Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Legio II Italica

Ara della Fortuna Redux

Risposte migliori

Legio II Italica

Ciao @clairdelune , ho letto nel tuo ultimo Post che hai il libro del grande Andrea Carandini , presumo che sia “La Roma di Augusto in 100 monumenti” , l' ho anche io , un ottimo testo riassuntivo di tutti gli edifici pubblici e privati dell' epoca augustea , il libro e' uscito nel 2014 in occasione del bimillenario della morte di Augusto ; giorni fa cercavo nell' indice degli edifici notizie sull' Ara della Fortuna Redux e stranamente non le ho trovate , poi riflettendo meglio ho pensato che una semplice Ara non rientrasse nell' elenco dei Monumenti eretti da Augusto trattati nel libro , essendo per cosi' dire un “monumento minore” , seppur essendo l' Ara della Fortuna Redux di grande fascino perche' strettamente legata ad un fatto storico relativo proprio ad Augusto e ufficialmente dedicata in questa specifica occasione , inoltre la Fortuna Redux a cui era dedicata l' Ara di Augusto , fu nei secoli successivi ad Augusto impressa come iconografia in molte monete degli Imperatori romani .

A questa Ara dedicata alla Fortuna Redux (del buon ritorno) dedico queste poche righe .

Augusto trascorse tre anni lontano da Roma poiche' era in Grecia e in Oriente , nel 19 a.C. torno' in Italia ed a Roma , percorrendo la Via Appia ed entrando per Porta Capena , portava con se degli oggetti molto importanti ai quali teneva moltissimo essendo il simbolo di Roma stessa : le insegne legionarie che i Parti avevano catturate alle Legioni di Crasso a seguito del disastro di Carre avvenuto nel 53 a.C. ed anche a Marco Antonio nella sfortunata campagna orientale durata dal 37 al 33 a.C.

Augusto , il Senato e il Popolo Romano , entusiasti del ritorno di Augusto e delle insegne legionarie recuperate ai Parti , anche se non militarmente ma per vie diplomatiche , decretarono che il giorno del ritorno di Augusto a Roma , il 12 Ottobre , fosse per sempre festivo e che fosse chiamato Augustalia e sempre in questa occasione venne dedicata un' Ara (altare) alla Fortuna Redux eretta d' innanzi i Templi dell' Onore e della Virtu' a Porta Capena , Templi eretti nel 208 a.C. da Marco Claudio Marcello dopo la presa di Siracusa a seguito di due voti .

In foto una delle tante monete , questa e' di Adriano , emesse nel corso dell' Impero , almeno fino alla fine del paganesimo , dedicate alla Fortuna Redux

Adriano , RIC647.jpg

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

clairdelune

Salve @Legio II Italica , grazie per l'interessante post!

In effetti è un peccato che nel bel libro di Andrea Carandini non ci sia uno spazio dedicato a questo altare che, anche se forse "modesto" rispetto ad altri monumenti augustei, ha una simbologia molto suggestiva ed è strettamente legato ad un importante successo di Augusto.

Inoltre il culto della Fortuna Redux era molto diffuso non solo a Roma, ma anche altrove nell'Impero, ed i ringraziamenti alla dea, oltre che per il ritorno sicuro dell'imperatore da un lungo viaggio, erano rivolti anche a titolo personale.

Un saluto e grazie ancora

  • Grazie 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Legio II Italica
13 ore fa, clairdelune dice:

Salve @Legio II Italica , grazie per l'interessante post!

In effetti è un peccato che nel bel libro di Andrea Carandini non ci sia uno spazio dedicato a questo altare che, anche se forse "modesto" rispetto ad altri monumenti augustei, ha una simbologia molto suggestiva ed è strettamente legato ad un importante successo di Augusto.

Inoltre il culto della Fortuna Redux era molto diffuso non solo a Roma, ma anche altrove nell'Impero, ed i ringraziamenti alla dea, oltre che per il ritorno sicuro dell'imperatore da un lungo viaggio, erano rivolti anche a titolo personale.

Un saluto e grazie ancora

Salve , l' importanza dell' Ara e' dimostrata anche dal fatto che e' lo stesso Augusto a nominarla e collocarla fisicamente d' innanzi i due Templi dell' Onore e della Virtu' , descrivendola nel suo testamento le Res Gestae , al passo XI , inoltre in seguito Domiziano edifico' intorno alla semplice Ara della Fortuna Redux un Tempio ad essa dedicato a seguito della celebrazione di un trionfo al suo ritorno dalla Germania nel 93 d.C. ;  questo piccolo monumento e in seguito Tempio fu sempre ricordato dagli Imperatori futuri tramite le emissioni monetali , almeno fino a Gallieno , dopo di lui non ricordo .

In effetti e' un po' strana questa "dimenticanza" nel libro dedicato ad Augusto , chissa' che ne pensa @Theodor Mommsen

ARA FORTUNA REDUX.jpg

Modificato da Legio II Italica
Res Gestae
  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Theodor Mommsen
Il 23/11/2018 alle 07:48, Legio II Italica dice:

Salve , l' importanza dell' Ara e' dimostrata anche dal fatto che e' lo stesso Augusto a nominarla e collocarla fisicamente d' innanzi i due Templi dell' Onore e della Virtu' , descrivendola nel suo testamento le Res Gestae , al passo XI , inoltre in seguito Domiziano edifico' intorno alla semplice Ara della Fortuna Redux un Tempio ad essa dedicato a seguito della celebrazione di un trionfo al suo ritorno dalla Germania nel 93 d.C. ;  questo piccolo monumento e in seguito Tempio fu sempre ricordato dagli Imperatori futuri tramite le emissioni monetali , almeno fino a Gallieno , dopo di lui non ricordo .

In effetti e' un po' strana questa "dimenticanza" nel libro dedicato ad Augusto , chissa' che ne pensa @Theodor Mommsen

ARA FORTUNA REDUX.jpg

Eccomi qua! Di tanto in tanto mi affaccio: vorrei controllare su Augusto, di Augusto Fraschetti, dove mi pare ci sia un capitolo dedicato ai tempi e agli spazi del sacro. Mi viene in mente una battuta cattiva: conoscendo Carandini, non mi stupirebbe se fosse convinto che l'Ara della Fortuna si trovasse altrove...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Legio II Italica
16 ore fa, Theodor Mommsen dice:

Eccomi qua! Di tanto in tanto mi affaccio: vorrei controllare su Augusto, di Augusto Fraschetti, dove mi pare ci sia un capitolo dedicato ai tempi e agli spazi del sacro. Mi viene in mente una battuta cattiva: conoscendo Carandini, non mi stupirebbe se fosse convinto che l'Ara della Fortuna si trovasse altrove...

Ciao e ben tornato :hi:, si sente la tua mancanza dal Forum ; tornando al libro di Carandini : La Roma di Augusto in 100 Monumenti , libro estratto e condensato dalla monumentale pianta di Roma antica , testo che personalmente a me piace molto e d' altra parte non essendo un addetto ai lavori non mi permetterei di esprimere critiche sull' autore , se non forse una "dimenticanza" nel ricordare nel libro l' Ara della Fort Red , se di "dimenticanza" si tratta non essendo certamente un' Ara o Altare , un Monumento , che lo divenne solo al tempo di Domiziano che la racchiuse in un Tempio dedicato appunto alla Fortuna Redux .

Carandini nel libro tratta di un Tempio della Fortuna , Aedes Fortunae , essendo un Tempio classificabile come Monumento e quindi inerente al contesto del libro , ma e' quello che si trovava prossimo alla Porta Collina del Quirinale .

P.S. @Theodor Mommsen , sto facendo qualche ricerca su questa Ara ma anche nel grande e bel libro : Augusto , dato alla stampa a seguito della mostra tenuta presso le Scuderie del Quirinale nel 2013 , prima della ricorrenza bimillenaria della morte di Augusto , non ho trovato nulla che si riferisse alla memoria storica dell' Ara , anche nell' elenco delle date dei fatti storici compiuti da Augusto con i relativi corrispondenti monumenti eretti , nel nostro caso specifico la restituzione delle insegne da parte dei Parti e del ritorno a Roma di Augusto con le reliquie militari , non c'e' nulla . 

Molto strano , tanto piu' che Augusto stesso cita e lega il suo ritorno a Roma all' Ara o Altare , nelle Res Gestae al passo XI .

Teoricamente , non essendo l' Ara della Fortuna Redux giunta fino a noi , secondo te potrebbe essere stata simile a questo Altare / Ara dedicato ad Apollo , trovato ad Arelate in Gallia ?

 

DSCN2501.JPG

Modificato da Legio II Italica
P.S.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Theodor Mommsen

@Legio II Italica ma lo sai che la cosa si complica? Ho cercato sulla guida archeologica di Roma di Filippo Coarelli, ma anche lì nessuna menzione dell'ara. Sicuramente ne parla nel Lexicon topographicum urbis Romae: se domani riesco a scansionare le pagine sull'ara, le pubblico.

  • Grazie 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Legio II Italica
2 minuti fa, Theodor Mommsen dice:

@Legio II Italica ma lo sai che la cosa si complica? Ho cercato sulla guida archeologica di Roma di Filippo Coarelli, ma anche lì nessuna menzione dell'ara. Sicuramente ne parla nel Lexicon topographicum urbis Romae: se domani riesco a scansionare le pagine sull'ara, le pubblico.

Grazie @Theodor Mommsen , lo immaginavo e ti spiego perché , neanche il grande Lanciani nel libro : Rovine e Scavi di Roma Antica , nomina l' Ara , e' senz' altro una dimenticanza incomprensibile ; il Lexicon , causa prezzo , non l' ho , ma sono curioso di sapere se qui troverai notizie dell' Ara , forse e' destino delle Are perderne le tracce . 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Legio II Italica

Ciao @Theodor Mommsen , escluso il Lexicon che non ho e dal quale attendo tue eventuali notizie sull' Ara , continuo nella ricerca presso i miei libri ; una notizia sull' Ara della Fortuna Redux l' ho rintracciata nel grande volume del Pratili : Della Via Appia riconosciuta e descritta da Roma a Brindisi . Certamente tu avrai il libro , ma per chi non l' avesse riporto parte del passo , trascritto in Italiano corrente , relativo all' Ara : "Fuori della Porta Capena , innalzato , si vedeva il Tempio della Fortuna dei Viandanti , alla quale essi prima di partire , o con preghiere o con voti o con sacrifici , si raccomandavano . Anche in altra maniera , Fortuna Prospera , si chiamava , come presso Eliano si legge . Non e' certo se in questo Tempio sacrificasse in ringraziamento del passato pericolo Paolo Emilio , come riporta Aurelio Vittore oppure se nel Tempio della Fortuna Reduce che si trova presso il Monte Celio , benche' questo sembri essere stato edificato nei secoli successivi dall' Imperatore Domiziano come ricorda un Epigramma di Marziale ; in quel luogo , dove prima era una piccola Ara ossia un Sacello , era stata dedicata per il salvo ritorno di Augusto , di cui parla anche Dione (Cassio)"  

 

 

 

 

 

  • Mi piace 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Theodor Mommsen

Caro @Legio II Italica perdonami per il ritardo: ecco la breve trattazione che ne fa F. Coarelli le Lexicon Topographicum Urbis Romae.

IMG_20181205_155251.jpg

  • Mi piace 1
  • Grazie 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Theodor Mommsen

E questa - inevitabilmente - è l'immagine riportata in Fig. 103. Ottimo il riferimento al Pratilli, in genere sottovalutato dagli studiosi successivi per la cattiva stima che ne aveva il Mommsen (in parte giustificata dal fatto che il Pratilli qualche iscrizione se l'è inventata).

IMG_20181205_155320 (1).jpg

  • Grazie 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Legio II Italica

Grazie mille @Theodor Mommsen , per aver riportato la pagina del Lexicon relativo all' Ara , moneta e tempio compresi .

Circa il Pratilli , e' vero e stato piuttosto bistrattato anche alla sua epoca , tanto che Erasmo Gesualdo scrisse nel 1753 delle "Osservazioni critiche sopra la storia della via Appia di F. M. Pratilli" 

Forse il Pratilli piu' che inventare di sana pianta delle iscrizioni complete , ne integro' a suo giudizio parti mancanti delle iscrizioni originali . 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

clairdelune

Salve @Legio II Italica e @Theodor Mommsen , a causa del mio corso e dei vari esami mi sono persa gli sviluppi di questa discussione... Grazie per gli interessanti approfondimenti e per la dedizione che mettete in queste ricerche :)

Saluti

  • Grazie 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Legio II Italica
7 ore fa, clairdelune dice:

Salve @Legio II Italica e @Theodor Mommsen , a causa del mio corso e dei vari esami mi sono persa gli sviluppi di questa discussione... Grazie per gli interessanti approfondimenti e per la dedizione che mettete in queste ricerche :)

Saluti

Grazie e Auguri per gli esami :yahoo: vorrei aggiungere un "in bocca al lupo" , ma da quanto sentito in TV sembra vietato citare nomi di animali nelle frasi fatte ; mala tempora currunt :wacko:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

clairdelune

Ahah grazie, esami di fine formazione superati, quindi... viva il lupo! :D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×