Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Legio II Italica

Reliquie misteriose

Risposte migliori

Legio II Italica

Le antiche Chiese di Roma sono ricche di testimonianze storiche archeologiche , un po’ di tutte le epoche , ma per il loro valore simbolico religioso anche di quei reperti corporei , normalmente chiamati reliquie che dal latino significa “resti” ; infatti una reliquia puo’ rappresentare un corpo intero o una parte di questo , appartenuto ad una persona venerata come santo o come beato . Una reliquia è anche un qualsiasi oggetto , corporale o non , che abbia avuto con il personaggio una più o meno diretta connessione , quindi come parti del corpo , come vesti , come strumenti del martirio o come qualsiasi cosa essi usarono in vita . La conservazione delle reliquie antiche o recenti , ha permesso di soddisfare il desiderio di molti fedeli  anche a distanza di molti secoli di osservare , una volta , anche di possedere , un oggetto collegato al personaggio venerato , senza la necessità di procedere al continuo frazionamento e relativa dispersione delle reliquie autentiche .

Tra i tesori nascosti e molte volte non o poco conosciuti che le numerose Chiese romano conservano al loro interno , ve ne è uno certamente rarissimo . All’interno della Chiesa di San Giovanni Battista de’ Fiorentini , situata all’ inizio di Via Giulia , precisamente in Piazza dell’ Oro , a Roma , è custodito un frammento osseo del piede di Santa Maria Maddalena , conservato all’ interno di una opera artistica rinascimentale del XVI secolo a forma di piede completamente in puro argento e posto all’ interno di una edicola dedicata , come puo’ vedersi nelle foto . La domanda che nasce spontanea è come si spiega che un frammento del suo piede sia giunto a Roma , considerando che Maria Maddalena durante la sua vita terrena , sembra non abbia mai lasciato la sua terra natia , la Palestina , anche se tradizioni antiche la vorrebbero in viaggio in Europa , in particolare in Francia , a Marsiglia , dove esiste una grande Cattedrale , chiamata “La Maggiore” perche’ riferita a Maria madre di Gesu' , che sembra pero’ sorta sopra una piu’ antica Chiesa chiamata “La Minore” e che in origine era dedicata a Maria Maddalena .

Comunque sia , Maria Maddalena , sembra accertato che mori’ ad Efeso durante il I secolo . Tornando alla reliquia conservata nella Chiesa romana , si racconta che nell’ anno 886 l’ Imperatore bizantino Leone VI fece trasportare il corpo di Maria Maddalena da Efeso a Costantinopoli e lo depose accanto a quello di suo fratello . Tempo dopo il corpo di Maria Maddalena venne concesso al Re di Francia e nel viaggio da Costantinopoli alla Francia i resti della Santa passarono per Roma dove ne venne tolto il piede , questo per il motivo che questa parte del corpo era il primo piede umano ad essere entrato nel sepolcro di Gesu’ Cristo Risorto . Questo arto di Maria Maddalena venne posto in una Cappella dedicata , ubicata all’ingresso di Ponte Sant’Angelo , davanti a Castel Sant’ Angelo . Tale piede divenne l’ ultima reliquia che doveva essere venerata dai pellegrini che giungevano a Roma prima di terminare il lungo cammino alla tomba dell’Apostolo Pietro in Vaticano . La reliquia del corpo della Santa venne custodito in un elegante reliquiario in puro argento realizzato all’ epoca da Benvenuto Cellini . Questa reliquia fu poi “riscoperta” solo recentemente nel 2000 e l’anno successivo fu portata al Museo dei Fiorentini fino a quando il 24 maggio 2012 è stata solennemente traslata nella Basilica S. Giovanni Battista de’Fiorentini ove attualmente ha trovato una nuova collocazione in una Cappella posta in fondo alla navata sinistra della Chiesa .

Chiesa di San Giovanni dei Fiorentini.jpg

Manufatto rappresentante il piede di Maria Maddalena .jpg

Manufatto rappresentante il piede di Maria Maddalena , cappella.1  jpg.png

Manufatto rappresentante il piede di Maria Maddalena , cappella jpg.png

  • Mi piace 3

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

417sonia
Supporter

Buona serata

 

Eh caro "Legio", temo che il motivo sia il solito e comune a tante reliquie.

Il commercio di queste sedicenti reliquie (o gran parte di esse) era floridissimo nell'epoca delle crociate ed anche dopo ....

Re, Principi e Nobili vari, Cavalieri e soldati e varia umanità, tornavano spesso dalla Terrasanta con la reliquia di questa/o o quella santa/o; una strage di corpi.

Della spina della corona di Cristo non ricordo quante ce ne siano nel mondo; a ricomporle nel verrebbe un buon numero e non mi stupirei se, per qualche Santo, venisse fuori che aveva 15 o 20 dita o forse 3 o 4 tibie e via così. :blink:

Forse di reliquie, di qualche santo o beato degli ultimi 5 o 6 secoli, ci si può fidare di più riguardo alla originalità, ma di quelle precedenti io nutro seri dubbi. <_<

La tradizione, però, accetta anche le assurdità; facciamocele andare bene anche noi ....

saluti

luciano

Modificato da 417sonia

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Legio II Italica
23 minuti fa, 417sonia dice:

Buona serata

 

Eh caro "Legio", temo che il motivo sia il solito e comune a tante reliquie.

Il commercio di queste sedicenti reliquie (o gran parte di esse) era floridissimo nell'epoca delle crociate ed anche dopo ....

Re, Principi e Nobili vari, Cavalieri e soldati e varia umanità, tornavano spesso dalla Terrasanta con la reliquia di questa/o o quella santa/o; una strage di corpi.

Della spina della corona di Cristo non ricordo quante ce ne siano nel mondo; a ricomporle nel verrebbe un buon numero e non mi stupirei se, per qualche Santo, venisse fuori che aveva 15 o 20 dita o forse 3 o 4 tibie e via così. :blink:

Forse di reliquie, di qualche santo o beato degli ultimi 5 o 6 secoli, ci si può fidare di più riguardo alla originalità, ma di quelle precedenti io nutro seri dubbi. <_<

La tradizione, però, accetta anche le assurdità; facciamocele andare bene anche noi ....

saluti

luciano

Ciao @417sonia Luciano , condivido il tuo pensiero e cosa posso aggiungere a quanto hai scritto ? forse che credere nella originalita' di queste reliquie , conservate con religiosita' e devozione nelle Chiese , e' un po' come credere e avere fede nella nostra religione , la fede non ammette dubbi , come dire ...si....ma , la risposta definitiva risiede soltanto all' interno di ognuno di noi .

Un saluto

Claudio

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

min_ver
2 ore fa, Legio II Italica dice:

Ciao @417sonia Luciano , condivido il tuo pensiero e cosa posso aggiungere a quanto hai scritto ? forse che credere nella originalita' di queste reliquie , conservate con religiosita' e devozione nelle Chiese , e' un po' come credere e avere fede nella nostra religione , la fede non ammette dubbi , come dire ...si....ma , la risposta definitiva risiede soltanto all' interno di ognuno di noi .

Un saluto

Claudio

Nella mia personalissima sensibilità non ha molta importanza se le reliquie sono autentiche o meno. Se la devozione in esse, non nell'oggetto materiale, spesso artefatto e successivo all'epoca cui viene attribuito, ma nel simbolo che rappresentano, contribuisce a proteggere la nostra fede Cristiana, ben vengano venti dita di un Santo. ✌🏽

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

gigetto13

il 99, 99 % delle sedicenti reliquie è falso. Basta un po' di buon senso per capirlo.

Quanti piedi di San... o mani di San... o ossa di San... travisati in improbabili - anche se verosimili - fusioni ci sono nelle nostre migliaia di chiese italiane, e non solo.

I reliquiari, perlopiù opere di orafi sei-settecenteschi (se non posteriori) sono davvero delle belle opere ingannevoli. Ce ne sono a decine, a centinaia in Italia, a Venezia, a Udine, a Cividale, a Bologna, a Milano, a Roma, a Napoli e in tutte le innumerevoli chiese un po' ovunque in Italia. Segni di una religiosità popolare che oggi ci paiono semplicemente delle rappresentazioni di un credo che non ha passato il tempo.

Il significato religioso a mio avviso è da estirpare totalmente da quello di credenza popolare dei secoli scorsi.

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Legio II Italica

Buona giornata a tutti . Come ho gia' espresso il mio pensiero nella risposta numero 3 : "la risposta definitiva risiede soltanto all' interno di ognuno di noi"  , quindi ciascuno e' libero di  credere o non credere sulla originalita' delle sacre reliquie in generale ; ad esempio il caso trattato della reliquia di Maria Maddalena e ripercorrendo quanto la tradizione storica ci ha tramandato della traslazione del corpo da Costantinopoli in Francia con passaggio a Roma , porterebbe a pensare che la reliquia conservata a Roma , possa essere originale , moltissime tradizioni antiche convergono sul viaggio , da viva o da morta , di Maddalena in Francia e come si dice : tanti indizi fanno una prova . Il problema principale di queste reliquie e' dovuto principalmente alla carenza o addirittura alla mancanza di tradizioni storiche consolidate come nel nostro caso , il che farebbe supporre e sospettare che alcune di esse siano contraffazioni , poi acclarate nel trascorrere del tempo .

Si prega quindi nelle eventuali risposte il massimo rispetto verso gli opposti , credenti e non credenti , grazie .

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×