Jump to content
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Sign in to follow this  
isaia_67

Moneta bucata

Recommended Posts

isaia_67
Supporter

Buonasera,

vorrei chiedere il vostro aiuto per riuscire a catalogare questa moneta bucata.

Inoltre: perché forare una moneta?

A me vengono in mente queste ipotesi:

1. Verificare il metallo di cui è fatta.

2. Renderne nullo per qualche motivo il valore.

3. Appenderla per usarla come monile o collana.

4. Legarla per poi recuperarla.

Voi cosa ne pensate?

Diametro: 19 mm.

Peso: 3,09 g.

Ringrazio fin da ora tutti quelli che mi daranno un parere.

7.jpg

8.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Adelchi66

Ciao, secondo me, visto il sostanziale rispetto dell'iconografia da parte di chi ha praticato i foro, si tratta di una moneta segnacolo affissa su un supporto ligneo per un qualche motivo. 

Se l'intento fosse stato quello di invalidare la moneta, tipico degli oboli di Caronte, il foro sarebbe stato piazzato al centro, senza curarsi delle immagini. 

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

isaia_67
Supporter

Grazie a @legionario e a @Adelchi66.

Identificazione perfetta. Concordo sull'ipotesi relativa al foro, vista l'attenzione praticata a non danneggiare le immagini.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Adelchi66

Osservando su quale lato si presenta l'estrusione si capisce quale è la faccia tenuta in considerazione per l'esposizione. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

isaia_67
Supporter

Grazie @Adelchi66

Share this post


Link to post
Share on other sites

Rapax

Questa discussione mi era sfuggita. Potrei sbagliare, ma guardando il rovescio parrebbe anche suberato, come questo:

B12B4C72-56B3-4F2A-9D3A-C1A01C917A96.jpeg

8EBCC34A-7E9B-4AB5-91F7-D7DFAE537F2A.jpeg

Edited by Rapax

Share this post


Link to post
Share on other sites

isaia_67
Supporter

Grazie del contributo @Rapax.

Mi sembra che il tuo sia un denario della Gens Claudia del 41 a.C.; passerebbero circa 70 anni tra le due monete, dunque nemmeno tantissimi.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Rapax

Il tema delle monete forate è estremamente interessante ed al tempo stesso piuttosto ampio. In questo caso penso serva a poco concentrare l'attenzione sull'aspetto cronologico di questi due esempi, ma potrebbe essere molto interessante provare ad inserirle tra la documentazione ad oggi nota riguardanti monete romane oggetto di tale pratica.

Siamo di fronte a due denari suberati, ai quali è stato praticato un singolo foro periferico. Partirei da questo aspetto per tentare di individuare la ragione che portò a tale foratura, poiché non mancano casi molto diversi, quali forature doppie, triple, quadruple, multiple, praticate anche in differenti aree del tondello (non sempre periferiche, ma anche centrali, affiancate, opposte).

Non mancano esempi di aurei, denari o nominali di un certo valore forati, ma generalmente tale pratica interessa monete in metallo vile, in mistura o appunto suberati. A tal proposito vedasi l'esempio della “Signora del sarcofago” della necropoli dell'Università Cattolica di Milano, dove in una sepoltura di III secolo d.C. fu rinvenuto un denario forato suberato (pur trattandosi di una donna di rango).

Le monete provenienti dal mercato antiquario purtroppo sono ovviamente prive di fondamentali informazioni riguardanti gli eventuali contesti di rinvenimento e non ci consentono altresì di stabilire l'eventuale periodo nel quale le forature furono praticate, ma qualche ipotesi potremmo provare a formularla.

Un unico foro in prossimità del bordo trasforma la moneta in un ciondolo, questo pare piuttosto evidente, ma non così scontato è l'utilizzo “singolo” della moneta quale unico pendente di un'eventuale collana. Più probabile è che tali esemplari possano essere stati parti di collane costituite da più elementi quali vaghi, lunule ed altri pendagli.

Altra affascinante ipotesi è che la moneta-pendente fosse parte di una particolare tipologia di oggetti chimati crepundia. In area gallica è ben attestato l'uso di monete nella realizzazione “casalinga” di oggetti simili chiamati crepitacula, ecco quelli conservati presso il museo di Rouen:

crepitacula1.jpg

crepitacula2.jpg

 

In ambo i casi si tratta sostanzialmente di sonagli (come suggerito dalla radice comune dei due termini), ma nel nostro caso, trattandosi di denari, per giunta suberati, possiamo escludere che possano essere stati utilizzati quali parti di crepitacula monetali in quanto troppo leggeri e inadatti allo scopo. I crepundia invece “erano delle catenelle alle quali erano agganciati piccolissimi manufatti in terracotta o in metallo, come spadini, scuri, falcetti, manine, animaletti, falli, crescenti lunari, che venivano allacciate attorno al collo e alle spalle dei neonati, cosı` che ad ogni loro movimento producessero un lieve effetto acustico” (Claudia Perassi, MONETE ROMANE FORATE: QUALCHE RIFLESSIONE SU ‘‘UN GRAND THEME EUROPEEN’’ ).

Ed anche sul fatto che le monete non venissero scelte casualmente ma su base iconografica ci sono pochi dubbi, nel caso potremmo naturalmente avanzare qualche ipotesi.

 

Edited by Rapax
  • Like 5

Share this post


Link to post
Share on other sites

carletto23
21 ore fa, Rapax dice:

.... guardando il rovescio parrebbe anche suberato....

 

oltre al rovescio anche il diritto a ore 10 ...

Share this post


Link to post
Share on other sites

isaia_67
Supporter

Ringrazio ancora @Rapax e @carletto23.

Ho cercato un po' su internet ed ho scoperto che il tema delle monete forate è molto interessante.

Di seguito scrivo i link che ho trovato:

https://www.torrossa.com/it/catalog/preview/2640294

https://www.panorama-numismatico.com/divagazioni-intorno-alle-monete-forate/

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Rapax

L’approfondimento della Perassi che hai linkato e che ho citato è stupendo, consiglio davvero a tutti di seguirla su Academia poiché i suoi contributi sono un qualcosa di estremamente prezioso, in particolar modo su simili tematiche.

Share this post


Link to post
Share on other sites

isaia_67
Supporter

Grazie.  Lo farò senz'altro 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
Sign in to follow this  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.