Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
  • Annunci

    • Reficul

      Aggiornamento   15/10/2017

      Oggi inizia l'aggiornamento del forum v2018. Potrebbero verificarsi problemi e il forum potrebbe rimanere per pochi minuti non raggiungibile.
      Comunicherò successivamente con un topic in sezione news tutte le novità.  
Accedi per seguire questo  
dupondio

Ultimo acquisto

Risposte migliori

dupondio

Finalmente posso postare anche in questa sezione i miei acquisti :) Che ne dite vi piace???Pesa 8 grammi,la patina è stupenda :)

post-1893-1169154155_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Rapax

Dupondio è a dir poco fantastica!

Non sono per niente ferrato su questa monetazione, ma non ci vogliono occhi esperti per apprezzare il magnifico stile iconografico tipicamente bizantino del ritratto al dritto.

Ho trovato una brevissima ma significativa nota sul Cristo Pantocratore (Dal greco "panto"=che può tutto e "kratos"=forza o potenza, significa "Onnipotente"), è riferita alle icone ma è adattabile anche al nostro caso:

L'effige del Cristo Pantocratore presenta i lineamenti storici di Cristo adulto, testimoniando la Sua Incarnazione e il Suo sacrificio redentore. Al tempo stesso l'icona celebra Cristo come Sovrano e Giudice Celeste.

Il libro che tiene in mano (o in altre icone il rotolo) simboleggia la nuova Legge donata agli uomini e ricorda il Libro della vita (Apocalisse 4).

Il volto del Salvatore è insieme maestoso e dolce: è la traduzione pittorica degli insegnamenti sulla Luce divina che pervade il creato.

post-1800-1169155989_thumb.jpg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

dupondio

Grazie Emanuele,un' esposizione fantastica :)

Modificato da dupondio

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Rapax

Ho provato a capire l'iscrizione sul rovescio... all'incirca ho dedotto un Kristus Basileui Basilei... i caratteri precisi non li conosco... ed il significato più o meno l'ho afferrato.

Ma proprio con precisione cosa dice l'iscrizione? ...mi incuriosisce molto...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

avgvstvs

L'iscrizione al R. e' IhSUS XRISTUS bASILEU bASILE (Gesu' Cristo Re dei Re, la "U" e' fatta a "Y"), al D. l'iscrizione e' EMMANOVHA (Emmanuele), il busto e' tra IX e XC.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

dupondio
Ma quanto ti è costata?

193983[/snapback]

150 euro :( :(

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

eg1979
Ma quanto ti è costata?

193983[/snapback]

150 euro :( :(

193999[/snapback]

eh?!?!?!?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

dupondio
Ma quanto ti è costata?

193983[/snapback]

150 euro :( :(

193999[/snapback]

eh?!?!?!?

194233[/snapback]

Purtroppo per questa tipologia di monete quando la conservazione è alta il prezzo si impenna notevolmente

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

eg1979

boh... per bella che possa essere il SBC le valuta 30 sterline al massimo. secondo me è nettamente troppo

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

dupondio
boh... per bella che possa essere il SBC le valuta 30 sterline al massimo. secondo me è nettamente troppo

194325[/snapback]

Sicuramente non è poco non lo metto in dubbio ma ho girato tutti i negozi di vcoins e non si trovano conservate bene ad un prezzo minore,si trovano a molto meno ma con conservazione inferiore

http://www.vcoins.com/ancient/mediterranea...uct=570&large=0

http://www.vcoins.com/ancient/jencek/store...ct=2799&large=0

http://www.vcoins.com/ancient/pegasi/store...ct=1901&large=0

http://www.vcoins.com/ancient/cng/store/vi...ct=2996&large=0

Modificato da dupondio

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

numa numa

Due considerazioni :

A) le stime riportate sul SEAR (ultima edizione) risentono del fatto che risalgono a circa 20 anni fa), parecchia acqua e' passata soto i ponti e, nonostante per alcuni casi siano ancora relativamente attuali, il cresciuto numero di collezionisti ne ha fatto lievitare parecchie altre.

B) Oggi si e' accentuato il divario, rispetto al passato,della conservazione della moneta. Il medesimo pezzo puo' essere acquistato, in conservazione brutta (MB o peggio) a 5 sterline in un mercatino o fare in asta 400 sterline se in stile splendido e conservazione tra le migliori conosciute. Purtroppo il divario e' di questo ordine, anche se naturalmente si applica solo ad esemplari con caratteristiche davvero particolari di conservazione e stile (ovviamente si parla di esemplari relativamente comuni, se si aggiunge la variabile rarita', le quotazioni salgono ancora)

Ho estremizzato un po' ma negli ultimi tre-quattro anni vi sono stati diversi esempi del genere. Cio' non toglie che si possa comunque costruire, con intelligenza e pazienza, una bella raccolta di esemplari belli e ben conservati senza spendere delle cifre folli, soprattutto se ci si dedica ai nominali in rame e lega.

numa numa

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

eg1979

quindi, secondo te numa numa, il prezzo pagato da dupondio è giusto?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

dupondio
quindi, secondo te numa numa, il prezzo pagato da dupondio è giusto?

194605[/snapback]

Ciao eg bisogna capire cosa vuol dire giusto,di sicuro è tanto ma a meno non ho trovato follis anonimi in alta conservazione,altrimenti avrei preso quelli :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

numa numa

Non esiste, e non puo' esistere, un concetto assoluto di "equita'" di valore per un oggetto.

Il prezzo che si e' disposti a pagare sul mercato per un oggetto con caratteristiche particolari come un bene artistico (qualita', rarita', provenienza, etc.) assumono un carattere necessariamente soggettivo. Vale a dire esulano da un contesto nel quale un bene assolutamente eguale ad un altro normalmente ha una valutazione identica o quasi sul mercato (il prezzo di un rasoio elettrico fatto in serie variera' poco tra un negozio di elettrodomestici ed un altro, promozioni a parte...).

In un contesto di asta pubblica si assiste ad una molteplicita' di offerenti per un bene che alla fine dell'asta, avranno espresso un valore per quel bene definito come massimo prezzo che si era dispsoti ad offrire in relazione agli altri partecipanti in quel contesto. Ma e' altrettanto certo che la stessa moneta in un'altra asta avrebbe potuto essere venduta a piu', o a meno, sicuramente. E allora qual'e' il vero valore di quel pezzo ?

Come vedi la definizione di valore per un oggetto non e' proprio banale.

Cio' detto, lasciando stare considerazioni teoriche sulla formulazione del valore di mercato di un bene (argomento di trattazione economica molto complesso),

io credo che Dupondio abbia pagato il prezzo che si sentiva di pagare per un bellissimo pezzo, non facile a trovarsi in quelle condizioni di stile e conservazione.

E l'importante e' che lui si senta soddisfatto con il prezzo pagato per il suo acquisto.

numa numa

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

luigi78

Cercare di stabilire il prezzo "giusto" di una moneta antica secondo me è quasi un'impresa.

Mi spiego, il follis in questione appartiene ad una tipologia comunissima che diventa rara quando la moneta si trova in un buon stato di conservazione.

Lo scorso anno comprai un lotto multiplo di questa tipologia monetale (in pratica c'erano quasi tutte le classi anonime di follis +- 150 monete ) a 220 dollari, quindi 1,5 dollari a moneta, naturalmente solo poche raggiungevano lo stato di conservazione MB e un paio quello BB, ma la soddisfazione di classificare, cercare di capire su quali altre monete erano state ribattute mi rese soddisfatto.

Soddisfatto come dovrebbe essere ogni collezionista che compra una monete in maniera convinta.

La moneta la si poteva comprare a 50 euro ? Chi lo puo dire, magari tra qualche mese in qualche asta o in qualche listino, forse

Quando comprai a 150000 lire la mia copia del "Pannuti Riccio" molti dissero che avevo speso troppo............

Come mi spiegava un Signor collezionista, in numismatica vale una buona regola "ogni lasciata è persa" :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Paleologo

Recentemente ho avuto uno scambio di opinioni proprio su questo argomento con un noto venditore di libri antichi di Roma, che è anche collezionista di monete, il quale (con una certa arroganza) ha affermato categoricamente che il prezzo giusto esiste, ed è quello che si ricava dallo studio dei passaggi in asta del bene in questione. A me questo sembra un rivoltare elegantemente la frittata, semplicemente perchè in una economia non pianificata non esiste il prezzo giusto, esiste il prezzo di mercato. Ma per beni così particolari come quelli di cui parliamo in genere non esistono le condizioni perchè il prezzo di mercato si formi secondo le regole dell'economia classica, se non altro perchè la domanda e l'offerta spesso non sono statisticamente significative. Sono quindi d'accordo con quanto scrivono numa e luigi, in questo senso: se parliamo di monete ragionevolmente comuni, per cui esiste un numero significativo di transazioni, possiamo fare una stima ragionevole del prezzo di mercato; altrimenti il prezzo è quello che uno è disposto a pagare. Magari esistesse il prezzo giusto... :rolleyes:

Ciao, P. :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Rapax

Scusate ma esco un attimo dal discorso quotazioni in quanto avrei una domanda...

Visto che sono un po' ignorante in materia volevo sapere se sulle monete bizantine la scrittura utilizzata è rimasta quella greca antica oppure anche qui, come nella lingua parlata, c'è stata un'evoluzione ed è stato utilizzato il greco bizantino (o greco medievale).

Basterebbe guardare o leggere sulle monete stesse direte voi... il mio problema è che non sono in grado di farlo in quanto non conosco ne il greco antico ne il greco bizantino... :blush:

Ho provato a fare dei confronti con qualche fonte online ma ci ho ricavato poco...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Paleologo

Questa è una bella domanda che incuriosisce molto anche me. Purtroppo ne so quanto te...

Ciao, P. :)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×