo!

diam. 20mm circa.

Grazie

post-3164-1162929663_thumb.jpg

post-3164-1162929677_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

basso impero, un'imitazione barbarica di Magnenzio ma aspetta altri pareri...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Piu che una imitazione barbarica ( per la proporzione delle rappresentazioni e la correttezza delle legende) sono propenso a credere che sia un copia antica a getto forse realizzata nel Nord della Spagna.

Comunque è questo il caso nel quale sarebbe oltremodo utile conoscere peso e misura della moneta.

agrì

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao :)

Si tratta in effetti di una delle classiche imitazioni "antiche" (ma anche il termine "barbariche" è appropriato) tra quelle numerose relative a monete di Magnenzio.

Di poco inferiore come dimensioni rispetto all'originale, la moneta di star60 riprende quale "prototipo" il tipo del "GLORIA ROMANORVM" battuto a Lione ed individuato da Augustus.

In realtà non è del tutto corretto parlare di "prototipo" in senso unico, perchè gli incisori delle "zecche non ufficiali" dell'epoca (ad esempio, e forse appropriato al caso, della Gallia romana del IV secolo) non copiavano un originale ma eseguivano un disegno di propria fattura con ispirazione anche a più "prototipi".

Non è inusuale infatti trovare su tali monete in esergo il marchio di una zecca ma tipologia delle "lettere" nel campo tipiche di una zecca diversa.

Per l'argomento : Pierre Bastien "La Monnayage de Magnence" (riedito nel 1983)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.


Accedi Ora
Accedi per seguire questo  
Follower 0

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?