Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
margheludo

La prima pietra del forte Falcone e le sue monete.

Risposte migliori

margheludo

Buona notte a tutti, domenica scorsa complice il tempo non proprio da mare assieme ad un gruppo di amici abbiamo optato per un pomeriggio culturale, obbiettivo prescelto la città di portoferraio la Cosmopoli cinquecentesca nata per volere del gran duca Cosimo primo De' Medici con l'obbiettivo di proteggere le coste toscane dalle oramai frequenti scorrerie piratesche mediante un insieme di imponenti fortificazioni nilitari costruite su uno sperone naturale già dimora dell'antico abitato romano di "Fabricia" che all'epoca dei fatti si chiamava "Ferraja"  .   ..."Il porto dell'Elva è di tale importanza, se fosse occupato da chi desidera perturbato le cose d'Italia, che harebbe la via facile di poter fare ciò che volesse perché quel sito è forte per natura; il porto capace di ogni grande armata e il luogo è  vicino a più luoghi dove si potrebbe fare danno. 16 aprile 1548"     Con queste parole il granduca esprime la necessità e l'urgenza di fortificare Porto ferrajo, parole che convincono anche lo scettico Carlo V a dare il benestare. Di li a poco Cosimo dara' incarico agli architetti Giovanbattista Bellucci  e Giovanni Camerini di progettare ed eseguire l'imponente opera, passa un anno e poco più ed il granduca presenzia di persona alla posa della prima pietra di uno dei forti all'interno del complesso militare che cingera' la città a cui lui stesso darà il nome di "Falcone" essendo la struttura la più in alto sul promontorio e sarà destinata a vigilare dall'alto come un falco sulla citta'. Passano I secoli ed un giorno di maggio del 1934 durante i lavori di costruzione di una galleria all'interno del forte viene alla luce una lastra di marmo su cui è inciso  a chiare lettere :  "COSIMO DE MEDICI DUCA DI FIRENZE DÀ FONDAMENTO L'ANNO MDXLVIIII A D VIIII LUGLIO" secondo Leone Damiani, il primo ad avere condotto uno studio su questo reperto, si ha la storica certezza della presenza di Cosimo alla cerimonia, essendo le parole (COSIMO DE MEDICI DA FONDAMENTO.. ) di questa iscrizione "piene di efficacia" e non si prestano ad equivoci, in oltre è documentata la sua presenza in quei giorni. La pietra è una lastra di marmo di cm 75×59,5×15,5 in uno stile epigrafi tipico dell'epoca con legature di abbreviazioni e contrazioni, ha al centro lo stemma mediceo a palle incavate al cui interno sono alloggiate 8 monete coeve ( in origine erano 10:whome: ) si tratta di un testone da 40 soldi volto imberbe molto raro, una lira da 20 soldi, Giulii Crazie e quattrini, nel piccolo ma interessante museo sono esposti anche alcuni dipinti pregevoli di Giuseppe Maria Terreni che raffigurano la rada ai primi del 700' concessi dal museo degli uffizi , il libricino di studi di leone damiani sui reperti in questione e, purtroppo, solo le foto su un cartellone esplicativo di 2 medaglie, la prima incisa da Domenico Poggini conservata nel museo del Bargello a Firenze mm.42 rame con al dritto il Duca di profilo e la legenda COSMOS. MED.R.P.FLOREN.DVX II  e al verso la darsena di Cosmopoli con galere alla fonda e la legenda THVSCORVM.ET.LIGVRVM.SECVRITATI.ILVA.RENASCENS. coniata nel 1555, la seconda conservata nel museo civico di Bologna incisa da P.Paolo Galeotti nel 1567 in piombo con stessi soggetti sia al dritto che al verso ma con legenda un po diversa del dritto COSMVS. MED.FLOREN.ET.SENAR.DVX II. sullo stesso cartello c'è anche la foto di un olio su muro dipinto da Giorgio Vasari nella stanza di Cosimo a palazzo vecchio che ritrae il Duca con il progetto in mano mentre indica con l'indice della mano destra la città fondata nel 1548 all'architetto Camerini (figura barbuto a sx)  Il comune ha tentato anche (senza successo) il rimpatrio di un busto in bronzo opera di Benvenuto Cellini eseguita nel 1547 ed eretto sopra la grande porta del forte Stella nella collina sottostante dove ha vigilato per oltre 2 secoli e trasferito poi per volere di Leopoldo Lorena agli uffizi.   A seguire le foto (alcune tratte dalla rete) di alcune vedute delle fortificazioni medicee di Portoferraio, il busto del Cellini e ciò che è esposto nel piccolo museo, spero di non avervi annoiato e avrei piacere di sentire i vostri pareri sulle monete e le medaglie ma anche sulla pietra e su altri eventuali casi analoghi conosciuti, se ritenete giusto spostare questa discussione, che abbraccia un po troppi argomenti, fate pure, buona notte a tutti voi.

2018-09-05_17.35.50.jpg

2018-09-05_17.36.28.jpg

  • Mi piace 4

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

margheludo

Altre vedute.

2018-09-05_17.35.15.jpg

2018-09-05_17.33.59.jpg

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

margheludo

Olio su muro G.Vasari e un dipinto di G.Maria Terreni.

2018-09-06_01.04.01.jpg

2018-09-07_22.25.05.jpg

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

eracle62

E qui mi tocchi i ricordi L'isola D'Elba..per anni l'ho frequentata assiduamente.

Tutte le estati obbligato dalla mia donna..:bash:

Però sempre uno spettacolo quando arrivavo con il traghetto e vedevo la fortificazione..

Non annoi per nulla, queste sono discussioni magiche...:good:

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

margheludo

Grazie @eracle62 gran gusto la tua donna:P,sto  tentando di inserire le foto che mi sono accorto tardi essere troppo grandi,  entro l'alba conto di farcela:whome:. Provo con questa della prima pietra.

2018-09-08_02.51.08.jpg

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

margheludo

Testone da 40 soldi.

2018-09-04_23.21.58-1-1-1.jpg

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

margheludo

Lira da 20 soldi.

2018-09-04_23.23.16-1-1.jpg

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

eracle62

Mamma mia che f....hem...stupendeeeee...

Non mi fai dormire stanotte, fenomenali...:bash::blink::shok::good:

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

dabbene
Supporter

Però ... lo avevo visto tante volte il Forte ma non sapevo che avesse tali interessi numismatici, grazie per la divulgazione, e' da tempo che non ritorno all'Elba, ho tantissimi ricordi eccezionali della mia gioventù, ma ora la vita mi sta portando in altri lidi, ma e' bello rivedere qualcosa di questa straordinaria isola che non può non essere nel mio cuore ...

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

dabbene
Supporter

Dimenticavo Giovanni aspettiamo sempre tue notizie del museo di Marciana Alta  altra grande fonte di interesse elbana !

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

margheludo

Grazie Mario, a Marciana ci sono stato ma devo pensare bene su cosa scrivere. A seguire il meraviglioso  busto del Cellini, ve lo immaginate esposto alle intemperie ricoperto di salmastro e cacche di piccione per oltre 2 secoli?

2018-09-08_10.13.26.jpg

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

margheludo

Crazia scudo Sannitico.

2018-09-08_10.20.45.jpg

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

dabbene
Supporter

Quanti segreti nascosti e da scoprire in Italia un po’ dovunque e anche con le monete protagoniste !

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

margheludo

Mezzo Giulio II serie stemma ovale

2018-09-08_10.21.19.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

eracle62
12 ore fa, margheludo dice:

Grazie Mario, a Marciana ci sono stato ma devo pensare bene su cosa scrivere. A seguire il meraviglioso  busto del Cellini, ve lo immaginate esposto alle intemperie ricoperto di salmastro e cacche di piccione per oltre 2 secoli?

2018-09-08_10.13.26.jpg

No per carità...

Straordinariamente sublime...:good:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

fofo

Notizie molto interessanti, d'altronde Cosimo I cercò di proteggere la costa Toscana e fortificare i vari punti strategici, Livorno, Piombino, l'elba..

Nel 500 non erano inusuali conquiste da pirati, ma sicuramente il loro vero pensiero era quello di difendersi dagli Spagnoli a cui facevano generose offerte...poi da li incominciarono la creazione di Livorno e i commerci con tutta Europa sino quasi a farsi colonie in America..

Sotto Ferdinando I

 

Cosimo I ancora non aveva creato il Granducato e non era passato quindi da Duca di Firenze a Granduca della Provincia di Toscana..

100714-tech-medici.grid-6x2.jpg

  • Mi piace 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

margheludo

La questione piratesca nell'arcipelago toscano e costa tirrenica coinvolse tutti, lo stesso Andrea Doria ebbe un gran da fare in questi mari.

22 ore fa, fofo dice:

Notizie molto interessanti, d'altronde Cosimo I cercò di proteggere la costa Toscana e fortificare i vari punti strategici, Livorno, Piombino, l'elba..

Nel 500 non erano inusuali conquiste da pirati, ma sicuramente il loro vero pensiero era quello di difendersi dagli Spagnoli a cui facevano generose offerte...

Infatti il duca, ricevuto il consenso da parte di Carlo V, per timore di ripensamenti in men che non si dica fa partire da Livorno uno "squadrone d'assalto", con a capo Otto da Montauto,  alla volta dell'Elba costituito da centinaia di muratori carpentieri falegnami e semplici operai, pare in oltre che alla data della sopracitata lettera, nella quale il duca esprime l'urgenza e la necessità di fortificare il porto della Ferraja, i lavori fossero in realtà già iniziati. Col senno di poi Cosimo si dimostrò lungimirante dato che i bastioni di Cosmopoli ressero a numerosi attacchi franco turchi che si susseguirono nei decenni a venire.

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×