Jump to content
IGNORED

8 Reales della prima metà del XVIII secolo


MaxMarkson

Recommended Posts

Buonasera a tutti,

Come accennato nella mia discussione di presentazione non sono un vero collezionista (o meglio, non ancora) e stavo valutando di iniziare con l'acquisto della celeberrima moneta dei pirati: i pezzo da 8.

In particolare vorrei acquistarne una coniata sotto Filippo V di Spagna ma non saprei da che parte iniziare per valutare lo stato della moneta.

Soprattutto visto che hanno un prezzo piuttosto importante (almeno per me) non vorrei ritrovarmi fregato.

Da quello che ho letto in giro le prime valutazioni da fare sono sul peso (27g circa) e sul diametro (40mm). Poi non saprei che altri parametri usare per valutare se effettivamente vale la pena spendere quei 200€.

 

Altra cosa che non capisco è perché alcune monete, all'apparenza simili, abbiano differenze di prezzo notevoli (si passa da 150 a 400 finanche a 900€)

 

Grazie a chi mi vorrà aiutare.

Buona serata,

Massimo

Link to post
Share on other sites

TIBERIVS
13 minuti fa, MaxMarkson dice:

Buonasera a tutti,

Come accennato nella mia discussione di presentazione non sono un vero collezionista (o meglio, non ancora) e stavo valutando di iniziare con l'acquisto della celeberrima moneta dei pirati: i pezzo da 8.

In particolare vorrei acquistarne una coniata sotto Filippo V di Spagna ma non saprei da che parte iniziare per valutare lo stato della moneta.

Soprattutto visto che hanno un prezzo piuttosto importante (almeno per me) non vorrei ritrovarmi fregato.

Da quello che ho letto in giro le prime valutazioni da fare sono sul peso (27g circa) e sul diametro (40mm). Poi non saprei che altri parametri usare per valutare se effettivamente vale la pena spendere quei 200€.

 

Altra cosa che non capisco è perché alcune monete, all'apparenza simili, abbiano differenze di prezzo notevoli (si passa da 150 a 400 finanche a 900€)

 

Grazie a chi mi vorrà aiutare.

Buona serata,

Massimo

Prima di acquistare bisogna, studiare, informarsi, leggere, ristudiare,  POI con calma, avendo le conoscenze  uno potrà avventurarsi sul mercato,  che è un mare, dove ci sono triglie, alici, sardine ma anche squali!

saluti

TIBERIVS

Link to post
Share on other sites

caravelle82

Concordo,specie se si vuole far una spesa importante come questa( per me anche lo è).

Anche io mi sento di consigliar di leggere un po su questa moneta,sbirciare e risbirciare sul forum eventuali discussioni,chiedere,farsi consigliare,veder fonti varie,sondare il mercato e poi agire😉

Saluti

Edited by caravelle82
Link to post
Share on other sites

petronius arbiter
59 minuti fa, MaxMarkson dice:

Altra cosa che non capisco è perché alcune monete, all'apparenza simili, abbiano differenze di prezzo notevoli (si passa da 150 a 400 finanche a 900€)

Detto così è piuttosto generico, la differenza di prezzo è data in primis dalla conservazione, poi può dipendere dall'anno di coniazione, dalla zecca di produzione, e naturalmente dalla disponibilità dei pezzi per quella particolare moneta e dalla richiesta del mercato.

Per quanto riguarda il tuo primo acquisto, @TIBERIVS e @caravelle82 ti hanno dato degli ottimi consigli, studiare, studiare e ancora studiare.

Però, gli studi presuppongono tempi lunghi, mentre la voglia di possedere la prima moneta ha una certa fretta :D ci siamo passati tutti. 

E allora, se e quando avrai individuato una o più monete di tuo interesse, prima di lanciarti nell'acquisto, ti consiglio di mostrarle nel forum, ci sarà sicuramente qualcuno che saprà darti una valutazione sia per quanto riguarda la conservazione che il giusto prezzo, nonchè l'autenticità della moneta, poiché gli 8 reales, ahimé, non sono affatto esenti dalla piaga delle falsificazioni <_<

petronius :)

Link to post
Share on other sites

Grazie a tutti per le gentili risposte.

Sono d'accordo con @TIBERIVS e @caravelle82, c'è da studiare e capire e questa discussione è stata aperta proprio in tal senso. In quanto estremamente novizio dell'ambiente non so destreggiarmi e speravo di ricevere qualche imbeccata su quali parametri basarmi per cercare di capire.

E @petronius arbiter me ne ha indicati alcuni da controllare.

Riporto un paio di esempi in merito al discorso di prima così da poter valutare assieme, se siete disponibili. L'unica differenza che il mio occhio inesperto riesce a notare in queste due è l'anno di coniazione, a livello di conservazione mi sembrano buone entrambe. Sarà solo quella la differenza?
 

Nel frattempo faccio qualche ricerca per capirci qualcosa di mio.

 

Grazie,

Massimo

mex900.jpg

mex250.jpg

Link to post
Share on other sites

Parpajola

@MaxMarkson bazzico un pò nelle zecche del nuovo mondo, non sono espertissimo ma qualche consiglio mi permetto di dartelo.

Sicuramente moneta molto affascinante, ne ho una decina di varie zecche, visto che sei un neofita ti spiego la differenza dei prezzi; il prezzo è in base, oltre alla conservazione, regnante etc., alla zecca che lo ha coniato.

Piezas de a ocho coniati nelle zecche del Messico e Potosi sono le meno rare (quindi più abbordabili), gli otto Reales coniati nelle zecche come Guatemala, Lima e altre sono molto più rari e il prezzo lievita.

Come ti è stato consigliato da chi mi ha preceduto, acquista prima un buon testo su dove apprendere le zecche, i reggenti etc.

Intanto per divertirti e vedere un pò di pezzi vai su sixbid.com e ricerca per Potosi, Guatemala, Lima, Mexico.....e ti brilleranno gli occhi.

Buona avventura!!

Link to post
Share on other sites

petronius arbiter
4 ore fa, MaxMarkson dice:

Grazie...per il link.

Eccone un altro, incentrato più sulla storia che sulla numismatica in senso stretto, una storia forzatamente, e volutamente, sommaria, ma da cui si può prendere spunto per ulteriori approfondimenti

petronius :)

Link to post
Share on other sites

49 minuti fa, petronius arbiter dice:

Eccone un altro, incentrato più sulla storia che sulla numismatica in senso stretto, una storia forzatamente, e volutamente, sommaria, ma da cui si può prendere spunto per ulteriori approfondimenti

petronius :)

Grazie mille!

 

Link to post
Share on other sites

Breve aggiornamento sull'esito delle ricerche. Scusate se ripeto alcuni concetti, magari già espressi in altre discussioni, ma è un modo per vedere se ho capito quello che ho trovato.

Partiamo da prima cernita delle monete: ho scoperto di essere alla ricerca delle monete chiamate Columnarios, cioè le monete che al rovescio hanno le colonne d'Ercole e i due mondi. Pertanto dovrò prendere in considerazione solo le monete dal 1732 (anno di inizio della loro coniazione) al 1746 (anno di morte di Filippo V di Spagna). Già questo è un passaggio importante perché restringe notevolmente il campo di ricerca e riduce drasticamente i prezzi.

Veniamo alle monete coniate in quei 15 anni. La prima valutazione da fare riguarda la zecca d'origine, la più attiva fu senza ombra di dubbio quella di Città del Messico (simbolo M°) seguita a ruota da quella di Postosi (monogramma "P", "T" e "S"). Le altre zecche erano "minori" quindi la quantità di monete circolanti oggigiorno è minima, ne deriva un prezzo elevato. A proposito di Postosi: a quanto pare hanno iniziato ad utilizzare i macchinari a vite solo dal 1767, quindi fuori dal periodo di mio interesse. Questo significa che, per mantenere i prezzi contenuti, dovrò puntare su una moneta coniata in Messico vista l'enorme rarità delle altre.

Non rimane che valutare l'anno. Per questo discorso ho trovato un vecchio sito in spagnolo che associa un valore (in pesetas) all'anno di coniazione. Da questa tabella (http://www.fuenterrebollo.com/faqs-numismatica/1732-8reales.html) sembrerebbe che le monete meno rare siano quelle coniate nei periodi 1734 -1739 e 1743-1746. 

Dai siti di aste che mi avete consigliato ho visto che il prezzo, per monete di quegli anni indicati e conservate mediamente bene quindi senza alterazioni evidenti (come graffi o botte), si aggira attorno ai 200-250€ mentre monete rovinate si trovano anche a 50-60€. Il prezzo delle monete degli altri anni oscilla moltissimo in base alla rarità.

Ed ecco che quindi riesco a rispondere alla domanda che ho posto al messaggio #5 di questa discussione : perché quelle due monete, apparentemente simili, hanno prezzi così diversi?
Entrambe sembrano ben conservate ed entrambe vengono dal Messico; la differenza la fanno soprattutto l'anno e, con mia somma sorpresa, il saggiatore!

Infatti la moneta in vendita a 900€ è del 1733 (che come rarità è secondo solo al 1732) e riporta il marchio F, se già il marchio fosse stato MF avrebbe "perso" almeno il 15% del suo valore.

La moneta da 250€, invece, è del 1746 quindi uno degli anni meno rari. Evidentemente il suo essere nella parte alta dell'intervallo di prezzi è dovuto alla valutazione XF del suo stato.

 

Bene, penso che come primo aggiornamento possa bastare. Sicuramente queste ricerche mi hanno insegnato molte cose, soprattutto riguardo la storia di questa moneta.

Se ci saranno altre novità le aggiungerò in un altro messaggio. Grazie ancora a tutti per l'aiuto.

Buonanotte,

Massimo

Edited by MaxMarkson
Link to post
Share on other sites

marcodiiorio
Il 14/11/2020 alle 23:23, MaxMarkson dice:

Breve aggiornamento sull'esito delle ricerche. Scusate se ripeto alcuni concetti, magari già espressi in altre discussioni, ma è un modo per vedere se ho capito quello che ho trovato.

Partiamo da prima cernita delle monete: ho scoperto di essere alla ricerca delle monete chiamate Columnarios, cioè le monete che al rovescio hanno le colonne d'Ercole e i due mondi. Pertanto dovrò prendere in considerazione solo le monete dal 1732 (anno di inizio della loro coniazione) al 1746 (anno di morte di Filippo V di Spagna). Già questo è un passaggio importante perché restringe notevolmente il campo di ricerca e riduce drasticamente i prezzi.

Veniamo alle monete coniate in quei 15 anni. La prima valutazione da fare riguarda la zecca d'origine, la più attiva fu senza ombra di dubbio quella di Città del Messico (simbolo M°) seguita a ruota da quella di Postosi (monogramma "P", "T" e "S"). Le altre zecche erano "minori" quindi la quantità di monete circolanti oggigiorno è minima, ne deriva un prezzo elevato. A proposito di Postosi: a quanto pare hanno iniziato ad utilizzare i macchinari a vite solo dal 1767, quindi fuori dal periodo di mio interesse. Questo significa che, per mantenere i prezzi contenuti, dovrò puntare su una moneta coniata in Messico vista l'enorme rarità delle altre.

Non rimane che valutare l'anno. Per questo discorso ho trovato un vecchio sito in spagnolo che associa un valore (in pesetas) all'anno di coniazione. Da questa tabella (http://www.fuenterrebollo.com/faqs-numismatica/1732-8reales.html) sembrerebbe che le monete meno rare siano quelle coniate nei periodi 1734 -1739 e 1743-1746. 

Dai siti di aste che mi avete consigliato ho visto che il prezzo, per monete di quegli anni indicati e conservate mediamente bene quindi senza alterazioni evidenti (come graffi o botte), si aggira attorno ai 200-250€ mentre monete rovinate si trovano anche a 50-60€. Il prezzo delle monete degli altri anni oscilla moltissimo in base alla rarità.

Ed ecco che quindi riesco a rispondere alla domanda che ho posto al messaggio #5 di questa discussione : perché quelle due monete, apparentemente simili, hanno prezzi così diversi?
Entrambe sembrano ben conservate ed entrambe vengono dal Messico; la differenza la fanno soprattutto l'anno e, con mia somma sorpresa, il saggiatore!

Infatti la moneta in vendita a 900€ è del 1733 (che come rarità è secondo solo al 1732) e riporta il marchio F, se già il marchio fosse stato MF avrebbe "perso" almeno il 15% del suo valore.

La moneta da 250€, invece, è del 1746 quindi uno degli anni meno rari. Evidentemente il suo essere nella parte alta dell'intervallo di prezzi è dovuto alla valutazione XF del suo stato.

 

Bene, penso che come primo aggiornamento possa bastare. Sicuramente queste ricerche mi hanno insegnato molte cose, soprattutto riguardo la storia di questa moneta.

Se ci saranno altre novità le aggiungerò in un altro messaggio. Grazie ancora a tutti per l'aiuto.

Buonanotte,

Massimo

Ciao Massimo, ho letto con molto interesse il tuo post. Io ho una moneta da 8 reales di filippo V prorpio del 1732 con la "F", quindi mi sembra di capire la più rara. Dal sito spagnolo con gli importi in pesetas si parla di 5600000 pesetas (circa 33000€). Allego anche le foto della moneta. Mi sai dare altre informazioni? Pensi davvero che tale valutazione sia attendibile? Grazie mille,

Marco

Immagine.jpg

Link to post
Share on other sites

Ciao @marcodiiorio

Premesso che non sono un esperto proprio perché anche mi sto interessando da poco all'argomento ti posso consigliare un paio di prove:

- Misura il diametro che deve essere di circa 40mm

- Pesa la moneta con una bilancia da orefice, dovrebbe pesare tra i 25 e i 27 grammi

- Controlla che non venga attratta dalle calamite

 

Se queste prove danno esito positivo portala da qualcuno di esperto per farla valutare (se non rispetta le caratteristiche sopraelencate non vale nemmeno la pena di perdere tempo), se ti confermano l'autenticità hai sicuramente trovato un tesoretto.

Non posso garantirti che le quotazioni di quel sito siano aggiornate e valide, però sicuramente potresti trovare il modo di rivenderla a qualche migliaio di euro.

 

Facci sapere,

Buona serata.

Massimo

Link to post
Share on other sites

marcodiiorio
Il 14/11/2020 alle 23:23, MaxMarkson dice:

Breve aggiornamento sull'esito delle ricerche. Scusate se ripeto alcuni concetti, magari già espressi in altre discussioni, ma è un modo per vedere se ho capito quello che ho trovato.

Partiamo da prima cernita delle monete: ho scoperto di essere alla ricerca delle monete chiamate Columnarios, cioè le monete che al rovescio hanno le colonne d'Ercole e i due mondi. Pertanto dovrò prendere in considerazione solo le monete dal 1732 (anno di inizio della loro coniazione) al 1746 (anno di morte di Filippo V di Spagna). Già questo è un passaggio importante perché restringe notevolmente il campo di ricerca e riduce drasticamente i prezzi.

Veniamo alle monete coniate in quei 15 anni. La prima valutazione da fare riguarda la zecca d'origine, la più attiva fu senza ombra di dubbio quella di Città del Messico (simbolo M°) seguita a ruota da quella di Postosi (monogramma "P", "T" e "S"). Le altre zecche erano "minori" quindi la quantità di monete circolanti oggigiorno è minima, ne deriva un prezzo elevato. A proposito di Postosi: a quanto pare hanno iniziato ad utilizzare i macchinari a vite solo dal 1767, quindi fuori dal periodo di mio interesse. Questo significa che, per mantenere i prezzi contenuti, dovrò puntare su una moneta coniata in Messico vista l'enorme rarità delle altre.

Non rimane che valutare l'anno. Per questo discorso ho trovato un vecchio sito in spagnolo che associa un valore (in pesetas) all'anno di coniazione. Da questa tabella (http://www.fuenterrebollo.com/faqs-numismatica/1732-8reales.html) sembrerebbe che le monete meno rare siano quelle coniate nei periodi 1734 -1739 e 1743-1746. 

Dai siti di aste che mi avete consigliato ho visto che il prezzo, per monete di quegli anni indicati e conservate mediamente bene quindi senza alterazioni evidenti (come graffi o botte), si aggira attorno ai 200-250€ mentre monete rovinate si trovano anche a 50-60€. Il prezzo delle monete degli altri anni oscilla moltissimo in base alla rarità.

Ed ecco che quindi riesco a rispondere alla domanda che ho posto al messaggio #5 di questa discussione : perché quelle due monete, apparentemente simili, hanno prezzi così diversi?
Entrambe sembrano ben conservate ed entrambe vengono dal Messico; la differenza la fanno soprattutto l'anno e, con mia somma sorpresa, il saggiatore!

Infatti la moneta in vendita a 900€ è del 1733 (che come rarità è secondo solo al 1732) e riporta il marchio F, se già il marchio fosse stato MF avrebbe "perso" almeno il 15% del suo valore.

La moneta da 250€, invece, è del 1746 quindi uno degli anni meno rari. Evidentemente il suo essere nella parte alta dell'intervallo di prezzi è dovuto alla valutazione XF del suo stato.

 

Bene, penso che come primo aggiornamento possa bastare. Sicuramente queste ricerche mi hanno insegnato molte cose, soprattutto riguardo la storia di questa moneta.

Se ci saranno altre novità le aggiungerò in un altro messaggio. Grazie ancora a tutti per l'aiuto.

Buonanotte,

Massimo

Grazie mille della risposta, purtroppo la mia non arriva a 20 mm di diametro ed è ferromagnetica...un bel tarocco insomma 🙂

Ci ho provato. Ancora grazie,

Marco

Link to post
Share on other sites

8 ore fa, marcodiiorio dice:

Grazie mille della risposta, purtroppo la mia non arriva a 20 mm di diametro ed è ferromagnetica...un bel tarocco insomma 🙂

Ci ho provato. Ancora grazie,

Marco

Già, purtroppo ti è andata male.

Da quanto ho capito, nel corso degli anni, sono state realizzate molte replice celebrative che, come la tua, sono più piccole e non in argento.

 

Mi spiace per la delusione, buona giornata.

Massimo

Link to post
Share on other sites

marcodiiorio
Il 14/11/2020 alle 23:23, MaxMarkson dice:

Breve aggiornamento sull'esito delle ricerche. Scusate se ripeto alcuni concetti, magari già espressi in altre discussioni, ma è un modo per vedere se ho capito quello che ho trovato.

Partiamo da prima cernita delle monete: ho scoperto di essere alla ricerca delle monete chiamate Columnarios, cioè le monete che al rovescio hanno le colonne d'Ercole e i due mondi. Pertanto dovrò prendere in considerazione solo le monete dal 1732 (anno di inizio della loro coniazione) al 1746 (anno di morte di Filippo V di Spagna). Già questo è un passaggio importante perché restringe notevolmente il campo di ricerca e riduce drasticamente i prezzi.

Veniamo alle monete coniate in quei 15 anni. La prima valutazione da fare riguarda la zecca d'origine, la più attiva fu senza ombra di dubbio quella di Città del Messico (simbolo M°) seguita a ruota da quella di Postosi (monogramma "P", "T" e "S"). Le altre zecche erano "minori" quindi la quantità di monete circolanti oggigiorno è minima, ne deriva un prezzo elevato. A proposito di Postosi: a quanto pare hanno iniziato ad utilizzare i macchinari a vite solo dal 1767, quindi fuori dal periodo di mio interesse. Questo significa che, per mantenere i prezzi contenuti, dovrò puntare su una moneta coniata in Messico vista l'enorme rarità delle altre.

Non rimane che valutare l'anno. Per questo discorso ho trovato un vecchio sito in spagnolo che associa un valore (in pesetas) all'anno di coniazione. Da questa tabella (http://www.fuenterrebollo.com/faqs-numismatica/1732-8reales.html) sembrerebbe che le monete meno rare siano quelle coniate nei periodi 1734 -1739 e 1743-1746. 

Dai siti di aste che mi avete consigliato ho visto che il prezzo, per monete di quegli anni indicati e conservate mediamente bene quindi senza alterazioni evidenti (come graffi o botte), si aggira attorno ai 200-250€ mentre monete rovinate si trovano anche a 50-60€. Il prezzo delle monete degli altri anni oscilla moltissimo in base alla rarità.

Ed ecco che quindi riesco a rispondere alla domanda che ho posto al messaggio #5 di questa discussione : perché quelle due monete, apparentemente simili, hanno prezzi così diversi?
Entrambe sembrano ben conservate ed entrambe vengono dal Messico; la differenza la fanno soprattutto l'anno e, con mia somma sorpresa, il saggiatore!

Infatti la moneta in vendita a 900€ è del 1733 (che come rarità è secondo solo al 1732) e riporta il marchio F, se già il marchio fosse stato MF avrebbe "perso" almeno il 15% del suo valore.

La moneta da 250€, invece, è del 1746 quindi uno degli anni meno rari. Evidentemente il suo essere nella parte alta dell'intervallo di prezzi è dovuto alla valutazione XF del suo stato.

 

Bene, penso che come primo aggiornamento possa bastare. Sicuramente queste ricerche mi hanno insegnato molte cose, soprattutto riguardo la storia di questa moneta.

Se ci saranno altre novità le aggiungerò in un altro messaggio. Grazie ancora a tutti per l'aiuto.

Buonanotte,

Massimo

Che meraviglia!

Link to post
Share on other sites

  • 2 weeks later...

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.