Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal

Sono iniziati i lavori di aggiornamento della piattaforma, potrebbero verificarsi problemi sia sul forum che nei cataloghi.

Accedi per seguire questo  
Augusto60

ricevuta

Risposte migliori

Augusto60
Supporter

Volevo capire una cosa e cioè quando acquisti una moneta su e-bay o altra piattaforma raramente assieme alla

stessa viene accompagnata da una ricevuta o fattura. Come si può fare perchè ci sia una prova dell'acquisto

fatto in modo da dimostrare che la moneta non proviene da fonti illecite.

Grazie della risposta

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

incuso
Supporter

stampa la pagina del riepilogo acquisto o dell'asta. Io faccio cosi

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Augusto60
Supporter

Si grazie pensavo anche io di fare così.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

TIBERIVS

Io avrei molti dubbi su tale sistema, 

1 ora fa, Augusto60 dice:

Volevo capire una cosa e cioè quando acquisti una moneta su e-bay o altra piattaforma raramente assieme alla

stessa viene accompagnata da una ricevuta o fattura. Come si può fare perchè ci sia una prova dell'acquisto

fatto in modo da dimostrare che la moneta non proviene da fonti illecite.

Grazie della risposta

 

1 ora fa, incuso dice:

stampa la pagina del riepilogo acquisto o dell'asta. Io faccio cosi

Io avrei molti dubbi su questo "sistema":

Consideriamo un acquisto di moneta classica ( romana) se  fatto da un professionista/commerciante/numismatico, penso non abbia problemi a rilasciare la relativa documentazione; se l'acquisto è fatto da un privato, qui potrebbero nascere mille problematiche, ( come più volte già detto su questo forum) sia al momento dell'acquisto, sia successivamente, e non ultimo al memento dell'eventuale rivendita della moneta.

Invece se si sta acquistando, per esempio,  un due euro commemorativo ( e Augusto 60 non ci ha detto cosa ha acquistato) allora tutto apposto, anche senza rivevuta, o pagine di riepilogo.

saluti

TIBERIVS

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Augusto60
Supporter

Io parlo soprattutto di monete in generale tra cui antiche (romane, ecc..) se il, venditore è un privato

penso sia l'unica soluzione quella di stampare il riepilogo dell'acquisto soltanto per il fatto che ne sei

venuto in possesso in maniera legale.

Cordiali saluti

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

TIBERIVS
1 minuto fa, Augusto60 dice:

Io parlo soprattutto di monete in generale tra cui antiche (romane, ecc..) se il, venditore è un privato

penso sia l'unica soluzione quella di stampare il riepilogo dell'acquisto soltanto per il fatto che ne sei

venuto in possesso in maniera legale.

Cordiali saluti

No! Perchè non ti salva dall'eventualità che il tuo venditore sia un farabutto!! Anche se tu sei in buona fede vai nei pasticci ( leggimi CC alla mattina alle sei, però   SENZA CAPUCCINO E BRIOCHE, ma con un bel mandato!)

saluti

TIBERIVS

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Augusto60
Supporter

E allora da un privato non bisogna acquistare niente o c'è un modo per acquistare in tutta sicurezza ?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

giulira
Supporter

a comprare dai privati dopo avrai gli stessi problemi a vendere, nel caso.....basta questo.

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Augusto60
Supporter

A parte il fatto che colleziono monete non per avere un reddito domani ma solo per il piacere

di avere qualcosa di "antico" da tenere in mano, ma allora la mia domanda è conviene comprare

dai privati o solo da venditori professionisti ?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

giulira
Supporter

Conviene comprare dove fanno i prezzi piu' bassi, fermo restando quanto scritto nei post 6 e 8

Modificato da giulira

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

TIBERIVS
40 minuti fa, Augusto60 dice:

A parte il fatto che colleziono monete non per avere un reddito domani ma solo per il piacere

di avere qualcosa di "antico" da tenere in mano, ma allora la mia domanda è conviene comprare

dai privati o solo da venditori professionisti ?

Penso d'aver scritto abbastanza chiaramente, poi se si ama il rischio.... libero di fare quello che vuoi.

TIBERIVS

1 ora fa, TIBERIVS dice:

No! Perchè non ti salva dall'eventualità che il tuo venditore sia un farabutto!! Anche se tu sei in buona fede vai nei pasticci ( leggimi CC alla mattina alle sei, però   SENZA CAPUCCINO E BRIOCHE, ma con un bel mandato!)

saluti

TIBERIVS

 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

rorey36

Se ricordo bene qualcuno che comprò monete da un privato e poi risultò che il venditore era un "tombarolo" finì nel mirino dei CC per ricettazione o incauto acquisto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Augusto60
Supporter

Ma allora conviene comprare solo da venditori professionisti in internet ?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

giulira
Supporter

ci sono anche le aste numismatiche di tutti i tipi, oppure i mercatini.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Scipio
Supporter

Pero’ mi sembra esagerato. Pretendere che in normali contrattazioni l’acquirente (di qualsiasi bene) debba indagare sulla lecita provenienza dello stesso è fuori da qualsiasi previsione normativa. L’incauto acquisto (che puo’ riguardare qualunque bene di provenienza delittuosa, non solo gli oggetti di interesse storico) presuppone anomale contrattazioni (es. prezzo bassissimo) riconoscibili dall’acquirente, e per me è impossibile configurarlo o contestarlo in caso di contrattazione sul prezzo addirittura pubblica, come nell’asta, che si svolge sotto gli occhi di tutti ed in particolare di quelli delle Autoritá che potrebbero e dovrebbero intervenire. Altrimenti anche nelle vendite sottocosto dei supermercati si dovrebbe indagare sulla provenienza dei beni. Non compro monete su ebay, ma su catawiki ad esempio all’aggiudicatario viene inviata fattura per le commissioni d’asta e ricevuta del pagamento dell’oggetto. Per me questo è sufficiente ad escludere negligenze nell’acquisto anche se in seguito il venditore si rivelasse mariuolo.

  • Grazie 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Augusto60
Supporter

Ma la piattaforma che gestisce l'asta non risponde di eventuale provenienza illecita del materiale in vendita ??

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

TIBERIVS
6 minuti fa, Scipio dice:

Pero’ mi sembra esagerato. Pretendere che in normali contrattazioni l’acquirente (di qualsiasi bene) debba indagare sulla lecita provenienza dello stesso è fuori da qualsiasi previsione normativa. L’incauto acquisto (che puo’ riguardare qualunque bene di provenienza delittuosa, non solo gli oggetti di interesse storico) presuppone anomale contrattazioni (es. prezzo bassissimo) riconoscibili dall’acquirente, e per me è impossibile configurarlo o contestarlo in caso di contrattazione sul prezzo addirittura pubblica, come nell’asta, che si svolge sotto gli occhi di tutti ed in particolare di quelli delle Autoritá che potrebbero e dovrebbero intervenire. Altrimenti anche nelle vendite sottocosto dei supermercati si dovrebbe indagare sulla provenienza dei beni. Non compro monete su ebay, ma su catawiki ad esempio all’aggiudicatario viene inviata fattura per le commissioni d’asta e ricevuta del pagamento dell’oggetto. Per me questo è sufficiente ad escludere negligenze nell’acquisto anche se in seguito il venditore si rivelasse mariuolo.

Se per te va bene, ok, non sarei così sicuro per i CC, e ci sono anche esempi, ricordi la Ditta tedesca? ( nota bene, era una ditta e non un privato.....) chi ha acquistato ebbe dei bei problemini.... comunque ognuno di noi e libero di gestirsi, naturalmente assomendosene le conseguenze.

Saluti TIBERIVS

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ciosky68
Supporter

HELIOS NUMISMATIK ...

i fatti: vendita di materiale che per la legislazione tedesca andava bene ma non per un giudice italiano che ha firmato gli atti per il sequestro datogli dai CC,per le sole  monete arrivate in Italia.

Fatture alla mano = carta straccia.

Pagare un legale per recuperare, forse, le monete.

e non mi dilungo per non far incorrere il forum in qualcosa di spiacevole.

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Scipio
Supporter

Capisco quello che intendete, ma in un caso simile non ti salvi nemmeno se acquisti dal commerciante. Ognuno deve prestare l’ordinaria diligenza, questa è la regola. Se poi la Magistratura in alcuni casi si muove magari è perchè è a conoscenza di fatti che non sono resi pubblici.

Modificato da Scipio

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ciosky68
Supporter
18 minuti fa, Scipio dice:

Capisco quello che intendete, ma in un caso simile non ti salvi nemmeno se acquisti dal commerciante. Ognuno deve prestare l’ordinaria diligenza, questa è la regola. Se poi la Magistratura in alcuni casi si muove magari è perchè è a conoscenza di fatti che non sono resi pubblici.

....Ritira le monete direttamente dall ' asta e non a casa del compratore finale.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Tinia Numismatica
40 minuti fa, ciosky68 dice:

HELIOS NUMISMATIK ...

i fatti: vendita di materiale che per la legislazione tedesca andava bene ma non per un giudice italiano che ha firmato gli atti per il sequestro datogli dai CC,per le sole  monete arrivate in Italia.

Fatture alla mano = carta straccia.

Pagare un legale per recuperare, forse, le monete.

e non mi dilungo per non far incorrere il forum in qualcosa di spiacevole.

 

Uno dei tantI mostri giuridici fortemente voluti da qualche impiegato statale talebano e ignorante con l’aiuto( o la complicità) di un  giudice compiacente  altrettanto talebano e ignorante  

Ma non è una regola, è una eccezione....per adesso. 

Come andò a finire la questione?....

purtroppo le spese legali, così per come sono le regole di difesa in Italia, non sono evitabili. 

E il sequestro non è un dispositivo a cui ci si possa opporre in tempo reale in quanto è a tutela sua dello stato che dell’accusato. È una sorta di fermo immagine della situazione trovata in attesa di chiarimento. Come il fermo macchina dopo un incidente in cui ci sia da determinare le responsabilità. 

 

Detto cio: si può comprare anche da privati rispettando le regole di documentazione e tracciabilità dell’acquisto.

  • Mi piace 2
  • Grazie 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

grigioviola
Il 12/3/2019 alle 10:23, Tinia Numismatica dice:

Detto cio: si può comprare anche da privati rispettando le regole di documentazione e tracciabilità dell’acquisto.

Come potrebbe essere strutturato un decalogo per gli acquisti tra privati?

Tenendo conto poi che sulle piattaforme online operano anche privati di vari stati...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Tinia Numismatica
9 minuti fa, grigioviola dice:

Come potrebbe essere strutturato un decalogo per gli acquisti tra privati?

Tenendo conto poi che sulle piattaforme online operano anche privati di vari stati...

Il”decalogo” per gli acquisti tra italiani è abbastanza chiaro: 

una dichiarazione in cui il venditore, identificato con codice fiscale ed estremi di un documento, dichiara di aver venduto il bene( o i beni) sottoelencati e descritti ( e fotografati) all'acquirente, a sua volta identificato come sopra, per l’importo X , ricevuto a mezzo: cash-assegno-bonifico etc. 

E in cui il venditore si assume la responsabilità della provenienza lecita dei beni transati ( non è obbligato a dichiarare da che asta o commerciante o altra via lecita li abbia acquisiti, ma, ovviamente, una copia dei documenti di acquisto non farebbe scomodo averla) ai sensi della legislazione vigente ( TU 422 et altri) 

in questo modo l’acquirente non potrebbe essere accusato fondatamente di ricettazione o incauto acquisto. Anche se, ovviamente, in caso di contenzioso, con contemporaneo sequestro cautelativo, l’ipotesi accusatoria sarebbe proprio questa. 

 

Per le transazioni con l’estero bisogna anche tenere conto delle leggi locali, ma una documentazione simile a quella sopra descritta dovrebbe essere più che sufficiente. 

  • Mi piace 3

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Hai incollato il contenuto con la formattazione.   Rimuovere la formattazione

  Only 75 emoji are allowed.

×   Il tuo collegamento è stato incorporato automaticamente.   Mostra come un collegamento

×   Il tuo contenuto precedente è stato ripristinato..   Cancella editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Caricamento...
Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×
×
  • Crea Nuovo...

Avviso Importante

Il presente sito fa uso di cookie. Si rinvia all'informativa estesa per ulteriori informazioni. La prosecuzione nella navigazione comporta l'accettazione dei cookie, dei Terms of Use e della Privacy Policy.