Jump to content
IGNORED

Cosa vorresti dalla numismatica.


eracle62
 Share

Recommended Posts

Una frase che mi piace ricordare perché e' un po' il mio credo, ma anche nella vita, io voglio essere nel mercato libero delle idee, voglio esercitarlo e applicarlo.

Anche in numismatica, la frase presuppone ovviamente che ci siano idee libere , e questo e' l'aspetto fondamentale, le idee ci vogliono, poi ci vuole un consenso, un piano organizzativo, un planning, una analisi costi/ benefici e poi bisogna realizzarle con un project manager, un responsabile del service.

Per essere più immediato, idee, piano di realizzazione e fattibilità e costi, realizzazione e risultato, una numismatica che si muove verso l'innovazione, nuovi schemi, che prova a fare scommesse, in pratica muovere le idee contro l'immobilismo e il mantenere lo status quo, la famosa la numismatica e' cultura in movimento che però non tutti teorizzano , anzi la maggior parte e' contraria per svariati motivi, ma stare fermi per me, pur tutelando la tradizione, e' un retrocedere su tanti punti di vista che oggi non possono non essere considerati e che molti non possono più permettersi .

Link to comment
Share on other sites


E' il bello di non far parte di istituzioni classiche..

E' il belo di potere proporre...

E' il bello dell'uscire dagli schemi che comunque fermano i cammini...

E' il bello di non essere condizionati..

E' il bello di fare quello che gli altri non farebbero mai..

E' il bello di mettere insieme gli altri...

E' il bello di avere coraggio..

E' il bello di continuare nell'ideale...

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites


  • 1 month later...

Il bello è avere il Cordusio..

Il bello è essere Parte del Cordusio..

Il bello è ascoltare il Cordusio..

Il bello è imparare al Cordusio..

Il bello è scrivere sul Cordusio..

Il bello è CREDERE NEL Cordusio..

Il bello è il privilegio del Cordusio..

Il bello è che il Cordusio esista...

Il bello è essere fiero di essere del Cordusio...

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites


Vorrei si scrivesse..

Vorrei si partecipasse..

Vorrei ci fosse più onestà d'animo..

Vorrei ci fosse più coinvolgimento..

Vorrei ci si lasciasse andare...

Vorrei ci fosse più dialogo..

Vorrei ci fosse più complicità..

Vorrei ci fosse più stima...

Vorrei che si ammettessero i veri responsabili..

Vorrei semplicemente sincerità...

 

 

 

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites


Il 4/8/2018 alle 03:44, eracle62 dice:

Vorrei si scrivesse..

Vorrei si partecipasse..

Vorrei ci fosse più onestà d'animo..

Vorrei ci fosse più coinvolgimento..

Vorrei ci si lasciasse andare...

Vorrei ci fosse più dialogo..

Vorrei ci fosse più complicità..

Vorrei ci fosse più stima...

Vorrei che si ammettessero i veri responsabili..

Vorrei semplicemente sincerità...

 

 

 

Splendido post che condivido in toto, purtroppo la numismatica ha tanti problemi, ma i problemi sono legati sempre a degli uomini, e gli uomini siamo noi, credo ci vorrebbe un nuovo Rinascimento ma lo ritengo difficile, se poi quando si compie qualcosa di storico come l'esposizione unica e fissa di monete di Milano in Ambrosiana, momento che Milano attendeva e auspicava da secoli , poi alla inaugurazione non presenziano i massimi responsabili di varie realtà della Milano numismatica, allora si capisce che difficilmente la nostra numismatica potrà avere un futuro così come e', fatto grave , stigmatizzato da molti, che non depone a favore dell'unità, sulla collaborazione e il sapersi stringere sul bene comune e sui simboli che sono della città, non di sigle ...sono oltre tutto e tutti e rimarranno per i posteri.

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites


Beh cari amici e li da vedere...

La Milano pseudo numismatica, continua a latitare, eventi straordinari e unici disertati in modo palese e anomalo.

In questo modo ho dei forti dubbi sulla volontà di reciprocità, di reale interesse per la numismatica, e del bene per la città di Milano.

A osservare quello che Milano offre in questo momento a Parte il Cordusio, una landa desolante..

Chissà come si pensa di poter donare il testimone alla nuova generazione.

Non certo con l'assenteismo, non certo con i silenzi, non certo ignorando eventi storici di portata imbarazzante.

Ma sono egualmente sereno, perchè quello che scrivo da un decennio ormai, è tutto qui sul forum da leggere per i posteri, oltre ad una copia salvata per ogni evenienza..

Come quello che non scrivono gli altri ovviamente..

Quello che vorrei tema  principale del post, è verità...

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites


Lamoneta e’ un attento notaio di tutto e registra i fatti.

Penso che Milano sia, nonostante i numerosi eventi, le esposizioni, le conferenze in un momento drammaticamente di involuzione dove gli interessi specifici e di posizioni sovrastano quelli dei valori, della divulgazione, dei giovani, bisogna anche dirlo francamente, peccato tanti appassionati che si sono persi in logiche di supporto di chi vuole che tutto rimanga immobile e fermo, ma la fiducia non deve mancare mai, il Paese ha tanti fermenti, tante passioni, tanto cuore, faremo anche per loro per chi saprà e vorrà stare dalla parte di chi vuole essere vicino a tutti senza interesse alcuno ...

 

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites


faremo anche per loro per chi saprà e vorrà stare dalla parte di chi vuole essere vicino a tutti senza interesse alcuno...

Qui verte tutto, il fatto che non ci sia stato e non ci sarà..interesse..

Ma purtroppo il popolo segue, senza pensare con la sua testa..

E questo è il risultato una Milano distrutta per cosa?

Per gli interessi veri di quelle due realtà che hanno voluto a tutti i costi screditare la passione vera priva di secondi fini, dimostratolo nel tempo e ancor oggi visibile agli occhi di tutti..

Povera numismatica..

 

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites


8 ore fa, eracle62 dice:

faremo anche per loro per chi saprà e vorrà stare dalla parte di chi vuole essere vicino a tutti senza interesse alcuno...

Qui verte tutto, il fatto che non ci sia stato e non ci sarà..interesse..

Ma purtroppo il popolo segue, senza pensare con la sua testa..

E questo è il risultato una Milano distrutta per cosa?

Per gli interessi veri di quelle due realtà che hanno voluto a tutti i costi screditare la passione vera priva di secondi fini, dimostratolo nel tempo e ancor oggi visibile agli occhi di tutti..

Povera numismatica..

 

Povera numismatica, povera Milano, città mia, per fortuna che siamo e vogliamo essere sempre più italici, la penisola aspetta e ascolta  invece...

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites


cari soci, cosa succede, sento in questa discussione tanto pessimismo, anche da te caro Mario, che sei sempre stato un vulcano d'idee e un potente motore per realizzarle. Forse il periodo estivo,il caldo o la voglia delle ferie? Un idea per aiutare il mercato del Cordusio, potrebbe esse quella di metterlo il rete, scambi e vendite che dal centro di Milano si diramano in tutt'Italia, che ne dite? O sono io pazzo per il gran caldo????  SURSUM CORDA

Edited by alfred
  • Like 2
Link to comment
Share on other sites


  • 2 weeks later...
Il 13/8/2018 alle 18:17, alfred dice:

cari soci, cosa succede, sento in questa discussione tanto pessimismo, anche da te caro Mario, che sei sempre stato un vulcano d'idee e un potente motore per realizzarle. Forse il periodo estivo,il caldo o la voglia delle ferie? Un idea per aiutare il mercato del Cordusio, potrebbe esse quella di metterlo il rete, scambi e vendite che dal centro di Milano si diramano in tutt'Italia, che ne dite? O sono io pazzo per il gran caldo????  SURSUM CORDA

No, non sei pazzo Alfred , sei uno di quelli che più ci ha aiutato scrivendo qui, sostenendoci e soprattutto proponendo, oggi la rete può effettivamente quasi tutto, un mercatino on Line può essere una idea, da valutare come impegno e sostenibilità, ma e’ una idea, una proposta, un dare qualcosa, se tutti stanno zitti non si va avanti e non si va da nessuna parte, sempre che si voglia fare se no va bene anche stare fermi ma sarà altro rispetto a quello che ci eravamo prefissati ...grazie Alfred

Link to comment
Share on other sites


Supporter

Buongiorno a tutti, dopo quello che ho visto e sentito negli ultimi mesi, vorrei esprimere la mia opinione, quella di un comune utente del forum e di semplice collezionista.

La numismatica che vorrei...

vorrei più apertura, più collaborazione sincera e voglia di condividere. La numismatica in senso esteso è composta da tutti coloro che si interessano di monete, soprattutto collezionisti, ma non solo. Numismatici in senso più ristretto si intendono coloro che appartengono ad un nucleo ristretto di studiosi, commercianti e collezionisti, persone che per competenza, passione e, perché no, possibilità economiche si elevano sulla massa degli altri appassionati. Nel forum e nelle diverse iniziative a cui ho partecipato in questi ultimi anni, avevo assistito all'avvio di un colloquio tra questi mondi fino ad ora separati. Il mercatino settimanale del Cordusio a Milano è uno dei luoghi dove gli appassionati di numismatica si sono sempre potuti incontrare. Sono un frequentatore del mercatino da molti anni e solo negli ultimi  tempi, grazie alle iniziative dell'associazione Quelli del Cordusio, ho notato una maggiore capacità di interlocuzione tra i due mondi numismatici di cui parlavo. Mi sento di poterlo affermare perché, dopo anni di frequentazione dell'ambiente numismatico milanese, solo di recente ho avuto occasione di contatti e scambi di opinione con diversi Numismatici con la enne maiuscola. Peccato, mi sembrava che a Milano si stesse formando una nuova coscienza dell'essere numismatico, con una sequenza di convegni, conferenze, esposizioni e invece, proprio quando sembrava che il fiore stesse sbocciando è successo qualcosa, che non riesco a comprendere. Come dicevo, in questi ultimi tempi ho partecipato a parecchie iniziative, tutte molto interessanti, dalle conferenze del Circolo Culturale Numismatico Milanese, all'incontro dei soci della SNI alla Cattolica e poi a tutte le iniziative milanesi dell'associazione Quelli del Cordusio, pensavo (o speravo) di assistere all'alba di una nuova visione della numismatica, propedeutica alla diffusione di una passione che, per certe tipologie di monete, richiede un impegno più culturale che economico, e invece adesso ho l'amara sensazione che sia stato tutto un fuoco di paglia.

Adesso lo chiedo agli altri utenti, o meglio appassionati numismatici: abbiamo visto le potenzialità insite nella diffusione della nostra passione, cosa possiamo fare per cercare di essere visibili, appassionare i giovani ed avvicinarli alla numismatica per quello che è veramente?

 

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites


Semplicemente lasciar lavorare le persone che credono e portano avanti da anni con risultai e fatti realmente  la divulgazione anche solo in un semplice mercatino..vedi il Cordusio, senza interferenze, e collaborando per riuscire a far si che tutto possa scorrere con serenità e interesse per i giovani.

La numismatica ha bisogno di figure trascinatrici e non di polemiche..

Questo, il Karisma di uomini che ogni giorno ci mettono del proprio per riuscire a donare semplicemente conoscenza ed emozione..

Facendo diventare anche le fiabe a volte una realtà concreta..

Eros 

 

  • Like 2
Link to comment
Share on other sites


 E se fosse stato semplicemente il Cordusio il trascinatore, lo stimolo per fare ? Un ciclone disinteressato di fare e iniziative che ha scosso il mondo torbido e fermo della numismatica.

Fare ma fare veramente, lavoro, certi risultati senza questo non li ottieni, idee, ma poi bisogna anche che  ti permettano di farlo, se si erge un muro si capisce che si vuole ancora l'immobilismo, il stare fermi sulle rendite acquisite e poi lealtà, rispetto, ringraziare anche chi ha fatto, se fai polemiche in continuazione non fai che bloccare il fare, ma questo non accadrà ...si farà con ponderazione e calma ma si farà ...

In fondo non e' necessaria una Associazione, un circolo, anche un individuo può fare basta volerlo, certo la Numismatica si dimostra tra quelli visti come l'ambito più conservatore, contrario alle novità e innovazioni  e restio a cambiamenti per eccellenza....il dialogo c’entra poco, c’entra il non fare opposizione al muoversi, al fare, il non avere paura di un futuro e di un trapasso generazionale che comunque ci sarà e che dovrà dare continuità alla numismatica italiana pena la scomparsa della stessa ...

  • Like 2
Link to comment
Share on other sites


Ci sono le parole nella numismatica, tante, tante, spesso a sproposito e poi i fatti, pochi purtroppo.

Ho sempre privilegiato nella vita, nel lavoro i fatti, i fatti rimangono sono incontestabili, reali, li puoi toccare, le parole volano ...

E col Cordusio abbiamo fatto fatti che sono lì per tutti, difficile ricordarli tutti certamente l’esposizione di Monete in Ambrosiana rimarrà come un segno per la città e la numismatica storico, intoccabile.

Da sempre se ne parlava , Arslan che stimo tantissimo ai tempi Soprintendente del Castello pose in una relazione scritta degli anni intorno al 1970 come il passo più importante la costituzione del Museo delle monete di Milano, invece  nel centenario della Sni cioè 25 anni fa il Presidente di allora lo pose per iscritto come primo obiettivo e potrei continuare ...

Stiamo ancora aspettando ...nulla... poi arriva il Cordusio e in mezzo a mille difficoltà nel 2018 lo fa.

Altro segno che tutti toccano con mano il Gazzettino cartaceo e digitale, un mezzo divulgativo per tutti e dove tutti possono scrivere, i riscontri ci dicono che ce  n’era molto bisogno, il Gazzettino c’e’ e continuerà .

Ne cito anche un terzo ma potrei continuare... Milano dal 1983 non aveva un Convegno organizzato sulla sola zecca di Milano, lo fece la Sni in quell’anno.

2018 arriva il Cordusio 35 anni dopo e lo fa, fa Res Nummariae Mediolanenses e lo fa solo su Milano con annessa pubblicazione cartacea a Colori e streaming.

Questi sono fatti, superfatti, non chiacchiere, polemiche, giochetti, questi si stucchevoli, continueremo coi fatti, forse pochi ma che potranno essere utilizzati da tutti, così deve essere la numismatica, una numismatica per tutti e che faccia e che superi le logiche del difendere l’esistente e col demonizzare gli altri che fanno, con queste logiche la numismatica non potrà che decadere...

  • Like 2
Link to comment
Share on other sites


 Cosa vorresti in numismatica ? Vorrei lealtà, rispetto, riconoscenza in certi casi,  ricordo di quanto fatto, sensibilità umana che purtroppo ho visto in pochi, pochissimi casi, un poter vivere serenamente la passione e il poter dare se uno può liberamente, poter dare nulla più ...

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites


Mi auguro e spero che per fare divulgazione come e’ stata fatta senza alcun interesse finora non ci si debba rimettere in salute, lavoro, onorabilità, famiglia, serenità di parenti e amici vicini il tutto entrando in campi personali che nulla hanno a che vedere con la nostra numismatica, mi auguro che si fermino anche per loro ....forse più per loro ma per tutti, quella che vedo mi auguro che non sia la numismatica italiana perché non e’ possibile ...non può essere ...

Link to comment
Share on other sites


Oggi splende il sole, un raggio di luce di intravede all’orizzonte della numismatica, se sarà una buona speranza ce lo dirà come sempre il tempo, ogni giorno ci affida novità, emozioni, la vita e’ un attimo e sicuramente io sono per il motto cogli l’attimo non potrei fare altro d’altronde ...noi siamo un tramite per il futuro 

Link to comment
Share on other sites


Vorrei semplicità, amicizia, desiderio di appartenenza, voglia di mettersi in gioco, altruismo, e partecipazione..

Cose semplicissime, ma a volte apparentemente insormontabili..

Mi rivolgo a tutti coloro che leggeranno questo post, ricordatevi che da soli non si va da nessuna parte, si è vero l'ho detto e ridetto, ma avendolo provato in prima persona in tanti momenti difficili e non della mia vita, ho capito che lo stare insieme e quello che conta...

Basta poco..

Chiedo poco..

Questo vorrei dalla numismatica un gruppo unico, dove tutti possono dire ciò che vogliono, e fare quello che desiderano per il bene della collettività, tutti sotto la stessa bandiera quella della PASSIONE...

La numismatica diverrebbe grandissima, e noi tutti felici...

Link to comment
Share on other sites


A me basterebbe in fondo rispetto, stima e educazione, ci possono essere e ci sono, posizioni differenti su tutto in numismatica, io continuerò coi valori e la divulgazione, ma il numismatico in fondo conta, ma anche no, l'uomo invece conta, sopra tutto c'e' sempre l'uomo, si può concordare, non concordare, aderire, non aderire, ma il rispetto umano ci deve essere sempre nella vita, nella numismatica che per noi poi e' un hobby o poco più e anche divertimento e svago non parliamone proprio ...

Link to comment
Share on other sites


  • 2 weeks later...

Purtroppo questo mar agitato, colmo di onde minacciose, ostacola il navigar verso la terra chiamata numismatica..

Anch'essa risente dell'allontanarsi della speranza, fiduciosa attende che quel velier possa un di toccar terra, e portar finalmente quegli uomini al fine di farla rifiorir..

Vorrei tanto poter aiutare quell'equipaggio e il suo capitano, per dare ancora un senso ad una lenta agonia che affligge ultimamente l'ambiente, devastato da disegni tristemente noti..

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites


Cosa vorrei dalla numismatica ? Domanda difficile, ma anche semplice in fondo, basterebbero stima, rispetto, sincerità, in fondo cose semplici, da normale convivenza civile, da vita di tutti i giorni, partendo da questi basilari aspetti umani si potrebbe poi passare agli aspetti numismatici, prima l'uomo, gli uomini, poi la scienza, la tecnica….sembrerebbe scontato, elementare ma così non è...

Link to comment
Share on other sites


Ciò che desidero coltivando la passione per la numismatica mi si è via via chiarito nel tempo passando dal semplice collezionismo di monete allo studio e alla ricerca costante di libri numismatici,  purtroppo anche io appartengo a quel gruppo di appassionati che coltiva i suoi interessi per lo più in solitudine, un po' per indole e un po' anche per la mancanza di luoghi di ritrovo comune nella città pur importante dove vivo, Napoli;  ciononostante anche da solo qualcosa sto cercando di portare avanti ormai da qualche anno, la mia formazione bibliotecaria e la passione bibliofila accomunata a quella per le monete di ogni epoca mi hanno ispirato un grande sogno, una vasta e quanto più ricca possibile biblioteca numismatica, ne esistono di importanti in Italia settentrionale, tempo fa ho avuto il piacere di visitare quella presente a Padova collegata al museo Bottacin, un esempio di eccellenza a livello internazionale, purtroppo a Napoli non esiste nulla di minimamente paragonabile, nel mio piccolo sto creando una biblioteca privata ricca dei testi di riferimento negli ambiti numismatici che prediligo, ma il progetto più interessante e innovativo da questo punto di vista è un altro, una bibliografia/biblioteca digitale comprendente tutte le pubblicazioni riguardanti le zecche dell'Italia meridionale e della Sicilia e un'altra concernente invece la numismatica bizantina con estensione a tutta la produzione monetale dei popoli germanici in Italia, essendo da solo già questi due progetti sono gravosi per l'impegno e il tempo che richiedono, ma la speranza è di estendere in futuro questo progetto bibliografico ad altri settori numismatici.

Per questo lavoro mi avvalgo di una particolare applicazione bibliografica presente in rete, Mendeley (www.mendeley.com) , ci si può registrare gratuitamente e fruire di due giga di spazio per la creazione del proprio database bibliografico, se si vuole accrescere lo spazio di memoria si paga un modesto canone mensile, ma tra le applicazioni bibliografiche esistenti lo spazio concesso gratuitamente è il massimo disponibile. Il vantaggio di una simile bibliografia è di poter creare delle schede bibliografiche ad aggiornamento continuo e molto estese con la possibilità di allegare i full text in pdf ove esistenti e altro materiale inerente al testo schedato come immagini o recensioni, si possono creare anche collegamenti a siti web ove reperire il testo in formato digitale, corredare le schede di abstract sintetici o dei sommari nonchè di tags di identificazione utilissimi per le ricerche di testi specifici. Si tratta in definitiva di uno strumento molto potente che permette la costituzione di raccolte bibliografiche potenzialmente complete nei settori di studio prescelti, basti pensare all'utilità di poter disporre in simultanea, sinotticamente, di molteplici testi inerenti uno specifico tema, il tutto senza ingolfare una scrivania di libri, ma comodamente cliccabile su un tablet anche mentre si sta fuori casa, magari in un bar a fare colazione.

Una goduria quindi, ma purtroppo non facilmente condivisibile come avrei voluto, le leggi del copyright impediscono la messa in rete dei database prodotti, di conseguenza i modi di condivisione sono essenzialmente due, il primo è l'installazione dell'applicazione su un computer ad uso pubblico, quello di una biblioteca o associazione, con accesso disponibile ai soli fruitori della biblioteca, il secondo, riservato comunque a pochi, è la costituzione di appositi gruppi privati nel sito Mendeley ai cui membri è permesso condividere e fruire del contenuto e dei pdf di ciascun database da loro prodotto, sono possibili anche gruppi pubblici ma in tal caso la condivisione è limitata solo alle schede bibliografiche senza la fruizione dei testi in pdf il chè limita parecchio il potenziale dei database, al momento essendo da solo le bibliografie da me prodotte sono fruibili solo nei tre computer da me usati nella mia biblioteca e studio personale, ma spero prima o poi di poterle condividere in almeno uno dei modi sopradetti, intanto allego delle immagini per dare un minimo di idea sul lavoro svolto fino a questo momento...

2018-09-26 (1).jpg

2018-09-26 (2).jpg

2018-09-26 (3).jpg

2018-09-26 (4).jpg

2018-09-26 (5).jpg

2018-09-26 (6).jpg

2018-09-26 (7).jpg

2018-09-26 (8).jpg

  • Like 2
Link to comment
Share on other sites


Questi sono i post che rendono bella Lamoneta, indubbiamente che tu abbia una grande passione e una grande voglia di arrivare a realizzare quasi una sfida, un sogno sicuramente non può che spingere subito a essere con te, impossibile per me non esserci ...

La biblioteca reale indubbiamente e' complessa da realizzare, anche se pero' io vedo un esempio di bibliofili vicino a casa mia a Milano che hanno aperto una libreria, biblioteca, bar, locanda con qualche piatto, internet, saletta per riunioncine, i libri si possono comprare, ma solo anche consultare, leggere, puoi bere qualcosa praticamente attorniato da libri, alcuni anche preziosi, antichi.

Questa idea mi piace molto, in fondo e' un po' missione ma anche ormai lavoro.

La digitale e' più fattibile, in fondo anche Lamoneta ne ha una, anche Academia edu e' una grande risorsa dove io stesso lascio tutti i miei contributi disponibili, dove non ci siano però diritti, la vedo fattibile magari anche con un gruppo di appassionati che debbano entrare per farne parte, la partenza c'è io credo che tu possa e debba proseguire, sognare e' lecito e a volte qualcosa poi esce fuori, ti seguiremo ...

  • Thanks 1
Link to comment
Share on other sites


 Share

×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.