Vai al contenuto
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
  • Annunci

    • Reficul

      Aggiornamento   15/10/2017

      Oggi inizia l'aggiornamento del forum v2018. Potrebbero verificarsi problemi e il forum potrebbe rimanere per pochi minuti non raggiungibile.
      Comunicherò successivamente con un topic in sezione news tutte le novità.  
Accedi per seguire questo  
Layer1986

500 LIRE CARAVELLE

Risposte migliori

Layer1986

Drante le ultime settimane mi è rimbalzata in mente l'idea di scrivere su una delle più belle monete: la 500 lire "Caravelle".

ANNO 1957

Il ministro delle finanze, Giuseppe Medici, aveva commissionato alla zecca una moneta che sarebbe dovuta essere il simbolo della ripresa economica italiana sia concretamente che visivamente:

Concretamente in quanto ci si poteva permettere la coniazione di monete per la circolazione in metallo pregiato (Argento in questo caso) e visivamente poiché questa moneta accomunava uno dei periodi di massima prosperità economica e culturale in Italia (Rinascimento) a quel periodo di “rinascita” economica del dopoguerra.

Nasce così una delle più belle monete mai coniate nel panorama numismatico italiano e non la 500 LIRE ‘CARAVELLE'.

Coniata dal 1958 al 1967 per la circolazione in tiratura molto elevata (fu poi riservata ai collezionisti nelle confezioni della zecca fino all’avvento dell’euro). Questa moneta, come detto, è l’unica moneta non commemorativa coniata in argento, a differenza per esempio alle successive 500 lire del 1961 (Centenario dell’Unità d’Italia) e 500 lire del 1965 (7° Centenario della nascita di Dante Alighieri).

ANALISI ICONOGRAFICA DELLA MONETA

Il dritto

Realizzato da Pietro Giampaoli, incisore capo della zecca, presenta al centro un busto femminile alla maniera rinascimentale con attorno gli stemmi (19 per la precisione) di regioni e città italiane. Ci sono delle curiosità riguardanti il dritto della moneta:

Le monete posteriori al 1963 presentavano ancora 19 stemmi, ma il panorama politico italiano presentava 20 regioni, poiché in quell’anno fu istituita la regione del Molise.

La donna del profilo è la moglie di Giampaoli che fu presa a modello.

Un esempio di abiti rinascimentali molti simili a quelli del ritratto si può trovare in un particolare dell’“incoronazione della Vergine” di Filippo Lippi (le donne che si vedono in basso al centro).

Il retro

Realizzato da Guido Veroi.

Dopo aver ricevuto l’incarico di studiare un progetto adatto all’esistente dritto scelse, sempre nella tematica rinascimentale, le Caravelle di Colombo. Lo stesso autore rivelò che il tempo messogli a disposizione per il retro fu di una sola notte.

L’autore dopo essersi documentato propose un modello in gesso dove le bandierine erano “controvento” erano, cioè, orientate in modo opposto alle vele.

post-4206-1172506449_thumb.jpg

post-4206-1172507086_thumb.jpg

Modificato da Layer1986

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Layer1986

LA VERSIONE PROVA

Dopo la presentazione del progetto di Veroi che presentava le bandierine “controvento” furono coniate le prime 2000 monete recanti millesimo 1957 e con la dicitura PROVA . Poi quando si procedette con l’emissione di monete per la circolazione normale a partire dal 1958. Molti gridarono allo scandalo, parlando di errore clamoroso nelle prove. Con il risultato che le monete del 1957 raggiunsero altrettanto clamorose quotazioni.

Ma Veroi negò l’errore e documenti alla mano lo dimostrò: infatti Colombo nel suo diario di bordo descrisse la navigazione controvento dovuta al cosiddetto “vento di bolina”: quando le imbarcazioni stringono il vento al massimo quasi risalendo contro di esso.

Allora viene da porsi questa domanda: perché fu cambiata la posizione delle bandiere?

“Perché “ fu la risposta “ non tutti sono esperti nella navigazione e le monete devono poter essere comprensibili a tutti senza dar luogo a equivoci o incertezze”.

post-4206-1172506910_thumb.jpg

Modificato da Layer1986

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

TALLEROE

Molto interessante!Grazie layer1986...ma dopo il 1967 avevano valore legale?? :D

E' una domanda che ci stiamo ponendo in un altra discussione... ;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ariminvm

ancora?!?!?!

ormai è una domanda che ti poni solo tu!

perchè non vuoi fidarti di quello che ti hanno già detto tutti? ti assicuro che in questo forum ci sono persone molto esperte e affidabili.

O forse non ti interessa sapere come stanno le cose e cerchi solo conferma a quella che è la tua idea iniziale... allora prova a documentarti seriamente e facci sapere se trovi qualcosa di interessante.

ciao

P.S. molto interessante layer.

Modificato da ariminvm

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Rob_erto

Ottimo lavoro Layer, anch'io sono molto affezionato a questa moneta!

Non mi intendo di araldica e mi piacerebbe saperne di piu sugli stemmi delle regioni. Ho questo ingrandimento, perche non proviamo ad associare ad ogni numerino la regione? :D

http://img85.imageshack.us/img85/9187/caravellefa7.jpg[/img]]My Webpage

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Layer1986

Provo io? :D

Genova, Torino, Aosta, Milano, Trento, Venezia, Trieste e Udine, Bologna, Firenze, Ancona, Perugia, Roma, L'Aquila, Napoli, Bari, Potenza, Catanzaro, Sicilia e Cagliari

le puoi trovare tranquillamente sul catalogo del sito :D

http://numismatica-italiana.lamoneta.it/moneta.php/W-ITL/30

Modificato da Layer1986

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Rob_erto

...ops! :o

non mi ero accorto che c'erano gia nel catalogo...

grazie, ciao

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

TALLEROE

Calma ariminvm,

la risposta soddisfacente al mio quesito l'ho avuta

oggi da Lochness...mentre la domanda in questa discussione l'ho fatta ieri...

non c'è bisogno di mettersi a far illazioni!!! :angry:

Un forum...dovrebbe essere fatto per parlare....no??? :blink:

CIAO A TUTTI ;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

ariminvm

come già specificato da layer sono simboli di città e regioni, ci avevo già provato ad identificarli:

1- la croce dello stemma della liguria

2- il toro simbolo della città di Torino

3- leone della val d'aosta

4- la croce dello stemma di milano

5- l'aquila del trentino

6- il leone di Venezia

7- il "giglio" di Trieste

8- lo stemma di Bologna

9- il giglio di Firenze

10-lo stemma della città di Ancona

11-il grifone di Perugia

12-la lupa di Roma

13-l'aquila de L'Aquila

14-stemma di napoli o della campania?

15-stemma di Bari

16-stemma di potenza

17-stemma di cosenza

18-il triscele simbolo della sicilia

19-stemma di sassari

mi avete anticipato... solo l'ultimo non è Cagliari ma sassari

Talleroe, scusa se ti sono sembrato violento, non era mia attenzione, è che mi sembrava un po' offensivo per i tanti che ti hanno dato risposte attendibili sull'altro post, il fatto che tu continui a riprporre la stessa domanda come se non ti fidassi.

Modificato da ariminvm

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

incuso
Supporter

Nell'elenco c'e' qualche errore. L'1 è Genova e non la Liguria e il 5 è Trento e non il Trentino, il 7 Trieste e Udine (come mai?), il 14 è Napoli, 17 Catanzaro (in effetti lo stemma di cosenza è praticamente identico, tuttavia il capoluogo dovrebbe essere Catanzaro), analogamente al precedente Cagliari e non Sassari è rappresentato nel 19.

Il Molise (o Campobasso) non è rappresentato in quanto istituitas successivamente.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Lochness

In effetti sono tutti stemmi di città capoluoghi delle 19 Regioni dell'epoca. Osservando in internet i siti dei Comuni, il 17 mi pare proprio Catanzaro e non Cosenza che non ha quella coroncina sulla montagna; invece il 19 mi pare proprio quello di Sassari e non quello di Cagliari, anche se la cosa sarebbe ben strana.... :o

Lo stemma del FVG mi pare invece più facilmente spiegabile: il Friuli era cosa ben diversa dalla Venezia Giulia, essendo stato il primo scorporato dal Veneto solo dopo la fine della guerra. Evidentemente all'epoca l'unione di questi due territori non era stata ancora digerita (non lo è a tutt'oggi), quindi probabilmente per motivi politici si preferì mettere sia lo stemma di Udine (Friuli) che della Venezia Giulia (Trieste).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

incuso
Supporter

Si' assomiglia decisamente di piu' a quello di sassari...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

rainywinter

Spiegazione davvero molto interessante.

Grazie.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

zero87k

COMPLIMENTI per il tuo lavoro LAYER1986..davvero ottimo è vero è proprio una bellissima moneta anche io ne ho alcune e mi affascinano sempre....CIAO :D :D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Impero

:) Ma quanto è bella? - a mio parere la migliore della Repubblica e degna di competere con

le più artistiche incisioni del Regno :D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

toto

Ciao Layer1986,

complimenti per la bella scheda su questa fantastica moneta, la 500 lire caravelle, che facendo anche parte del mio vissuto mi da sempre molto piacere ricordare.

LA VERSIONE PROVA

Dopo la presentazione del progetto di Veroi che presentava le bandierine “controvento” furono coniate le prime 2000 monete recanti millesimo 1957 e con la dicitura PROVA .

...

203701[/snapback]

Altre volte avevo letto il valore 1070 come tiratura di quelle mitiche prove... Non che la cosa cambi molto, ma a questo punto ho curiosità: quanti furono i fortunatissimi (parlamentari e altre personalità pubbliche dell'epoca) che ricevettero in omaggio quella moneta di prova? Una moneta che è poi diventata mitica grazie soprattutto a quell' "errore", riconosciuto ob torto collo ma riconosciuto almeno in parte tale, e che perciò ha dato (più a ragione che a torto, secondo me) una motivazione forte (e alquanto facile da ricordare) a quella variante. Dovremo poi attendere ben 40 anni prima d'avere un altro errore facilmente diventato popolare (le 1000 lire germania errata). E malgrado il fatto che la tiratura circa mille volte maggiore rispetto alle prove della 500 lire non avrebbe mai potuto permettere quotazioni rilevanti, ancor oggi molti credono a torto che la "moneta errata" possa valere più della successiva "corretta"...

Questo più recente episodio è solo un maldestro esempio, ma la dice lunga sul "valore aggiunto" che può dare nell'immaginario collettivo un errore...

Un salutone,

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Paolino67
Dovremo poi attendere ben 40 anni prima d'avere un altro errore facilmente diventato popolare (le 1000 lire germania errata). E malgrado il fatto che la tiratura circa mille volte maggiore rispetto alle prove della 500 lire non avrebbe mai potuto permettere quotazioni rilevanti, ancor oggi molti credono a torto che la "moneta errata" possa valere più della successiva "corretta"...

Questo più recente episodio è solo un maldestro esempio, ma la dice lunga sul "valore aggiunto" che può dare nell'immaginario collettivo un errore...   

Diciamo che sul caso delle 1000 lire ha influito in maniera determinante la solita superficialità dei media. Ricordo come fosse ieri come tv e giornali parlassero di questo errore come di una moneta destinata a diventare rarissima perchè ritirata dalla circolazione. A quei tempi non mi interessavo di numismatica, e anch'io credevo davvero si trattasse di una moneta rara, anche perchè non l'avevo mai trovata in circolazione. Che delusione (si fa per dire) quando nel 2002 scoprii che si trovava per pochi spiccioli a qualsiasi mercatino...

Per far capire la potenza dei media aggiungo un altro caso riguardante i francobolli: qualche tempo fa un mio conoscente mi portò una busta affrancata con un francobollo del 1996, e un ritaglio di giornale dell'epoca in cui si parlava di questo pezzo: secondo il giornale, a causa di un refuso il francobollo sarebbe stato ritirato dalla circoalzione, e per questo il mio conoscente lo conservò gelosamente. Inutile dire che non ci fu alcun ritiro, e che questo francobollo vale pochi centesimi, come qualsiasi altro di quel periodo....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi essere registrato per lasciare un commento

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

Accedi per seguire questo  

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×