Jump to content
IGNORED

SESTERZIO CON LA S MAIUSCOLA


mazzarello silvio
 Share

Recommended Posts

Supporter

Ciao quel che vi posto è un sesterzio di Domiziano che alcuni di voi riterranno non consono alle loro collezioni in quanto consunto e con una patina cuoio strana, ma queste secondo il mio parere e la mia concezione di monete antiche, sono quelle che dovrebbero avere il maggior prestigio in quanto non lavorate o ripatinate, che dimostrano tutti gli anni e le vicissitudini  che si portano addosso, ma fuori dal contesto di bellezza a cui sembra andare incontro la numismatica di questi tempi. Scusate il mio sfogo ma girando per convegni e aste  o leggendo certi post, a volte mi chiedo  come si fa a discutere su tondelli rifatti e ripatinati con persone che elogiano monete antiche che di antico hanno ormai poco o niente. Torniamo al sesterzio come dicevo Domiziano per la serie della conquista della Germania, in questo caso con il fiume Reno sottomesso dallo stesso Imp, coniata nel 85 dc e come dicevo con la S maiuscola in quanto questi moduli di lì a pochi decenni sono scomparsi per lasciare posto ai più semplici sesterzi di barra.  Arriva dalla burse di Annecy di domenica scorsa ( logicamente con tanto di fattura al seguito ) bella domenica passata al lago con moglie e amici del circolo di Aosta.

Mm 35,69  Gr 25,97 centratura perfetta su ogni lato.

RENO d416.jpg

RENO r417.jpg

  • Like 8
Link to comment
Share on other sites


Supporter

DE GREGE EPICURI

Complimenti per la bella e rara moneta. Come sai, condivido totalmente la tua preeferenza per le monete poco o nulla ritoccate, lavorate e "migliorate". Questa non l'avevo mai vista, e manca nel catalogo della collezione Friedrich dei sesterzi imperiali.

  • Like 3
Link to comment
Share on other sites


Bellissima, così come è. Anche io sono un cultore delle monete vissute e con questa patina siamo a posto.

Complimenti per la scelta.

Un saluto affettuoso 

Roberto

Link to comment
Share on other sites


Mi associo ai complimenti, bella moneta, da una coppia di coni diversa dalla mia.

RIC 278 è la prima coniata con questo rovescio, ce ne sono altre cinque emissioni successive.

Mi sorprende onestamente che manchi del tutto in una collezione importante, di cui peraltro non conosco la composizione.

Link to comment
Share on other sites


Supporter

Ciao

Flavius ti riferisci al RIC II

Silvio

Link to comment
Share on other sites


Supporter

Ciao

devo decidermi a procurarmi il II

Silvio

Link to comment
Share on other sites


Prima o poi uscirà un nuovo aggiornamento, non è ancora chiaro con quali modalità.

Ci sono già pronte quasi 80 pagine di Addenda & Corrigenda (tavole escluse), grazie all'incredibile attivismo del Prof. Ted Buttrey (ha quasi 88 anni, che Dio lo conservi!).

Ciao

  • Like 3
Link to comment
Share on other sites


Bella è rara moneta, complimenti Silvio!

Io l'apprezzo e l'avrei sicuramente messa in collezione per la sua rarità. Tuttavia non direi sia untouched, per me a suo tempo hanno ridefinito un po' la legenda al dritto nella parte destra e inferiore lisciando un po' intorno alle lettere.

Niente di trascendentale comunque, rimane una godibilissima moneta.

Link to comment
Share on other sites


Supporter

Ciao

7 ore fa, Sirlad dice:

Concordo con cliff, anche questa moneta è stata ritoccata e non poco... 

che la moneta sia stata a suo tempo ripatinata non ho grossi dubbi in quanto ai ritocchi non ne ho visto, e in quanto, si è già detto parecchie volte in varie discussioni è corretto spiegare le proprie opinioni, non basta dire è falsa è ritoccata è spatinata, bisognerebbe spiegarne il motivo per cui si fa un'affermazione, altrimenti sono solo parole.

Silvio

  • Like 2
Link to comment
Share on other sites


45 minuti fa, mazzarello silvio dice:

Ciao

che la moneta sia stata a suo tempo ripatinata non ho grossi dubbi in quanto ai ritocchi non ne ho visto, e in quanto, si è già detto parecchie volte in varie discussioni è corretto spiegare le proprie opinioni, non basta dire è falsa è ritoccata è spatinata, bisognerebbe spiegarne il motivo per cui si fa un'affermazione, altrimenti sono solo parole.

Silvio

Buongiorno Sig. Mazzarello, premesso che la moneta è bellissima e condivido il suo pensiero, a mio modestissimo parere i piani sono stati leggermente lisciati intorno ad alcune lettere del D. sostengo questo mio parere in quanto intorno alle lettere la superficie sembra piu liscia e il colore del metallo differente....detto questo, se avessi, ripeto se avessi ragione, il lavoro è ben fatto e non invasivo, non si parla di monete bulinate, rifatte o smanettate, piuttosto di un piccolo intervento migliorativo che non altera lo stile e la bonta' della moneta. Bell' acquisto complimenti!

Link to comment
Share on other sites


Supporter

Ciao

@dupondio

Cominciamo a togliere il Sig. che non mi piace dal vivo tantomeno in un forum,

l’effetto che dici tu ( ti posso dare del tu? ) dove intorno alle lettere la superficie sembra più liscia è dovuta dal fatto che è una delle  parti più protette da usura selle monete, e di conseguenza dopo la spatinatura risultano le più lisce e una volta ripatinate mantengono questa caretteristica, (particolare già notato su altre monete con la stessa patina) per il colore della patina vale lo stesso discorso, anche perché vista dal vivo non c’è tutta quella differenza, dovuta dalla luce dello scanner , differenza di colore che si nota su tutti i rilievi della moneta. Vari particolare con la moneta in mano evidenziano che (per il mio parere ) la moneta non è stata ritoccata, non avrebbe avuto senso ritoccare solo alcune lettere e altre come la A di Domitian no pur essendo la meno evidente, o altri particolari come l’egida o i nastri che non si vedono molto, senza parlare del retro che avrebbe dato più lustro alla moneta. Come dico sempre questi sono alcune mie osservazioni poi posso essere benissimo corretto.

Silvio

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites


Ciao Silvio,

Io una differenza di altezza dei piani al dritto mi sembra di vederla, tra la zona all'interno e all'esterno della perlinatura mi sembra apprezzabile ad esempio. Non è stato un lavoro eccessivo ma potrebbe essere servito a dare un po' più di leggibilità alla legenda. La parte alta del dritto l'hanno lasciata com'era forse perché era in origine più marcata della parte bassa e meno bisognosa di un intervento atto a migliorarne la leggibilità, oppure nella parte bassa c'era qualche incrostazione intorno alle lettere che ne pregiudicava la leggibilità e che è stata rimossa.

Comunque parlo da una foto e pertanto con il beneficio del dubbio.

Parrebbe una moneta da vecchia collezione di scuola francese, spatinata anni fa e ora riossidatasi ulteriormente negli anni.

Rimane una moneta rara e pienamente godibile, con un rovescio significativo, sicuramente interessante.

Edited by cliff
Link to comment
Share on other sites


Supporter

Ciao

@cliff

per la vecchia collezione di scuola francese ci hai azzeccato, per i ritocchi controllerò con il microscopio.

Silvio

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites


Supporter

Bella moneta, complimenti, per curiosità questa evidenziata era la vecchia patina?  grazie

 

 

 

 

domiziano.jpg

Link to comment
Share on other sites


14 ore fa, mazzarello silvio dice:

Ciao

@dupondio

Cominciamo a togliere il Sig. che non mi piace dal vivo tantomeno in un forum,

l’effetto che dici tu ( ti posso dare del tu? ) dove intorno alle lettere la superficie sembra più liscia è dovuta dal fatto che è una delle  parti più protette da usura selle monete, e di conseguenza dopo la spatinatura risultano le più lisce e una volta ripatinate mantengono questa caretteristica, (particolare già notato su altre monete con la stessa patina) per il colore della patina vale lo stesso discorso, anche perché vista dal vivo non c’è tutta quella differenza, dovuta dalla luce dello scanner , differenza di colore che si nota su tutti i rilievi della moneta. Vari particolare con la moneta in mano evidenziano che (per il mio parere ) la moneta non è stata ritoccata, non avrebbe avuto senso ritoccare solo alcune lettere e altre come la A di Domitian no pur essendo la meno evidente, o altri particolari come l’egida o i nastri che non si vedono molto, senza parlare del retro che avrebbe dato più lustro alla moneta. Come dico sempre questi sono alcune mie osservazioni poi posso essere benissimo corretto.

Silvio

Dammi tranquillamente del tu,per  togliersi ogni dubbio la moneta andrebbe vista con il microscopio....facci sapere.

Link to comment
Share on other sites


Ciao Silvio ,

moneta molto interessante con caratteristiche che secondo me non sono da inquisire visto che non

compromettono l'aspetto autentico  della medesima! Parere personale. C'è poi da aggiungere che

deve essere parecchio rara ,visto che nello scartabellare decine di siti che presentano monete di

Domiziano , dello stesso conio ne ho trovata solo una, la prima che posto, mentre nelle altre due che seguono

pur essendo molto simili, cambia il personaggio sdraiato a terra, che avendo un aspetto femminile potrebbe essere

interpretato come la Germania  ( GERMANIA CAPTA EST )  mentre nella prima come nella tua presentando

un aspetto maschile potrebbe rappresentare i l fiume Reno.

saluti

romano

 

 

Domit..jpg

Domit. (2).jpg

Domit - 1.jpg

 

Domiziano.jpg

Edited by romanus
sbagliata foto
Link to comment
Share on other sites


Il ‎26‎/‎04‎/‎2017 at 11:15, Sirlad dice:

Concordo con cliff, anche questa moneta è stata ritoccata e non poco... 

Puoi indicare il dove e il come? grazie

 

Link to comment
Share on other sites


L'ultima ha lo stesso tipo di rovescio, ma è un RIC 356, emissione successiva dello stesso anno, dopo il conferimento a Domiziano della censura.

Link to comment
Share on other sites


@Tinia Numismatica, le lettere S e C risultano molto più in rilievo rispetto al resto della figura dell'imperatore (sfumata) che sottomette il fiume Reno.

Questo è un segnale evidente che la moneta è stata ritoccata.

Poi è sempre molto difficile giudicare una moneta da una fotografia..., le monete bisogna averle in mano per poterle giudicare bene.

Caro Silvio (spero di poterti dare del tu), non me ne volere, ma non mi sentirei neanche di escludere la possibilità che il tuo sesterzio sia in realtà un padovanino della scuola di Cavino.

Potrei sbagliarmi, ma (dalle foto che hai postato) qualche dubbio in proposito mi è venuto.

 

  • Like 3
Link to comment
Share on other sites


Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share


×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.