Jump to content
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Sign in to follow this  
grigioviola

Il deposito monetario di Trévé de "La Ville au Moulin"

Recommended Posts

grigioviola

Dopo un po' di tempo di assenza attiva dal forum, eccomi qui con... un nuovo ripostiglio!

Deposito monetario de "La Ville au Moulin", Trévé.

La Ville au Moulin, è una località di Trévé, una cittadina situata a nord-ovest della Francia a una quarantina di chilometri da Saint-Brieuc, città sulla costa che si affaccia sul canale della Manica.

Il 17 giugno del 2012 il signor M. S. Gastard scoprì in un campo 8 antoniniani mentre compiva delle ricerche con il suo metal detector nei pressi della citata località in una zona priva di contesti archeologici. Ottenuto il permesso del proprietario per compiere ulteriori indagini e con l'autorizzazione del dipartimento dei servizi archeologici competente per quel territorio, verso la seconda metà di luglio del medesimo anno, in un'area di circa 100mq sono state rinvenute 1155 monete e dei frammenti del fondo di un vaso che doveva probabilmente contenere il ripostiglio.

Ulteriori ricerche compiute in più riprese tra il 2012 e il 2013 hanno portato in luce altri 318 antoniniani.

Infine, nel 2014, allargando il raggio di ricerche a una particella di terreno confinante in quanto si pensava potesse esserci un secondo ripostiglio, sono emerse ulteriori 14 monete, ma nessun deposito ulteriore.

In totale il deposito di Trévé consta di 1495 monete di cui 7 denari e 1488 antoniniani. Il ripostiglio si apre con due esemplari di Caracalla contemporanei all'introduzione dell'antoniniano (215) e si chiude con 7 imitazioni radiate di Tetrico I (emesse dopo il 274, durante probabilmente il regno di Probo attorno al 280) tutte con legami di conio.

Questa la composizione nel suo complesso:

immagineripo.jpg.9874c74895968a5e94d016ec6ba739c1.jpg

La particolarità del deposito sta proprio nelle 7 imitazioni di Tetrico che pongono alcuni interrogativi in merito al vuoto temporale tra l'ultima emissione ufficiale che andrebbe a chiudere il ripostiglio (Tetrico 274, ufficiale) e quest'ultime (280 circa): o le imitative di Tetrico (tutte con i medesimi conii) facevano parte di un secondo accumulo non rinvenuto (motivo delle indagini del 2014) oppure il ripostiglio è stato occultato salvo poi essere recuperato per inserire a distanza di qualche anno altre monete... una sorta di "coda di tesaurizzazione" che si dev'essere interrotta per cause di forza maggiore (morte del proprietario?) che hanno fatto sì che venisse evitato il dissotterramento.

Del gruppo delle 14 imitazioni di Postumo, sono entrato in possesso di questo esemplare - non in eccelsa conservazione - ma con un suo fascino:

treve.thumb.jpg.3769c093804491f2e92d145d26b0f45b.jpg

23 mm, 4,8 gr - biglione
D\ IMP C POSTVMVS P F AVG.
R\ VIRT-VS AVG.

Lo stile della moneta è molto buono e vicino al prototipo, tuttavia la legenda tradisce l'origine locale del pezzo, specialmente le le grandi M al dritto composte da "V" capovolte e accoppiate.

E siccome non potevo lasciar Postumo da solo in vassoio, abituato com'era a stare assieme a 1494 "amici", gli ho preso anche un Valeriano che, tra l'altro, come tipologia mi mancava:

valeriano.thumb.jpg.ce488b0167a518f9ebfe55f018b409bf.jpg

22 mm - 3,23 gr - Zecca di Treviri
D\ VALERIANVS. P. F. AVG.
R\ DEO VOLKANO.

 

A voi la parola per eventuali commenti!

Edited by grigioviola
  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

M94

Al di là della conservazione l'imitativa è davvero affascinante. Inoltre conoscere anche una parte della storia e l'esatta provenienza della moneta è sempre un piacere. 

Mi sorge spontanea una domanda da inesperto, le leggi francesi in merito ai ritrovamenti fortuiti di monete antiche sono simili a quelle inglesi? 

Generalmente i pezzi provenienti da ripostigli dove vengono messi in vendita?

Share this post


Link to post
Share on other sites

grigioviola

@M94 La normativa Francese si pone in una posizione intermedia tra quella Italiana e quella Inglese, più spostata comunque verso l'impronta Inglese. Le monete non possono essere cercate in aree archeologiche senza autorizzazioni, una volta rinvenute vanno segnale alle autorità che ne decidono poi la destinazione (restituzione allo scopritore o trattenimento)... ora, te l'ho fatta alquanto semplice, in realtà è un po' più elaborata come questione. Tuttavia, una volta che non sono state dichiarate di interesse storico nazionale e quindi trattenute, tornano legittimamente nel circuito commerciale e quindi le puoi trovare in vendita presso negozianti, case d'asta, privati, gli stessi scopritori ecc

Personalmente, le monete da ripostiglio le acquisto sempre da commercianti professionisti o da case d'asta. Da privati, stranieri, ne ho presi pochi esemplari (ma corredati dalla documentazione della precedente provenienza da asta pubblica in cui il privato se li era aggiudicati).

Nella fattispecie, di questo specifico ripostiglio, ma anche di altri che ho trattato in passato, il negozio francese cgb.fr ha ancora diversi esemplari in vendita, alcuni a prezzi più che accessibili.

Poi, per ogni ripostiglio, cerco sempre di procurarmi anche i report, gli studi effettuati e la bibliografia esistente, in modo tale da approfondire il contesto del ritrovamento e la sua importanza storica.

Ritornando su questo ripostiglio, è interessante l'analisi delle varie fasi della tesaurizzazione, per chi mastica un po' di francese, ecco qui: 

report.jpg.11b7b41a6a13f80fa3053b0f380ac129.jpg

Edited by grigioviola
  • Like 3

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
Sign in to follow this  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.