Jump to content
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Sign in to follow this  
Creaturo

ALFONSO I D'ARAGONA, VARIANTI STEMMA

Recommended Posts

Creaturo
Supporter

Ho l'opportunità di acquistare questo Ducato e mezzo di Alfonso I d'Aragona, Regno di Napoli, descritto dal venditore come MIR 53. Sono però perplesso per alcune particolarità dello stemma:

1) Nel MIR Napoli il tipo di D/ corrisponde al n. 52 (palato al 1° ed al 4° mentre il 53 ha il palato al 2° ed al 3°);

2) Nel palato, che penso sia riferito al regno di Aragona, il MIR mostra 4 pale verticali e non solo 3 come nella moneta in questione; inoltre anche nei quarti 2° e 3° del n. 52 o 1° e 4° del n. 53 l'ordine delle insegne è invertito.

Queste variazioni possono inficiare l'autenticità della moneta o sono delle mere varianti?

image.png.12d48f96c5bcefd18140367e49607341.png

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Rex Neap

Moneta buona, sono varianti quelle con le insigne invertite; ne ho visti degli altri, anche con la sigla S. Nell'esemplare in questione i "pali" sono più larghi e l'incisore non è riuscito a farne quattro. In alcuni rarissimi esemplari di modulo "stretto" i pali sono tre. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Creaturo
Supporter

Grazie. 

Ho cominciato da pochissimo ad interessarmi di monete ed a munirmi di libri e cataloghi ma mi rendo sempre più conto che nessun opera per quanto specializzata possa contenere tutte le innumerevoli varianti... solo una lunga esperienza può infine essere d’aiuto.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Rex Neap
2 minuti fa, Creaturo dice:

Grazie. 

Ho cominciato da pochissimo ad interessarmi di monete ed a munirmi di libri e cataloghi ma mi rendo sempre più conto che nessun opera per quanto specializzata possa contenere tutte le innumerevoli varianti... solo una lunga esperienza può infine essere d’aiuto.

Esatto, ma mi preme ricordarti che senza libri,cataloghi, articoli..... "studiati" non riuscirai mai a comprendere se una moneta è inedita, rara, oppure meno. Questa è la base su cui poi devi lavorare per diventare esperto. L'esperienza si acquisisce, controllando ed osservando da aste-listini-ecc. ecc. tutte le monete alle quali sei interessato.

Un saluto

Pietro Magliocca

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Creaturo
Supporter

La ringrazio e ringrazio questo forum per la possibilità che mi offre di poter usufruire della perizia di esperti del suo livello.

In conclusione, se la differenza fondamentale tra n. 52 e 53 del MIR è la disposizione delle pale (rispettivamente "palato al 1° ed al 4°" e "palato al 2° e al 3°"), l'esemplare da me postato è da considerarsi come una variante del n. 52 o come una variante del n. 53? Oppure è da considerarsi come un terzo "tipo"?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Rex Neap
18 ore fa, Creaturo dice:

La ringrazio e ringrazio questo forum per la possibilità che mi offre di poter usufruire della perizia di esperti del suo livello.

In conclusione, se la differenza fondamentale tra n. 52 e 53 del MIR è la disposizione delle pale (rispettivamente "palato al 1° ed al 4°" e "palato al 2° e al 3°"), l'esemplare da me postato è da considerarsi come una variante del n. 52 o come una variante del n. 53? Oppure è da considerarsi come un terzo "tipo"?

Non può essere considerato un terzo tipo perchè di ripartizioni diversificate nello stemma si riscontrano svariate e soprattutto anche nei Carlini che hanno lo stemma idem. Tenendo conto "per buona classificazione" un tipo diverso come palatura nello stemma nei quarti (quindi due tipi), queste diversità di insigne diversamente ripartite seguiranno il tipo di palatura corrispondente. In definitiva sono varianti del tipo palato. Nel tuo caso è variante del MIR 52 ovvero del Pannuti e Riccio 1 (questi ultimi che hanno creato i due tipi di palatura). La problematica, in termini di varianti, resterebbe quella di capire quale sia la corretta disposizione delle insigne affiancate ai pali diversamente predisposti. Mi spiego: in numerosissimi carlini, non si riuscirebbe a comprendere quale sia la variante e quale il tipo base (in ordine alle palature).   

4.jpg

5.jpg

6.jpg

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Rex Neap

Date un occhiata qui; sembra (o lo è) che la corretta predisposizione delle insigne, quando la palatura è a sinistra sia quella che (come in questo caso del Ducato e Mezzo di @Creaturo) parte con la fasciatura a 8 pezzi (dopo l'ultimo palo a sx); di conseguenza potremmo definirlo tipo base e non variante.

https://www.cognomix.it/stemma-famiglia/aragona

https://it.wikipedia.org/wiki/File:Stemma_Regno_Napoli_Alfonso_il_Magnanimo.png

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
Sign in to follow this  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.