Jump to content
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Sign in to follow this  
Ale1900

Domanda sui certificati di garanzia

Recommended Posts

Ale1900

Buondì. Volevo chiedere in merito ai certificati di garanzia:

stavo leggendo sul forum che alcuni certificati di garanzia avevano sbagliato a scrivere, od omisero delle tirature reali ecc.

Voglio quindi chiedere: sono attendibili totalmente?

Se compro una proof in argento, è argento realmente perché lo dice il certificato?

Io colleziono proof solo vaticane e italiane. Ovviamente del Vaticano penso di poter stare tranquillo, essendo uno Stato serio.

Voi che ne pensate?

Anche in merito ad alcune vostre esperienze.

Buon fine settimana

Share this post


Link to post
Share on other sites

petronius arbiter
1 ora fa, Ale1900 dice:

Se compro una proof in argento, è argento realmente perché lo dice il certificato?

E' argento perché lo dicono, o meglio lo impongono, i decreti di emissione, che fissano le caratteristiche (peso, diametro, titolo del metallo) di quelle che sono monete a corso legale a tutti gli effetti. Pensare poi che in zecca qualcuno faccia il furbetto mettendo meno argento di quanto dovuto, e intascando la differenza, mi sembra quantomeno azzardato, in mancanza di riscontri. Se invece vogliamo parlare della possibilità di un errore nella composizione della lega, direi che anche questo, visti i macchinari di precisione che si utilizzano oggi, è a dir poco improbabile.

petronius :)

Share this post


Link to post
Share on other sites

TIBERIVS
1 ora fa, Ale1900 dice:

Buondì. Volevo chiedere in merito ai certificati di garanzia:

stavo leggendo sul forum che alcuni certificati di garanzia avevano sbagliato a scrivere, od omisero delle tirature reali ecc.

Voglio quindi chiedere: sono attendibili totalmente?

Se compro una proof in argento, è argento realmente perché lo dice il certificato?

Io colleziono proof solo vaticane e italiane. Ovviamente del Vaticano penso di poter stare tranquillo, essendo uno Stato serio.

Voi che ne pensate?

Anche in merito ad alcune vostre esperienze.

Buon fine settimana

Il Vaticano è uno stato "serio"  come tu dici, per l´Italia, o meglio la zecca italiana avresti dei dubbi?

Saluti

TIBERIVS

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sirlad

Ne abbiamo viste di tutti i colori con la nostra Zecca italiana..., con sparizioni di monete di prova rarissime e tante altre “chicche”.

Una autentica vergogna all’italiana.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ale1900
16 minuti fa, TIBERIVS dice:

Il Vaticano è uno stato "serio"  come tu dici, per l´Italia, o meglio la zecca italiana avresti dei dubbi?

Saluti

TIBERIVS

No bhè io facevo riferimento specialmente all'argento od oro; ovvero: se il certificato dice "argento" , sarà argento quanto elencato? 925/1000 ecc

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ale1900
4 minuti fa, Sirlad dice:

Ne abbiamo viste di tutti i colori con la nostra Zecca italiana..., con sparizioni di monete di prova rarissime e tante altre “chicche”.

Una autentica vergogna all’italiana.

parlavo dell'argento o dell'oro: non parlavo di sparizioni, ma dicevo quanto sopra scritto e risposto a Tiberius 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sirlad
6 minuti fa, Ale1900 dice:

parlavo dell'argento o dell'oro: non parlavo di sparizioni, ma dicevo quanto sopra scritto e risposto a Tiberius 

Mi sembrava che ti avessero già risposto su questo..., se sul certificato c’è scritto Argento 925, vuol dire che è Argento con quel titolo, sia che il certificato provenga dal Vaticano, dall’Italia o da qualsiasi altro Stato.

Non capisco i tuoi dubbi in proposito.

 

Edited by Sirlad
  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

aqua
Supporter
4 ore fa, Ale1900 dice:

Buondì. Volevo chiedere in merito ai certificati di garanzia:

stavo leggendo sul forum che alcuni certificati di garanzia avevano sbagliato a scrivere, od omisero delle tirature reali ecc.

Voglio quindi chiedere: sono attendibili totalmente?

Se compro una proof in argento, è argento realmente perché lo dice il certificato?

Io colleziono proof solo vaticane e italiane. Ovviamente del Vaticano penso di poter stare tranquillo, essendo uno Stato serio.

Voi che ne pensate?

Anche in merito ad alcune vostre esperienze.

Buon fine settimana

Al di la delle giustissime considerazioni di chi mi ha preceduto considera che, comunque, anche le monete del Vaticano sono prodotte dall'IPZS.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Paolino67

Considerando l'abbastanza recente scandalo nato sui gettoni d'oro che la nostra zecca forniva alla RAI, non sarei così certo al 100% che il titolo dichiarato sia sempre perfettamente preciso...

http://numistoria.altervista.org/blog/?p=20838

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ale1900

995 al posto di 999 posso starci. Io parlavo proprio del fatto che mettano "argento" quando non è argento; visto che sulle proof il titolo del metallo non c'è (a differenza delle medaglie papali dove da oltre 50 anni c'è il titolo ed il grado di purezza argenteo)...

Il mio timore è solo questo

Edited by Ale1900

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ale1900

Anche se non penso che gli Stati possano solare così: alle fine chi ci perderà di più sono loro. Se si mettono a coniare monete (parlo per ipotesi) ove è attestato da loro certificato che la composizione delle stesse è in argento, od oro, e poi argento ed oro non è, nessuno andrà più a comprarle. Ergo sarebbe per loro contro producente. Mi sbaglio?

Edited by Ale1900

Share this post


Link to post
Share on other sites

TIBERIVS
1 ora fa, Ale1900 dice:

995 al posto di 999 posso starci. Io parlavo proprio del fatto che mettano "argento" quando non è argento; visto che sulle proof il titolo del metallo non c'è (come c'è invece nelle medaglie papali)...

Il mio timore è solo questo

Ma dai!!!!!! Come puoi pensare un stupidaggine  dell

genere, al posto dell´argento cosa? Alluminio, una lega?

Uno che capisca un minimo di Numismatica, capirebbe di che metallo si tratta.

Poi detto tra noi, la materia prima (argento) costa poco, a queste zecche conviene continuare cosi, vendere argento buono a prezzo altissimo, il guadagno è lì

Saluti

TIBERIVS

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ale1900
4 minuti fa, TIBERIVS dice:

la materia prima (argento) costa poco, a queste zecche conviene continuare cosi, vendere argento buono a prezzo altissimo

50 - 70 Euro non mi sembra però una cifra altissima. Poi non so la materia prima quanto costi a loro

Share this post


Link to post
Share on other sites

TIBERIVS
4 minuti fa, Ale1900 dice:

50 - 70 Euro non mi sembra però una cifra altissima. Poi non so la materia prima quanto costi a loro

Quanto pesano questi oggetti.?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ale1900
2 minuti fa, TIBERIVS dice:

Quanto pesano questi oggetti.?

18-22 grammi giù di lì

Share this post


Link to post
Share on other sites

Gallienus
19 minuti fa, Ale1900 dice:

18-22 grammi giù di lì

Vendere a 50-70 euro un oggetto che ne vale (in argento) 9-11 vuol dire farci un ricarico del 600%, non mi pare pochissimo.

  • Like 1
  • Thanks 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

TIBERIVS
50 minuti fa, Ale1900 dice:

18-22 grammi giù di lì

 

29 minuti fa, Gallienus dice:

Vendere a 50-70 euro un oggetto che ne vale (in argento) 9-11 vuol dire farci un ricarico del 600%, non mi pare pochissimo.

Ti ha risposto egregiamente @Gallienus non hanno bisogno di truffare sul metallo.....

Saluti

TIBERIVS

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ale1900

Sì, giustissimo; non fa una piega in effetti

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ale1900
1 ora fa, Gallienus dice:

Vendere a 50-70 euro un oggetto che ne vale (in argento) 9-11 vuol dire farci un ricarico del 600%, non mi pare pochissimo.

praticamente allora con le medaglie lo stesso discorso: vendono ad un prezzo maggiore quello che in realtà è l'argento adoperato. Vale il medesimo discorso? Anche se le medaglie di Paolo VI stanno sulla quarantina di euro

Share this post


Link to post
Share on other sites

Gallienus
29 minuti fa, Ale1900 dice:

praticamente allora con le medaglie lo stesso discorso: vendono ad un prezzo maggiore quello che in realtà è l'argento adoperato. Vale il medesimo discorso? Anche se le medaglie di Paolo VI stanno sulla quarantina di euro

E' normale e inevitabile che sia così: se le vendessero al prezzo del metallo che convenienza ne avrebbe lo stato a produrle? È per questo che è improbabile che truffino sul metallo (parliamo di qualcosa che vale 50 centesimi al grammo, quindi assai poco): si guadagna ben di più semplicemente vendendo il prodotto senza imbrogli. 

Nel Sette-Ottocento invece, a Napoli la zecca guadagnava sottraendo metallo alle monete (facendole pesare di meno: invece di fare il tondello da 27,53 grammi lo facevano, mettiamo, da 27,00), ma lì il contesto era ben diverso, perché la moneta non aveva valore fiduciario (da una moneta di valore 120 grana teoricamente fondendola avremmo ricavato 120 grana d'argento: sottraendo metallo dal tondello invece alla moneta ne restavano, che so, 118 e 2 li tenevo per me). Sui grandi numeri l'operazione aveva un ritorno economico. Ovviamente oggi non sarebbe più così, perché i pezzi emessi son troppo pochi per trarre un guadagno significativo e perché sarebbe impossibile non essere scoperti.

Insomma, vai tranquillo che il problema delle commemorative non è certo quello dei tarocchi, quanto piuttosto la tenuta di valore nel tempo. Ma se collezioni per piacere personale e non per investimento questo dovrebbe essere un problema relativo.

Edited by Gallienus

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ale1900
15 ore fa, Gallienus dice:

(parliamo di qualcosa che vale 50 centesimi al grammo, quindi assai poco): si guadagna ben di più semplicemente vendendo il prodotto senza imbrogli. 

 

certamente...per le medaglie però scusa, non pesano di più? 40 grammi anche, alle volte di più. Chiedo visto che si parlava di monete proof

50 centesimi al grammi è l'argento o 5 centesimi?

Edited by Ale1900

Share this post


Link to post
Share on other sites

Gallienus
3 ore fa, Ale1900 dice:

certamente...per le medaglie però scusa, non pesano di più? 40 grammi anche, alle volte di più. Chiedo visto che si parlava di monete proof

50 centesimi al grammi è l'argento o 5 centesimi?

L'argento fino è 50 cent al grammo circa. Quindi in una medaglia da 40 grammi - se parliamo di argento 999 - ci sono circa 20 euro di valore del metallo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ale1900

Medaglie papali, quindi direi 800 / 986 su 1000, dipende poi dalle medaglie. Molte di Paolo VI erano argento 800/1000

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
Sign in to follow this  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.