Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Eolo

1000 Lire Italia ornata di perle

Risposte migliori

Eolo

Buona sera,

mi piacerebbe ricevere qualche delucidazione sullo stato di questa banconota.

Venduta con regolare perizia numismatica, l'esemplare viene descritto come SUP, non trattato.

la banconota non presenta apparenti segni di circolazione, piege o fori, qualche leggera unghiata sui bordi. angoli non smussati, carta perfetta e numeri di serie ben in rilievo.

presenta però una macchia, si vede bene nella foto controluce, che ha interessato sia il dritto che il rovescio.

È una banconota molto gradevole e sono contento di averla, mi chiedevo però se la sua classificazione non fosse stata un poco generosa e soprattutto cosa potrebbe aver causato quella macchia, in un esemplare che non presenta apparentemente nessun segno di circolazione.

Il prezzo di acquisto è stato di 60,00€, pensate sia congruo (mi rendo conto che c'è da considerare anche il margine per il negoziante)?

grazie mille

a.

IMG_0038.JPG

IMG_0036.JPG

Modificato da Eolo

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Eolo

..... Ecco la foto incriminante.......

IMG_0044.JPG

Modificato da Eolo

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

nikita_
Supporter

Impossibile poter dire cosa ha provocato quella macchia, si possono escludere solo liquidi trasparenti e soprattutto puliti come acqua od alcool per esempio, ma resterebbero incriminate decine e decine di altre sostanze liquide o solide contenenti zuccheri, oli od altri componenti organici o chimici che maneggiamo quotidianamente, potrebbe essere stata provocata da qualsiasi cosa, dall'aranciata ad un profumo.
Escludendo un'analisi invasiva da laboratorio credo che non lo sapremo mai.

Sapendo dell'esistenza della macchia avrei speso qualcosina in meno, ma tutto sommato, se non è così tanto visibile, è un'ottima banconota.

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

nikita_
Supporter
1 ora fa, Eolo dice:

mi chiedevo però se la sua classificazione non fosse stata un poco generosa

E' una questione piuttosto spinosa che crea diverse opinioni sul tema.

Per me la tua banconota è comunque un SUP anche con la presenza di quella macchia, non riesco a retrocederla a SPL o BB, ma allo stesso tempo quella macchia ne inficia il valore, non per nulla nel post precedente scrivo che avrei speso qualcosa in meno.

 

 

Modificato da nikita_
  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

prtgzn

Concordo con @nikita_sulla conservazione. C'è da vedere a te quanto questa macchia disturba.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Eolo

Salve,

In verità questa banconota mi è arrivata credo "per sbaglio", avevo acquistato una SPL e nel plico mi sono ritrovato invece questa.

Rispetto a quella desiderata c'è ovviamente "la macchia" ma c'è anche una condizione generale nettamente migliore.

La macchia non mi disturba affatto, sul dritto e sul rovescio è in realtà un "alone", in una zona priva di interesse.

Comincia poi ad acquisire una personalità tutta sua che mi garba alquanto 😀. La macchia, le darò un nome!

Banconote in questa conservazione tendo poi a non "sconcicarle", ne ho una in conservazione molto più modesta che guardo e studio.

Collezionando principalmente monete medioevali, muovo i primi passi in un campo nuovo e quindi volevo rendermi conto se tutto sommato descrizione e prezzo fossero adeguati (anche per considerare eventuali acquisti futuri dallo stesso negozio).

Classificare una moneta medioevale in base ad un parametro di bellezza e conservazione è una pratica che lascia molto il tempo che trova, mi rendo conto però che per le banconote la questione è differente.

Vi ringrazio per aver condiviso la vostra esperienza ed arricchito la mia.

A.

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

loris1980

Un commerciante che fa un prezzo pari ad un terzo del catalogo è decisamente onesto.

Oppure, più verosimilmente, per essendo globalmente SUP non è vendibile come SUP.

Bella banconota comunque.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Eolo
1 hour ago, loris1980 said:

Un commerciante che fa un prezzo pari ad un terzo del catalogo è decisamente onesto.

Oppure, più verosimilmente, per essendo globalmente SUP non è vendibile come SUP.

Bella banconota comunque.

Grazie mille, concordo, è proprio una bella banconota.

Concordo con quanto hai scritto, per questo chiedevo quanto questa macchia potesse incidere sul suo stato e quindi il suo valore. Sono contento che tutto sommato questo "scambio imprevisto" non sia stato a mio danno.

Anche sui prezzi di catalogo nutro diverse perplessità: come mai vengono puntualmente proposte quotazioni che non hanno nessuna correlazione con l'effettivo prezzo di vendita, discostandosi di % anche importanti (50%)?

Leggendo vari posts scritti in diversi periodi mi rendo conto che acquistare banconote ad una considerevole frazione del valore di catalogo sia la regola.

Dal momento che i cataloghi subiscono revisioni annuali, non potrebbero inserire fin dall'inizio delle valutazioni molto più in linea con l'andamento del mercato?

Sarebbe inoltre molto più utile per i nuovi collezionisti che si rivolgono al catalogo come punto di riferimento, più dei collezionisti esperti.

 

A.

Modificato da Eolo

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

loris1980
31 minuti fa, Eolo dice:

Grazie mille, concordo, è proprio una bella banconota.

Anche sui prezzi di catalogo nutro diverse perplessità: come mai vengono puntualmente proposte quotazioni che non hanno nessuna correlazione con l'effettivo andamento del mercato?

Leggendo vari posts scritti in diversi periodi mi rendo conto che acquistare banconote ad una considerevole frazione del valore di catalogo sia la regola.

Dal momento che i cataloghi subiscono revisioni annuali, non potrebbero inserire fin dall'inizio delle valutazioni molto più in linea con l'andamento del mercato?

Sarebbe inoltre molto più utile per i nuovi collezionisti che si rivolgono al catalogo come punto di riferimento, più dei collezionisti esperti.

 

A.

Sul perché non adeguino i prezzi, il motivo è ovviamente commerciale.

Ad ogni modo il ragionamento che tu fai è valido per alcune banconote, e non valido per altre.

E infine, discorso che vale anche per le monete, spesso non è il prezzo ad essere basso, ma la conservazione ad essere alta :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Eolo
3 minutes ago, loris1980 said:

Sul perché non adeguino i prezzi, il motivo è ovviamente commerciale.

Ad ogni modo il ragionamento che tu fai è valido per alcune banconote, e non valido per altre.

E infine, discorso che vale anche per le monete, spesso non è il prezzo ad essere basso, ma la conservazione ad essere alta :)

Capisco.......

Fortunatamente internet permette di avere un catalogo mondiale sempre aggiornato con prezzi di acquisto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

robindan77
Supporter

Gran bella banconota, complimenti. Comunque se non vista in controluce non è poi così evidente.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

nando12

Veramente una bellissima banconota, per quanto concerne la conservazione ...a parer mio il SUP ci sta tutto ...almeno da queste foto.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

nikita_
Supporter
2 ore fa, Eolo dice:

Anche sui prezzi di catalogo nutro diverse perplessità: come mai vengono puntualmente proposte quotazioni che non hanno nessuna correlazione con l'effettivo prezzo di vendita, discostandosi di % anche importanti (50%)?

Leggendo vari posts scritti in diversi periodi mi rendo conto che acquistare banconote ad una considerevole frazione del valore di catalogo sia la regola.

Dal momento che i cataloghi subiscono revisioni annuali, non potrebbero inserire fin dall'inizio delle valutazioni molto più in linea con l'andamento del mercato?

 

C'è stato un lungo lasso di tempo dove tutti acquistavano di tutto (diciamo 1990/2005) anche le banconote in modeste condizioni erano supervalutate, ci si fiondava anche sugli straccetti se quest'ultimi erano biglietti piuttosto rari, io per primo ho comprato una lira di Umberto I° con un quarto di banconota mancante per un prezzo semi-assurdo per oggi.
Magari succede ancora adesso di comprare biglietti danneggiati rari, ma i prezzi che raggiungono non sono più al livello di una volta, cerchiamo pure di essere più cauti negli acquisti, e per tante (ma non per tutte) banconote cerchiamo di spuntare il 25/40/50% in meno di quanto indicato dai cataloghi, ed anche molto oltre per le basse conservazioni.

La crisi ha fatto la sua bella parte, e la perdita del valore facciale delle lire dopo la prescrizione del dic. 2011 ha contribuito parecchio, un diecimilalire tipo comune, per esempio, anche se ridotto a brandelli e ben riparato dal nastro adesivo era pur sempre scambiabile presso Banca d'Italia per 5,16 euro, una cifretta, ma era comunque una base di partenza, perdendo questo controvalore è stata la fine per tante banconote, io stesso ho comprato un 100.000 lire di Botticelli in mb/bb al prezzo record (al ribasso) di 12,50 euro, ebbene prima c'erano più di 51,65 euro in qualsiasi condizioni si trovava, in eccellente condizioni c'era un sostanzioso surplus da aggiungere.
Adesso i prezzi sono un pò gonfiati nei cataloghi questo è vero, ma negli ultimi dieci anni hanno avuto una battuta d'arresto, non oso pensare se continuava quella scalata al top che valore attribuirebbero anche alle banconote comuni.

Quanto sopra è comunque una mia personale opinione.

Ti invito a leggere questa discussione:
http://www.lamoneta.it/topic/154857-cento-lire-azzurrina-parti-mancanti/

 

 

 

 

Modificato da nikita_
Correttore grammaticale del cavolo!
  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Eolo

Salve,

come materiale di riferimento consulto il Crapanzano, Giulianini, Vendemia. 

L'ho ricevuto in regalo facendo un acquisto presso un fornitissimo venditore online casertano (non è quello da cui ho acquistato questa banconota) che mi dispiace non poter citare apertamente poichè è veramente un esempio raro di cortesia, passione e professionalità. 

Tutte le monete vendute vengono corredate di certificato di provenienza e la descrizione è dettagliata e sottolinea tutte le anomalie. in più il venditore è veramente disponibile a fornire consigli, consulenze e pareri.

Sarò felice di fornire maggiori dettagli in pvt, la sua dedizione va sicuramente premiata e lo stock di banconote è veramente notevole.

Sui prezzi non mi pronuncio poichè saprete giudicare voi, meglio di me, la loro congruità.

 

Saluti

 

A.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora


Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×