Benvenuto su Lamoneta.it - Numismatica, monete, collezionismo

Benvenuti su laMoneta.it, il più grande network di numismatica e storia
Registrandoti ora avrai accesso a tutte le funzionalità della piattaforma. Potrai creare discussioni, rispondere, premiare gli utenti che preferisci, utilizzare il sistema di messaggistica privata, inviare messaggi di stato, configurare il tuo profilo... Se già sei un utente registrato, Entra - altrimenti Registrati oggi stesso!

Accedi per seguire questo  
Follower 0
Pinna

GC
Monete false fatte a la Bulgaria.

Ho sentito l´altro giorno che nella Bulgaria sono esperti facendo riproduzioni (sopratutto delle monete di Alessandro, dracme e tetradrammi); Il sistema utilizato e la prensa con un caratteristico doppio bordo che molte volte le caratterizza..

Avete sentito voi qualcosa di questa notizia?

Grazie,

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

So che i migliori falsari sono Bulgari ma le particolarità di fattura ancora non le conosco.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Avete sentito il nome Slavei Petrov? mi fa venire i brividi di solo scriverlo.... :unsure:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ho visto dei falsi coniati in Bulgaria, alcuni sono riconoscibili dallo stile diverso, alcuni sono pratiacmenet perfetti.

Venditori Bulgari ne propongono già da tempo nei vari convegni, il problema è che ne vendono anche a commercianti italiani che poi le reimmettono sul mercato pensando a degli originali. E' sucesso a me a Verona, un venditore Italiano mi aveva proposto un tetradramma di Filippo II. Tornato dopo alcune ore per concludere l'affare il venditore mi spiegò di aver fatto vedere la moneta ad un esperto e che era risultata una perfetta copia acquistata il giorno prima da venditori bulgari che anch'essi esponevano in fiera.

lele

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

So che i migliori falsari sono Bulgari ma le particolarità di fattura ancora non le conosco.

Questi non sono Bulgari ma Cechi, avevo già postato il link in passato, ma mi sembra particolarmente interessante. :o

http://www.antiquanova.com/images/ATHE.wmv

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Grazie Antonello, e molto interessante!! :o

Queste imagini fano sentire male a qualsiasi afezionato...fa schiffo.. :(

Un esperto puo ricognoscere queste monete false con facilità?

Al microscopio si posono descartare facilmente o la riproduzione e talmente ben fatta que riprodugono anche i cristalli dell´argento facendo la riproduzione quasi perfetta?

Grazie e scusa per il mio povero italiano.. :(

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

A vedere un filmato così....uno smette immediatamente di collezioanre monete antiche.... :angry:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Certamente!!! e una vergonya!!!!!

Adeso vediamo se con il binoculare riusciamo a eliminare i dubbi....se no dobbiamo far peritare le monete per un professionale o collezionare tappi di botiglia... :(

Se la replica e molto buona (Bulgaria) molte volte la moneta e autentificata anche se e falsa e si vende come autentica nelle migliore aste...quello o sentito... :blink:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

:ph34r: :ph34r: :ph34r: :ph34r: :ph34r:

Inquitante... terrificante... e vergognoso...

...ma anche interessante...

Avete visto che gnocca paurosa che picchia con quel martello???

...gli auguro che almeno una volta sull'incudine gli finisca una sporgenza della zona medio bassa del suo corpo!!!!!!!!!! :o :o

Tra l'altro non rispettano neppure le prescrizioni legislative minime in tema di sicurezza sul lavoro!!! :D :D :D :D :D

...forse è per una questione di "realismo"... gli antichi greci non avevano la 626...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io continuo a fare la stesa domanda una e altra volta......

MICROSCOPIO SALVATORE??????????

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

mi sembra che il filmato che abbiamo visto sia un filmato pubblicitario di una ditta che produce repliche di monete classiche, ma senza volerle spacciare per autentiche, se così non fosse certamente non avrebbero realizzato un filmato promo. del resto anche in italia ci sono botteghe per esempio di artigiani che lavorano l'argilla che producono buccheri etruschi con gli stessi materiali e le stesse tecniche del passato e anche questi pubblicizzano i loro prodotti su internet, sempre però specificando che sono copie.... purtroppo questa è una magra consolazione perchè effettivamente ci sono anche quelli, e sono tanti, che con lo stesso procedimento fabbricano falsi da spacciare per buoni e non solo in bulgaria e rep. ceca ma anche in italia, in particolare in sicilia. le monete del filmato sono "nuove di zecca" sfido chiunque a farsi fregare, quelle prodotte, diciamo, in malafede sono molto più pericolose, magari riproducono corrosioni, usura, tacche di verifica, addirittura si dice che i falsari lavorano per le generazioni future, come chi produce l'aceto balsamico: si fanno le monete, le si sotterrano per 20 anni e poi i figli dovranno solo dissotterrarle e metterle sul mercato, io credo che per chi produce questi falsi, dato che non credo sia poi così facile sia più conveniente realizzare pezzi rari e in buona conservazione per questo ho sempre cercato di orientarmi su monete più o meno comuni in conservazione bassa, proprio per il terrore di comprare qualche falso... nonostatnte tutto ho sempre il dubbio di avere in collezione qualche pezzo che invece di 2000 anni ne ha 20!

triste vero?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Con altri utenti ho visitato il banco di venditori bulgari all'ultima edizione di Veronafil, non sono stato in grado di dire se un tetradramma di Atene fosse autentico o meno, unico fatto che mi rassicurava un po' era la presenza di una contromarca, nel filmato si vede che a conio avvenuto venivano impresse anche contromarche.

Mi passa la voglia.

lele

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io noioso di nuovo chiedo se sarà posibile distinguere i falsi col microscopio...penso che dipenderà della qualità del falso...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Io noioso di nuovo chiedo se sarà posibile distinguere i falsi col microscopio...penso che dipenderà della qualità del falso...

172413[/snapback]

Non lo so.

Penso che per smascherare dei falsi molto accurati, così ben fatti da non avere differenze né stilistiche né tecnologiche rispetto agli originali i siano solo tre speranze:

- che noialtri si riesca ad essere così appassionati e così bravi da tenere un catalogo dei conii moderni (perché immagino che le monete coniate false siano tantissime, ma i conii pochissimi, quindi le monete false dovrebbero essere tendenzialmente uguali fra loro);

- che si trovi quale è la differenza tecnologica riconoscibile (magari al microscopio, che ne so) fra una moneta realizzata con argento moderno e scaldata con il cannello ed una realizzata con argento antico (molto meno puro) e scaldata su un fuoco di legna;

- che con l'esperienza di ripetute osservazioni al microscopio delle superfici di monete certamente antiche e di monete certamente false moderne noi si impari a valutare in termini cronologici la tendenza dell'argento a rimineralizzarsi e ricristallizzarsi nei secoli; sicuramente questo aspetto potrebbe fornire un buon indizio, ma al momento non saprei dire se la cristallizzazione non possa essere praticamente assente in monete di 2500 anni conservate in particolari condizioni.

Temo di non avere certezze :( .

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Qualcuno mi può togliere un dubbio per piacere....? :(

Vorrei sapere se e come nei falsi moderno rifondano le monete antiche in argento, magari consunte, per renderle ancora più irriconoscibili.....

mi hanno detto..non so se è vero... :huh: che bisogna per forza mischiare comunque con una quantità di argento moderno....soprattutto se si vuole coniarle...forse perchè cristallizzate si spaccano?? <_< datemi una mano...

:wacko:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Non credo che l'argento sia riutilizzabile, andando incontro a fenomeni di cristallizazione. Si spacca di sicuro riconiandolo. So invece che un aureo malmensso siene spesso ritoccato o riconiato per produrre una moneta spl/fdc da parecchie migliaia di franchi.

Le monete d'argento vanno per forza riconiate con tondelli moderni, a questo punto però esisterà bene un metodo per capire se l'argento è antico o appena colato....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ogni oggetto fatto dagli uomini in altre epoche puo essere tranquillamente "rifatto".

I metodi di analisi dei materiali tuttavia sono oggi abbastanza diffusi e in teoria dovrebbero aiutare nel riconoscere un'oggetto quando è falso.

Uso il condizionale perchè (ed è questo il problema) un commerciante adopererà questi strumenti di analisi solo per oggetti costosi , allo stesso modo a quale collezionista conviene far peritare un follis o un piccolo bronzo greco ?

Permettetemi poi di far notare che è riduttivo parlare di falsi "bulgari" in quanto i "veri falsi" cioè le false monete della magna grecia e le false monete italiane del Rinascimento son tutte fatte nel nostro amato paese.

Premesso poi che non basta semplicemente maneggiare una moneta per pochi secondi per stabilire se questa è originale o falsa (a meno che non sia un pataccone perugina) a parer mio il solo modo che noi collezionisti abbiamo di arginare (non eliminare) le fregature è il confronto attivo con scambi di notizie e foto di monete.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Permettetemi poi di far notare che è riduttivo parlare di falsi "bulgari" in quanto i "veri falsi" cioè le false monete della magna grecia e le false monete italiane del Rinascimento son tutte fatte nel nostro amato paese.

172813[/snapback]

Anche in Italia si falsifica su alti livelli. I falsi storici sono italiani per eccellenza.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

famoso ad esempio il falso passato alla Gorny et Morsch fatto da Giovanni Testa

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

quindi la domanda nasce spontanea......

1) io commerciante onesto cosa vado a fare a Verona ?

2) Io ente fiera o chi organizza, come tutelo il buon nome della manifestazione se permetto l'esposizione a chiunque "basta che paghi lo spazio"

3) Io Stato/istituzione pronto solitamente a colpire di "mazzate" il povero collezionista, (ma sempre abile a farmi sfuggire i pesci grossi, trafficanti,falsari e scavatori illegali e clandestini) come posso non sapere quello succede in questi posti?

4) Sono anni che sento parlare di Verona con frasi del tipo....è un guazzabuglio ormai....dentro e soprattutto fuori...occhio se compri....anzi 1.000 occhi ben aperti

dimenticavo...........siamo in Italia

e soffro tremendamente nel criticare un paese che amo incondizionatamente, ma che no riconosco più nella sua "vergogna politica senza fine"

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.


Accedi Ora
Accedi per seguire questo  
Follower 0

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?