Jump to content
IGNORED

un ibrido del "limes"?


Recommended Posts

joannes carolus

Salve a tutti, girovagando sui vari siti in cerca di denari del "limes" ho trovato questa moneta che mi ha incuriosito: diametro 19/18 mm., peso 3,19 gr.. Moneta direi quasi certamente fusa; il colore rivela, a mio avviso, una forte componente di stagno. Ho cercato il denario ufficiale corrispondente ma qui è nato un problema: la leggenda al dritto IMP CAES M AVR ANTONINVS AVG può essere sia di Caracalla che di Elagabalo, anche il rovescio MARS VICTOR è comune ai due imperatori. Solo che, sia per l'uno che per l'altro, non c'è corrispondenza tra la legenda del dritto e quella del rovescio. Con MARS VICTOR al rovescio, Caracalla ha, al dritto, ANTONINUS PIVS AVG GERM (Cohen 147) mentre Elagabalo ha, al dritto, IMP CAES ANTONINVS AVG (Cohen 109) quindi dovremmo essere di fronte ad un IBRIDO. DI Caracalla o di Elagabalo? Direi, dal ritratto, di Caracalla ... Qualche parere sarebbe molto gradito, grazie

 

image.png.028d6ea323042d6e446e193fb88fa4e6.pngimage.png.1d0d605440cc6ccd73ba64d890104343.png

Edited by joannes carolus
Link to post
Share on other sites

gpittini

DE GREGE EPICURI

Però i tipici denari del Limes sono coniati, e in genere sono in rame, e in condizioni (per lo più) discrete. Questa potrebbe anche essere una fusione realizzata altrove, a scopo fraudolento, con due monete "spaiate", producendo così un ibrido. Mi era venuto il dubbio che potesse essere invece il nucleo di un suberato, dopo la perdita di tutto l'argento: in questi casi le condizioni delle immagini risultano molto deteriorate, come in questa moneta.

Link to post
Share on other sites

joannes carolus
Posted (edited)

 

1 ora fa, gpittini dice:

DE GREGE EPICURI

Però i tipici denari del Limes sono coniati, e in genere sono in rame, e in condizioni (per lo più) discrete. Questa potrebbe anche essere una fusione realizzata altrove, a scopo fraudolento, con due monete "spaiate", producendo così un ibrido. Mi era venuto il dubbio che potesse essere invece il nucleo di un suberato, dopo la perdita di tutto l'argento: in questi casi le condizioni delle immagini risultano molto deteriorate, come in questa moneta.

purtroppo quando parliamo di denari del limes parliamo di monete di cui sappiamo ancora molto poco. E' vero che la maggior parte di essi è in rame o bronzo coniati (alcuni sono splendidi...), non mancano però dei limes in mistura e dei limes fusi. Non semiufficiali come si pensa siano quelli in bronzo? è un altro dei problemi aperti

Edited by joannes carolus
Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.