Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
osio

"Paleografia numismatica"

Risposte migliori

osio

Buongiorno, 

 

Stavo esaminando il mio ultimo acquisto presso InAsta, cioè una quartoncia di fine III sec. a.C. classificata come RRC 38/8 (vi allego la foto per curiosità). Al Rovescio la A di Roma presenta una grafia ancora un po' arcaica, senza il trattino orizzontale (presente, per esempio, nel mio ben più tardo denario di L. Antestio Gragulo del 136 a.C. di cui allego la foto del Rovescio) bensì con uno parallelo a una delle due gambette (in questo caso, quella destra), come d'altronde in altre coeve emissioni romane. Per ora, l'ho confrontata anche con altre RRC 38/8 al link     https://numismatica-classica.lamoneta.it/moneta/R-RRB11/8 e, almeno stando al piccolo campione di esemplari riportati a questo link, la mia variante sembrerebbe "minoritaria", infatti la maggior parte presenta il trattino parallelo alla gambetta non destra, bensì sinistra.

Forse sto scoprendo l'acqua calda e non è niente di troppo interessante... resta il fatto che da tempo mi domandavo se esistono degli studi specifici di "paleografia numismatica" (ho cercato, ma invano), magari con particolare riguardo alla monetazione romana repubblicana del III sec. a.C. e con eventuali confronti con le coeve epigrafi latine. Giro a voi la domanda e vi ringrazio in anticipo. 

 

 

 

38:8.JPG

Schermata 2018-03-21 alle 14.26.13.png

Modificato da osio

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ciosky68
Supporter

Seguirò con interesse.

Roberto

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

gpittini
Supporter

DE GREGE EPICURI

Credo che esistano degli studi (molto specialistici) di epigrafia latina, come anche di epigrafia greca, fenicia, etrusca, ecc. La grafia delle lettere, e le sue varianti, è la stessa per le monete, per le iscrizioni lapidee, per quelle su metallo, su ceramica, ecc. Per tutte le lingue antiche esistono delle tabelle, con la grafia successiva delle lettere, dai periodi più arcaici a quelli più recenti. Poi credo che ci siano anche piccole varianti, eccezioni, ecc., ma si entra in un campo ultra-specialistico. Io ho solo un manuale di epigrafia latina (A.Buonopane)  che però tocca appena questi temi, nella introduzione e nella bibliografia.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×