Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
chievolan

Friuli Venezia Giulia Due strane coppie

Risposte migliori

chievolan

Questi due lotti sono acquistabili in una prossima asta (Ho fatto segnalazione e spero le ritirino .... ).

Il primo lotto è di due esemplari del denaro di Raimondo con chiavi e torri.

.59efbc5032cbb_Mont.10lottox2falsiRaimondo.thumb.jpg.09bb7dee15d7228f7c8bde8d6000815f.jpg

Il secondo lotto è di due esemplari del soldo di Antonio II.

59efbccf89713_Mont.10Lottox2falsiAntonioII.thumb.jpg.e8a5e3a266a438f176822f6b7a694394.jpg

 

  • Mi piace 3

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

chievolan

Sono ricavate per fusione, ed ottenute dalla stessa matrice. una per tipo ovviamente.

Non sto a chiedermi del perché esemplari simili siano presenti in un'asta come esemplari "buoni", ne mi chiedo come non ci si possa accorgere che sono identici oltre che in figure e lettere anche nei diametri nelle imperfezioni nei difetti eccetera. Non chiedo e non mi do risposte su questo.

Quello che vorrei sapere è perché sono state fatte queste "monete"?

Non sono falsi d'epoca ovviamente. L'autore è lo stesso e non avrebbe avuto motivo di falsificare esemplari distanti nel tempo più di un secolo.

Falsi odierni? Per monete comuni e di scarso valore? I denari di Antonio II in particolare si trovano ovunque e per pochi euro.

Repliche? Ne ho viste di coniate e di "stampate" a pressione, ma non di fuse in maniera che sembra artigianale.Troppo complicata la cosa per farne in numero sufficiente per qualche utilizzo promozionale.

Prove "d'autore" di qualche falsario?

Una ipotesi è che possa trattarsi di "monete da studio" utilizzate da vecchi collezionisti.

Che ne pensate in proposito?

 

Modificato da chievolan

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Arka

Premessa: mi piacerebbe vederli in mano.

Ma, indipendentemente da questo, ha ragione @chievolan . Mi chiedo se non sarebbero passati inosservati se fossero stati presentati singolarmente. Ci sono i pesi ?

Arka

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

chievolan
3 ore fa, Arka dice:

Mi chiedo se non sarebbero passati inosservati se fossero stati presentati singolarmente.

 

Di certo non quelli di Antonio, con quel bordo eccedente che avrebbe indotto ad una osservazione non frettolosa.

Forse quelli di Raimondo, se visti in piccole immagini e pensando ad una pulizia aggressiva.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

chievolan
11 ore fa, chievolan dice:

 

Prove "d'autore" di qualche falsario?

Una ipotesi è che possa trattarsi di "monete da studio" utilizzate da vecchi collezionisti.

Che ne pensate in proposito?

 

Che ne pensi?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

margheludo

Buon giorno,Da un numismatico al servizio di una casa d'asta non ci si aspetta di certo che possa riconoscere rapidamente un simile falso preso singolarmente ma catalogati e fotografati in coppia non dovevano sfuggire, escluderei comunque la malafede del venditore . Da parte di chi li ha "fabbricati" pare fin troppo strano che possa aver pensato di smerciarli a coppie, un vero suicidio "professionale".......mistero.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Arka

Se i pesi sono tanto eccedenti potrebbero essere ''le monete'' usate in occasione di qualche manifestazione di stile medievale... mah!

Arka

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

chievolan

Non credo. Nelle rievocazioni storiche possiamo trovare coni coi quali battere monete sul posto o riproduzioni fatte fare e tutte uguali.

Queste sono di fattura artigianale, con la matrice ottenuta da monete originali. Il calco è stato fatto probabilmente con una qualche "pasta".

Penso che le due ultime ipotesi fatte siano le più logiche. Ma mi riesce difficile pensare di vecchi calchi per studio di monete così comuni, in argento poi.

Cosa grave e preoccupante è se quella vera è l'ipotesi che si tratti di falsi moderni ancora da perfezionare, fatti da qualcuno che si è servito di due monete comuni e che potrebbe creare qualcosa di molto molto difficile da individuare in un catalogo.

Ciao.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

chievolan
Il 25/10/2017 alle 13:11, margheludo dice:

Buon giorno,Da un numismatico al servizio di una casa d'asta non ci si aspetta di certo che possa riconoscere rapidamente un simile falso preso singolarmente ma catalogati e fotografati in coppia non dovevano sfuggire, escluderei comunque la malafede del venditore . Da parte di chi li ha "fabbricati" pare fin troppo strano che possa aver pensato di smerciarli a coppie, un vero suicidio "professionale".......mistero.

Come queste due "strane coppie" siano finite assieme in un catalogo d'asta non lo so proprio. E' effettivamente strano che da parte di qualcuno siano state conferite alla vendita.

Sul fatto di escludere malafede da parte del venditore sono d'accordo.

I motivi per cui simili oggetti vengono posti in vendita sono altri. Quantomeno "un po' di leggerezza" nella catalogazione e descrizione.

Ma non è il caso di parlarne qui. E' poi una fortuna che quelle due coppie siano state poste in vendita, perché sono molto didattiche ed esemplificative.

 

  • Mi piace 4

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

chievolan

Questi lotti sono rimasti invenduti.

Mi chiedevo come mai non fossero stati ritirati dopo la segnalazione, dubitando anche che per qualche motivo non fosse arrivata; ma era arrivata .... visto che (me ne accorgo solo ora) hanno tolto le indicazioni di peso e diametro nella descrizione. :mad: :nono::nono::nono:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

gigetto13

alex, no sta a imberdeàiti

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

gigetto13
5 minuti fa, chievolan dice:

In cè ?

tas ches monedis.. tu piardaràs dut. :):):)

scusate ogni tanto mi parte il friulano... ma mi piace oltre ogni modo seguire i vostri contributi, da profano.

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

chievolan
5 minuti fa, gigetto13 dice:

tas ches monedis.. tu piardaràs dut. :):):)

 

 

Ma ce intinditu dì, ca l'è miei no fevela di robes cusì e di lasà sta?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

gigetto13

dai , alex, molin il furlan, ca se no no nus capissin duc' ;)

era solo un modo per portare in su una discussione secondo me molto interessante ;) 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×