Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Asclepia

Il Ducato di Lucca. Carlo Ludovico di Borbone.

Risposte migliori

Asclepia

Buon dì a tutti...ecco l'immagine del mezzo soldo del 1835 non è in eccellenti condizioni ma a titolo esemplificativo può andare!

14 ore fa, taglialuca dice:

Asclepia spero di fartelo vedere in mano a Verona.... È veramente uno spettacolo.. in foto non riesco a rendere la luce del metallo e il lustro che ha la moneta.. Questa era già presente in collezione a Bologna ho ritirato il quattrino che posterò appena sarà il momento...

Buona serata

Luca

 

Ciao Luca, si vede che è uno spettacolo, ha un'opalescenza del rame magnifica!

 (mi piace il termine opalescenza si usa anche per le gemme e questa del 26 è una piccola gemma:good:)...in che conservazione è dichiarata? FDC o li intorno, giusto? 

q.jpg

w.jpg

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Giov60

Bella discussione. Ritorno all'origine e posto un 2 lire più bello di quello di kuenker all'inizio 😉

 

 

Lucca CL.jpg

Modificato da Giov60
  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Asclepia

Ciao @Giov60 grazie per il contributo, superba moneta e soprattutto ben impressa, senza le debolezze tipiche di alcune di queste monete...:good: 

A proposito della stanchezza del conio di certe 2 lire 1837, secondo voi , è corretto dire che le monete con conio stanco sono quelle coniate successivamente al 1837, cioè quelle coniate durante il Regno di Leopoldo II d'Asburgo Lorena? 

Nel 1849, con i coni originali, furono infatti battuti 79.743 pezzi della medesima moneta e quindi correggetemi se sbaglio, se il conio debole è dovuto all'usura del conio stesso, per deduzione quelle deboli che si trovano in giro dovrebbero essere proprio queste ultime. Ditemi che ne pensate! 

 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

taglialuca
1 ora fa, Asclepia dice:

Ciao @Giov60 grazie per il contributo, superba moneta e soprattutto ben impressa, senza le debolezze tipiche di alcune di queste monete...:good: 

A proposito della stanchezza del conio di certe 2 lire 1837, secondo voi , è corretto dire che le monete con conio stanco sono quelle coniate successivamente al 1837, cioè quelle coniate durante il Regno di Leopoldo II d'Asburgo Lorena? 

Nel 1849, con i coni originali, furono infatti battuti 79.743 pezzi della medesima moneta e quindi correggetemi se sbaglio, se il conio debole è dovuto all'usura del conio stesso, per deduzione quelle deboli che si trovano in giro dovrebbero essere proprio queste ultime. Ditemi che ne pensate! 

 

 

Può essere una ipotesi più che valida asclepia... Posto l'ultimo taglio per il ducato di Lucca ringraziando tutti i partecipanti a questo bellissimo post e se possibile, da qualche curatore, da mettere tra quelli importanti che rimangono sempre in alto nella sezione...

Luca

IMG_20170430_091534.jpg

IMG_20170430_091556.jpg

Metto foto con luce diversa

 

FB_IMG_1492108009810.jpg

FB_IMG_1492108025825.jpg

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Asclepia

:blink:...Che ri-tepossino taglialù :D...magnifica pure questa, stessa conservazione da paura :crazy: come le altre da te postate del resto!!! 

Diamo qualche dato su questa piccolina da 1Quattrino o 4 denari:

ø15 mm

peso 1,23 grammi

materiale rame (Cu)

C/ liscio

D/ DUCATO DI LUCCA 

R/ 1 QUATTRINO 1826

Monetina considerata Comune e coniata in 389.540 pezzi ( aggiungo che certamente non sono comuni in alta conservazione)

Quando si dice chiudere in bellezza:good:. ( Ah...chi volesse postare i propri tondelli del Ducato è pregato di farlo!!!)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Giov60

Credo che il discorso sulle 2 lire sia in realtà più complesso di quanto abbozzato. Intanto era usuale al tempo battere le monete in anni successivi a quelli del millesimo presente nel conio. Bellesia nel suo libro su Lucca riporta almeno 3 emissioni, anche se in maniera non chiarissima (non so se il dato sia conclusivo): per il 1837 una autorizzazione alla coniazione di 75.000 esemplari (pg 565) ed un totale effettivamente battuto di 97.179; nel 1844 coniati 195.659 esemplari (pg 569); inoltre per il 1848 coniati dopo trasferimento dei conii alla zecca di Firenze, un "cospicuo" numero (pg 566). Il numero 79.743 deriva dal catalogo Gigante che non so da dove lo tragga. Bellesia si è recato alla fonte, e cioè all'Archivio di Lucca, e si è anche riferito ad un volume edito nel 1870 da D. Massagli (Introduzione alla storia della zecca e delle monete Lucchesi), che seppur riedito un secolo dopo, può essere gratuitamente scaricato da Googlebooks all'indirizzo che sotto indico.

https://books.google.it/books/about/Della_zecca_e_delle_monete_di_Lucca_nei.html?id=kU4NAQAAMAAJ&redir_esc=y

E' particolarmente interessante il motivo per cui nel 1848 furono coniate monete da 2 Lire: si trattò di una truffa attuata da mercanti fiorentini che chiesero alla prefettura locale la possibilità di battere monete da 2 lire per poi spedirle "oltremare" spacciandole per monete francesi (di Carlo X) ad esse molto somiglianti. La moneta lucchese tuttavia era meno pesante (g 9.43 vs. 10) e a titolo inferiore (666 per mille vs. 900 per mille) e conteneva pertanto quasi 3 g in meno di argento! Il fatto è narrato dal Marsigli (pg 134) e ripreso da Bellesia.

Sempre Bellesia riporta altre notizie: l'esistenza di almeno 2 tipi di monete con conii lievemente varianti di D/ e R/ (potremmo definirli D1R1 e D2R2); che nel 1841 l'incisore Ertoli inviò un conto per "aver rifatto un conio delle 2 lire" e per "aver ricalcato e rifatti due per le due lire maschi e femmine" (totale 5 conii); ed infine nel 1845 una relazione in cui si "gratifica" la signora "Felice Marsili" (figlia dell'incisore delle monete di rame Pietro Marsili) per le "fatture e tempo impiegati" (tra l'altro) "per N. 15000 monete da 2 lire sottoposte di nuovo al conio per essere poco impresse". Dunque, apparentemente, per una ribattitura di una quota di esemplari mal impressi.

In definitiva: 1) la tiratura delle 2 lire potrebbe essere ben superiore a quella riferita dai cataloghi (e desunta dal Massagli, pg 134) 2) sembrano esistere almeno 2 conii riconoscibili di queste monete (la prima moneta postata e quella da me postata appartengono al tipo A di Bellesia, così come quelle relative alle figure 1, 3 e 4 ivi postate, - https://numismatica-italiana.lamoneta.it/moneta/W-CLB/1 mentre nello stesso catalogo le figure 2 e 5 si riferiscono al tipo B; 3) esistono monete male impresse che antedatano la tiratura del 1848 e altre ribattute (per esempio l'esemplare 1 del catalogo).

Infine tra i caratteri distintivi dei tipi A e B vi sono:

Diritto: la lettera S e il punto della legenda sono lievemente retrocessi rispetto al ciuffo del Duca nel tipo A, un po' più avanzati nel tipo B; LANDI sotto il taglio del collo parte più a sinistra nel tipo B.

Rovescio: gli estremi dei rami di lauro sono piatti nel tipo B, rivolti verso il basso e con vista della sezione nel tipo A; la data ha conseguentemente un diverso rapporto di vicinanza con tali estremi.

Modificato da Giov60
  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Asclepia

@Giov60 è decisamente più complesso...molto interessante l'aneddoto dei truffatori fiorentini non lo conoscevo; però mi era sempre balzato agli occhi come le monete di Ludovico fossero molto simili soprattutto nel rovescio a quelle francesi di Carlo X. Posto le immagini del 2 franchi e del 2 lire a titolo esemplificativo.

tre.jpg

de kuner.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Asclepia

Riprendo questa discussione postando delle così dette monete di presentazione...

Inizio con questo 10 soldi definito RRRRR ("l'unico reperito") battuto in asta Nomisma ma rimasto invenduto (30000€ alla base)...da come si evince dalla descrizione della stessa casa d'aste è una moneta coniata successivamente al 10 soldi in argento.

(RIPORTO TESTUALMENTE): "Questa eccezionale moneta fa parte di una serie di presentazione che prevedeva la riconiazione di tutte le precedenti monete battute da Carlo Ludovico di Borbone. "

Qualcuno sa dirmi quando furono ri-coniate e in che occasione? Grazie e intanto gustatevi questa bella moneta in oro dal peso di 4,44 grammi.

pl.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

taglialuca

Buongiorno a tutti riporto in alto questa discussione visto che in questi giorni ho inserito in collezione un bel pezzo che mancava, il 5 soldi 1833...

Moneta con un conio al dritto che mi ha sempre affascinato, secondo me lo scudo è strepitoso.

Buona giornata

Luca

 

IMG_20170818_172611.jpg

IMG_20170818_172545.jpg

  • Mi piace 3

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Asclepia
Il 18/8/2017 at 17:56, taglialuca dice:

Buongiorno a tutti riporto in alto questa discussione visto che in questi giorni ho inserito in collezione un bel pezzo che mancava, il 5 soldi 1833...

Moneta con un conio al dritto che mi ha sempre affascinato, secondo me lo scudo è strepitoso.

Buona giornata

Luca

 

IMG_20170818_172611.jpg

IMG_20170818_172545.jpg

Ciao @taglialuca...moneta eccezionale per me...il colore del metallo è una favola e i dettagli sono tutti perfettamente conservati: fdc senza se e senza ma:D E poi è una monetina in mistura! magnifico che sia arrivata così fino ai nostri giorni.

 E' la variante con i 3 tondeggianti, con la stella a sei punte sotto lo scudo (di solito sono 5)  e la corona più grande...giusto? il contorno è liscio o rigato?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

taglialuca

Tutto giusto...

Contorno rigato obliquo.

Mi piacerebbe trovare anche la variante con la corona piccola... vedremo c è tempo

2 ore fa, Asclepia dice:

Ciao @taglialuca...moneta eccezionale per me...il colore del metallo è una favola e i dettagli sono tutti perfettamente conservati: fdc senza se e senza ma:D E poi è una monetina in mistura! magnifico che sia arrivata così fino ai nostri giorni.

 E' la variante con i 3 tondeggianti, con la stella a sei punte sotto lo scudo (di solito sono 5)  e la corona più grande...giusto? il contorno è liscio o rigato?

 

Modificato da taglialuca

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

taglialuca

Buonasera a tutti, 

Posto il mio ultimo acquisto, arrivato insieme al 5 soldi, la lira 1834..La data che si vede più spesso ma comunque non comunissima in alto stato di conservazione...

IMG_20170818_172517.jpg

IMG_20170818_172533.jpg

  • Mi piace 3

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

taglialuca

Metto altre foto perché ha i fondi quasi a specchio, tipo prooflike ed è difficile da fotografare, c è anche che sono scarsissimo come fotografo 😀

 

 

IMG_20170823_181330.jpg

IMG_20170823_181346.jpg

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

taglialuca

Buonasera a tutti riporto in alto questa bellissima discussione e posto una new entry:

Lira 1838

 

IMG_20180117_211759.jpg

Altro lato

 

IMG_20180117_211748.jpg

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Asclepia

Ciao @taglialuca:D...una vita che non ti leggo:unknw:...

Io invece ho preso l'abitudine, per non dire la dipendenzaoo), di scrivere quasi tutti i giorni.

Vedo che ritorni subito alla carica con un pezzone dei tuoi...Una stupenda lira C.LANDI (niente F.ecit per l'ultima lira) in conservazione superba :good:.  

Complimenti per la new entry.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Asclepia

Era da un po' che non prendevo qualche moneta per Carlo Ludovico di Borbone.

Ed ecco uno degli ultimi arrivati per Lucca:

3.10grammi

21 mm

contorno rigato obliquo

i 3 della data sono quelli tondi e la corona è di dimensioni normali quindi moneta non comune.

Graditi i vostri pareri:).

Posto anche la foto della corona grande (ultima foto) per rendere evidente la differenza, anche lì i 3 al rovescio sono del tipo tondo.

Saluti.

 

 

 

SAM_3141.JPG

SAM_3142.JPG

SAM_3139.JPG

8378779_1.jpg

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

eracle62

Eccomi, innanzitutto sempre affascinante nella sua semplicità la monetazione di Lucca dei Borboni..:D

Per il tondello, tutto sommato un buon esemplare, tenendo conto che l'argentatura basta che la guardi comincia a scomparire..:)

Poi se ti mancava hai fatto benissimo.

Eros 

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Zenzero
Supporter

Complimenti Cristiano bella moneta

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Asclepia

Grazie @eracle62 @Zenzero

Dato che ci sono posto pure il 2 soldi sempre in mistura 200%...new entry anche questa!

Monetina abbastanza comune, battuta in 50.157 esemplari, 17mm per 1,4 grammi, contorno rigato obliquo come per tutte le monete in mistura di Lucca (anche il rarissimo 3 soldi presenta il contorno così).

La si può trovare con il conio più o meno decentrato, questa mi pare abbastanza ben centrata.

Piccola semplice e carina^_^

Saluti

SAM_3133.JPG

SAM_3127.JPG

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Martin_Zilli
Supporter

Ho scoperto questa discussione solamente ieri;

faccio i miei complimenti ad @Asclepia; é riuscita veramente bene.

  • Grazie 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

taglialuca

Buongiorno a tutti,

Leggo solo ora delle novità prese da Cristiano, complimenti bell monete difficili da trovare in alta conservazione

Cerco anche io un 5 soldi con corona normale.

Luca

  • Grazie 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Danielucci
Il ‎18‎/‎08‎/‎2017 alle 17:56, taglialuca dice:

Buongiorno a tutti riporto in alto questa discussione visto che in questi giorni ho inserito in collezione un bel pezzo che mancava, il 5 soldi 1833...

Moneta con un conio al dritto che mi ha sempre affascinato, secondo me lo scudo è strepitoso.

Buona giornata

Luca

 

IMG_20170818_172611.jpg

IMG_20170818_172545.jpg

Caspita che lustro...stracomplimenti, davvero superba

  • Grazie 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora


Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×