Jump to content
IGNORED

Metodi per datare una M.R.I.


Legio II Italica
 Share

Recommended Posts

Post dedicato principalmente ai giovani collezionisti di monete romane imperiali .

Sono stato in dubbio se pubblicare questo Post nella Sezione : Monete Imperiali Romane oppure nella nostra Sezione di Storia ed Archeologia , infine , essendo un argomento generico e non specifico , ho scelto questa perche' argomento piu' attinente alla Storia che alla numismatica pura .

Non conosco quali siano i criteri e le considerazioni che inducono molti collezionisti a scegliere circa un acquisto di monete romane del periodo imperiale , sicuramente saranno molti e diversi , secondo le esigenze ed interessi di ciascuno ; credo importante pero' , oltre a tanti altri e vari fattori di interesse che inducono alla scelta , conoscere quando un moneta e' stata emessa , al fine di coniugare l' interesse prettamente numismatico e artistico della moneta con il contesto storico di emissione .

Uno dei problemi che presentano le monete romane imperiali , ma anche repubblicane , e' che nella maggioranza delle emissioni rimane difficile stabilirne con certezza l' anno esatto di emissione , questo dato lo ritengo un fattore importante per meglio inquadrare cronologicamente la moneta rispetto alla Storia dell' anno dell' emissione .

Indicare l' anno di emissione su una moneta credo sia una “invenzione” relativamente moderna risalente forse a non prima del XIV - XV secolo ? , qui chiedo aiuto e conferma ai numismatici piu' esperti ; quindi come fare a capire quando una moneta romana fu coniata e stabilirne quindi con certezza l' anno di emissione ? Il metodo piu' semplice e' quello di fare riferimento al nome dell' Imperatore raffigurato nel dritto , ma in questo caso la datazione e' vaga perche' abbraccia un arco di tempo generalmente troppo lungo , quindi non va bene . I metodi piu' adatti e circoscritti nel tempo che possono aiutare sono diversi quando nella moneta compaiano determinate sigle , vediamo quali sono quelle piu' importanti : COS = Consolato , IMP = Saluto Imperatorio , PP = Padre della Patria , PM = Pontificato Massimo , TR P = Tribunicia Potesta' , attributi onorifici tipo = PIUS o FEL , oppure quando nella legenda compare il nome del popolo nemico sottomesso cioe' i Titoli Vittoriosi = GERM – PART – DAC – BRIT .

Datazioni utili per una emissione precisa sono anche quelle particolari monete dove compaiono DIVUS e le CONSECRATIO , cioe' divinizzazione e funerale di Imperatori o consorti .

Vediamone uno per uno , COS = Consolato , e' il piu' comune come titolo riportato nelle monete ma purtroppo non e' molto affidabile per datare una moneta perche' tranne in alcuni casi particolari il Consolato comprende piu' anni tra un titolo seguito da un numero e l' altro ; IMP = Saluto Imperatorio , veniva concesso dai soldati all' Imperatore vittorioso in battaglia e dopo il titolo compariva un numero come per il Consolato , corrispondente a quante volte veniva concesso il titolo , questo titolo e' un indicatore importante per datare con precisione la moneta , purtroppo pero' compare piuttosto raramente nelle legende delle monete ; PP = Padre della Patria , era un titolo onorifico riservato all' Imperatore , ma non era una Magistratura , era solo un titolo concesso all' Imperatore come ringraziamento per particolari meriti nei confronti dello Stato romano , anche questo e' un importante indice per datare con precisione una moneta , questo titolo  compare piu' frequentemente rispetto al precedente nelle legende della moneta ; PM = Pontificato Massimo o Pontefice Massimo , era una carica sacerdotale di antichissima data , che dall' anno 12 a.C. , cioe' da Augusto , era riservata all' Imperatore , ma dall' anno 376 con l' Imperatore cristiano Graziano cesso' di esistere , titolo che fu ad appannaggio esclusivo del Vescovo di Roma , cioe' del Papa , anche questa carica non e' costante nel tempo nelle legende delle monete quindi non sempre databili ; TR P = Tribunicia Podesta' , importante carica politica ; la Tribunicia Potestas , concetto traducibile in italiano come "potestà tribunizia", era l' autorità di cui godevano i Tribuni della Plebe nell' Antica Roma . Durante l' età imperiale essa divenne fin dai tempi di Augusto , uno degli elementi portanti dell' autorità imperiale in quanto garantiva il diritto di veto su qualsiasi decreto del Senato , il diritto di immunità personale e la possibilità di comminare condanne capitali ; la sua attribuzione assegnava dunque , al personaggio che la riceveva tutte le prerogative concesse ai tribuni della plebe , senza tuttavia l'investitura della carica ; questa carica e' il migliore indicatore dell' emissione di una moneta romana in quanto la TR P della legenda stabiliva la durata di un solo anno , quindi in base all' assenza o al numero che seguiva la carica si puo' stabilire esattamente l' anno di emissione della moneta .

Tutto questo discorso vale principalmente per le monete imperiali dell' alto e medio impero , poiche' dalla fine del III secolo , diciamo ad iniziare circa dal periodo tra Gallieno e Aureliano , le legende relative all' Imperatore iniziano ad accorciarsi e diventano piu' generiche , infatti troviamo scritto IMP o DN ...…....P. F. AUG. , con varianti ancora piu' brevi tipo il nome seguito da P.F. AUG. o solo AUG , mentre tutte le altre cariche sopra descritte diventano piu' rare fino poi a scomparire del tutto . Come fare quindi a datare l' anno di emissione delle monete del tardo impero ? risulta quasi impossibile , tranne nei casi in cui ricorrono : morti di Imperatori , VOTI , VITTORIE con nomi di popoli , passaggi da CESARE ad AUGUSTO ; in tutti gli altri casi su queste monete la datazione segue l' arco del tempo in cui regno' l' Imperatore raffigurato nel dritto , oppure in alcuni casi puo' aiutare nella datazione il nome e il numero della zecca di emissione .

Non mi sovvengono altri casi in cui si possa datare l' anno di emissione di una M.I.R. , se qualche utente avesse altri dati disponibili da inserire per una esatta datazione , ben vengano .

In foto alcune esempi di monete di varie epoche con informazioni che servono a datare l' anno di emissione .

Augusto Pater Patriae.jpg

Claudio , PM TRP IMP PP.jpg

Antonino Pio , DIVO PIO.jpg

Marco Aurelio , CONSECRATIO.jpg

Alessandro Severo PM TRP XI COS II PP.jpg

Massimino , PM TR P IIII COS PP.jpg

Gordiano III PIUS FEL.jpg

Edited by Legio II Italica
  • Like 3
  • Thanks 1
Link to comment
Share on other sites


Alcuni altri esempi di monete a partire dalla fine del III secolo in poi delle quali e' possibile stabilire l' anno di emissione oppure del periodo a cavallo tra due anni .

Claudio II , VICTORIA GOTHICA.jpg

Claudio II , CONSECRATIO.jpg

Costantino VOT XX.jpg

Costantino , SARMATIA DEVICTA.jpg

Massenzio , VOT QQ MUL XX.jpg

Magnenzio , VOT V MUL X.jpg

Link to comment
Share on other sites


Salve , nessuno tra i numismatici sa rispondere alla mia domanda posta nell' articolo , cioe' a quando risalgono , almeno sapere il secolo , le prime monete antiche , immagino medievali , che portano impresso l' anno di emissione ? e' una mia curiosita' personale ma che forse anche altri non conoscono , grazie .

Edited by Legio II Italica
Link to comment
Share on other sites


Ciao Legio.. riguardo le monete medievali o meglio moderne del regno di Napoli..le prime date compaiono con Filippo Il nella seconda metà del 1500, 1571- 1572..per i periodi precedenti si fa riferimento alle sigle apposte dai mastri di zecca ed ancora prima, Normanni e svevi, agli anni di regno del re.. quindi la domanda da te posta, va contestualizzata. Saluti Eliodoro

Edited by eliodoro
  • Thanks 1
Link to comment
Share on other sites


9 ore fa, eliodoro dice:

Ciao Legio.. riguardo le monete medievali o meglio moderne del regno di Napoli..le prime date compaiono con Filippo Il nella seconda metà del 1500, 1571- 1572..per i periodi precedenti si fa riferimento alle sigle apposte dai mastri di zecca ed ancora prima, Normanni e svevi, agli anni di regno del re.. quindi la domanda da te posta, va contestualizzata. Saluti Eliodoro

Grazie @eliodoro , immagino che sei molto competente circa le monete antiche e meno antiche emesse nella tua area geografica , quindi nella mia ipotesi avrei sbagliato di 100/200 anni considerando il solo anno preciso di emissione . Vediamo se qualche utente di altra zona conosce date antecedenti al 1500 .

Link to comment
Share on other sites


 

ciao Legio.. ricordo( ahimè   come passa il tempo ) questa bella discussione che ti potrebbe interessare. P.s.:potresti correggere il titolo? Con l' acronimo M.I.R. convenzionalmente si fa riferimento ai testi pubblicati da Varesi:  Monete Italiane Regionali..

varesi napoli.JPG

Edited by eliodoro
Link to comment
Share on other sites


1 ora fa, eliodoro dice:

 

ciao Legio.. ricordo( ahimè   come passa il tempo ) questa bella discussione che ti potrebbe interessare. P.s.:potresti correggere il titolo? Con l' acronimo M.I.R. convenzionalmente si fa riferimento ai testi pubblicati da Varesi:  Monete Italiane Regionali..

varesi napoli.JPG

Grazie e corretto titolo

Link to comment
Share on other sites


Eccezionale e mai personalmente conosciuto questo Sesterzio di Adriano , illustrato nel Post gentilmente allegato da @eliodoro , che data l' emissione all' anno 874 dalla fondazione di Roma che corrisponde al nostro anno 121 , data che rientra nel suo COS III come afferma il dritto , facendone la moneta piu' antica (italiana) e probabilmente mondiale ufficialmente datata , veramente straordinaria ed unica .

La sua legenda dice : ANN.DCCC.LXXIIII NAT VRB.P.CIR CON. , l' ultima parte : P. CIR. CON. rimane meno chiara e la figura centrale del rovescio aiuta poco , una figura maschile che tiene con una mano una ruota e con l' altra si appoggia o sorregge forse una Meta , riferimento al Circo Massimo ? ma quel cuneo potrebbe essere anche una Fontana , forse la Meta Sudans ? come altra ipotesi il gruppo centrale potrebbe riferirsi anche alla ricostruzione / ristrutturazione della Basilica di Nettuno , figura centrale maschile , che era bruciata ai tempi di Tito , edificio che insieme a tanti altri viene riportato dalla Storia Augusta come opera di Adriano .

ADRIANO.jpg

Edited by Legio II Italica
Link to comment
Share on other sites


Buonasera @Legio II Italica,

in assoluto, le prime monete medievali datate sono arabe, emesse dai califfi Umayyadi già nel secondo decennio del VII secolo. Le monete recano, in lingua araba, l’anno dell’Ègira.

Le prime monete medievali “Europee” datate furono invece coniate - anch’esse in in lingua araba - nella zecca di Amalfi da Costanza d’Altavilla per il figlio Federico II Hohenstaufen. I tarì in questione recano inciso l'anno dell’Ègira 595 e secondo Grierson, che adduce tutta una serie di motivi condivisibili,  possono essere stati battuti solamente nel novembre del 1198.

Qualche anno dopo, tra il 1251 e il 1258, negli Stati Crociati mediorientali furono invece battuti dihram e dinar (i cd. bisanti sarracinati delle fonti coeve), sempre in caratteri arabi, con la data “dall’incarnazione del Messia”.

La seconda emissione europea datata è invece danese. Su un denaro del re Valdemaro II, il Conquistatore si legge infatti la data in caratteri e numeri latini ANNO DOMINI MCCXXXIIII.

Per avere un’altra emissione datata in Europa dovranno passare altri 140 anni c., quando nella zecca di Aachen si cominciò a coniare grossi con inciso l’anno corrente, anch'esso in caratteri romani (le prime emissioni sono del 1372).

Per quanto riguarda il nord della Penisola Italiana, la prima moneta con data appartiene alla zecca di Forlì (non l’avreste mai detto, verò? 😄). Si tratta di un ducato d’oro di Girolamo Riario, signore della città Emiliano-Romagnola che reca la scritta IN ADIVT(orium) MEVM IN(tende) A(nno) MCCCCLXXX (quindi 1480).

A questa sporadica battitura faranno seguito pochi anni dopo le monete Bolognesi di Giovanni II Bentivioglio con data MCCCCLXXXXIIII, seguite da alcune cd. “prove” di Ludovico il Moro aventi al dritto, sotto il busto del duca di Milano, la data in caratteri arabi 1497.

Spero di aver soddisfatto almeno in parte la sua curiosità.

Cari saluti, Marco

 

Edited by teofrasto
errore di battitura
  • Like 4
  • Thanks 1
Link to comment
Share on other sites


Riguardo alle monete romane imperiali, se non ricordo male oltre a quella di Adriano esistono anche alcune altre monete datate:

- dell’imperatore Filippo, con legenda MILIARVM SAECVLVM, commemorative del millennio della fondazione della Città Eterna.

- dell’usurpatore Pacaziano, recanti l’anno 1001 dalla fondazione di Roma

Ma non è assolutamente il “mio campo” e forse dico una fesseria. 🤔

Edited by teofrasto
  • Like 1
Link to comment
Share on other sites


12 ore fa, teofrasto dice:

Riguardo alle monete romane imperiali, se non ricordo male oltre a quella di Adriano esistono anche alcune altre monete datate:

- dell’imperatore Filippo, con legenda MILIARVM SAECVLVM, commemorative del millennio della fondazione della Città Eterna.

- dell’usurpatore Pacaziano, recanti l’anno 1001 dalla fondazione di Roma

Ma non è assolutamente il “mio campo” e forse dico una fesseria. 🤔

Grazie @teofrasto per la sua gentilezza e competenza , in particolar modo a riguardo della prima risposta ; anche nella seconda risposta , alla quale rispondo , denota una ottima conoscenza nel campo delle monete romane avendo portato ad esempio due esemplari "datati" di cui il secondo non certamente da tutti conosciuto , virgoletto "datati" perché in questo caso non portano impressa una data precisa come nel caso della moneta di Adriano , questi due esemplari da te citati vanno considerati invece piu' come monete commemorative , come giustamente hai scritto , in quanto non presentano chiaramente la data di emissione bensi' una ricorrenza , cio' non toglie che queste monete romane vadano comunque collegate a fianco , ma dopo , quella di Adriano , probabilmente la moneta piu' antica con data .

Grazie per avere risposto al mio quesito .

Un saluto

Link to comment
Share on other sites


Chi volesse divertirsi a datare monete, epigrafi e iscrizioni varie sulla base della potestà tribunizia, delle acclamazioni imperatorie, della titolatura ecc. ecc. può procurarsi (e cercando bene si trova) il seguente volume:

 

Dietmar Kienast, Römische Kaisertabelle. Grundzüge einer römischen Kaiserchronologie, Darmstadt 2004.

Il testo è in tedesco, ma nulla di incomprensibile: per ogni imperatore vengono riportate in ordine cronologico tutte le cariche assunte, con le relative attestazioni epigrafiche, numismatiche e letterarie.

Così, per esempio, se ho un Severo Alessandro TR.P. XIV, sfoglio il Kienast e trovo che tale indicazione è relativa al periodo che va dal dicembre 234 al febbraio/marzo 235.

  • Thanks 2
Link to comment
Share on other sites


Ciao @Theodor Mommsen , potresti cortesemente postare qualche immagine del libro dove vengono descritte oppure illustrate : monete , iscrizioni epigrafiche , ecc. presenti nel libro ? grazie .

Sarei propenso ad acquistarlo pur non sapendo nulla di Tedesco , per questo motivo sarebbe utile avere qualche immagine per capire se sia possibile capirci qualcosa .

Link to comment
Share on other sites


1 ora fa, Legio II Italica dice:

Ciao @Theodor Mommsen , potresti cortesemente postare qualche immagine del libro dove vengono descritte oppure illustrate : monete , iscrizioni epigrafiche , ecc. presenti nel libro ? grazie .

Sarei propenso ad acquistarlo pur non sapendo nulla di Tedesco , per questo motivo sarebbe utile avere qualche immagine per capire se sia possibile capirci qualcosa .

Sarei interessato anche io! 

Link to comment
Share on other sites


32 minuti fa, Theodor Mommsen dice:

Carissimi @Legio II Italica e @WilliamB, vi allego qualche pagina del Kienast. 
Io sono di parte, ma lo trovo utilissimo e, come vedete, il fatto che sia scritto in tedesco non è un ostacolo insormontabile.


 

Screenshot (8).png

Screenshot (9).png

Screenshot (10).png

Screenshot (11).png

Screenshot (12).png

La ringrazio, troppo gentile.

Il testo è di immediata comprensione. Lo acquisterò!

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites


10 ore fa, Theodor Mommsen dice:

Carissimi @Legio II Italica e @WilliamB, vi allego qualche pagina del Kienast. 
Io sono di parte, ma lo trovo utilissimo e, come vedete, il fatto che sia scritto in tedesco non è un ostacolo insormontabile.


 

Screenshot (8).png

Screenshot (9).png

Screenshot (10).png

Screenshot (11).png

Screenshot (12).png

Grazie @Theodor Mommsen , utilissimo , semplice e veramente ben fatto , ma in Italia a nessuno e' venuta una idea simile ? la romanita' e' piu' apprezzata e studiata all' estero piuttosto che in Italia , sua sede naturale , peccato .

Link to comment
Share on other sites


Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.