Jump to content
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Sign in to follow this  
giuseppe ballauri

CARLO ALBERTO L.5 1838 TO

Recommended Posts

Giov60
1 ora fa, giuseppe ballauri dice:

Gent.mo Giov60, lei ha sicuramente ragione per certi periodi storici piuttosto travagliati o durati pochi anni. E' il caso del Periodo Napoleonico. Infatti i vari manuali riportano delle tirature "stimate", o al millesimo XXXX riportano "compreso" in quanto la tiratura comprende diverse date; o ancora non ci sono cifre riferibili alla tiratura ( è il caso del 2 soldi An.9 del 1801). E' diverso nel caso della monetazione di Carlo Alberto ( ma la problematica, in misura minore, si estende ad altri sovrani sabaudi ). Manuali ed altri libri riportano una Tiratura ben precisa e delle ipotesi più o meno accettabili ( v. Catalogo Montenegro ). Sto studiando la questione, ma anche i vecchi libri ( Carboneri - Dotti - Simonetti etc ) non spiegano granchè. Sarò più preciso in un prossimo Post. Sarei grato a tutti quelli del Forum se potessero indicarmi delle fonti che trattano questa problematica. Grazie

Saluti a tutti.

Non solo per i periodi travagliati.

Per quanto riguarda la zecca di Bologna, tutte le emissioni pontificie fino al 1840 circa riportavano sinteticamente le caratteristiche delle monete, descrivendo il tipo ma solo raramente il millesimo. Per cui chi ha desunto le tirature (ma ciò vale anche per la zecca di Milano nel peiodo Napoleonico) ha attribuito all'anno la monetazione effettivamente coniata in quell'anno, senza però conoscere in molti casi con quali conii ( e per le Pontificie ciò vuol dire anche l'anno di Pontificato, indicato solo a partire da Pio IX).

Ritengo che tutte le indicazioni per quelle Savoia, relative alla loro coniazione per pagamenti all'estero ecc. ecc., siano supposizioni che, dopo la prima ipotesi da parte di qualcuno, sono state richiamate da altri e spacciate per veritiere (il che non esclude tale possibilità, ma non la rende per questo evidente!).

Share this post


Link to post
Share on other sites

Giov60
Il ‎02‎/‎07‎/‎2019 alle 16:20, furia78 dice:

...
Ovviamente non deve interessare come l'ho avuta e quanto e' stata pagata, diciamo solo che e' stata trovata nell'unico posto dove si potevano trovare i millesimi rarissimi di Torino di Carlo Alberto (tutti i torino catalogati R5) ma per sapere questo, bisogna essere "Qodesh ha-Qodashim" . 

...


Eros Marchetti

Dato per assunto che D/ e R/ corrispondano alla stessa moneta, non può che rendermi curioso all'eccesso non tanto il prezzo, quanto il conoscere da dove provenga (questo Sancta Sanctorum...)! :huh:

Share this post


Link to post
Share on other sites

vathek1984

Discussione di grande fascino, seguo con attenzione...rimanendo in tema di sabaude anche molti millesimi di Vittorio Emanuele II Re di Sardegna sono da considerarsi dei "fantasmi" per il Gigante..

Share this post


Link to post
Share on other sites

giuseppe ballauri
Supporter
56 minuti fa, vathek1984 dice:

Discussione di grande fascino, seguo con attenzione...rimanendo in tema di sabaude anche molti millesimi di Vittorio Emanuele II Re di Sardegna sono da considerarsi dei "fantasmi" per il Gigante..

Gent.mo Vathek1984, sto studiando il problema delle "monete fantasma" da un po' di tempo, ma nonostante abbia consultato, libri, articoli... non si trova quasi nulla. 

E' vero che alcuni millesimi di Vitt.Em. II Re di Sardegna sono da considerare "fantasmi", ma la stragrande maggioranza riguarda la monetazione di Carlo Alberto. 

Quello che mi interesserebbe sapere, come primo passo, è da quali documenti i Manuali più diffusi ( Gigante e Montenegro ) hanno desunto la tiratura di queste monete, mai apparse sul mercato e/o in Collezioni private ( non presenti neanche nella ex-Collezione Reale e nel CNI). 

Se qualcuno potesse rispondermi e aiutarmi sarei profondamente grato.

PS: chiederei anche ai Curatori di Lamoneta.it, se il problema è già stato dibattuto in passato ( dalle mie ricerche non mi sembra ).

Saluti a Tutti

 

 

 

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

piergi00
11 ore fa, giuseppe ballauri dice:

Quello che mi interesserebbe sapere, come primo passo, è da quali documenti i Manuali più diffusi ( Gigante e Montenegro ) hanno desunto la tiratura di queste monete, mai apparse sul mercato e/o in Collezioni private ( non presenti neanche nella ex-Collezione Reale e nel CNI).  

 

 

 

 

 

 

Marchisio A.F. Studi sulla numismatica di Casa Savoia ( Statistica monetaria del Regno di Carlo Alberto ) memoria XV° Milano 1912 Estratto

Giovanni Carboneri - La Circolazione monetaria nei diversi stati Vol. I Monete e biglietti dalla Rivoluzione francese ai nostri giorni , Tipografia Unione editrice Roma 1915

MARCONCINI FEDERICO Vicende dell'oro e dell'argento dalle premesse storiche alla liquidazione della Unione Monetaria Latina (1803-1925). Milano 1929.Vita e Pensiero

p.s. consiglio di leggere anche i cataloghi precedenti al Gigante e Montenegro..

Edited by piergi00
  • Like 2
  • Thanks 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

giuseppe ballauri
Supporter

Grazie mille piergi00,

il Carboneri è in mio possesso e sto leggendolo... ma è un tomo di circa 900 pagine, dettagliatissima e fondamentale ma finora non ho trovato molte notizie a riguardo. Inoltre nelle Tavole Sinottiche a fine libro sono riportate le monete "circolanti" per valore e anno, senza dividerle per Zecca ( Ge e To ) e... confrontandole con le tirature riportate dai manuali esistono diverse incongruenze. Probabilmente, chiedo a Te, mi è sfuggito qualcosa ( ho saltato tutti i paragrafi della monetazione cartacea ).

Per le pubblicazioni del Marchisio e del Marconcini ho fatto una ricerca su Internet ma non mi risultano disponibili nè in forma cartacea nè in digitale ( magari mi puoi aiutare a trovarli).

Manuali: il più vecchio che ho è il Frisone del 1958 ( non riporta tirature ) poi altri degli anni '60 ( niente). Il Bobba dal 1968 in avanti riporta le tirature con piccole variazioni rispetto al Montenegro e Gigante. Il Montenegro avanza anche l'ipotesi che tali millesimi siano stati dati in pagamento ad uno Stato per commesse della Guerra d'Indipendenza ( ma è un'ipotesi dell'Autore ). 

Quindi, soprattutto se qualcuno di voi mi aiuta... continuerò l'indagine 😊

Grazie ancora e Buona Domenica a Tutti,  

Share this post


Link to post
Share on other sites

piergi00

Quando rientro dalle ferie controllo il Carboneri.

Gli altri due testi non sono facilmente reperibili in forma cartacea , librerie antiquarie e aste numismatiche sono le fonti dove cercarli .

Come prezzari proverei a controllare cosa riportano : Varesi , Cermentini - Toderi , Vallecchi , Simonetti (nelle note) , Sabbioneda , Creti ,  De Luca , Gaudenzi , Misul.

Il catalogo Bobba  e' poi diventato catalogo Montenegro .

Edited by piergi00
  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

equation1972

A mio avviso le monete fantasma sono state coniate con altra data.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

giuseppe ballauri
Supporter
2 ore fa, equation1972 dice:

A mio avviso le monete fantasma sono state coniate con altra data.

Infatti è una delle ipotesi. Ad esempio il 5 Lire VITT. EM.I 1821 ha la stessa Tiratura ( 34618 pezzi ) del 5 Lire del 1821 di Carlo Felice perchè gran parte di questa esigua quantità fu coniata a nome di quest'ultimo. Lo stesso si può dire con il millesimo 1831 ( la maggior parte coniata a nome di Carlo Alberto). Nel caso della monetazione di Carlo Alberto i vari manuali riportano una tiratura precisa. Quindi, se la tua ipotesi è giusta sarebbe opportuno che gli Editori dei Cataloghi "studiassero" il problema e magari provvedessero a delle doverose correzioni. 

Saluti, 

Share this post


Link to post
Share on other sites

vathek1984

Concordo che, almeno nella gran parte dei casi, le monete fantasma siano state coniate con altro millesimo...purtroppo sul Carboneri non sono ancora riuscito a reperire informazioni utili e non possiedo gli altri testi citati..

Share this post


Link to post
Share on other sites

equation1972

Salvo nuovi sviluppi restano fantasmi:

5 lire 1834 Genova

5 lire 1840 Torino

5 lire 1841 Torino

5 lire 1843 Torino

5 lire 1846 Torino

5 lire 1846 Genova

5 lire 1849 Torino

Share this post


Link to post
Share on other sites

simonesrt

Posso assicurare per averlo visto personalmente che il 1849 T esiste 

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

equation1972

Quindi resterebbero le prime 6 del precedente elenco

Share this post


Link to post
Share on other sites

Gallienus
12 ore fa, equation1972 dice:

Salvo nuovi sviluppi restano fantasmi:

5 lire 1834 Genova

5 lire 1840 Torino

5 lire 1841 Torino

5 lire 1843 Torino

5 lire 1846 Torino

5 lire 1846 Genova

5 lire 1849 Torino

Io ci metterei anche il 1845 Torino.

Share this post


Link to post
Share on other sites

equation1972

Il 1845 Torino è comparso (vedi post precedenti).

Edited by equation1972
erore ortografia

Share this post


Link to post
Share on other sites

CdC

Pregherei i partecipanti alla discussione di evitare offese personali.

Share this post


Link to post
Share on other sites

giuseppe ballauri
Supporter
Il 23/7/2019 alle 10:24, simonesrt dice:

Posso assicurare per averlo visto personalmente che il 1849 T esiste 

Grazie mille per la comunicazione. Se potessi essere più preciso ti sarei grato, so che la privacy è sovrana, mi accontenterei di sapere se è in collezione privata ( e quindi praticamente non la vedremo mai) oppure  se l'hai vista da un Professionista ( che magari di fronte ad una proposta "indecente" potrebbe venderla... e l'acquirente potrebbe renderla disponibile, almeno come foto a tutti gli appassionati) .

Certo che il mistero si infittisce...

Saluti

Share this post


Link to post
Share on other sites

simonesrt
35 minuti fa, giuseppe ballauri dice:

Grazie mille per la comunicazione. Se potessi essere più preciso ti sarei grato, so che la privacy è sovrana, mi accontenterei di sapere se è in collezione privata ( e quindi praticamente non la vedremo mai) oppure  se l'hai vista da un Professionista ( che magari di fronte ad una proposta "indecente" potrebbe venderla... e l'acquirente potrebbe renderla disponibile, almeno come foto a tutti gli appassionati) .

Certo che il mistero si infittisce...

Saluti

È in una collezione privata quindi non penso uscirà a breve o forse mai 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Gallienus
Il 24/7/2019 alle 07:50, equation1972 dice:

Il 1845 Torino è comparso (vedi post precedenti).

Non mi pare che ce ne siano le prove, visto che il presunto proprietario non le vuole fornire.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Paolino67
1 ora fa, Gallienus dice:

Non mi pare che ce ne siano le prove, visto che il presunto proprietario non le vuole fornire.

Suvvia, Eros lo conoscono praticamente tutti nel settore, ha un carattere di m. ma non è certo il tipo da fare college di dritto e rovescio di monete diverse per millantare rarità che non ha. Molte grandi rarità che è riuscito a portarsi a casa non provengono certo da posti ignoti, ma la maggior parte dal noto sito di vendite dove è sempre stato particolarmente abile a scovare queste rarità negli anfratti più reconditi del sito. Ci sono foto a dimostrare l'esistenza di questa moneta, francamente stavolta è stato persin troppo moderato (visti i suoi precedenti mi sarei aspettato ben di peggio!!) nel commentare le sgradevolissime e del tutto immotivate accuse che gli sono state rivolte ("La tua ipotesi di una moneta 1845 Ge fotografata al D e un Rovescio di qualsiasi data fotografata al R, mi sembra la più attendibile" 😮 ).

Spesso ho criticato Eros per la sua tendenza a creare flame e farsi bannare nella maggior parte delle community online frequentate ma qui davvero trasecolo nel vedere l'ingiusto trattamento che gli si sta riservando. Non ho mai visto la moneta in oggetto (che nemmeno fa parte dei miei interessi) ma non ho il benchè minimo dubbio che esista e stia riposando nella sua collezione.

  • Like 5

Share this post


Link to post
Share on other sites

furia78
1 ora fa, Gallienus dice:

Non mi pare che ce ne siano le prove, visto che il presunto proprietario non le vuole fornire.

avanti, stampiamo anche questa...
vediamo se 1+1 e' uguale a querela

27 minuti fa, Paolino67 dice:

Suvvia, Eros lo conoscono praticamente tutti nel settore, ha un carattere di m. ma non è certo il tipo da fare college di dritto e rovescio di monete diverse per millantare rarità che non ha. Molte grandi rarità che è riuscito a portarsi a casa non provengono certo da posti ignoti, ma la maggior parte dal noto sito di vendite dove è sempre stato particolarmente abile a scovare queste rarità negli anfratti più reconditi del sito. Ci sono foto a dimostrare l'esistenza di questa moneta, francamente stavolta è stato persin troppo moderato (visti i suoi precedenti mi sarei aspettato ben di peggio!!) nel commentare le sgradevolissime e del tutto immotivate accuse che gli sono state rivolte ("La tua ipotesi di una moneta 1845 Ge fotografata al D e un Rovescio di qualsiasi data fotografata al R, mi sembra la più attendibile" 😮 ).

Spesso ho criticato Eros per la sua tendenza a creare flame e farsi bannare nella maggior parte delle community online frequentate ma qui davvero trasecolo nel vedere l'ingiusto trattamento che gli si sta riservando. Non ho mai visto la moneta in oggetto (che nemmeno fa parte dei miei interessi) ma non ho il benchè minimo dubbio che esista e stia riposando nella sua collezione.

Ti ringrazio di cuore
diciamo che sono stato moderato, perche' tanto mi cancellano i messaggi senno' :D

Edited by furia78
  • Like 1
  • Haha 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

equation1972

Resta da capire se di queste 6

5 lire 1834 Genova

5 lire 1840 Torino

5 lire 1841 Torino

5 lire 1843 Torino

5 lire 1846 Torino

5 lire 1846 Genova

si ha qualche notizia.

Share this post


Link to post
Share on other sites

equation1972

Se questi millesimi sono stati coniati con altre data i millesimi vicini dovrebbero essere più abbondanti del previsto.

Share this post


Link to post
Share on other sites

equation1972

Nel catalogo online il 1834 Genova e il 1843 Torino, appaiono R4, così come Il 1849 Torino (della quale ci sono testimonianze dell'esistenza). Forse anche del 1843 si hanno notizie?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
Sign in to follow this  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.