Jump to content
IGNORED

Isotopi argento su quadrigati e denari


acraf
 Share

Recommended Posts

Molto interessante. Finalmente si aggiunge qualcosa di peso scientifico che può contribuire a riordinare le datazioni delle prime monete argentee repubblicane.

Link to comment
Share on other sites


Supporter

Molto, molto interessante. 

Correggetemi se sbaglio : lo studio, in sé, dimostra che quadrigati e denari sono stati coniati con metalli di diversa provenienza e, quindi, dovrebbero appartenere a due epoche storiche diverse separate  (ancorché contigue). Nulla, però, indica che i quadrigati siano fatti proprio con l'argento fornito dai Cartaginesi, giusto? 

Facciamo ora un po' di speculazione : se invece i primi quadrigati risalissero al 269, di quali fonti minerarie poteva disporre allora Roma?

Sarà interessante attendere approfondimenti dell'esame isotopico.

Link to comment
Share on other sites


Giusta domanda, ma molto probabilmente nel 269 a.C. i Romani non potevano disporre, almeno liberamente, di grosse quantità di argento estratto dalle miniere spagnole, che erano, a quanto pare, di esclusiva proprietà cartaginese.

La produzione dei quadrigati fu veramente abbondante. Da uno studio preliminare di Debernardi su AIIN 60 del 2014, che allego volentieri pur non essendo reperibile in rete, emerge che furono allestiti ben 564 conii D e 546 conii R per i quadrigati con ROMA in incuso, 863 conii D e 803 conii R per ROMA in rilievo e 23 conii D e 22 conii R per i quadrigati coniati solo in Spagna dai fratelli Scipione (che sono stati oggetto di uno studio dettagliato a parte, che allego pur avendo già segnalato in altra discussione). Se si vuole optare per la famosa teoria dell'alta cronologia bisogna capire bene come ha fatto Roma a disporre allora di così alto quantitativo di argento, che a una preliminare analisi isotopica risulta essere di provenienza spagnola.

Per i didrammi romano-campani, sicuramente coniati prima, almeno quasi tutti, della prima guerra punica, la produzione era molto più limitata e su questi manca ancora una accurata analisi isotopica dell'argento. In ogni caso la quantità di argento per queste monete era molto più limitata e quindi poteva essere reperita anche da altre fonti. Non dimentichiamo che pure in Grecia e in Asia Minore esistevano miniere d'argento e che potevano essere la fonte, per il tramite anche degli alleati di origine greca in Campania, ma in ogni caso non sembra che l'argento di origine orientale potesse essere la materia prima per coniare i quadrigati....

Ovviamente non esiste la diretta dimostrazione dell'equivalenza argento spagnolo = argento pagato dai Cartaginesi come indennità dopo la seconda guerra punica, ma la sua grande abbondanza usata dai Romani per coniare i quadrigati trova una adeguata spiegazione storica se si accetta la datazione "bassa" del quadrigato, con buona pace del prof. Coarelli, che aveva risollevato il problema della datazione alta del quadrigato in antitesi alla cosiddetta scuola inglese....

DeBernardi e Legrand 2014 Data del quadrigato AIIN60_DL.pdf

Debernardi e Legrand 2015 RBN Serie quadrigati spagnoli.pdf

Edited by acraf
  • Like 3
Link to comment
Share on other sites


9 ore fa, acraf dice:

Giusta domanda, ma molto probabilmente nel 269 a.C. i Romani non potevano disporre, almeno liberamente, di grosse quantità di argento estratto dalle miniere spagnole, che erano, a quanto pare, di esclusiva proprietà cartaginese.

La produzione dei quadrigati fu veramente abbondante. Da uno studio preliminare di Debernardi su AIIN 60 del 2014, che allego volentieri pur non essendo reperibile in rete, emerge che furono allestiti ben 564 conii D e 546 conii R per i quadrigati con ROMA in incuso, 863 conii D e 803 conii R per ROMA in rilievo e 23 conii D e 22 conii R per i quadrigati coniati solo in Spagna dai fratelli Scipione (che sono stati oggetto di uno studio dettagliato a parte, che allego pur avendo già segnalato in altra discussione). Se si vuole optare per la famosa teoria dell'alta cronologia bisogna capire bene come ha fatto Roma a disporre allora di così alto quantitativo di argento, che a una preliminare analisi isotopica risulta essere di provenienza spagnola.

Per i didrammi romano-campani, sicuramente coniati prima, almeno quasi tutti, della prima guerra punica, la produzione era molto più limitata e su questi manca ancora una accurata analisi isotopica dell'argento. In ogni caso la quantità di argento per queste monete era molto più limitata e quindi poteva essere reperita anche da altre fonti. Non dimentichiamo che pure in Grecia e in Asia Minore esistevano miniere d'argento e che potevano essere la fonte, per il tramite anche degli alleati di origine greca in Campania, ma in ogni caso non sembra che l'argento di origine orientale potesse essere la materia prima per coniare i quadrigati....

Ovviamente non esiste la diretta dimostrazione dell'equivalenza argento spagnolo = argento pagato dai Cartaginesi come indennità dopo la seconda guerra punica, ma la sua grande abbondanza usata dai Romani per coniare i quadrigati trova una adeguata spiegazione storica se si accetta la datazione "bassa" del quadrigato, con buona pace del prof. Coarelli, che aveva risollevato il problema della datazione alta del quadrigato in antitesi alla cosiddetta scuola inglese....

DeBernardi e Legrand 2014 Data del quadrigato AIIN60_DL.pdf

Debernardi e Legrand 2015 RBN Serie quadrigati spagnoli.pdf

Davvero estremamente interessante, grazie per la condivisione dell'argomento. Attendo le prossime pubblicazioni!

Link to comment
Share on other sites


  • 2 weeks later...

Complimenti per aver segnalato questo interessante studio e soprattutto per l'eccellente ricerca in corso.

Finalmente si potra' fare maggiore chiarezza su questo annoso problema della datazione del denario che contrappone da decenni la scuola inglese con datazioni basse alla scuola italiana fervente sostenitricedi datazioni   alte .  Negli annj il dibattito ha assunto toni da 'derby' senza presentare argomenti risolutivi ( tranne Morgantina?) mentre cio' di cui si sente il bisogno e' un'analisi rigorosa del materiale a disposizione con metodi di indagine scientifica prima non disponibili che possono tirare fuori evidenze che aiutino a fare chiarezza sulla questione 

Link to comment
Share on other sites


Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.