Jump to content
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Sign in to follow this  
PriamoB

La più antica 500 lire.

Recommended Posts

PriamoB

Un'eccezionale Barbetti prima serie A1 5459 del 1898.

Immagine3.png.d9924a417d3833c040caf72d1db2e6d5.png La banconota nelle condizioni originali

5aa6a1114a0a0_Immagine5.png.7cea6fd4ccc350001b404269eb757abd.png La banconota dopo il restauro

 

Che trasformazione dopo il restauro :blush:

Un articolo di interesse storico/grafico che allego per chi non l'avesse ancora letto.

http://www.cartamonetaitaliana.com/lista-articoli/62-500-lire-barbetti-a1.html

Chi si lancia in una valutazione? Sono curioso di vedere quanto la stimate.

Edited by PriamoB
  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

apulian

La colorazione blu-rosa delle 500 lire Barbetti mi ha sempre affascinato. Vorrei tanto metterne in collezione uno, ma servono 4-5000 euro per un biglietto in conservazione decente a prescindere dalla data :( decisamente troppi (un noto sito di banconote italiane ne ha in vendità qualcuna... se vi interessa :P ). La banconota con serie A4 è un "unicum"... chissà che prezzo potrebbe spuntare

Per il biglietto analogo emesso negli anni '40 vennero rimossi i dettagli in blu, creando un abbinamento rosa / salmone che non conserva, secondo me, la delicatezza del disegno originario.

PS: mi chiedo se questo l'abbinamento cromatico blu-rosa sia stato influenzato dal coevo biglietto francese da 500 franchi

Edited by apulian
  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

loris1980

Io l'avrei lasciata così come l'avevo trovata.

E' la più vecchia che si conosce... lasciala così no?

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

giulira

Lasciarla cosi' con il nastro adesivo appiccicato?

Mah

Share this post


Link to post
Share on other sites

loris1980

L'avessi trovata io, non l'avrei toccata.

Chiaro che nei panni del commerciante che deve venderla....

Share this post


Link to post
Share on other sites

apulian
1 ora fa, giulira dice:

Lasciarla cosi' con il nastro adesivo appiccicato?

Mah

Non è nastro adesivo (ai primi del '900 mi sembra che neanche esisteva) ma il bordo di un foglio di francobolli. Ho maneggiato diverse banconote con questo rudimentale sistema di riparazione, la più recente era un 1000 lire Ornata di Perle di fine anni '50. La riparazione, in questo caso, è anche una testimonianza dell'epoca.
Proprio stamattina stavo visualizzando la foto di un 500 lire 1919 del Banco di Napoli riparato al retro: venne usato un bordo di foglio con l'elemento grafico impresso in modo da evitare che la carta filigranata fosse riutilizzata per stampare francobolli in maniera fraudolenta.
Aggiungo, inoltre, che il bordo di foglio è alquanto facile da rimuovere...

5aaa94e2a7a17_foto.thumb.jpg.8f1c166339b29da3d605665da7f14deb.jpg

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

giulira
7 minuti fa, apulian dice:

Non è nastro adesivo (ai primi del '900 mi sembra che neanche esisteva) ma il bordo di un foglio di francobolli. Ho maneggiato diverse banconote con questo rudimentale sistema di riparazione, la più recente era un 1000 lire Ornata di Perle di fine anni '50. La riparazione, in questo caso, è anche una testimonianza dell'epoca.
Proprio stamattina stavo visualizzando la foto di un 500 lire 1919 del Banco di Napoli riparato al retro: venne usato un bordo di foglio con l'elemento grafico impresso in modo da evitare che la carta filigranata fosse riutilizzata per stampare francobolli in maniera fraudolenta.
Aggiungo, inoltre, che il bordo di foglio è alquanto facile da rimuovere...

5aaa94e2a7a17_foto.thumb.jpg.8f1c166339b29da3d605665da7f14deb.jpg

Ipotizzavo una riparazione successiva. Comunque hai ragione tu e' un pezzetto di carta gommata da francobolli

Share this post


Link to post
Share on other sites

nikita_
Supporter

Pure a me non piace il restauro, ma se effettuato a regola d'arte da un restauratore professionista della carta lo preferisco di gran lunga ad un trattamento più o meno maldestro. Che ben venga dove è possibile, ne migliora l'aspetto, ricordiamoci che una banconota in mb rimane tale, ed in una compravendita è importante che l'intervento venga dichiarato. La ricostruzione a regola d'arte di un pezzo mancante, per esempio, la rende gradevole alla vista, ma da mb non la eleva al rango di bb o spl.

Il fine ultimo del "trattamento" casalingo invece è di "abbellire" una banconota con l'intento di renderla meno consumata di quanto è in realtà, ma con un'altro fine molto meno nobile... una bella stiratina, un lavaggio, un "candeggio" :D giusto per migliorarne apparentemente la conservazione in modo da poterla portare ad un grado di consevazione superiore del pre-trattamento, e quindi cederla ad un prezzo maggiore. Nel corso del tempo ho visto anche banconote in mb con la carta croccante come un fds, ma con i segni ancora evidenti della lunga circolazione pregressa, un vero schifo!

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

ray-ban

Che bella banconota. Spero un giorno di poter inserire in collezione anche un esemplare in B 😁

Per quanto riguarda il restauro, da collezionista lascerei come si trova. Ma capisco che un commerciante sia propenso al restauro anche per una questione di valore aggiunto per la vendita... 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Stefano Aceti

Un saluto a tutti, mi ritrovo anche io con un 50 lire del 1912 "riparato" con il bordo di un foglio di francobolli.

Avete scritto che la rimozione è semplice, qualche consiglio su come fare? Grazie

Share this post


Link to post
Share on other sites

PriamoB

Potresti inserire una foto della banconota fronte/retro? Primo perché potrebbe essere sicuramente utile agli esperti del restauro per consigliarti al meglio, secondo perché siamo curiosi di vederla :blush:

P.S. Personalmente cambierei l'ordine delle priorità, ma rischiavo di essere poco professionale... :D

Edited by PriamoB

Share this post


Link to post
Share on other sites

Stefano Aceti

Sicuramente sarò fatto, appena ho tempo faccio  foto e le inserisco. Grazie

 

Sarà fatto, pardon

Share this post


Link to post
Share on other sites

Contento
jaconico
19 minuti fa, Stefano Aceti dice:

IMG_20181122_223149.jpg.a6997f9c704c405a9b7d7302d844e5f3.jpgIMG_20181122_223157.jpg.90626288423e98cc1055d39fcd562b43.jpg

Eccomi con la ultra centenaria 😄

Io non la toccherei perché vedo che la carta ha pieghe molto profonde, forse hanno messo questo bordo per tenere insieme le due parti della banconota già staccate 

Edited by jaconico

Share this post


Link to post
Share on other sites

Stefano Aceti

Che valore economico gli attribuireste? solo per curiosità visto che comunque rimarrà in collezione

Grazie

Share this post


Link to post
Share on other sites

Contento
jaconico

Allora partendo dal presupposto che secondo me arriva al MB. Da catalogo Crapanzano viene dato 80 euro in MB. Sappiamo che i valori del catalogo sono sempre più alti di quella che è la realtà. Credo dunque che possa avere un valore di 40-50 euro. Però sono curioso e aspetto anche altri pareri.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sirlad
50 minuti fa, Stefano Aceti dice:

Che valore economico gli attribuireste? solo per curiosità visto che comunque rimarrà in collezione

Grazie

In queste condizioni se trovi chi ti offre 40 euro, vendila di corsa.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Stefano Aceti

Scusate, però guardando sulla Baia a meno di 100 euro di questa tipologia non si trova nulla, lasciando perdere quelle che superano il BB a prezzi astronomici.

Cosa ne pensate a riguardo?

Share this post


Link to post
Share on other sites

nikita_
Supporter

Se metti in vendita questa banconota da 50 lire del 1912 a 100 euro (per esempio) non significa che li vale, se non c'è nessun compratore quel "100 euro" è solo un numero, credo che potrebbe rimanere invenduta anche se messa in vendita a 50 euro. Dovrestri portare un esempio di una vendita già conclusa con un acquirente certo e non solamente a quanto sono proposte.

Realisticamente la banconota è "ben conciata" e non è di certo una rarità, abbasserei la soglia a max 25/30 euro, se fosse stata una R4/R5 magari non ci sarebbe stato questo drastico ridimensionamento rispetto a quanto riportato dai cataloghi.

La prova sarebbe di metterla su ebay ad un euro di partenza e vedere l'effetto che fà! Possibilmente una corsa al rilancio (qualora ci siano più  interessati) la spingerebbe anche oltre quella soglia, ma la vedo dura... diversamente la lascerei riposare in collezione, è pur sempre un'interessante banconota che ha superato il secolo di vita.

 

 

Edited by nikita_
Corettore grammaticale del cavolo!
  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Contento
prtgzn

Sarà una banconota anche ultracentenaria, ma in queste condizioni, a mio parere, non ha mercato. Spero che tu ne sia venuto in possesso in modo fortuito, perchè nel caso l'avessi comprata, difficilmente recupererai la cifra spesa. Se invece, come hai detto, la terrai in collezione, avrai un gran bel pezzo di storia: è passata tra le mani durante la prima grande guerra ed è arrivata alle soglie della seconda, accantonata da qualche parte ed arrivata a noi..... valore storico inestimabile.

Share this post


Link to post
Share on other sites

PriamoB

A vostro parere, non sarebbe interessante, anche al fine di ricostruire il travagliato cammino di questa malandata banconota, poter datare l'intervento di restauro, se così si può definire,  nonché precisarne la tipologia e la tecnica adottata? Non conferirebbe alla banconota un maggior interesse storico?

Edited by PriamoB

Share this post


Link to post
Share on other sites

Erdrückt

Per me il restauro, per quanto ne migliori nettamente le condizioni a livello estetico, equivale allo sterminio di un opera

Share this post


Link to post
Share on other sites

Stefano Aceti

Sono d'accordo anche io sul non restaurarla, ma  forse era più gradevole vedere gli strappi al posto di quel tipo di nastro usato per tenerla insieme.

E' anche vero che quell' intervento del nastro è storia, nel senso che fa parte della banconota, magari è stato realizzato negli anni 20 ipotizzando.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
Sign in to follow this  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.