Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Accedi per seguire questo  
horus1979

Comparazione Vespasiano

Risposte migliori

horus1979

Ciao a tutti,

chiedo vostro parere su questi due denari di Vespasiano. Conosco il valore attribuito ad entrambi; visto però la differenza eclatante del prezzo, reputo interessante i vostri interventi per comprenderne le differenze.

Grazie

Impero Romano, VESPASIANO, 69-79 d.C., DENARIO,  D/ IMP VESP AVG P M COS IIII, testa laureata a destra, R/ VESTA, la dea Vesta stante a sinistra con il simpulum nella destra e lo scettro nella sinistra, Zecca di Roma, Rif. bibl. R.I.C. 360; Cohen, 574; Metallo: AR, gr. 3,58

Impero Romano, VESPASIANO, 69-79 d.C., DENARIO, Emissione: 72-73 d.C., D/ IMP VESP AVG P M COS IIII, testa laureata a destra, R/ VESTA, la dea Vesta stante a sinistra con il simpulum nella destra e lo scettro nella sinistra, Zecca di Roma, Rif. bibl. R.I.C. 2, 360; Cohen, 574; Metallo: AR, gr. 3,39

 

vespasiano1.jpg

vespasiano11.png

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Legio II Italica

Salve @horus1979 , secondo un mio parere del tutto personale e indipendentemente dal prezzo , opterei per il secondo esemplare , ti spiego perché .

Il primo esemplare come tondello e' indubbiamente migliore , meglio centrato al dritto , legenda perfettamente leggibile , ottimi rilievi nei due versi e al rovescio un accenno di patina da "monetiere" , allora perché sceglierei il secondo esemplare ? perché il ritratto di Vespasiano e' da "scultura" , perfetto , veritiero nei lineamenti e pare con accenno di sorriso , veramente un bellissimo profilo e espressivo .

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

horus1979

Grazie Legio per i tuoi interventi sempre istruttivi.

In effetti mi sono aggiudicato il secondo :-).

Però resto basito per la differenza di importo che è 10 volte più elavato.

 

Modificato da horus1979
  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Legio II Italica
 

Grazie Legio per i tuoi interventi sempre istruttivi.

In effetti mi sono aggiudicato il secondo :-).

Però resto basito per la differenza di importo che è 10 volte più elavata.

 

Non avevo dubbi che il piu' caro fosse stato il primo esemplare perche' si da piu' importanza alla qualita' generale del tondello piuttosto che ai particolari artistici , per me il ritratto del primo Vespasiano e' molto inferiore in tutto al secondo , inoltre gioca a suo favore l' accenno di patina dell' argento nel rovescio .

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

cliff

Nei denari imperiali, non essendo quasi mai tipologie particolarmente rare, ha una grande importanza centratura e completezza delle legende nei realizzi di mercato, che ci piaccia o meno. Una patina da vecchio monetiere può a volte aiutare ulteriormente.
Ma anch'io sono rimasto spesso basito dalla differenza di prezzo che il mercato decreta tra un esemplare centrato e uno con una leggera scentratura o una mancanza al bordo o di legenda. La qualità artistica di un ritratto passa spesso in secondo piano. È una dinamica un po' spietata e molto materiale, meccanica, che estremizza molto questo settore del collezionismo e non me lo fa apprezzare particolarmente (d'altronde quando si vede un comune denario di Adriano in condizioni perfette essere venduto a 5000 in asta e poi la stessa tipologia in condizioni SPL+ con leggera scentratura rimanere invenduta a 250 qualche domanda si inizia a farsela...)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Legio II Italica
1 ora fa, cliff dice:

Nei denari imperiali, non essendo quasi mai tipologie particolarmente rare, ha una grande importanza centratura e completezza delle legende nei realizzi di mercato, che ci piaccia o meno. Una patina da vecchio monetiere può a volte aiutare ulteriormente.
Ma anch'io sono rimasto spesso basito dalla differenza di prezzo che il mercato decreta tra un esemplare centrato e uno con una leggera scentratura o una mancanza al bordo o di legenda. La qualità artistica di un ritratto passa spesso in secondo piano. È una dinamica un po' spietata e molto materiale, meccanica, che estremizza molto questo settore del collezionismo e non me lo fa apprezzare particolarmente (d'altronde quando si vede un comune denario di Adriano in condizioni perfette essere venduto a 5000 in asta e poi la stessa tipologia in condizioni SPL+ con leggera scentratura rimanere invenduta a 250 qualche domanda si inizia a farsela...)

Salve @cliff , concordo ; purtroppo e' il mercato numismatico dell' antico che decide i prezzi , cioe' noi in fin dei conti con le nostre scelte di acquisto anche se per vari motivi non individuali , molti cercano e vogliono solo monete perfette , come le moderne , poi non lamentiamoci se prolificano i dubbi .

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×