Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
apollonia

Bronzi di Amiso nel Ponto

Risposte migliori

apollonia
Supporter

Imitazione contemporanea di un bronzo di Amiso (Savoca 14).

234881655_31.ImitazioneSavoca2846248lmesso1.thumb.jpg.bb401dfa2c3eb5c38903a43a8b0bbd53.jpg

Pontos. Amisos. Contemporary imitation circa 100-0 BC. Bronze Æ 21mm., 7,27g.
Aegis / [
Α]ΜΙ-M (=Σ retrogade); Nike walking right, holding palm tied with fillet over left shoulder.
very fine
SNG BM Black Sea 1177-91

 

314195107_Giovenalefirmaconingleseetedescook.jpg.0b8081b4bd7e8ea7926872d752cfcd73.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

apollonia
Supporter

Bronzo di Amiso del tipo Ares/Parazonio in montatura passato all’asta Gorny & Mosch 259.

1906331241_AmisoAEconmontaturaGorny2594322370lok.thumb.jpg.722e976df800534a57655be6f1c5ebb4.jpg

PONTUS. AMISOS. AE Geprägt unter Mithradates VI., ca. 11 - 105 oder 95 - 90 v. Chr. Vs.: Kopf des Ares mit korinthischem Helm n. r. Rs.: ΑΜΙ-ΣΟΥ, Schwert in Scheide. SNG BM 1147ff.; HGC 241. Schwarzbraune Patina, gefasst, ss

Il parazonio era il cinturone usato per appendervi un’arma da taglio, che per estensione ha assunto il significato di spada corta che si portava appesa al parazonio.

parazonio.jpg.f15a6f7f73c028804a56da0c20206cd9.jpg

Sui bronzi di Amiso SNG BM Black Sea 1147-1149 questa arma raffigurata al centro del rovescio è associata alla testa elmata di Ares sul diritto.

 

Al post # 45 c’è l’imitazione di questo bronzo che mi sono aggiudicato alla citata asta Gorny 259, mentre al post # 15 c’è un prototipo.

 

771997158_Giovenalefirmaconingleseetedescook.jpg.c5eeb59e2a28717713ff9a980b5be668.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

apollonia
Supporter

Bronzo di Amiso Ares/Parazonio che ho visto passare nella Savoca 11th blue auction.

1298401008_Savocanonpreso.4465581lok.thumb.jpg.20b7a073bdfa3fdd7b5e0ac1ca725eb3.jpg

PONTOS, Amisos. Time of Mithradates VI Eupator. Circa 85-65 BC. Æ (18 mm, 8,42 g). Helmeted head of Ares(?) right / Sword in sheath; star in crescent to upper left, monograms flanking. Cf. SNG BM Black Sea 1158-9. VF, brown patina.

 

550359520_Giovenalefirmaconingleseetedescook.jpg.bdc1a2831d00154c170494686a599fd4.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

apollonia
Supporter

Le stesse raffigurazioni Ares/Parazonio compaiono su bronzi emessi da altre zecche del Ponto come quelle di Pimolisa (post # 23) e di Amastri (post # 25).

Aggiungo questo bronzo di Chabakta, un’importante città all’interno del territorio di Amiso, che ho visto aggiudicare alla Savoca 11th blue auction.

766747435_Savocanonpreso4465584lChabaktadamettere.thumb.jpg.7dbb35c62e43f18acb87a8bb382aa287.jpg

Pontos. Chabakta circa 100-85 BC. Bronze Æ 18mm, 8,70g. Good very fine.

 

1856977663_Giovenalefirmaconingleseetedescook.jpg.f556b2d7ba7ff4d0902377561b85ca66.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

apollonia
Supporter

Alcuni bronzi raffigurano sul rovescio una faretra accanto a un arco con la corda allentata, come il mio esemplare di Amiso al post # 13 che raffigura sul diritto una testa maschile incappucciata (rif. SNG BMC Black Sea 1135ff). Sul diritto può anche esserci la raffigurazione di Nike/Eros (rif. SNG BM Black Sea 1142-43) come nei due bronzi seguenti.

Esemplare Numismatik Naumann 27.

486543732_AEAmisoNN27Nikefaretra2304996.m.jpg.e48bb28d3d70d43483c65675795dcfa2.jpg

PONTOS. Amisos. Ae (Circa 125-100 BC). Time of Mithradates VI Eupator.
Obv: Bust of Nike right. Rev: AMI -
ΣOY.  Quiver and unstrung bow.
SNG BM Black Sea 1142-43. Condition: Good very fine. Weight: 4.16 g. Diameter: 18 mm.

 

Esemplare Numismatik Naumann 60.

364789331_AEAmisoNikefaretraNN603561410lcomp.jpg.9d2b341b85857a4ec982884c37040818.jpg

Greek Coins. PONTOS. Amisos. Ae. Struck under Mithradates VI (Circa 120-111 or 110-100 BC). Obv: Winged bust of Eros (or Nike) right. Rev: AMI - ΣOY. Quiver. SNG BM Black Sea 1142-3; HGC 7, 250. Condition: Very fine. Weight: 4.29 g. Diameter: 16 mm.

 

Notare che a volte la faretra è scambiata per un gorytos, a volte per un parazonio.

 

2120596754_Giovenalefirmaconingleseetedescook.jpg.12e5c8f65ef137e64ff8dbe65df063b6.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

apollonia
Supporter

Bronzo di Amiso con la testa di Perseo che indossa un elmo frigio alato sul diritto e raffigura sul rovescio il falcetto che servì all’eroe per uccidere la Gorgone (Nomos 16).

537306074_NomosPerseofalcetto.3905406l.thumb.jpg.fc2cebe77edcd63dd8d33f13f35b58b5.jpg

GREEK COINS 
Pontos. Amisos. Time of Mithradates VI Eupator, circa 85-65 BC. (Bronze, 13 mm, 2.74 g, 12 h). Head of Perseus right, wearing a winged Phrygian helmet. Rev.
ΑΜΙ - ΣΟΥ Winged harpa; below left, pileus. SNG BM Black Sea 1196. Extremely attractive dark green, glossy patina. In unusually fine condition. Good extremely fine.

 

538835082_Giovenalefirmaconingleseetedescook.jpg.b8cfc520b15bc1ce734c00ba59ec75f6.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

roth37
Supporter

Forse speravate che non vi facessi vedere le mie, del resto quasi tutte già precedentemente descritte ? ERRORE !! ..

867248398_PontosAmisos120-63ApolloTripode.jpg.5c611726c362beaf5512dbb963d15681.jpg

510972684_PontosAmisosArtemisDiademBogenKocherDreifussBowQuiver.thumb.JPG.2afd8e7828e0428965122236d925670e.JPG

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

roth37
Supporter

 

1891456625_PontosAmisosDionisoCistamisticaPantherClub.thumb.jpg.b869575c48cbf0403c9f0a256bd1f443.jpg

1340587008_PontosAmisosDionisosCistamistica.thumb.jpg.1a67bda7ae74a541f35b2fff6b86f6ff.jpg

1961590_PontosAmisosMithradatesEupatorBronzeAegisGorgoMedusaNik.thumb.JPG.b089a0eeabdcfc39a7628b429d9f2cc6.JPG

Pontos Amisos Colchide.JPG

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

roth37
Supporter

555829922_PontosAmisosOwlSiglosEuleAsiaHeadHeraBlack.jpg.baa82cb5bb969688d83a474466240e60.jpg

1584907209_PontosAmjsosMitridsteVIEupator.thumb.jpg.77ef44b083776473c6e374e3e597191f.jpg

Pontos Amisos Zeus Eagle Thunderbol.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

apollonia
Supporter

Forse speravate che non cogliessi l’occasione per descrivere più in dettaglio le tipologie di roth37 che non risultano tra quelle postate in precedenza? ERRORE!

Parto dall’ultimo bronzo, che a giudicare dal monogramma a sinistra dovrebbe essere un esemplare come questo della CNG eauction 309.

1222425754_BronzoZeusAquiladiAmisoCNG309image00056.jpg.d2ffe1b16ad80696ce9f6cb78121c5a1.jpg

PONTOS, Amisos. Circa 85-65 BC. Æ (19mm, 8.07 g, 1h). Laureate head of Zeus right / Eagle standing left, head right, on thunderbolt; monogram to left. SNG BM Black Sea 1221-5; HGC 7, 245. Good VF, brown and green surfaces.

In tal caso la scritta in esergo fuori tondello è ΑΜΙΣΟΥ.

Faccio notare che bronzi con questo diritto e rovescio sono stati coniati anche a Pharnakeia (in esergo ΦΑΡΝΑΚΕΙAΣ), ad Amaseia (in esergo AMAΣΣEIAΣ), ad Amastri (in esergo ΑΜΑΣΤPΙΕΩ[Ν), a Sinope (in esergo [ΣΙΝΩΠΗΣ), a Taulara (in esergo TAULARWN).

 

184967717_Giovenalefirmaconingleseetedescook.jpg.fef712e22787f1196b41c2abd9a2870e.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

apollonia
Supporter

Quello sopra il bronzo di tipo Ares/Parazonio non è un bronzo ma un’emidramma d’argento con la regina degli dei sul diritto e una civetta di fronte ad ali spiegate sul rovescio, come questo esemplare CNG 324.

1976273299_EmidrammadiAmisoCNG3243240083.jpg.e692f4e0baa583dd1403432385327f8f.jpg

PONTOS, Amisos. Circa 300-125 BC. AR Half Siglos – Hemidrachm (12mm, 1.65 g, 12h). Demetrios, magistrate. Head of Hera right, wearing turreted crown / Owl standing facing, wings spread, on shield; ΔH-MH/[T]PIO[Y] across field and in exergue. RG 11; SNG BM Black Sea 1118-9; HGC 7, 234. Good VF, toned, a few scratches.

 

Credo che roth37 possa confermare.

 

2140051011_Giovenalefirmaconingleseetedescook.jpg.ca2c67496f3b447ae181ec9ed9bc6c31.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

apollonia
Supporter

Per questo bronzo serve la consulenza del ‘titolare’ che ne è in possesso.

1323969903_Bronzodiroth37daattribuire.jpg.4513cc6dbc297e68b9658b4c8e0efbd1.jpg

Lo stile del diritto con la testa elmata di Atena (almeno credo) è quello dei bronzi di Amiso, come si può notare dalla moneta con cui ho aperto la discussione.

Il rovescio è, fino a prova contraria, quello dei bronzi siracusani di Gerone II, come si vede anche dall’IERΩNOΣ in esergo.

1309346988_BronzoIeronerovescio.JPG.b3ff62ff9415a4ffa44d66a3cad1274d.JPG

 

Che dice roth37?

 

457523891_Giovenalefirmaconingleseetedescook.jpg.fb15957012d21ed758219a0c22a105e4.jpg

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

sarikanair

Congratulations for putting together such a marvelous collection! It takes a lot of patience to complete a set like this... Cheers.. hope you find the remaining coins in the set soon...

  • Grazie 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

apollonia
Supporter

I due bronzi al post # 57 raffigurano sul rovescio un tripode e la scritta AMΙΣOY che ne identifica la zecca.

1925125737_BronzoAmisoroth115681.jpg.15e45054d1c6e11d4a363ffabe834f6f.jpg

Sul diritto del bronzo con patina verde è raffigurata la testa di Apollo, sul diritto del bronzo con patina violacea è raffigurato il busto di Artemide: i due gemelli divini generati da Leto, uno dei tanti amori di Zeus.

 

764668693_Giovenalefirmaconingleseetedescook.jpg.f53df4babbff471034e07ef06817eaba.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

roth37
Supporter

Ricordo che la moneta con Gerone II era catalogata come proveniente dalla Colchide. Per quanto riguarda la civetta ad ali spiegate concordo che si tratti di un'emidracma (ho controllato) anche se Hoover chiama dracma con 3.9 g (v. 232 ,233, vol.7 pag 70)

Che sia Gerone II non ci sono dubbi, ovvio,

Ecco, controllato ! Trovato l'errore ! Mio, nel fotografare. Chiedo venia !

DSC_4311.thumb.JPG.f34f94280fc8232db5042f2590dece99.JPG

Modificato da roth37

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

roth37
Supporter

DSC_4310.thumb.JPG.02d88266687721a8a4ece5651e5030d3.JPG

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

apollonia
Supporter

Quindi un bronzo come quello d'apertura della discussione.

 

1304400672_Giovenalefirmaconingleseetedescook.jpg.5f4ac06baa356dca98d187f701eae8fe.jpg

 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

apollonia
Supporter

A prosecuzione del post # 64, ricordo che Leto, come simbolo, stava a significare la notte ed era naturale che Zeus, il cielo, si innamorasse di lei, come pure che dalla loro unione nascessero il Sole e la Luna: Apollo e Artemide.

La gelosa Era, per vendetta, aizzò contro Leto il drago-serpente Pitone, un essere mostruoso di dimensioni impressionanti che custodiva l’oracolo di Delfi e fu ucciso in un epico combattimento da Apollo. Questi s’impossessò così dell’oracolo e diede alla sacerdotessa il nome di “Pizia” (Pitonessa).

Sul rovescio di questa moneta (NAC 106) è raffigurato Apollo nell’atto di scagliare una freccia contro Pitone che si contorce dietro il tripode. Nella lunga didascalia c’è posto per storia e mito.

856806978_CrotonpitoneApolloNAC3927663l.thumb.jpg.27c288debbd51e17a6748367aff620b1.jpg

Greek Coins 
Croton. Nomos circa 420, AR 7.72 g. OIKIM[TAM] Young Heracles seated l. on rocks, holding filleted branch and club; behind, bow and quiver. In l. field, altar, and in exergue, two fishes (only one visible). Rev. Tripod ornamented with fillets; to l., Apollo shooting arrow at writhing Python behind the tripod. In exergue, KPOTON. de Luynes 725. Jameson 429 (these dies). SNG Lloyd 610 (this obverse die). Kraay-Hirmer 267 (these dies). Historia Numorum Italy 2140 (these dies).
Extremely rare and a very interesting issue of fine classical style. Light iridescent
tone, minor areas of porosity, otherwise good very fine
Ex LHS 100, 2007, 139 and NAC 46, 2008, 173 sales.
 

In circa 710 B.C., Achaean Greeks from the northern Peloponnesos founded Kroton on the Bruttian peninsula of southern Italy at an injunction from the Delphic Oracle. Together with neighbouring Sybaris, Kroton grew to be the wealthiest and most important cities of Magna Graecia in the sixth century, in part thanks to its subsidiary colonies at Terina and Kaulonia. In circa 510 B.C., however, war broke out between Kroton and Sybaris, resulting in the total destruction of Sybaris. The Krotoniates reportedly went so far as to divert the course of the Crathis River in order to submerge the site of the enemy city. Thus Kroton was left as the single greatest Greek city in Bruttium. The city served as the capital of the Italiote League of Greek cities and was renowned for both its Olympic victors and for its physicians. After a devastating defeat by Locris and Rhegium at the Battle of the Sagra River (ca. 480 B.C.?), however, Kroton lost much of its former glory and began a slow decline. The treatment of Herakles on the obverse of this stater is comparable to the high Classical style of the Lapith and Centaur reliefs on the metopes of the Parthenon. The hero appears here in reference to the pre-foundation myth-history of the city. Diodorus Siculus (4.24.7) reports that during his wanderings in Italy, Herakles was welcomed and treated with hospitality by a man called Kroton. Unfortunately, as was often the case with friends and lovers of the great hero, Herakles accidentally killed this Kroton. In his remorse, Herakles buried Kroton with the honours of a hero and erected a monumental tomb for his worship. He further foretold that one day the site of his tomb would become the centre of a great and flourishing city that would be named after Kroton. The type illustrates Herakles taking a rest from his wanderings and labours, leaning on his club with his lion’s skin and weapons set aside. He holds a filleted branch above a lighted altar in an attitude of sacrificial worship. Presumably the scene represents Herakles’ institution of the hero cult of Kroton and the associated prophecy regarding the foundation of the city since an epichoric Doric Greek legend in the right field identifies him as oikistas (”founder”). The fish in the exergue serve to indicate the geographical location of the hero shrine of Kroton and the city on the bank of the Aesarus River. The reverse features the large tripod typical of Krotoniate coins going back to the city’s incuse staters of the late sixth century BC. The tripod type refers to the crucial role of the Delphic oracle in establishing the colony of Kroton. On this coin, however, the die engraver has added a dramatic scene played out on either side of the tripod to emphasize the connection with Delphi. On the left, Apollo draws his bow to shoot a great, coiled serpent lurking to the right of the tripod. According to Greek mythical tradition, a terrible serpent named Pytho was sent by Hera to pursue Leto in a vain attempt to prevent her from giving birth to Apollo and Artemis. Apollo later avenged his mother by hunting down Pytho. The serpent took refuge in an oracular sanctuary of Gaia at Delphi, but Apollo followed it inside and killed it with his deadly arrows. In order to expiate the sacrilege of slaying a suppliant (even a monstrous one) in a temple, Apollo adopted the shrine for himself and instituted the quadrennial Pythian Games.

 

777871937_Giovenalefirmaconingleseetedescook.jpg.2769713567e6023b2d228966c629522e.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

roth37
Supporter

Esatto ! Cmq abbiamo presentato una bella sfilza di belle monete  ! (la più interessante sarebbe stata quella con Gerone ! hehe !) 😵

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

apollonia
Supporter

Aggiungo un raro bronzo di tipo testa di Artemide/tripode coniato a Sinope (Agora 46).

1374676546_AESinopeArtemideAgora2063272lOK.jpg.a5ec83a26eea657423a4a99bbc22d1be.jpg

Paphlagonia, Sinope. 120-63 B.C. AE 17 (17.1 mm, 4.09 g, 12 h). Scarce. Laureate head of Artemis right, quiver over shoulder / ΣINΩΠHΣ, tripod. SNG von Aulock 224; SNG Cop 313. VF.

 

31581841_Giovenalefirmaconingleseetedescook.jpg.391c49a41282f609ae6b2c30e0a756ee.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

roth37
Supporter

Mi sembra anche interessante per chiudere (o no?) postare la storia di Amisos come descritta da HOOVER

67960182_PontosAmisos.thumb.jpg.b37d33acfbce361ceff422efbf5fb053.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

apollonia
Supporter

Dalla zecca di Gorgippia, sul Bosforo (v. post # 46 e # 47) ho trovato questo bronzo che raffigura la testa con corona d’alloro di Apollo sul diritto e sul rovescio un tirso appoggiato a un tripode (CNG 66).

1233960727_AEApollotripodetirsoGorgippia660405OK.jpg.e8bbdc8eed9ee27c4be5a3b200f393f1.jpg

BOSPOROS, Gorgippia. Circa late 2nd-early 1st century BC. Æ 17mm (6.31 gm). Laureate head of Apollo right / Thyrsos leaning on tripod; monogram to right. SNG BM Black Sea 986; SNG Stancomb 618; Anokhin 211; De Callataÿ pl. 49, T; SNG Copenhagen 1. Good VF, attractive green patina. ($150)
Struck during the early reign of Mithradates VI of Pontos, probably during or shortly after the second expedition of Diophantes.

 

Ho ritenuto il linea con la discussione condividerlo in quanto presenta sul rovescio due soggetti, il tirso e il tripode, che troviamo raffigurati singolarmente su alcuni bronzi del luogo.

 

1381505212_Giovenalefirmaconingleseetedescook.jpg.0d3846e2c70e4cd5f112ab97ed36b219.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×