Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
sandrocolombon1

perizia e chiusura banconote

Risposte migliori

sandrocolombon1

per rivendere una banconota o meglio ancora per non cascare in fregature, e bene accertarsi che sia autentica....siccome sul web vedo molte riproduzioni,c'e un metodo per riconoscere l'autenticità nelle banconote???e possibile farle chiudere in una busta con perizia?? (tipo un sito americano pm66 mi sembra)???

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ilnumismatico

Come in tutte le cose, è bene conoscere qualcosa della materia prima di approcciarsi agli acquisti.
Questo permetterà di conoscere almeno alcuni concetti basilari su cui concentrarsi per riconoscere eventuali falsi (premesso che già le foto di vendita siano abbastanza chiare e nitide per poterlo fare, e nel caso non fosse possibile averne di ulteriori, meglio soprassedere l'acquisto che tentare la fortuna).

Inoltre ci sono negozi virtuali gestiti da professionisti che rispondono sempre del loro materiale venduto, rilasciando certificazione di autenticità ed offrendo la restituzione entro i termini di legge.

Diverso sarebbe il discorso se si è già in possesso di banconote "di notevole valore", e le si volesse periziare per una eventuale vendita.

Anche in questo caso, si potrebbe contattare i suddetti venditori professionali, per chiedere ulteriori informazioni in merito.

Personalmente eviterei invece la certificazione di pezzi di scarso o modesto valore. L'eventualità più comune è quella di sostenere un costo superiore al valore stesso del pezzo.

Aspetta anche altri pareri dagli esperti più qualificati di questa sezione.

Fabrizio

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

petronius arbiter
11 ore fa, sandrocolombon1 dice:

siccome sul web vedo molte riproduzioni,c'e un metodo per riconoscere l'autenticità nelle banconote???

Uno c'è, vale sia per le banconote che per le monete, ed è (quasi) infallibile :rolleyes:

https://www.lamoneta.it/topic/30030-riconoscere-i-falsi/?do=findComment&comment=327441

Ti sei chiesto perché tu, per tua stessa ammissione del tutto inesperto, vedi sul web molte riproduzioni? Perché sono dichiarate tali, i falsi creati ad hoc per truffare i collezionisti, che in certi campi sono una vera e propria piaga (basti pensare alle monete antiche, ma non solo), per la cartamoneta praticamente non esistono, almeno per quanto riguarda le emissioni della Banca d'Italia, sia Regno che Repubblica, e dei principali paesi del mondo. Qui, il massimo che può capitare è incappare in un falso d'epoca, ma, almeno per quanto mi riguarda, non la considero affatto una disdetta, ritenendo i falsi d'epoca (ovviamente, acquistati come tali) pienamente degni di figurare in una collezione.

Il discorso cambia se ci si avventura, ad esempio, nella cartamoneta dell'Italia pre-unitaria, o in collezioni particolari, come quelle delle banconote d'occupazione delle due guerre mondiali, o dei campi di prigionia, e più in generale per tutte quelle emissioni create in situazioni d'emergenza. Qui, vista la mancanza pressoché totale di elementi di sicurezza, e l'uso di carta, spesso, di qualunque genere, può capitare (e capita :rolleyes:) di imbattersi in riproduzioni prodotte in tempi moderni al solo scopo di essere vendute ai collezionisti.

Per quanto riguarda le perizie, vale quanto detto da @Il*Numismatico, si fanno solo per banconote di un certo valore (oltre i 100 euro, se proprio vogliamo quantificare) ma bisogna dire che in Italia, al contrario di quanto avviene per le monete, sono assai poco diffuse, se non per biglietti di grandissima rarità e valore (svariate migliaia di euro). 

petronius oo)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

sandrocolombon1
Uno c'è, vale sia per le banconote che per le monete, ed è (quasi) infallibile :rolleyes:
[mention=32196]Il*Numismatico[/mention], si fanno solo per banconote di un certo valore (oltre i 100 euro, se proprio vogliamo quantificare) ma bisogna dire che in Italia, al contrario di quanto avviene per le monete, sono assai poco diffuse, se non per biglietti di grandissima rarità e valore (svariate migliaia di euro). 
petronius oo)

Sarebbe???

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

wstefano

Sandro, 

visto che sei appena arrivato mi permetto un consiglio solo:

*** ASPETTAAAAA! ***

Vacci piano. Non spendere troppo. Sei appena all'inizio. Anche se sembra un affarone lascia passare. Osserva, studia, impara. Poi comincia a comprare qualcosina.

Hai tantissimo tempo davanti.

Benvenuto!

Stefano :o)

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

prtgzn

Di solito quando è troppo un affare è una grossa fregatura. Prima impara bene e controlla tante banconote,  poi acquista.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora


Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×