Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
fofo

Toscana Tallero Ferdinando dei Medici 1601

Risposte migliori

fofo

Tallaro di stile grossolano col busto grande e la data in basso.

D.Busto coronato con corazza.

Il Granduca regge con entrambe le mani uno scettro un piccolo giglio sulle punte della corona.

 

R. Scudo Mediceo semi ovale coronato su Croce di Santo Stefano.

Piccoli gigli sulle punte della corona.

 

(Spesso questi talleri sono mal centrati e al rovescio sulla palla più alta non sono visibili i 3 gigli)

Il di Giulio la mette R.

 

Saluti

Fofo

 

IMG_20170503_160724_resized_20170503_042637024.jpg

IMG_20170503_160842_resized_20170503_042638486.jpg

Modificato da dabbene
  • Mi piace 8

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

fofo

Questo Tallero per Pisa è il secondo anno, il primo fu battuto nel 1595.

IMG_20170503_194025_resized_20170503_074518379.jpg

IMG_20170503_193926_resized_20170503_074519427.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

min_ver

Che meraviglia, la moneta e i riferimenti storico-bibliografici !

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

fofo

Dal libro delle monete Fiorentine del museo del Bargello

"Per quanto il tallero,destinato ai commerci con il Levante, vi avesse in effetti notevole diffusione anche sotto Cosimo II, il fatto che esso rechi sul rovescio la croce dell ordine dei Cavalieri di Santo Stefano, creato proprio per contrastare i Maomettani non doveva, in prospettiva, favorirne il corso."

"Scrive il Tondo che in un periodo storico in cui i simboli espressi delle monete erano attentamente considerati, i tondelli di Ferdinando mostrano bene l adesione del Granducato ad una linea politica opposta a quella che gli interessi mercantili avrebbero consigliato nel levante. "

Inoltre facendo battere le monete a Pisa con riferimento nelle legende alla città, non esportò sicuramente all estero la fama di Firenze, specie oltremare...

In effetti la zecca di Pisa non ebbe vita molto lunga e venne aiutata nella coniazione proprio da Firenze sino a Ferdinando II.

 

 

IMG_20170503_212928.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

cippiri76

complimenti fofo

gran bella moneta, e interessanti le informazioni 

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

stefano.marengo

Fantastica, semplicemente fantastica! 

Complimentoni

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×