Jump to content
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Sign in to follow this  
Guittone

Aiuto sulla monetazione

Recommended Posts

Guittone

Buondì. Apro questo argomento per chiedere un aiuto di impronta storica. Vorrei sapere per curiosità: furono coniate più monete durante l'Impero Romano (parlo solamente da Augusto a tutto il V secolo d.C) o durante il Medioevo? (specialmente Basso Medioevo). Da quel che so, e posso sbagliarmi, nel Basso Medioevo vi fu una crescita di coniazione su larga scala. Quando però si può parlare di coniazione di monete su larga scala, ergo anche per il popolo, e non solo di coniazione di monete auree per, magari, ambasciatori, nobiltà ecc. ?

Dopo il Medioevo, quale sono i periodi che hanno visto un diminuire ed un aumentare di coniazione monetale?

L'argomento monete mi è nuovo, quindi cerco di domandare più cose.

Grazie, gentilissimi come sempre

Guittone

Share this post


Link to post
Share on other sites

Guittone

PS se non è la pagina giusta chiedo scusa

Share this post


Link to post
Share on other sites

eliodoro
Supporter

Ciao @Guittone

dovresti  forse specificare meglio le domande, individuando, ad esempio, i periodi precisi di riferimento, aree territoriali, zecche e così via.

In linea generale, credo che, ovviamente, nel momento in cui c'è un esteso impero come quello Romano, il numero di monete battute ( considerando anche le provinciali) sia  enorme.

Però, se guardiamo bene, anche durante l'Impero Romano la produzione varia da imperatore ad Imperatore.

Scarsa con Tiberio, Caligola o Claudio rispetto  a Nerone,  ai Flavi,  Traiano ed  Adriano. 
Per il Medio Evo, ti posso parlare del Sud: i bizantini coniavano abbastanza in Sicilia meno a Roma, pochissimo a Napoli ( a Roma e Napoli c'era pure una produzione autonoma)

I Longobardi coniavano a Benevento, abbastanza, e poco a Salerno e Capua, con un sistema basato su oro ed argento. Salerno, invece, emette i primi follari in rame.

Con i Normanni si ebbe un sistema bimetallico ( rame ed oro), produzione abbondante che, però, mancava dell'argento; si utilizzavano, pertanto, i denari provisini francesi ed i denari pavesi e lucchesi ( Vedi ritrovamento di Alife).

La produzione normanna è oltre modo abbondante ed andava a sostituire quella bizantina che sopravviveva in Sicilia, Puglia  e Calabria; ciò fu dovuto anche alla nascita del Regno di Sicilia datata 1150.

Con gli Svevi la situazione non cambiò di molto, a differenza della conquista Angioina,

Con gli Angioini nasce il Regno di Napoli, per cui la produzione monetaria si stabilizza come quantità ( importante soprattutto la coniazione dei Gigliati,  moneta dall'ottimo contenuto di fino imitata un pò ovunque),  per cui continuare nel Periodo Aragonese anche se ormai siamo nel 1500.

 

Saluti Eliodoro

 

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Guittone

Grazie tante Eliodoro :) Gentilissimo nella tua risposta.

Quindi dal '500 in poi, possiamo dire che la coniazione di monete raggiunse la larga scala della quale parlavo prima?

Share this post


Link to post
Share on other sites

eliodoro
Supporter
6 minuti fa, Guittone dice:

Grazie tante Eliodoro :) Gentilissimo nella tua risposta.

Quindi dal '500 in poi, possiamo dire che la coniazione di monete raggiunse la larga scala della quale parlavo prima?

Parlo sempre del Regno di Napoli, con il vicereame si  conia troppo

Share this post


Link to post
Share on other sites

Guittone

vi sono in merito documenti che attestino la tiratura delle monete emesse?

Share this post


Link to post
Share on other sites

eliodoro
Supporter
18 minuti fa, Guittone dice:

vi sono in merito documenti che attestino la tiratura delle monete emesse?

All'epoca la zecca veniva appaltata a privati che coniavano secondo le direttive del Re

Share this post


Link to post
Share on other sites

Guittone

da quando abbiamo dei documenti per le tirature?

Share this post


Link to post
Share on other sites

eliodoro
Supporter
39 minuti fa, Guittone dice:

da quando abbiamo dei documenti per le tirature?

Certo, sin dall'epoca angioina.

Ci sono anche documenti pubblicati  recentemente ( Appunti di Numismatica Italiana articolo di Antonio Cecere)  che attestano l'abbondantissimo  numero  di monete coniate con l'avvento della Repubblica Napoletana nel  1799, comprese quelle con l'effige di Ferdinando IV

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
Sign in to follow this  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.