Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
bizerba62

"Gialli" numismatici estivi.

Risposte migliori

bizerba62

Ciao a tutti.

L'attuale periodo preferiale, annunciato da una generalizzata "stanca" rilevabile in tutte le sezioni di questo Forum, mi induce a proporre una discussione che potrà stimolare (si spera) l'interesse di coloro che amano i "Gialli" di ambientazione numismatica.

La vicenda omicidiaria che presto leggerete non è però frutto di fantasia ma è realmente accaduta a Milano nel febbraio del 1982.

La introduco postando subito l'articolo pubblicato a pagina 8 del quotidiano LA STAMPA di Torino del 16 febbraio 1982:

2hz7qcp.jpg

 

Ho provato ad effettuare ricerche per sapere come andò a finire il processo penale che scaturì dalla vicenda, ma non ho trovato nulla e dunque non so dirVi se sia stato poi identificato e condannato il colpevole (o i colpevoli) di questo efferato delitto.

Parlando tempo fa con alcuni Numismatici di lungo corso, ho potuto ottenere solo qualche notizia su Giuseppe Nascia, in particolare sulla sua abilità commerciale e sulla sua notevole conoscenza della materia.

Di lui ho acquistato tempo fa una raccolta di brevi scritti dal titolo "Appunti di Numismatica", ma non dispongo di altre informazione.

Gli viene attribuita una "storica" frase che, al di là del notevole...... cinismo che la caratterizza, a me ha fatto molto riflettere, secondo cui: "Non esistono le monete false. Esistono le monete che si vendono e quelle che non si vendono:blink:.

Chiedo a chi avesse notizie, aneddoti o qualche storia da raccontare sul Personaggio (magari per averlo conosciuto anche personalmente), se può intervenire e fornire così qualche ulteriore contributo.

Saluti.

Michele

 

 

  • Mi piace 5

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

piergi00

Ciao Michele

Contatta Biagio Ingrao conosce la vicenda e alcuni retroscena non pubblicabili in questa discussione .

Modificato da piergi00
  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

bizerba62
4 minuti fa, piergi00 dice:

Ciao Michele

Contatta Biagio Ingrao conosce bene la vicenda .

Ciao Pier.

Se Biagio volesse riportare la vicenda qui, a beneficio di tutti coloro che non la conoscono......

M.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

rorey36
Supporter

Ho conosciuto Giuseppe Nascia, numismatico insigne. Andavo spesso a Milano e cercavo di arrivare da lui qualche giorno prima che spedisse il listino mensile. Così mi faceva vedere le monete del listino e potevo comprare quel che mi interessava senza dover, come succedeva con altri, scrivere per ordinare le monete e magari sentirmi rispondere che erano per la maggior parte già vendute. Ricordo che aveva nello studio alcuni "molinetti", oggetti di grande bellezza e interesse numismatico.

Fu lui che mi spinse ad allargare i miei , allora limitati, interessi numismatici invitandomi ad acquistare monete antiche, che sosteneva a ragione essere più affascinanti di quelle moderne.

La Kunst und Munzen di Lugano l'aveva creata lui e vi si tenevano aste di ottimo materiale. Ci andavo con i commercianti torinesi Blengio e Mario Raviola e incontravo Toderi, Crippa e tutto il "meglio" della numismatica europea. Dopo la sua morte a Lugano subentrò il suo "compagno". 

Non fu trovato il colpevole dell'assassinio che, sono convinto, non fu un delitto per rapina. Era da ricercare nell' "ambiente" che non era quello numismatico, sia chiaro. Le poche monete rubate lo furono per sviare le indagini.

Non ho altro da aggiungere se non che Nascia era un'ottima persona di cui serbo un buon ricordo. Ho ancora in collezione alcune monete comprate da lui. Mi dispiacque molto leggere della brutta fine che aveva fatto.

  • Mi piace 4

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Tm_NPZ

Fatto storicamente interessante ma triste. Fortunatamente, sono pochi i delitti simili che hanno per vittime persone collegate alla Numismatica.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

skubydu

Grazie per la discussione, non sapevo di questo triste avvenimento.

grazie anche a rorey per le ulteriori informazioni.

Se si ricerca kunst ..a Lugano compare un compro oro/ monete, potrebbe essere lo stesso?

skuby 

Modificato da skubydu

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ciosky68
Supporter

Grazie per la condivisione, anche per me è una novità.

Roberto

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

numa numa
Supporter

Nascia aveva del materiale interessante e selezionato. La Kunst und Munzen abbinava a materiale eccellente dei bei 'falsoni' . I famosi 'falsi Merlo' , tremisse longobardi, non pericolosissimi ma comunque smerciati negli anni '60/'70 alla grande ricompaiono ancora in qualche asta secondaria. 

Conobbi Merlo quando mi stavo appena affacciando alla passione numismatica. Un tipo molto particolare che mi squadro' da capo a piedi. Gli comprai all'epoca 1/10 di aureo di Aphilas, essendomi all'epoca infatuato della numismatica axumita. Grande fu la delusione quando scoprii il falso. Non potei restituirlo. Lo tenni come 'memento' , un amico ne fece un articolo sottolineando che era una fusione - mentre sarebbe dovuto essere coniato. 

Anni fa ne feci dono alla SNI che ha un'importante collezione di falsi.

tutto viene utile e l'esperienza di un falso può' insegnare molte cose ...

  • Mi piace 5

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

providentiaoptimiprincipis
Il 7/20/2017 at 00:09, numa numa dice:

Nascia aveva del materiale interessante e selezionato. La Kunst und Munzen abbinava a materiale eccellente dei bei 'falsoni' . I famosi 'falsi Merlo' , tremisse longobardi, non pericolosissimi ma comunque smerciati negli anni '60/'70 alla grande ricompaiono ancora in qualche asta secondaria. 

Conobbi Merlo quando mi stavo appena affacciando alla passione numismatica. Un tipo molto particolare che mi squadro' da capo a piedi. Gli comprai all'epoca 1/10 di aureo di Aphilas, essendomi all'epoca infatuato della numismatica axumita. Grande fu la delusione quando scoprii il falso. Non potei restituirlo. Lo tenni come 'memento' , un amico ne fece un articolo sottolineando che era una fusione - mentre sarebbe dovuto essere coniato. 

Anni fa ne feci dono alla SNI che ha un'importante collezione di falsi.

tutto viene utile e l'esperienza di un falso può' insegnare molte cose ...

Adesso la frase "Non esistono le monete false. Esistono le monete che si vendono e quelle che non si vendono" è più chiara, grazie 

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

numa numa
Supporter
39 minuti fa, providentiaoptimiprincipis dice:

Adesso la frase "Non esistono le monete false. Esistono le monete che si vendono e quelle che non si vendono" è più chiara, grazie 

:)

in effetti che la moneta fosse  falsa lo scoprii molti anni dopo l'acquisto....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×