Jump to content
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Sign in to follow this  
simone

Abruzzo Monete francesi

Recommended Posts

simone

So che i re di Francia, nel basso medioevo, hanno coniato monete in zecche abruzzesi.

Avete qualche link o immagine ?

E soprattutto... sono monete francesi a tutti gli effetti ? O in Francia non circolavano ?

Grazie :)

Share this post


Link to post
Share on other sites

simone

Fra le tipologie emesse vi sono il cavallo e il doppio cavallo (Carlo VIII, anno 1495).

Non erano nominali francesi. O sbaglio ?

Edited by simone

Share this post


Link to post
Share on other sites

Horben Tumblebelly

Allora in particolare le monete coniate da Carlo VIII in Abruzzo sono:

Scudo (L'Aquila), Carlino (Sulmona), Doppio Cavallo (L'Aquila, Sulmona), Cavallo (L'Aquila, Sulmona, Sora, Chieti, Ortona, Manoppello,Alvito).

Poi il suo discendente Luigi XII Ducati, Carlini e Cavalli battuti a L'Aquila.

Vado a memoria ma dovrebbero essere tutti.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Horben Tumblebelly

Vorrei specificare un appunto.

Ho inserito come noterai nell'elenco anche Sora e Alvito che sono attualmente nella provincia di Frosinone, ma che in epoca tardo-medioevale erano centri posti al confine tra i "distretti" Terra di Lavoro e Abruzzo Ulteriore II.

Se attendi pochi giorni (il tempo tecnico di post e di strutturazione, perchè in realtà già conclusi) sono in preparazione una serie di agili e simpatici manuali sulle zecche abruzzesi.

Colgo l'occasione per ringraziare Bavastro con cui ho avuto il piacere di lavorare al progetto per L'Aquila.

Inoltre a brevissimo vedrai comparire su lamonetapedia la voce associata al nominale Cavallo, che oramai mi avvio a concludere.

Un pò di pazienza

:)

Gionata.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Horben Tumblebelly
Grazie  :) , ma circolavano anche in Francia ?

175515[/snapback]

No, non circolarono in Francia.

E' capitato comunque che qualcuna di esse fosse stata ritrovata in Francia. Nella realtà la spiegazione è da ricercarsi nel fatto che qualche miliziano francese abbia portato con sè qualcuna di queste monetine. Il fenomeno è limitato e trascurabile.

Le monete di Carlo VIII (cavalli) hanno continuato a circolare, ribattute o non, anche sotto il dominio degli Aragona successivi alla parentesi francese.

Share this post


Link to post
Share on other sites

simone

Grazie Gionata :)

Volevo saperlo perchè, collezionando francesi, non sapevo se includerle o meno in collezione. Visto che stanno così le cose, le escluderò.

Share this post


Link to post
Share on other sites

yafet_rasnal
Grazie Gionata  :)

Volevo saperlo perchè, collezionando francesi, non sapevo se includerle o meno in collezione. Visto che stanno così le cose, le escluderò.

175523[/snapback]

Le monete erano del regno di Napoli. Solo i sovrani erano francesi. Come ha detto gionata siamo nel tardo medioevo e non nell'alto.

Share this post


Link to post
Share on other sites

simone
Come ha detto gionata siamo nel tardo medioevo e non nell'alto.

175576[/snapback]

E infatti io ho detto basso, mica alto :P

Share this post


Link to post
Share on other sites

polase

aggiungerei:

sui cavalli, erano presenti in Abruzzo già con Ferdinando I d'Aragona

inoltre visto che in precedenza c'erano gli Angiò, non sarebbe il caso di porsi le medesime domande anche per le monete battute in quel periodo?

ovverosia circolavano anche in Francia?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Horben Tumblebelly
aggiungerei:

sui cavalli, erano presenti in Abruzzo già con Ferdinando I d'Aragona

inoltre visto che in precedenza c'erano gli Angiò, non sarebbe il caso di porsi le medesime domande anche per le monete battute in quel periodo?

ovverosia circolavano anche in Francia?

176004[/snapback]

Le monete angioine in Francia sicuramente no. Nemmeno è logico pensare ad una circolazione nella Provenza (la contea era tenuta dalla dinastia angioina già dal suo capostipite Carlo I, ottenuta per matrimonio con la prima moglie Beatrice, e territorio appartenente al SRI, quindi indipendente dal regno capetingio) poichè in effetti i denari, i denari provisini, i quattrini, le celle e i bolognini erano fondamentalmente ideati per il commercio locale, zona di grande influenza del potere papale e di altre potenze del Centro Italia.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Horben Tumblebelly

Inoltre a brevissimo vedrai comparire su lamonetapedia la voce associata al nominale Cavallo, che oramai mi avvio a concludere.

Un pò di pazienza.

Gionata.

175514[/snapback]

La pubblicazione della voce sarà rimandata. Si sta cercando di eseguire un lavoro quanto più dettagliato possibile.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
Sign in to follow this  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.