Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
grigioviola

Sesterzi: questi (a me!) sconosciuti (breve storia di una vecchia collezione inglese)

Risposte migliori

grigioviola

Non l'ho mai nascosto e continuo a palesarlo: per me i sesterzi sono un mondo ancora alquanto ignoto su cui ho molta strada da fare prima di impratichirmi.

Tuttavia, prima o poi, per chi colleziona romane, è impossibile non rimanerne in qualche modo vittima. Ed ecco allora alcune monete che vorrei proporvi per un commento.

caracalla01.jpgcaracalla02.jpg

CARACALLA

D\ M AVREL ANT]ONINVS PIVS AVG GERM, busto drappeggiato, corazzato e laureato a d.

R\ R. P M TRP XVIII IMP III COS IIII P P, Esculapio stante a s. con serpente arrotolato a bastone e Telesphourus a s. e globo a d.; S C  nei campi. 

 RIC 538a

commodo01.jpgcommodo02.jpg

COMMODO

D\ M COMMODVS ANTONINVS AVG PIVS, testa laureata a d.

R\ VOTA [...],  Commodo stante a s. di fronte ad altrare sacrificale; COS IIII PP in esergo, S C  nei campi

RIC 441

 

gordiano01.jpggordiano02.jpg

GORDIANO III

D\ IMP GORDIANVS PIVS FEL AVG , busto drappeggiato, corazzato e laureato a d.

R\ PM TRP III COS II PP,  Apollo seduto a s. con in mano ramo di ulivo e lyra; SC in esergo.  

RIC 301a

domiziano01.jpgdomiziano02.jpg

DOMIZIANO

D\ IMP CAES DOMIT AVG [GERM COS] XII CENS PER PP, testa laureata a d.

R\ ANNONA AVG, Annona seduta a d. di fronte a bambino(?); S C in esergo.  

RCV 2800

Severo01.jpgSevero02.jpg

ALESSANDRO SEVERO

D\ IMP CAES M AVR SEV ALEXANDER AVG , busto laureato e drappeggiato a destra

R\ PM TR P V COS [...], Marte andante a d. con in mano lancia e trofeo in spalla; SC nei campi.

 

Si tratta di una mia personale wishlist tratta da una serie di sesterzi in vendita da un noto dealer professionista inglese. Tuttavia prima di cimentarmi nella definizione degli acquisti volevo un attimo confrontarmi con i più esperti per valutare i pezzi migliori, quelli più ritoccati da evitare ecc ecc... insomma fate finta che sia un neofito e spiegatemi l'ABC :D

L'unica cosa che il mio profanissimo occhio nota è che l'ultimo pezzo presenta dei vistosi ritocchi di bulino per risaltare i profili e quindi suppungo che questo influisca notevolmente anche sul valore del pezzo...

Grazie a tutti per i vostri commenti!

Poi, se acquisterò... vi farò sapere ;)

Modificato da grigioviola

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

dux-sab

io mi fermerei ai primi due, non mi sembra il caso di importare  dall' inghilterra pezzi cosi scarsi, li trovi anche qua.

ma poi ti danno i certificati ?

Modificato da dux-sab

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

grigioviola

Indubbiamente i primi due sono i migliori (non per niente la mia wishlist è in ordine di preferenza). Tuttavia dipende molto da quanto si pagano :)

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

grigioviola

Commerciante professionista, monete vendute con tutta la regolare certificazione del caso e anche con la precedente provenienza per ogni pezzo (precedente rivenditore, anno e prezzo d'acquisto). Monete tracciate di due passaggi almeno. :)

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Legio II Italica

Concordo pienamente con la scelta riservata al massimo ai primi due esemplari , anzi personalmente prenderei solo il primo .

Comunque in linea generale mi chiedo sempre quale sia il motivo che spinge molti collezionisti ad acquistare all' estero , forse le monete si pagano un po' di meno ? maggior fiducia ? certezza della documentazione che accompagna la moneta ? o altro ?

I commercianti professionali Italiani e non sono pochi , non sono secondi a nessuno per correttezza , competenza e serieta' , saranno lievemente piu' cari rispetto ai colleghi stranieri ? la qualità italica lo giustifica .

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Tinia Numismatica
20 minuti fa, Legio II Italica dice:

Concordo pienamente con la scelta riservata al massimo ai primi due esemplari , anzi personalmente prenderei solo il primo .

Comunque in linea generale mi chiedo sempre quale sia il motivo che spinge molti collezionisti ad acquistare all' estero , forse le monete si pagano un po' di meno ? maggior fiducia ? certezza della documentazione che accompagna la moneta ? o altro ?

I commercianti professionali Italiani e non sono pochi , non sono secondi a nessuno per correttezza , competenza e serieta' , saranno lievemente piu' cari rispetto ai colleghi stranieri ? la qualità italica lo giustifica .

Un po' tutto anche con fiducie e credenze malriposte.

 

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

grigioviola

Alt ragazzi!

Lo prevalentemente acquisto solo da commercianti stranieri UK, tedeschi e francesi per un semplice motivo: il periodo che colleziono è una tematica particolarmente cara a quei venditori per ragioni "geografiche": impero romano gallico e usurpatori britannici... vien da sé che da lì viene il materiale quindi lo prendo direttamente all'origine e sempre e solo per vie lecite.

Questo mi ha portato in contatto con una serie di venditori professionisti che hanno dato prova della loro correttezza e, appunto, della loro professionalità (ricevute fiscali, certificati di garanzia quando richiesti, permessi di esportazione se necessari, provenienze certificate ecc ecc ecc). Nei limiti dell'umano possibile le mie monete sono tutte "blindate" quanto a documentazione di corredo proprio per una mia personale etica di collezionista.

Non ho mai fatto alcuna crociata pro o contro venditori esteri né confronti esteri/italiani! Lungi da me! Professionalità e mele marce ci sono sia in patria che fuori e acquistare dall'estero non mette al riparo da eventuali problematiche se si incappa in acquisti illeciti! 

Non vorrei che questo topic diventasse un pretesto o un luogo di scontro sul mercato numismatico, sulla legislazione italica o estera ecc ecc ecc... altrimenti chiudo tutto ed elimino e tanti saluti! :)

Nello specifico, presso questi venditori esteri ho visto anche monete che non rientrano nelle mie linee collezionistiche abituali, recentemente queste che ho proposto.

Come da premessa, non seguendo questa monetazione ma essendone attratto ho solamente chiesto un parere sulla natura delle monete in questione ben consapevole che si tratta di monete in bassa conservazione, comuni e per nulla straordinarie.

Ma io non cerco né la rarità in quanto tale, né la conservazione eccezionale. Non compero per rivendere o per investimento ma solamente perché mi diverte e mi appassiona studiare e indagare questo fantastico mondo che è la numismatica.

Da profano quale sono, volevo semplicemente un parere sui pezzi in quanto tali: eventuali sesterzi ritoccati e/o possibili falsi (quest'ultima possibilità mi pare non ci sia).

Non ho mai parlato apertamente di prezzi per singolo pezzo né ho chiesto valutazioni di natura economica perché non rientra nel mio stile.

Semplicemente mi sono posto da neofita, come mi auguro che un qualsiasi altro neofita si proponga in questa sezione in cui (malamente!) ho l'onore (e l'onere) di fare da co-moderatore.

Credo che a dar consigli, a far capire le monete, i loro pregi e i loro difetti, le loro problematiche, a dare una lettura delle condizioni fisiche per capire se e per quali ragioni vi siano delle alterazioni... bé lo ritenevo un esercizio sicuramente utile materialmente per me, ma anche come esempio "di scuola" per altri.

Tutto qui. Vediamo come evolve la faccenda, altrimenti, come vi dicevo, chiudo ed elimino tutto ;)

 

  • Mi piace 7

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

modulo_largo

Se parliamo di prezzo stracciato io le prenderei tutte, alla fine non sono dei dischetti illeggibili, si riesce ad individuare l'autorità emittente

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

grigioviola

Non ho idea di quanto possa considerarsi "stracciato" il prezzo per questi esemplari.

La mia richiesta era più orientata su una analisi circa interventi invasivi di pulizia/ritocco/spatinatura ecc ecc

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

grigioviola

Per esempio, sull'ultimo pezzo io vedo un lavoro di bulino piuttosto marcato (e mal fatto) al dritto per evidenziare meglio il profilo dell'imperatore oltre che dei segni (rimozione di qualche incrostazione? pulizia aggressiva?) sul collo.

L'impressione un po' su tutti i pezzi è che siano stati spatinati.

Forse Caracalla ha qualche tentativo posticcio di ripatinatura oppure è solamente patina da vecchia collezione formatasi su moneta spatinata.

Ecco, era questo il tenore di indicazioni che mi aspettavo di ricevere :)

Quindi... forza! C'è tutto il tempo per farlo, le monete possono pure stare dove sono, quello non è un problema! :P

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

cliff

Il Domiziano dovrebbe forse essere un asse @grigioviola , almeno parrebbe. O per lo meno ricordo la raffigurazione dell'Annona con il bambino su assi e dupondi, ma non su sesterzi.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

grigioviola

Grazie mille @cliff riportavo le classificazioni del venditore che quantomeno reputavo più preparato di me!

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Illyricum65
1 ora fa, grigioviola dice:

La mia richiesta era più orientata su una analisi circa interventi invasivi di pulizia/ritocco/spatinatura ecc ecc

 

34 minuti fa, grigioviola dice:

Per esempio, sull'ultimo pezzo io vedo un lavoro di bulino piuttosto marcato (e mal fatto) al dritto per evidenziare meglio il profilo dell'imperatore oltre che dei segni (rimozione di qualche incrostazione? pulizia aggressiva?) sul collo.

L'impressione un po' su tutti i pezzi è che siano stati spatinati.

Forse Caracalla ha qualche tentativo posticcio di ripatinatura oppure è solamente patina da vecchia collezione formatasi su moneta spatinata.

Ecco, era questo il tenore di indicazioni che mi aspettavo di ricevere :)

Ciao,

viste su schermo grande e non da smartphone direi che acquisterei anch'io il Caracalla e probabilmente il Commodo come detto da altri utenti in precedenza. Poi dipende dal prezzo e dall'interesse personale. E se per pochi € magari mi prenderei per studio pure qualcuna delle altre,

Cita

... fate finta che sia un neofito e spiegatemi l'ABC :D

in ottica di studio.

Si tratta di monete spatinate comunque leggibili nei tratti principali e che permettono una classificazione (più il Caracalla che non il Commodo, soggetto ad una usura ben più marcata). Buone insomma per saggiare la sensazione di maneggiare quella ventina di grammi di oricalco e volare un po' con la fantasia pensando a quanti le maneggiarono 2000 anni fa. Patina? Non ne vedo, forse dei tenui residui nel Caracalla; sembrano tutte avere la colorazione dell'oricalco scurito e l'aspetto lucido da ceratura (ma potrebbe essere un effetto fotografico). Alcune presentano corrosioni superficiali più o meno marcate. L'Alessandro Severo (da queste immagini) sembra evidenziare in effetti un ritocco atto ad evidenziare il profilo del ritratto come già hai detto.

Se poi invece si vuol partire subito forte, con monete più attraenti, ricercando magari la patina allora si mette in preventivo di aprire di più il borsello e ce ne sono per tutte le tasche, qui in Italia come all'estero.

Ma per un "neofita" forse è meglio cominciare con monete meno impegnative anche dal punto di vista economico.

Ciao

Illyricum

;)

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Garbo92

Anche per me le prime due sopratutto il Caracalla, che tutto sommato non è poi così male per me è collezionabilissimo:good:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

gpittini
Supporter

DE GREGE EPICURI

Personalmente prenderei solo Caracalla. Che anche a me non risulta chiarissimo come patina: residuo parziale di patina autentica, o parziale ripatinatura artificiale? Comunque non è male, ha un rovescio interessante e non è moneta che si vede tutti i giorni.

Le altre mi sembrano, più o meno, abbastanza brutte, e comunque spatinate. Un sesterzio deve avere almeno una buona qualità: o una buona conservazione, o una bella patina, o un rovescio interessante...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

grigioviola

Grazie a tutti. Questo è il tenore di interventi che mi aspettavo 😌

Vi posso anche dire che il neofita alla fine ha lasciato giù il Domiziano e preso il resto. 

Non parlo di prezzi, ma credo di essere stato trattato onestamente. Caracalla a parte, il rimanente è venuto via per una pizza. 

Sono conscio che si tratta di un lotto di studio. 

Poi era interessante anche il corredo del precedente collezionista.

Altro aspetto che mi ha invogliato all'acquisto :)

Modificato da grigioviola
  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ImmensaF

Il rovescio con Esculapio a me affascina molto. Io ho un Asse di CLodio Albino che è messo peggio del tuo sesterzio ma che personalmente apprezzo moltissimo. Secondo me se da una moneta si trae emozione è più che giustificato il suo acquisto soprattutto se il prezzo è abbordabile e non pesa sull'economia personale! 

Anche io all'inizio mi ero tenuto alla larga dai sesterzi ma obiettivamente ce ne sono alcuni che sono veramente troppo affascinanti per riuscire a resistergli a lungo collezionando le Romane

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

grigioviola

A me di una moneta piace quello che riesce a trasmettermi al di là del pezzo in sé, della conservazione ecc...

Mi piace la storia che rappresenta, il senso di vissuto, il fatto che trasmette un messaggio, che fissa un dato momento storico e poi mi piace la storia che ha "attorno": la sua provenienza, i precedenti proprietari, i suoi passaggi di mano in mano... quando questo "contorno" è ricostruibile come in questo caso, allora il tutto prende ancor più fascino!

Ecco le immagini della catalogazione redatta dal precedente proprietario (mi manca il Domiziano che non avendo preso, non ho avuto).

CARACALLA

caracalla01.jpgcaracalla02.jpg

catalog_owner4.png

Ex John Cummings 1983 (numismatic dealer from Grantham, Lincolnshire); Ex A. E. Reeves 1983-2015(?) ; Ex Galata (numismatic dealer from Llanfyllin, Galles) 2015(?)-2017

COMMODO

commodo01.jpgcommodo02.jpg

catalog_owner2.png

Ex Phil Goodwin 1983 (numismatic dealer from Portsmouth, Hampshire); Ex A. E. Reeves 1983-2015(?); Ex Galata (numismatic dealer from Llanfyllin, Galles) 2015(?)-2017

GORDIANO III

gordiano01.jpggordiano02.jpg

catalog_owner3.png

Ex Phil Goodwin 1983 (numismatic dealer from Portsmouth, Hampshire); Ex A. E. Reeves 1983-2015(?); Ex Galata (numismatic dealer from Llanfyllin, Galles) 2015(?)-2017

ALESSANDRO SEVERO

Severo01.jpgSevero02.jpg

catalog_owner1.png

Ex Ian Johnson 1983 (numismatic dealer from Greater, Manchester); Ex A. E. Reeves 1983-2015(?); Ex Galata (numismatic dealer from Llanfyllin, Galles) 2015(?)-2017

 

Ora, arrivare a ricostruire con questa accuratezza il pedigree di una moneta non sempre e semplice e generalmente lo si fa solo per dei pezzi "storici", importanti, per quelle collezioni iper-famose che poi vengono messe all'incanto in rinomate case d'asta e periodicamente riappaiono nel mercato.

Le monete più umili e comuni, appannaggio di anonimi collezionisti che accumulano ciò che amano con passione e che nel loro piccolo costruiscono una collezione coccolata per anni, sono destinate a viaggiare "leggere", spesso e volentieri senza alcuna indicazione sui loro precedenti proprietari per tutta una serie di motivi: perché il venditore di turno non lo ritiene un dato importante, per ragioni di riservatezza, ecc ecc 

Ecco, che quando ciò non accade, e riesco a scoprire qualche informazione mi si apre il cuore e provvedo a tenerne traccia sia per "onorare" il collezionista che mi ha preceduto sia per tracciare un pedigree destinato - mi auguro - a circolare anche "un domani" (che mi auguro sia il più lontano possibile :P).

 

Nella fattispecie, vedere queste carte ingiallite mi emoziona.

Negli anni '80 c'erano le macchine da scrivere, le penne biro... ma questo collezionista si è preso la briga di fare il calco di ogni pezzo, di numerarlo con la penna stilografica in ordine progressivo di acquisto e di annotare a lapis la catalogazione, la descrizione e, di tanto in tanto, un approfondimento sull'iconografia del rovescio. A margine annotazioni varie (peso, diametro ecc) e il riferimento al venditore e la data di acquisto.

Ai nostri giorni si fa tutto al PC, foto digitali in hd e via! E probabilmente si perde un po' di fascino :)

Modificato da grigioviola
  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

TheWhiteFly

@grigioviola

Quoto al 100%.

La mia moneta preferita è un rudere, ma tutte le volte (e sono tante) che la tengo tra le dita mi dona sensazioni incredibili.  :-)

TWF

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

modulo_largo

sono anch'io dello stesso avviso, hai fatto benissimo! unica osservazione: visto il prezzo basso avrei preso anche l'asse di domiziano, lo stile dell'apoca flavia è di alto livello..

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×