Jump to content
  • Sky
  • Blueberry
  • Slate
  • Blackcurrant
  • Watermelon
  • Strawberry
  • Orange
  • Banana
  • Apple
  • Emerald
  • Chocolate
  • Charcoal
Max68Busca

20 franchi AN10

Recommended Posts

Max68Busca

Buongiorno e ben trovati, vorrei confrontarmi con voi su questa bellissima (stilisticamente parlando ed a mio parere...) moneta che insieme all' AN9 hanno dato inizio alla collezione dei Marenghi.

Perdonate la qualità della fotografia di sinistra ma è stata fatta con il telefonino in condizioni non ottimali ed un po' di corsa. 

Allora, vediamo se inizio a capirci qualcosa...

La moneta si sinistra è chiusa da un noto perito in SPL+ mentre quella di destra PCGS MS 62 che se non erro dovrebbe essere un qFDC o lì attorno... bene, se non ho detto grosse inesattezze ecco le mie considerazioni:

Mi sembra che la distanza tra le due monete sia ben più rilevante che non un quarto di punto, ho valutato la parte alta dell'elmo dove si vede bene l'usura (puntini in alto) ben più marcata della prima moneta rispetto alla seconda, delle foglie sempre sull'elmo, dei puntini sulla visiera, della parte bassa dei capelli e della veste... eccetera.

Vorrei sapere se condividete il mio punto di vista e se desiderate indicarmi altri elementi per valutare al meglio questa moneta.

Grazie a tutti coloro che vorranno intervenire nella discussione, un caro saluto a tutti, Max.

An10.jpg

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

lorluke
Supporter

Buongiorno @Max68Busca. Condivido la tua analisi. Nonostante le foto non siano proprio ottimali, è evidente che la moneta di sinistra sia qualitativamente inferiore sotto diversi punti di vista. Pertanto, anch’io opterei per l’esemplare slabbato da PCGS. 

Edited by lorluke
  • Thanks 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

r.tino

Buongiorno Max, la differenza delle 2 monete (da cio che si percepisce da queste foto) tra le 2 monete e' evidente, e in maniera specifica per questa tipologia di moneta, lo e' ancor di piu' in termini economici.....basta poco per avere su questa moneta  un vasto elastico in termini di prezzo. I punti basilari su cui effettuare la valutazione per la conservazione sono come ben detto da lei , i puntini nella parte alta dell'elmo e la corona di foglie.....a cui vanno aggiunti altri  punti fondamentali , perlinatura dell'elmo nella parte frontale sopra gli occhi, sopracciglio e parte piu' alta del nodo della corona di foglie, dove i 2 si sovrappongono. Poi ovviamente , cosa non comprensibile nella prima foto, la freschezza del metallo della moneta

  • Thanks 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Cinna74

Analizzando solo la porzione della moneta proposta, a mio modesto parere, fra le due passa almeno un punto nella scala italiana. Le foto sono diverse fra loro ed è difficile essere precisi. Volendo azzardare direi bb-spl la prima e spl-fdc la seconda. Non è tanto importante comunque la sigla attribuita allo stato di conservazione quanto il fatto che, a differenza della sigillata in bustina, la moneta in slab è una moneta "definitiva". Difficilmente ci sarà in futuro la necessità di migliorarla.

Buona giornata 

Share this post


Link to post
Share on other sites

ilnumismatico
Supporter

Vorrei entrare più nel dettaglio di quanto abbiano già fatto gli amici prima di me.
Fare paragoni fotografici è sconsigliabile soprattutto a scopo didattico come questo. Entrano in gioco fattori quale prospettiva, luce e diverse altre condizioni di scatto differenti che influenzano non poco il risultato finale. Inoltre il paragone tra due monete diventa assai più delicato a seconda dell'età della moneta. Un conto è paragonare due monete del Regno, un altro è paragonare due monete Borboniche, un altro ancora è paragonare due esemplari della tipologia in questione e così via... Dove voglio arrivare? che ogni tipologia monetale ha le sue peculiarità tecniche (o meglio, i suoi limiti e difetti congeniti) che, enfatizzati dalla limitatezza della foto (quindi ritorniamo al principio sopra esposto) rendono la "problematica valutativa" (già elaborata su queste tipologie) ben più complessa del ricondurre la questione ad uno o due singoli punti specifici (senza contare il riconoscere a saper valutare differenti stili di conio!).
La tipologia di cui parliamo ha difetti congeniti quali ad esempio debolezze di conio, di cui spesso abbiamo parlato. Questo significa che valutare come usura i rilievi appiattiti, è un errore.
Ed è un errore anche fare affidamento sulla foto di sinistra per confermare questa valutazione (se è del venditore errore ancora più grave), dal momento che non evidenzia le peculiarità che uno Spl+ dovrebbe avere, ossia una brillantezza discretamente spiccata: ergo, potrebbe essere benissimo Spl+ ma dalla foto non si percepisce (sottoesposta, con bruciature di luce anche se i rilievi dei capelli sono comunque un riscontro importante). 
Altro discorso collaterale ma necessario: fare affidamento sui giudizi dati da enti americani che conoscono veramente poco le nostre monete (argomento che ho trattato in questo intervento relativamente a un bellissimo esemplare dello stesso periodo, un 5 franchi An 10)

Un grado MS62 (o il concetto stesso del grading americano) non fa riferimento sempre e precisamente ad un parametro della nostra scala: in relazione a questo preciso giudizio (MS62 appunto), può variare da uno Spl+ ad uno Spl/FdC(-qFdC). In parole povere si fa prima a capire di evitare qualsiasi relazione tra il parametro americano e quello italiano, che a scervellarsi a capire cosa intendessero i graders (ancora meglio se si impara a valutare da se ;)).
Quindi cosa abbiamo in queste due foto? abbiamo due monete molto differenti già solo senza parlare di conservazione; due monete differenti relativamente alla qualità tecnica di coniazione.
Quella di sinistra ha evidenti debolezze congenite (dalla foto si vedono solo 4 pallini e mezzo sull'elmo galeato, ma altrettanti pochi pallini sulla visiera, per non parlare della veste che sembra più piatta).
Si può dedurre che siano debolezze perchè il rilievo dei capelli, cui facevo prima un accenno veloce, ma anche quello dell'orecchio, è ben presente. Il dettaglio della foto non permette di capire la superficie del metallo nella zona della guancia, che invece è ben comprensibile come "non circolato" nella foto di destra, dove però si evidenziano sul tondello dei minimi segni di riporto al marco (che non sembrano essere presenti su quello di sinistra), un tondello più stretto (perlinatura meno visibile che sull'esemplare di sx) ma legenda con dettagli più forti (quello di sx sembra più afflitta da debolezze).
Diciamo che valutare queste monete solo da un verso è un altro errore: solo esaminando entrambe le facce si può pervenire a una visione d'insieme della qualità, e capire effettivamente se è un difetto o no quello che pregiudica la conservazione. 
Concludendo... Vorrei pervenire ad un concetto più che a una valutazione finalizzata al banale "qual è la migliore tra le due": la valutazione di una moneta del periodo preunitario italiano risulta articolata in virtù di vari fattori, che esulano dal concetto della conservazione (più andiamo a ritroso nel tempo e più la tematica si approfondisce) . Ecco perchè ritengo che valutare una moneta solamente con le classiche sigle nostrane sia non solo fortemente limitativo ma anche errato, dal momento che si tralascia di valutare la qualità, che alla fine, è il parametro che collezionisti come Massimo ricercano.
Una foto vale più di mille parole, e credo sia la ciliegina sulla torta (oddio, se quanto ho scritto via ha annoiato non credo sia una torta... vabbè...) al termine di questo mio lungo intervento.
Allego la foto del più bell'esemplare di questa tipologia. Non lo dico io, ma lo dicono i fatti "su strada" (a parte il fatto che è stata scelta da @Alberto Varesi come moneta di copertina del suo libro sui marenghi nel mondo) base 7000€, realizzo 12000€ presso la Nomisma 60.
Divertitevi a guardare i dettagli che si sono considerati... e capirete quanto il fattore qualità sia tanto importante, se non più importante, del (soggettivo) concetto di conservazione. Specie su monete "difficili" come queste.

7-12000€.jpg

  • Like 7

Share this post


Link to post
Share on other sites

In Ricreazione
favaldar

@ilnumismatico  Spiegazione "semplice" e dettagliata. Da salvare e mettere da parte in risorse. :hi:

Forse il più bel marengo ma anche il più difficile da trovare in questa conservazione e battitura. Con una capigliatura eccezionale, sarebbe da vedere anche il retro,per quello di destra e almeno senza plastica, quello di sinistra. Stupende.

Share this post


Link to post
Share on other sites

dux-sab

Io più che debolezze vedo usura!

Share this post


Link to post
Share on other sites

ilnumismatico
Supporter
2 minuti fa, dux-sab dice:

Io più che debolezze vedo usura!

Usura davvero molto particolare allora: si appiattiscono rilievi più periferici e non quelli più centrali come l’orecchio... 

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

In Ricreazione
favaldar

In Asta 6 MDC ce ne sono 3 anno 10 ed una anno 9 catalogate MS 61/62 (Superbe)ed una AU 55 (TTB a Superbe) potete fare un confronto,per quel che è possibile con queste foto ed in foto.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Monetaio

E' una moneta che soffre in molti esemplari di debolezze, soprattutto sui puntini dell'elmo (e otturazioni) ed altri rilievi minori (più bassi di altri).
E' una moneta che va valutata principalmente dal lustro, e non dalla nitidezza dei rilievi.
Se sull'elmo con i puntini evanescenti, vi é presente lustro pieno, trattasi di conio stanco e non di usura.
Il lustro é LA PRIMA cosa che sparisce in caso di usura/maneggiamento.
NON vi può essere usura dove é presente lustro di conio.
MS62 non é qFDC, ma SPL-FDC assieme al MS63 che invece può essere anche essere assimilato al qFDC, il 64 é un qFDC/FDC e il 65 é FDC.
Continuo a ripeterlo, mostrando anche tabelle uffciali, ma continua ad essere non recepito, ne da alcuni professionisti che allegramente spacciano il 63 come FDC (vedere Gigante a centro pagina pagina 10), tanto meno da molti collezionisti che probabilmente hanno un gusto un po' masochista di bearsi di grading non corrispondenti.
Detto questo, anche con gli SLAB, preferibile guardare le monete che il grading espresso, soprattutto per le italiane.

 

Edited by Monetaio
  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

ilnumismatico
Supporter
43 minuti fa, Monetaio dice:

Continuo a ripeterlo, mostrando anche tabelle uffciali, ma continua ad essere non recepito, ne da alcuni professionisti che allegramente spacciano il 63 come FDC (vedere Gigante a centro pagina pagina 10), tanto meno da molti collezionisti che probabilmente hanno un gusto un po' masochista di bearsi di grading non corrispondenti.
Detto questo, anche con gli SLAB, preferibile guardare le monete che il grading espresso, soprattutto per le italiane

repetita iuvant... 

Share this post


Link to post
Share on other sites

gioal

Nell'asta MDC 6 vi è il 20 franchi An 10 lotto 914 classificato MS62

https://www.numisbids.com/n.php?p=lot&sid=4127&lot=914

Ha evidenti difetti, lettere illeggibili, graffi, ma è quotato di base 3500 Euro.

Il lotto 915 (https://www.numisbids.com/n.php?p=lot&sid=4127&lot=915) è sempre MS62, ma è quotato 2500 Euro, non ha i graffi e le debolezze di conio del precedente.

Il 914 vanta: "Grande brillance d'origine, Superbe".

Basta questo a giustificare la differenza di prezzo (40% in più sulla base) a parità di grading? E, soprattutto, è razionale lo stesso grading di MS62 per due monete così diverse?

Per inciso, a giudicare dalle foto, io preferisco il 915; il 914 avrà il suo lustro, ma quante brutture!

 

Lotto 914

image00914.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

dux-sab

Secondo me la moneta in bustina ha le punte delle foglie sull elmo consumate.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Max68Busca

Buongiorno a tutti, @ilnumismatico ancora una volta grazie per i tuoi interventi sempre molto tecnici e ricchi di spunti molto più che interessanti. L'unica nota negativa di quello che spesso scrivi sta nel fatto che dopo aver letto il tutto mi rendo conto di non sapere ancora nulla dopo anni di collezionismo...:fool::shok::bash:!!! A dirti il vero per me era usura e non debolezza di conio ma poi ho capito meglio il discorso dell'altezza dei rilievi... Grazie!

Gent.mi @lorluke @r.tino @Cinna74 effettivamente la moneta in slab "mi piace a pelle" decisamente di più di quella che originariamente mi è stata proposta (quella in bustina), anche se si tratta di debolezza di conio e non di usura, il mio personale punto di vista è che rimane più gradevole, i dettagli ci sono tutti e vista la tipologia la conservazione mi sembra decisamente alta... Ovvio non è l'esemplare magnifico proposto da @Alberto Varesi sulla copertina del suo bellissimo catalogo (anche se qui si tratta di un AN9...giustamente!!!). Senza voler riprendere discussioni sul cosa voglia dire FDC, la mia posizione è che a parità di grading (o anche qualcosa meno) preferirei una moneta non affetta da debolezze.

Effettivamente @favaldar @gioal la moneta con la quale ho fatto il confronto è il lotto 915 di quell'asta. La base alla quale è proposta mi sembra interessante ma come spesso accade adesso mi son venuti mille dubbi. Gioal, condivido in pieno le tue considerazioni in merito al lotto 914, esteticamente non mi piace, potrebbe essere anche FDC assoluto ma con quei difetti non mi soddisferebbe mai...Pensiero personale!!! in merito al prezzo invece tutto è relativo, le conservazioni alte o altissime su certe monete incidono in modo pazzesco e seguono logiche (o proprio non ne hanno) tutte sue, basti pensare a quanto è stato battuto quello illustrato sul catalogo di Alberto Varesi, il mio sigillato in SPL+ l'ho pagato 3000.

@dux-sab devo dire che anch'io ho pensato subito all'usura e proprio sulle foglie come sul fiocco che non mi sembrano particolari bassi o molto piccoli ma nei prossimi giorni cercherò di approfondire meglio con una nuova analisi con la moneta in mano.

Ancora un quesito per tutti, avete mai visto od eseguito rilievi 3D (e ricavato conseguentemente il modello matematico) di una moneta? in questo modo sarebbe possibile analizzare i rilievi misurandone l'altezza, eseguire delle sezioni e cambiare punti di vista di osservazione, in buona sostanza si potrebbero fare anche delle misure fisiche... Accetto spunti!

In ultimo il lustro...questo grande mistero ma quando il mio impianto occhio/cervello inizierà a capirci qualcosa???

Un caro saluto a tutti, grazie per i preziosi contributi dati alla discussione da ognuno di voi, Max.

Share this post


Link to post
Share on other sites

ilnumismatico
Supporter

Ciao Massimo,

59 minuti fa, Max68Busca dice:

Ancora un quesito per tutti, avete mai visto od eseguito rilievi 3D (e ricavato conseguentemente il modello matematico) di una moneta? in questo modo sarebbe possibile analizzare i rilievi misurandone l'altezza, eseguire delle sezioni e cambiare punti di vista di osservazione, in buona sostanza si potrebbero fare anche delle misure fisiche...

No, non si può fare, per il semplice fatto che il rilievo è e rimane un'incognita indefinita, questo perchè il tutto rimane soggetto alla limitatezza dei sistemi tecnici di coniazione del tempo.
La cosa invece pratica e da fare è quella di imparare studiandosi gli esemplari migliori per la monetazione in questione, aguzzare l'occhio, affinare la sensibilità sul metallo e collegare i vari concetti in modo armonico.

 

1 ora fa, Max68Busca dice:

il mio sigillato in SPL+ l'ho pagato 3000

Quindi è quello imbullettato il tuo? pagata caruccia... 
Acquistando pezzi importanti, senza conoscere le peculiarità della monetazione implicata si rischia di ritrovarsi, un domani che il gusto e l'occhio di affinano, con pezzi che non soddisfano più.
Semmai, meglio chiedere pareri PRIMA di acquistare... anche per una migliore ottimizzazione delle risorse economiche ;) 

 

1 ora fa, Max68Busca dice:

i rendo conto di non sapere ancora nulla dopo anni di collezionismo...

fenomeno generale, favorito anche dalla stagnazione della limitatezza del nostro sistema di grading che a sua volta inganna il collezionista credendo che per ogni monetazione sia sufficiente destreggiarsi "più o meno circa quasi" tra le 5 siglette di conservazione per poter comprendere monetazioni più profonde (come questa), quando invece ci si dovrebbe arrivare dopo un certo periodo di "training" o comunque non prima di aver assimilato certi concetti.
La batosta arriva quando si acquista un pezzo (scusami se ti prendo ad esempio, ma alla fine è un ciclo che tutti noi abbiamo vissuto, me compreso) Spl+ pagandolo fior di quattrini, per poi rendersi conto che si cercava qualcosa di più "pregiato"...
 

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

r.tino
Il 9/9/2020 alle 08:42, Monetaio dice:

(vedere Gigante a centro pagina pagina 10)

Ciao Pino, considera pero' che Fabio Gigante ha pure dichiarato che il prezzo da lui indicato come Fdc nel suo catalogo, lo rapporta al non circolato...e non al grado effettivo del FDC (MS65)......specificando che , monete perfette , prive di qualsiasi difetto , hanno carattere di eccezionalita' e , conseguentemente , quotazione amatoriale. Questo, tu ed io lo sappiamo benissimo, ossia che le monete veramente perfette non rientrano in nessuna quotazione di catalogo, ma chi compra il Gigante e guarda solo quotazione, senza sfogliare le pagine iniziali dove indica il metodo con cui vanno lette le stesse, si aspetta che come FDC venga inteso il prezzo del pezzo eccezionale ( sbagliando, poiche', come la stessa definizione rappresenta, significa che rappresenta un eccezione rispetto al consueto pezzo UNC , ossia non circolato)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Monetaio
1 ora fa, r.tino dice:

Ciao Pino, considera pero' che Fabio Gigante ha pure dichiarato che il prezzo da lui indicato come Fdc nel suo catalogo, lo rapporta al non circolato...e non al grado effettivo del FDC (MS65)......specificando che , monete perfette , prive di qualsiasi difetto , hanno carattere di eccezionalita' e , conseguentemente , quotazione amatoriale. Questo, tu ed io lo sappiamo benissimo, ossia che le monete veramente perfette non rientrano in nessuna quotazione di catalogo, ma chi compra il Gigante e guarda solo quotazione, senza sfogliare le pagine iniziali dove indica il metodo con cui vanno lette le stesse, si aspetta che come FDC venga inteso il prezzo del pezzo eccezionale ( sbagliando, poiche', come la stessa definizione rappresenta, significa che rappresenta un eccezione rispetto al consueto pezzo UNC , ossia non circolato)

Sappiamo, Roberto, ma Fabio (Gigante) "dovrebbe" quindi quotare il qFDC AL POSTO del suo FDC. Per coerenza logica... Che di centesimini del regno comuni ed eccezionali ce n'é abbastanza per far cabaret.
Quotare i qFDC come FDC perchè tanto "é quello commerciale", crea nei neofiti (o comunque coloro che anche dopo 20 anni non c'hanno ancora capito una pippa) un cortocircuito mica male.
Uno può anche dire chi se ne importa alla fine...
Tanto questi, come scritto in altro post, tranne qualche raro caso, si servono da chi appunto fa conservazioni commerciali, così risparmiano.
Però insomma, a certi livelli si dovrebbe insegnare.
Così la penso io.

 

PS: nemmeno con le MS-65 si può parlare di "monete perfette"... La perfezione non é delle monete. Quindi il discorso scritto NON regge e mi pare più un modo per dare un colpo alla botte ed uno al cerchio.
Non ultimo anche tu mi pare condivida il mio pensiero che l'eccezionalità di una moneta non é sinonimo di FDC della stessa.
Forse quelle nuove ed ms-70 sono perfette anche a 5x. Forse

Edited by Monetaio

Share this post


Link to post
Share on other sites

r.tino

Piu' che d'accordo, ho solo reso noto, appunto per chi non legge le prime pagine di come funziona il Gigante, e di come Fabio lo abbia impostato

Poi , se vogliamo dire che lo si fa perche' i collezionisti si sono abituati a prendere  Fdc commerciali prendendo come esempio il fdc del catalogo e togliere la solita insignificante percentuale.......tutti ancor piu' d'accordo.

Sai benissimo anche te, ne parlavamo non piu' in la di Riccione nemmeno una settimana fa......Di alcuni prezzi in FDC, per comprare noi stessi  le monete in FDC, dobbiamo sborsare di piu' di quanto non farebbero i collezionisti facendo il calcolo sopra riportato🙈

Share this post


Link to post
Share on other sites

Max68Busca
3 ore fa, gioal dice:

Caro Max68Busca, il lotto 915 salirà; oh, se salirà!

Lo penso anch'io...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Max68Busca
3 ore fa, ilnumismatico dice:

Ciao Massimo,

No, non si può fare, per il semplice fatto che il rilievo è e rimane un'incognita indefinita, questo perchè il tutto rimane soggetto alla limitatezza dei sistemi tecnici di coniazione del tempo.
La cosa invece pratica e da fare è quella di imparare studiandosi gli esemplari migliori per la monetazione in questione, aguzzare l'occhio, affinare la sensibilità sul metallo e collegare i vari concetti in modo armonico.

Forse mi sono spiegato male ma ti garantisco che con le dovute attrezzature si può, partendo dalla moneta ricavarne il modello tridimensionale...credo anche di avere in Azienda tutta l'attrezzatura necessaria per farlo e ci proverò nei prossimi giorni per poi condividerne i risultati...

3 ore fa, ilnumismatico dice:

Quindi è quello imbullettato il tuo? pagata caruccia... 
Acquistando pezzi importanti, senza conoscere le peculiarità della monetazione implicata si rischia di ritrovarsi, un domani che il gusto e l'occhio di affinano, con pezzi che non soddisfano più.
Semmai, meglio chiedere pareri PRIMA di acquistare... anche per una migliore ottimizzazione delle risorse economiche ;) 

No, no. Come da titolo originale quelle della discussione sono AN10 la mia è AN9, appena posso comunque ti posto la foto della mia.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Monetaio
1 ora fa, r.tino dice:

Piu' che d'accordo, ho solo reso noto, appunto per chi non legge le prime pagine di come funziona il Gigante, e di come Fabio lo abbia impostato

Poi , se vogliamo dire che lo si fa perche' i collezionisti si sono abituati a prendere  Fdc commerciali prendendo come esempio il fdc del catalogo e togliere la solita insignificante percentuale.......tutti ancor piu' d'accordo.

Sai benissimo anche te, ne parlavamo non piu' in la di Riccione nemmeno una settimana fa......Di alcuni prezzi in FDC, per comprare noi stessi  le monete in FDC, dobbiamo sborsare di piu' di quanto non farebbero i collezionisti facendo il calcolo sopra riportato🙈

E vedi tu... Mi hanno appena proposto un 20 lire del 31. Che faccio, offro il prezzo di catalogo ? :)

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

ilnumismatico
Supporter
1 ora fa, Max68Busca dice:

Forse mi sono spiegato male ma ti garantisco che con le dovute attrezzature si può, partendo dalla moneta ricavarne il modello

Non intendevo dire che non si potesse fare tecnicamente, ma che non sarebbe stato di alcuna utilità pratica numismaticamente parlando. 
A cosa ti serve misurare un parametro, se sai già che è indefinito? Primo.

Secondo: dovresti trovare l’esemplare “migliore” per informatizzare tutti i dati, ma questo esemplare, avrà tutti i dettagli “al meglio”? I parametri dei rilievi sono tantissimi, e ognuno è anche in rapporto allo stato del tondello, che varia di esemplare in esemplare (per il riporto a peso o per le irregolarità tecniche di produzione).

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Devant81
Il 8/9/2020 alle 11:58, ilnumismatico dice:

Vorrei entrare più nel dettaglio di quanto abbiano già fatto gli amici prima di me.
Fare paragoni fotografici è sconsigliabile soprattutto a scopo didattico come questo. Entrano in gioco fattori quale prospettiva, luce e diverse altre condizioni di scatto differenti che influenzano non poco il risultato finale. Inoltre il paragone tra due monete diventa assai più delicato a seconda dell'età della moneta. Un conto è paragonare due monete del Regno, un altro è paragonare due monete Borboniche, un altro ancora è paragonare due esemplari della tipologia in questione e così via... Dove voglio arrivare? che ogni tipologia monetale ha le sue peculiarità tecniche (o meglio, i suoi limiti e difetti congeniti) che, enfatizzati dalla limitatezza della foto (quindi ritorniamo al principio sopra esposto) rendono la "problematica valutativa" (già elaborata su queste tipologie) ben più complessa del ricondurre la questione ad uno o due singoli punti specifici (senza contare il riconoscere a saper valutare differenti stili di conio!).
La tipologia di cui parliamo ha difetti congeniti quali ad esempio debolezze di conio, di cui spesso abbiamo parlato. Questo significa che valutare come usura i rilievi appiattiti, è un errore.
Ed è un errore anche fare affidamento sulla foto di sinistra per confermare questa valutazione (se è del venditore errore ancora più grave), dal momento che non evidenzia le peculiarità che uno Spl+ dovrebbe avere, ossia una brillantezza discretamente spiccata: ergo, potrebbe essere benissimo Spl+ ma dalla foto non si percepisce (sottoesposta, con bruciature di luce anche se i rilievi dei capelli sono comunque un riscontro importante). 
Altro discorso collaterale ma necessario: fare affidamento sui giudizi dati da enti americani che conoscono veramente poco le nostre monete (argomento che ho trattato in questo intervento relativamente a un bellissimo esemplare dello stesso periodo, un 5 franchi An 10)

Un grado MS62 (o il concetto stesso del grading americano) non fa riferimento sempre e precisamente ad un parametro della nostra scala: in relazione a questo preciso giudizio (MS62 appunto), può variare da uno Spl+ ad uno Spl/FdC(-qFdC). In parole povere si fa prima a capire di evitare qualsiasi relazione tra il parametro americano e quello italiano, che a scervellarsi a capire cosa intendessero i graders (ancora meglio se si impara a valutare da se ;)).
Quindi cosa abbiamo in queste due foto? abbiamo due monete molto differenti già solo senza parlare di conservazione; due monete differenti relativamente alla qualità tecnica di coniazione.
Quella di sinistra ha evidenti debolezze congenite (dalla foto si vedono solo 4 pallini e mezzo sull'elmo galeato, ma altrettanti pochi pallini sulla visiera, per non parlare della veste che sembra più piatta).
Si può dedurre che siano debolezze perchè il rilievo dei capelli, cui facevo prima un accenno veloce, ma anche quello dell'orecchio, è ben presente. Il dettaglio della foto non permette di capire la superficie del metallo nella zona della guancia, che invece è ben comprensibile come "non circolato" nella foto di destra, dove però si evidenziano sul tondello dei minimi segni di riporto al marco (che non sembrano essere presenti su quello di sinistra), un tondello più stretto (perlinatura meno visibile che sull'esemplare di sx) ma legenda con dettagli più forti (quello di sx sembra più afflitta da debolezze).
Diciamo che valutare queste monete solo da un verso è un altro errore: solo esaminando entrambe le facce si può pervenire a una visione d'insieme della qualità, e capire effettivamente se è un difetto o no quello che pregiudica la conservazione. 
Concludendo... Vorrei pervenire ad un concetto più che a una valutazione finalizzata al banale "qual è la migliore tra le due": la valutazione di una moneta del periodo preunitario italiano risulta articolata in virtù di vari fattori, che esulano dal concetto della conservazione (più andiamo a ritroso nel tempo e più la tematica si approfondisce) . Ecco perchè ritengo che valutare una moneta solamente con le classiche sigle nostrane sia non solo fortemente limitativo ma anche errato, dal momento che si tralascia di valutare la qualità, che alla fine, è il parametro che collezionisti come Massimo ricercano.
Una foto vale più di mille parole, e credo sia la ciliegina sulla torta (oddio, se quanto ho scritto via ha annoiato non credo sia una torta... vabbè...) al termine di questo mio lungo intervento.
Allego la foto del più bell'esemplare di questa tipologia. Non lo dico io, ma lo dicono i fatti "su strada" (a parte il fatto che è stata scelta da @Alberto Varesi come moneta di copertina del suo libro sui marenghi nel mondo) base 7000€, realizzo 12000€ presso la Nomisma 60.
Divertitevi a guardare i dettagli che si sono considerati... e capirete quanto il fattore qualità sia tanto importante, se non più importante, del (soggettivo) concetto di conservazione. Specie su monete "difficili" come queste.

7-12000€.jpg

Guardate l asta varesi 10 novembre 2017....questo marengo descritto da Varesi al primo passaggio era sicuramente descritto come una bella moneta ma ne venivano evidenziati alcuni difetti nella descrizione.  Se non erro fu venduto ad una cifra considerevole intorno ai 5000 più diritti. Messo all asta alla cifra del primo realizzo da Nomisma con la dovuta descrizione ha superato i 12000.  AUGURI. Alle ultime aste se ne sono visti di stupendi....Non credo che questo valga 12000 euro credo che qualcuno abbia voluto quello di copertina.....

  • Thanks 1

Share this post


Link to post
Share on other sites


Topic attenzionato dallo staff. Comunichiamo agli utenti che questo topic è da questo momento sotto il controllo della commissione disciplinare. Il topic sarà chiuso In caso di ulteriori commenti provocatori o fuori tema che coinvolgano più persone. Per facilitare il lavoro di moderazione esortiamo tutti ad evitare di commentare in risposta a provocazioni; segnalare eventuali abusi tramite il tasto apposito (SEGNALA). Solo in questo modo la discussione potrà rimanere aperta e i moderatori potranno agire sul singolo utente che viola il regolamento. Ricordiamo inoltre che questa commissione ha il seguente mandato:[ (1° Violazione) Avvertimento privato e -50 punti reputazione. (2° Violazione) Sospensione per un mese -100 punti reputazione e decadimento da ogni carica/titolo. (3° Violazione) Allontanamento dal forum (ban). Non avrà importanza chi inizia o chi replica alla polemica e questo vale per tutti a prescindere dai ruoli. Nella speranza che si possa collaborare per evitare ulteriori interventi di questa commissione porgiamo distinti saluti.

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

Lamoneta.it

La più grande comunità online di numismatica e monete. Studiosi, collezionisti e semplici appassionati si scambiano informazioni e consigli sul fantastico mondo della numismatica.

Hai bisogno di aiuto?

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.