Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Luca_AT

Usura dei conii, dei tondelli e sequenze cronologiche

Risposte migliori

Luca_AT

Buonasera a tutti,
ho un dubbio che qualcuno (@monbalda, @Andreas, @teofrasto, @fra crasellame, @mfalier, @piergi00, .... ) probabilmente può aiutarmi a risolvere.

Di fronte a 5 monete provenienti dallo stesso conio (nel mio caso, d'incudine) secondo Arslan 2006 (1) è possibile disporle in sequenza cronologica valutando indirettamente l'usura del conio che le ha prodotte. La più recente sarà stata prodotta da un conio più usurato e quindi i dettagli e i particolari sulla moneta risulteranno meno definiti, per contro quelle realizzate in precedenza (ad es. quando il conio era ancora nuovo) avranno dettagli meglio definiti. Questo in senso assoluto, se una volta prodotte non fossero circolate. Ma all'usura del conio, sulle monete circolate si somma inevitabilmente anche l'usura subita dal tondello e, a questo punto, il povero studioso che mette ormai in conto di perderci la vista, come può fare a distinguere se l'usura che vede sulla moneta è dovuta all'usura del conio o del tondello? E di conseguenza tentare di capire quale moneta è stata realizzata prima e quale dopo?


(1) Ermanno Arslan (2006) Le sequenze dei conii e il calcolo del numero presunto dei conii utilizzati in zecca: un aspetto della moderna analisi statistica delle monete. Quaderni Friulani di Archeologia XVI: 61-79.

Modificato da Luca_AT

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

chievolan

Immagino stiamo parlando di monete medievali in argento.

Se una moneta è molto circolata, consunta in entrambe le facce, possiamo accantonarla. Non ci può servire molto per questa l'indagine. Ovviamente sarebbe utile avere monete poco usurate.

Ma i cambi erano piuttosto frequenti e di solito abbiamo monete che per quanto usurate presentano sempre parte dei rilievi nelle leggende e nelle figure che non sono consunti e qui possiamo considerare la profondità delle incisioni dei coni.

In aiuto ci possono poi essere mancanze dovute a riempimenti di parti dei coni (non dimenticando però che venivano sicuramente spazzolati per ovviare a questi problemi) e soprattutto a fessurazioni e rotture che spesso vediamo in progressione.

  • Mi piace 3

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×