Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Legio II Italica

Il fascino dell' Impero presso Provinciali e Barbari

Risposte migliori

Legio II Italica

Fa parte della natura umana o almeno alla maggior parte di questa , essere attratti verso le cose belle , ordinate , importanti , forti e che diano un sensazione di sicurezza ; questo naturalmente in linea generale poiche' risulta piu' difficile ed inaccettabile essere attratti verso chi ti conquista con la forza anche se il conquistatore possiede tutte le caratteristiche sopra descritte . Tale dovette apparire ai Barbari il conquistatore romano repubblicano o imperiale , eppure capita che a volte il conquistatore sappia talmente farsi apprezzare dal conquistato che questo , pur perdendo la liberta' civica , ritiene comunque un fatto sopportabile la perdita della liberta' in cambio dei benifici che il conquistatore arrecca alla societa' conquistata .

Probabilmente poterono essere questi i ragionamenti che dovettero attraversare la mente dei popoli barbari sottomessi dai Romani , i quali dopo i primi duri e insopportabili anni della dominazione romana iniziarono ad adattarsi alla nuova situazione , anzi partecipando attivamente al nuovo status sociale prima imposto e importato da Roma , poi ben assimilato ed imitato .

Ma non fu sempre ed ovunque cosi' .

La romanizzazione dei popoli man mano conquistati richiese molti decenni e in alcuni casi come ad esempio la Spagna , circa due secoli , ma alla fine del processo fu completa tanto che , rimanendo in ambito della Spagna , questa Provincia produsse ben tre grandi e importanti Imperatori : Traiano , Adriano e Teodosio ; fino alla fine dell' Impero la Spagna rimase la Provincia maggiormente romanizzata . Fu inizialmente con l' Imperatore Claudio che molti importanti e facoltosi uomini provinciali entrarono per la prima volta a far parte del Senato di Roma , questa “manovra politica” accordo' due motivazioni : 1 ) i provinciali per un senso di orgoglio e di arrivismo personale , appunto soggiogati e desiderosi di partecipare alla direzione dello Stato , attratti insomma dal fascino dell' Impero , 2 ) Roma e l' Italia ne trassero vantaggi perche' questi nuovi Senatori provenienti dalle Provincie dovevano in cambio della carica senatoriale investire denari in Italia , un terzo del loro patrimonio .

Questo processo iniziato da Claudio prosegui' nel corso della Storia , tanto che il Senato di Roma , un tempo costituito da soli cittadini Romani e in seguito da Romani e Italici , divento' alla fine un Senato europeo o meglio di tutto il mondo romano .

La romanizzazione , grazie alla civilta' romana , dove per civilta' si intende tutto il complesso delle leggi civili e militari , fu relativamente facile presso i popoli conquistati , richiese tempo , ma infine fu completa ; diverso fu il comportamento e il rapporto dei popoli confinanti nei riguardi dell' Impero Romano , diciamo Germanici in senso lato , questi popoli contro i quali Roma combatteva con alterne vicende , molto spesso furono aggregati nell' esercito romano come Ausiliari e per loro questa era al momento la massima aspirazione per entrare a far parte del mondo romano , che ai loro occhi appariva come qualcosa di irraggiungibile ed inimmaginabile nelle loro terre ; ma nell' anno 235 accadde qualcosa di inconcepibile ed inatteso che stravolse completamente questo andamento di cose : un Barbaro o semi Barbaro raggiunse l' apice del mondo romano diventando Imperatore , questi fu Massimino , forse di nazionalita' Trace . Il fascino dell' Impero , unito ad un eccelso impulso di arrivismo , aveva colpito al massimo livello possibile per un ex Barbaro .

Ma chi era questo Barbaro che aveva osato diventare Imperatore senza l' approvazione del Senato di Roma ? Secondo la Storia Augusta era figlio di un Goto e di una Alana , secondo lo storico Erodiano era un pastore Trace di umili origini semibarbare che in entrambi i casi , quando nacque , non aveva ancora la cittadinanza romana ; fu anche il primo Imperatore soldato del III secolo eletto direttamente dalle Legioni del Reno senza essere stato riconosciuto dal Senato , fu un evento che in seguito dette il via ai successivi Imperatori soldato dopo la morte di Gordiano III , seguiti poi dalla serie degli Imperatori Illirici , dopo l' intervallo di Valeriano e Gallieno , i quali contribuirono alla salvezza dell' Impero passando indenni attraverso i terribili anni della fine del III secolo .

Concludendo questo breve e succinto percorso storico si puo' affermare che l' Impero Romano fu , come dice il nome , una violazione delle liberta' dei popoli , ma in compenso questo stato di fatto fu accettato da tutti i sottomessi dopo che questi si resero conto degli indubbi vantaggi che la cittadinanza romana e la patria comune comportavano , tanto che chiunque , dal comune cittadino al nobile ricco , dal semplice soldato al generale , potevano aspirare a comandarlo .

 

 

Impero Romano.a jpg.png

Impero Romano.jpg

  • Mi piace 3

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ARES III

@Legio II Italica i tuoi post sono sempre interessantissimi e questo non fa eccezione.

L'origine tracia e la bassa estrazione sociale di Massimino non ci ricorda un altro famosissimo personaggio della storia romana ? Sì, proprio Spartaco (poi se anche lui fosse effettivamente della Tracia, anche qui ci sono più scuole di pensiero .....)

Quindi l'accostamento delle origini Massimino con quelle di Spartaco, potrebbe essere un artefatto creato per dare una qualche aspettativa ai sudditi: un uomo di origini umili che è potuto salire fino all'apice della società, di stirpe trace quindi sinonimo di forza e capacità militare.

Consideriamo poi Erodiano (170-240 d.C.) contemporaneo di Massimino (173-238 d.C.) ........

Vorrei sottolineare un altro aspetto molto importante: il potere e l'influenza dell'esercito in ambito politico, mentre il Senato si appiattisce sempre più fungendo alla fine solo da organo confermativo nelle elezioni imperiali. Questo elemento ha permesso il vero rinnovamento della classe dirigente romana, in quanto nell'esercito erano presenti tutte le varie etnie-popolazioni.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Legio II Italica

Ciao @ARES III, grazie per il tuo commento .

Dovrebbe essere proprio questo lo scopo degli articoli esposti , suscitare interessi e commenti per ampliare l' argomento , d' altra parte evito di prolungare troppo i post oltre lo stretto necessario proprio per lasciare spazio agli interventi altrui , purtroppo raramente cio' avviene al punto che molte volte mi domando se questa Sezione abbia realmente bisogno di un Curatore e se magari non fosse meglio lasciarla libera .

Un saluto

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Legio II Italica

A proposito di Massimino , citato sia nel Post sia nella risposta di @ARES III , fu il primo Imperatore e uno dei pochissimi che non mise mai piede a Roma poiché tutta la sua carriera imperiale si svolse lungo il limes renano e in Germania , venne ucciso ad Aquileia quando era in marcia verso Roma nella guerra contro Pupieno e Balbino .

Questa sua lontananza da Roma si riflette' anche nelle emissioni monetali dove compare in alcuni profili piuttosto diversi tra loro dovuti alla mancanza visiva dal vero di Massimino da parte degli incisori .

Massimino , RIC33.jpg

Massimino , RIC43.jpg

Massimino , RIC64.jpg

Massimino , RIC81.jpg

Massimino , RIC90.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Legio II Italica
1 ora fa, ARES III dice:

Poi @Legio II Italica (non so se mi ricordo bene) non soffriva di gigantismo ?

Esatto , almeno da quanto tramandano gli storici , sembra fosse alto piu' di otto piedi romani che corrisponderebbe a circa metri 2,40 , un vero gigante . La Storia Augusta e' piena di aneddoti sulla forza sovrumana di Massimino .

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×