Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal

Risposte migliori

niko

... Anch'io nell'uovo ho trovato qualcosina: si tratta di un cavallotto per Asti di Emanuele Filiberto, col titolo di Duca e Conte di Asti (MIR 476, II tipo). Era catalogato male da Inasta e per una settantina di euro, per quanto un po' malconcio, non potevo lasciarlo li. Poi la particolarità del doppio segno di zecca... 

cavallotto II tipo 

D/ (croce) E:PHILIBERTVS:DVX:SABAVD. Cavallo impennato a destra, retrospicente, su due rette. Stella in esergo. Cord. rigato. 

R/ PRIN:PEDEMON:CO:AST (stella). Scudo sabaudo in cartocci, con corona a 7 fioroni che interseca la leggenda.

peso: 3,05 gr    MIR 476     Zecca: Asti (stella, coniata dopo il 1559)

Chiedo conferma della catalogazione, il primo tipo non riporta il titolo di Duca di Savoia (MIR 475, al D/ E:PHILIBERTVS:DE:SABAVDIA), mentre il mio lo riporta. Direi quindi un secondo tipo. Mi fa venire qualche dubbio la leggenda del R/: PRIN:PEDEMON:CO:AST (stella), che non è segnalata dal MIR per il secondo tipo (mentre per il primo si). La stella poi compare anche all'esergo del D/, curiosa particolarità. 

Ho notato che la leggenda PRIN PEDEMON CO AST sembra la più comune. Simonetti la riporta al 7/a con la nota "asta Ratto 1919/452", come se fosse una particolarità poco nota. 

 

(scusate per le foto)

N.

IMG_4221.JPG

IMG_4220.JPG

Modificato da niko
  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

savoiardo
Supporter

Ciao Nico

 a mio parere hai fatto bene a prendere questa moneta che nonostante l'evidente spaccatura di conio è una moneta leggibile e comunque interessante

 per quanto riguarda la classificazione io condivido la linea del Traina che si discosta da quella del Biaggi del Simonetti e del Mir

 questa tipologia di cavallotto non dovrebbe essere classificata come Emanuele Filiberto conte d'Asti,  ma nel periodo di in cui è Duca sabaudo.

 come avrai notato anche lo scudo è privo di lambello cosa che invece si trova nel primo tipo di questi Cavallotti

 il titolo di duca poi è presente nelle legende insieme a quello di Conte di Asti

 per quanto riguarda la stella su ambo i lati sono segnalati di tipi con questa particolarità anche se in alcuni casi le legende sono differenti dalle tue ma sono solo varianti...

 la moneta a me non dispiace e secondo me i soldi sono stati ben spesi!

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

niko
15 minuti fa, savoiardo dice:

Ciao Nico

 a mio parere hai fatto bene a prendere questa moneta che nonostante l'evidente spaccatura di conio è una moneta leggibile e comunque interessante

 per quanto riguarda la classificazione io condivido la linea del Traina che si discosta da quella del Biaggi del Simonetti e del Mir

 questa tipologia di cavallotto non dovrebbe essere classificata come Emanuele Filiberto conte d'Asti,  ma nel periodo di in cui è Duca sabaudo.

 come avrai notato anche lo scudo è privo di lambello cosa che invece si trova nel primo tipo di questi Cavallotti

 il titolo di duca poi è presente nelle legende insieme a quello di Conte di Asti

 per quanto riguarda la stella su ambo i lati sono segnalati di tipi con questa particolarità anche se in alcuni casi le legende sono differenti dalle tue ma sono solo varianti...

 la moneta a me non dispiace e secondo me i soldi sono stati ben spesi!

 

Ciao Savo,

grazie mille! :) condivido anch'io la linea di Traina, infatti segnalare che gli esemplari con stella sono stati coniati post-1559 (quando EF era già duca) ma includerli nel capitolo comitale come nel MIR, non ha molto senso a mio parere. Per quanto riguarda il lambello, me l'ero proprio perso... 

Grazie,

N.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

savoiardo
Supporter
3 ore fa, niko dice:

Ciao Savo,

grazie mille! :) condivido anch'io la linea di Traina, infatti segnalare che gli esemplari con stella sono stati coniati post-1559 (quando EF era già duca) ma includerli nel capitolo comitale come nel MIR, non ha molto senso a mio parere. Per quanto riguarda il lambello, me l'ero proprio perso... 

Grazie,

N.

Bisogna essere più precisi

EF eredità dalla madre il titolo di conte di Asti già nel 1538 a dieci anni e fece battere moneta a nome suo come conte che suo padre era ancora in vita, sino quindi al 1553.

Successivamente la morte del padre coniarono monete con titolo conte e duca e solo con titolo duca ma antecedenti al 1559 e con stella .. la stella come segno di zecca per me rimane un mistero!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

niko
21 ore fa, savoiardo dice:

Bisogna essere più precisi

EF eredità dalla madre il titolo di conte di Asti già nel 1538 a dieci anni e fece battere moneta a nome suo come conte che suo padre era ancora in vita, sino quindi al 1553.

Successivamente la morte del padre coniarono monete con titolo conte e duca e solo con titolo duca ma antecedenti al 1559 e con stella .. la stella come segno di zecca per me rimane un mistero!

Beh, nel lasso di tempo 1553-59 come duca e conte di Asti può essere stata utilizzata la stella, ma ne so molto poco sui segni di zecca. Quindi per la questione A-stella non mi pronuncio... Farò un po' di ricerche, anche se sarà dura!

 

N.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

blaise

Quando E.F. diventa duca mantiene la contea di Asti fuori dal ducato mantenendo il titolo di Conte.

Quindi al D/duca

al R/ Conte

Quindi I tipo E. F. con De cioè quando era solo Conte

 

IO tipo E.F. conDux cioè quando era duca diSavoia Conte di Asti.

Sono due periodi ben definiti

 

Spero di essermi espresso bene.

Blaise

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×