Jump to content
IGNORED

Tempio Di Giove Anxur A Terracina


Polluce
 Share

Recommended Posts

Ad Agosto Ho Visitato Questo Meraviglioso sito archeologico di cui voglio mostrarvi qualche foto e consiglio la visita Anche per la sua meravigliosa vista paesagistica,

Il tempio di Giove Anxur è un tempio romano costruito su un'imponente sostruzione del I secolo a.C. sul monte Sant'Angelo, nella città di Terracina, in provincia di Latina.

Le arcate mastodontiche che formano un terrazzo gigante affacciato sul mare fanno pensare a leggende omeriche e cantori con la lira che si avventurano a passo cadenzato sulle pendici di un monte spoglio.

Il tempio romano era infatti ispirato alla grande architettura scenografica ellenistica.

Di recente si è scoperto che era in realtà dedicato a Venere e non a Giove fanciullo (Anxur).

Era un santuario importantissimo lungo la Via Appia, proprio sopra Terracina (Anxur per i Volsci e poi per i romani) ed aveva anche funzionalità difensive.

Il santuario era stato ampliato e restaurato in età sillana. Nel Medioevo una parte di esso divenne una chiesa e fortezza, fino all’abbandono nel ‘500

Se volete approfondire: https://it.m.wikipedia.org/wiki/Tempio_di_Giove_Anxur

rps20171024_132233.jpg

rps20171024_132254.jpg

rps20171024_132424.jpg

rps20171024_132353.jpg

rps20171024_132410.jpg

rps20171024_132501.jpg

rps20171024_132326.jpg

rps20171024_132615.jpg

rps20171024_132552.jpg

rps20171024_132632.jpg

rps20171024_132533.jpg

rps20171024_132647.jpg

rps20171024_132516.jpg

  • Like 2
  • Thanks 1
Link to comment
Share on other sites


Grazie @Pollucedel tuo contributo . La zona di Terracina meriterebbe un lungo post , tante sono le attrattive storiche archeologiche di Terracina e del suo circondario , territorio attraversato dalla Via Appia la quale da queste parti e' ricca di resti importanti e di alta ingegneria , come il taglio di una montagna che artificialmente i Romani hanno tagliato da Monte Sant' Angelo per concedere l' accesso della Via Appia , dato che all' epoca il mare arrivava fino sotto al monte ; il territorio e' anche ricco di antiche ville romane .

Per avere una idea della ricchezza del territorio : http://www.terrapontina.it/la_via_appia_superiore.htm

  • Thanks 2
Link to comment
Share on other sites


1 minuto fa, Legio II Italica dice:

Grazie @Pollucedel tuo contributo . La zona di Terracina meriterebbe un lungo post , tante sono le attrattive storiche archeologiche di Terracina e del suo circondario , territorio attraversato dalla Via Appia la quale da queste parti e' ricca di resti importanti e di alta ingegneria , come il taglio di una montagna che artificialmente i Romani hanno tagliato da Monte Sant' Angelo per concedere l' accesso della Via Appia , dato che all' epoca il mare arrivava fino sotto al monte ; il territorio e' anche ricco di antiche ville romane .

Per avere una idea della ricchezza del territorio : http://www.terrapontina.it/la_via_appia_superiore.htm

Grazie a te come sempre per questa ulteriore spiegazione,il territorio pontino è vero è ricco di storia man mano tempo permettendo,vorrei poter cercare di visitare tutti I siti che lo comprendono..

Link to comment
Share on other sites


1 ora fa, Polluce dice:

Grazie a te come sempre per questa ulteriore spiegazione,il territorio pontino è vero è ricco di storia man mano tempo permettendo,vorrei poter cercare di visitare tutti I siti che lo comprendono..

Un tratto dell' Appia antica prossimo a Terracina ancora visibile fino a circa 70 anni fa in una fotografia del tempo , con colonna miliaria in loco originario .

Appia.jpg

Link to comment
Share on other sites


  • 2 years later...
Supporter

Gentili lamonetiani,

 

in effetti ci sarebbe tanto da visitare a Terracina e dintorni. Io sono di Terracina. Stiamo parlando di terre che facevano parte del Latium adiectum (non metto gli accenti latini perché non me li ricordo), di terre che hanno condiviso dunque la storia di tutto il bacino tirrenico. Le leggende parlano di Ulisse, e poi è arrivata, storicamente, la civilizzazione delle popolazioni italiche. Le lotte per la supremazia di Roma, e poi le ville degli imperatori, le opere strategiche e i monumenti celebrativi. Il declino romano, il sorgere del potere temporale della Chiesa cattolica, gli incastellamenti del medioevo e i traffici commerciali (Genova molto presente). Gente di confine: al di qua i papi, al di là il regno di Napoli prima, i Borboni dopo. Terracina è diventata parte del Regno d'Italia nel 1870, quando era ancora possibile visitare vestigia che ora non sono più. La II G M ha fatto danni coi bombardamenti e le esplosioni. Anche l'incuria umana ha fatto danni. A oggi del tempio vero e proprio (la questione del nume tutelare rimane spinosa) rimane solo il basamento in rovina. Ciò che vediamo noi oggi dalla vita bassa è invece l'opera di sostruzione su cui oggi è visibile il basamento del tempio stesso.

 

Ho fatto solo il nome della mia città, ma davvero i dintorni sono altrettanto degni di essere visti.

Edited by sdy82
Link to comment
Share on other sites


  • 1 year later...
Supporter
Il 24/10/2017 alle 17:33, Legio II Italica dice:

Un tratto dell' Appia antica prossimo a Terracina ancora visibile fino a circa 70 anni fa in una fotografia del tempo , con colonna miliaria in loco originario .

Mi permetto di scrivere che a onor del vero, come dice la stessa didascalia, non si tratta più di Terracina ma delle colline a est comprese tra Fondi e Itri. Il tratto raffigurato è visibile anche oggi, è stato anzi valorizzato alcuni anni fa.

Il 24/10/2017 alle 13:35, Polluce dice:

Le arcate mastodontiche che formano un terrazzo gigante affacciato sul mare fanno pensare a leggende omeriche e cantori con la lira che si avventurano a passo cadenzato sulle pendici di un monte spoglio.

 

Il 24/10/2017 alle 13:35, Polluce dice:

Era un santuario importantissimo lungo la Via Appia, proprio sopra Terracina (Anxur per i Volsci e poi per i romani) ed aveva anche funzionalità difensive.

In effetti gli ultimi scavi effettuati un paio di anni fa hanno permesso di riportare la frequentazione umana del sito al IX secolo a.C., ben prima della città volsca (Anxur) e romana (Tarracina), grazie alla scoperta di manufatti ceramici.

Link to comment
Share on other sites


Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.