Jump to content
IGNORED

Piastra 1834-Curiosita' .


Recommended Posts

Buona giornata a tutti, volevo farvi vedere questa mia piastra di Ferdinando II, del 1834.

La moneta presenta al D/ nella legenda ...un evidente "errore" avvenuto in fase di incisione del punzone....della parola GRATIA.

"Errore" poi corretto, ma il segno della lettera sottostante si nota lo stesso.

La moneta nel suo insieme non presenta ribattiture o scivolamento del tondello in fase di battitura.

Questa moneta è secondo voi il "collegamento" con le altre varianti del 1834: GRTIA...GRAITA?

Cosa ne pensate?

 

IMG-20170114-WA0021.jpg

IMG-20170114-WA0022.jpg

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites


Interessante...

12 minuti fa, Rocco68 dice:

Questa moneta è secondo voi il "collegamento" con le altre varianti del 1834: GRTIA...GRAITA?

Cosa ne pensate?

Questa sarebbe stata "Grttia"....

Chissà che prima o poi spunti fuori!!

Link to comment
Share on other sites

Salve a tutti.

Molto bella questa piastra, attraente soprattutto per l'evidente errore nella legenda di D/. Stavo pensando: e se fosse stato inizialmente inciso GRTTIA e poi l'incisore, accortosi dell'errore a moneta già battuta, abbia ribattuto con la lettera A solo la zona della prima lettera T? Visto che la sottostante lettera T non è stata del tutto cancellata dalla A sovraimpressa direi proprio che possiamo parlare di ribattitura (di una singola lettera) per giungere alla correzione della parola.

Edited by Caio Ottavio
Link to comment
Share on other sites


@Caio Ottavio....e se si trattasse del punzone della piastra GRTIA?

Come se in zecca, accortisi del punzone con GRTIA, abbiano provveduto a piallare quella zona e inciderla con le lettere corrette.

Infatti si nota dalla lettera G fino alla R di REX un abbassamento dei fondi (notate il bordo piu' marcato) e le lettere di quella zona sono piu' alte rispetto al resto.

E anche il profilo del Re risulta piu' alto.

Cosa ne pensate?

Link to comment
Share on other sites


Esatto, il ragionamento di @Rex Neap non fa una piega: come è rimasto segno della T ribattuta dalla A, se si trattava del GRTIA si sarebbe vista qualche traccia anche della A sotto l'attuale I, cosa che però non è riscontrabile in questo esemplare, il che mi porterebbe ad escludere il conio GRTIA. Secondo me, ci sono buone probabilità che il punzone, prima della correzione mediante ribattitura, recitasse erroneamente GRTTIA.

Link to comment
Share on other sites


Grazie a tutti per le vostre considerazioni su questa piastra.

Vorrei approfittarne per farvi una domanda:

Il millesimo 1834, nella monetazione di Ferdinando II è quello che presenta piu' varianti: errori nella legenda, mancanza di punteggiature, lettere con diversi spessori, stemma del portogallo con 13 torrette.(al posto delle normali 12), 

Tutto questo per via della numerosa battitura di piastre del 1834?

....coniandone in quantita'....I punzoni andavano sostituiti con nuovi?

Link to comment
Share on other sites


Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.