Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
claudioc47

RUGGERO II: RESTAURO DI UN RARISSIMO FOLLARO DI CAPUA

Risposte migliori

claudioc47
Supporter

RUGGERO II: RESTAURO DI UN RARISSIMO FOLLARO DI CAPUA

 

Durante un conviviale incontro di amici collezionisti, mi è stato affidato un rarissimo follaro di Ruggero II.

Durante il X secolo, la nuova Capua, divenne la capitale del Principato Longobardo di Capua, uno stato autonomo esteso su tutta la Terra di Lavoro fino al fiume Garigliano.

Verso la fine del medesimo secolo, Capua raggiunse il suo apogeo: il Principe Pandolfo I Capo di ferro (961-981) riunificò i domini dell'Italia longobarda meridionale, inoltre venendo in aiuto di Papa Giovanni XIII, esule da Roma tra il 965 ed il 966, ottenne l'elevazione di Capua a Metropolia.

Nell'anno 1059 il conte normanno di Aversa Riccardo I conquistò il potente Principato longobardo di Capua.

La potenza conquistatrice dei Normanni porterà alla creazione del regno di Sicilia e nello stesso tempo preoccupò non poco l’Imperatore Lotario III, che, durante il regno di Ruggero II, con l’appoggio del Papa Innocenzo II, mosse guerra ai Normanni sconfiggendoli. Ma non appena l’Imperatore tornò in Germania, Ruggero II riconquistò il Regno sconfiggendo le truppe di Innocenzo II che fu costretto a investirlo Re di Sicilia, Duca di Puglia e Principe di Capua.

Sembra che proprio nell’occasione della riconquista di Capua nel 1135, fu coniato questo follaro.

CNI XVIII pag. 249 n. 1- Tv XIII-13; D’Andrea –Contreras 142; Travaini 1995 n. 200

Come si può vedere dalle foto, la moneta presentava vaste ossidazioni rendendola difficilmente leggibile. Dopo diversi bagni e con un paziente lavoro di asportazione meccanica sotto forte ingrandimento, la moneta è tornata completamente leggibile.

Ringrazio il proprietario per la fiducia e per l’autorizzazione alla pubblicazione delle foto.

 

1005539860_DSCN4528-Copia.JPG.060342ec965e830030b9544abdc8b96e.JPG1750056787_DSCN4529-Copia.JPG.a5d90e70d085fde1ee0d0c90fb6982bd.JPG

 

316134148_DSCN4558-Copia.JPG.a20fbb9eb4feb7fc16116a6c089c84de.JPG1868672457_DSCN4560-Copia.JPG.00a110285f3534c342bf50617ba6d6af.JPG

  • Mi piace 7

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

gennydbmoney

Complimenti, direi un ottimo lavoro... 

  • Grazie 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

eliodoro
Supporter
7 ore fa, claudioc47 dice:

RUGGERO II: RESTAURO DI UN RARISSIMO FOLLARO DI CAPUA

 

Durante un conviviale incontro di amici collezionisti, mi è stato affidato un rarissimo follaro di Ruggero II.

Durante il X secolo, la nuova Capua, divenne la capitale del Principato Longobardo di Capua, uno stato autonomo esteso su tutta la Terra di Lavoro fino al fiume Garigliano.

Verso la fine del medesimo secolo, Capua raggiunse il suo apogeo: il Principe Pandolfo I Capo di ferro (961-981) riunificò i domini dell'Italia longobarda meridionale, inoltre venendo in aiuto di Papa Giovanni XIII, esule da Roma tra il 965 ed il 966, ottenne l'elevazione di Capua a Metropolia.

Nell'anno 1059 il conte normanno di Aversa Riccardo I conquistò il potente Principato longobardo di Capua.

La potenza conquistatrice dei Normanni porterà alla creazione del regno di Sicilia e nello stesso tempo preoccupò non poco l’Imperatore Lotario III, che, durante il regno di Ruggero II, con l’appoggio del Papa Innocenzo II, mosse guerra ai Normanni sconfiggendoli. Ma non appena l’Imperatore tornò in Germania, Ruggero II riconquistò il Regno sconfiggendo le truppe di Innocenzo II che fu costretto a investirlo Re di Sicilia, Duca di Puglia e Principe di Capua.

Sembra che proprio nell’occasione della riconquista di Capua nel 1135, fu coniato questo follaro.

CNI XVIII pag. 249 n. 1- Tv XIII-13; D’Andrea –Contreras 142; Travaini 1995 n. 200

Come si può vedere dalle foto, la moneta presentava vaste ossidazioni rendendola difficilmente leggibile. Dopo diversi bagni e con un paziente lavoro di asportazione meccanica sotto forte ingrandimento, la moneta è tornata completamente leggibile.

Ringrazio il proprietario per la fiducia e per l’autorizzazione alla pubblicazione delle foto.

 

1005539860_DSCN4528-Copia.JPG.060342ec965e830030b9544abdc8b96e.JPG1750056787_DSCN4529-Copia.JPG.a5d90e70d085fde1ee0d0c90fb6982bd.JPG

 

316134148_DSCN4558-Copia.JPG.a20fbb9eb4feb7fc16116a6c089c84de.JPG1868672457_DSCN4560-Copia.JPG.00a110285f3534c342bf50617ba6d6af.JPG

Ringrazio Claudio per il meraviglioso lavoro eseguito sul follaro, adesso è una moneta completamente leggibile.

Saluti Eliodoro

  • Grazie 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

santone

Bravo Claudio

Modificato da santone
  • Grazie 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

dux-sab

bel lavoro. si tratta di una asportazione meccanica o chimica?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

claudioc47
Supporter
Adesso, dux-sab dice:

bel lavoro. si tratta di una asportazione meccanica o chimica?

Grazie. In parte chimica ed in parte meccanica.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×