Jump to content
IGNORED

Aiuto identificazione moneta romana


Recommended Posts

Malfredo

Buona serata a tutti

approfitto ancora della vostra esperienza per catalogare questa piccola moneta in bronzo di 22 mm e 4.2 grammi,

nella scritta contornante la vittoria sul rovescio mi sembra di leggere TRP XIIII COS , S C e poco altro,

potrebbe sembrare una moneta di CARACALLA ma non capisco quale.

Vi ringrazio per l'aiuto

caracalla.jpg

Link to post
Share on other sites

Malfredo

Buon giorno, speravo che qualcuno mi desse almeno una indicazione su cui lavorare, per via del peso pensavo fosse una provinciale ed io non me ne intendo molto anche perchè le scritte sembrano in latino.

Ancora grazie, scusate

Alfredo

Link to post
Share on other sites

crivoz

Dalle traccia di metallo lucido al rovescio (argento ?) e dal ritratto avrei pensato all'anima di un denario suberato di Adriano ...ma..

..ma non mi convince il peso (eccessivo forse per l'anima di un denario) e il rovescio che non ricordo per Adriano (vero che ne esistono a centinaia), soprattutto per le lettere che compongono la legenda. Qui dovreste aiutarci tu...perché da una foto non è facile risalire alle lettere

Potrei ovviamente sbagliare, anche sull'imperatore, ma il ritratto a prima vista mi ricorda quello dei semissi di tale imperatore

Link to post
Share on other sites

Arka

Qualora dovesse essere un asse di Caracalla (parrebbe esserci S - C ai lati della Vittoria) potrebbe essere questo:

PONTIF TR P XIII COS III, Vittoria stante a d. con il piede su un elmo, scrive su uno scudo appoggiato a una palma.

RIC IV, 457

Arka

Diligite iustitiam

Link to post
Share on other sites

crivoz

Si...l'altro a cui pensavo era Caracalla (la serie VICT BRIT TR P)..e potrebbe starci perchè si intravede una C in basso a destra

Solo che di peso così ridotto dovrebbero esserci solo i falsi fusi del limes ma questo mi sembra differente

Ovviamente potrebbe esser anche qui un denario suberato se confermata la presenza di residui di argento

Link to post
Share on other sites

Malfredo

la moneta è sicuramente in bronzo ed è uguale a quella del British Museum tranne che per il peso che nel mio caso è di 4.2 grammi , meno della metà. Il lucido del metallo è dovuto ad una luce artificiale sbagliata scusate

Schermata del 2021-01-25 17:09:44.png

Link to post
Share on other sites

crivoz

Allora potrebbe essere un asse del limes, tipico del periodo dei Severi, messo decisamente male (anche se non sembra fuso a dire il vero) oppure l'anima di bronzo di un denario suberato di buon peso

Link to post
Share on other sites

gpittini

DE GREGE EPICURI

Non può essere un denario (neppure del Limes), dato che sul rovescio, in basso, si legge la SC. Avevo pensato anch'io a quell'asse di Caracalla (della TRP XII o della XIII), però ci sono discordanze nelle lettere del rovescio: a ore 1 e 2 si legge VIC, abbastanza chiaramente. Il peso è un po' basso, ma la moneta è consunta,specie sui bordi.

Link to post
Share on other sites

Arka

No, non VIC. La C fa parte del COS che si legge bene. Prima la legenda è piuttosto rovinata, ma la Tribunicia potestas dovrebbe essere la XII o la XIII. Opterei per quest'ultima.

Arka

Diligite iustitiam

Edited by Arka
Link to post
Share on other sites

Malfredo

Buon giorno

Vi ringrazio per l'interessamento e a integrazione della discussione vi mando una foto con una luce differente angolata in modo da evidenziare la scritta interessata di cui ho provato a dare una interpretazione

Alfredo

Senzanome.jpg

Link to post
Share on other sites

Arka

Se è TR P XIIII allora dovrebbe essre il seguente:

Asse

ANTONINVS PIVS AVG BRIT, testa a d.

VICT BRIT TR P XIIII COS III, Vittoria stante a d. con piede su elmo, scrivente su scudo su palma.

Rif.: RIC IV, 490

Arka

Diligite iustititiam

Link to post
Share on other sites

crivoz

Si @gpittini

Come falsi del Limes intendo assi...tipici del periodo dei Severi. Esistono ovviamente anche denari del Limes , molto frequenti, ma in questo caso bisogna guardare agli assi . Mi ricordo che anni fa un catalogo tedesco, Paul Francis Jacquier ne aveva parecchi in vendita.

Ne ho visti passare diversi a mercatini, aste, convegni, ecc.  Praticamente tutti della dinastia Severa, imperatori e consorti., compresa Plautilla

Non sono così rari e nonostante siano praticamente sempre fusi alcuni sono di ottima fattura e stile

Questo pe ril peso non mi pare una emissione ufficiale bensì di emergenza

Edited by crivoz
Errore nella citazione
Link to post
Share on other sites

gpittini

DE GREGE EPICURI

@crivozE' vero, ho avuto anch'io alcuni bronzi del Limes dei Severi; erano fusi, molto sottili, qualcuno addirittura con dei "buchi"dovuti al tondello troppo sottile. Questa moneta a me sembra estremamente usurata, piuttosto che fusa.

Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.