Jump to content
IGNORED

Gaio Vibio Pansa


Recommended Posts

L. Licinio Lucullo
Supporter

La monetazione repubblicana registra tre emissioni a nome di Gaio Vibio Pansa:

la serie RRC 342 ( https://numismatica-classica.lamoneta.it/moneta/R-G145/5 e seguenti ), datata da Crawford al 90 a.C.;

la serie RRC 449 ( https://numismatica-classica.lamoneta.it/moneta/R-G323/1 e seguenti ), datata al 48 a.C.;

il denario RRC 451/1 ( http://numismatica-classica.lamoneta.it/moneta/R-G324/1 ), datato anch'esso al 48 a.C.

 

Secondo Crawford, il  monetiere del 48 è il noto Gaio Vibio Pansa Cetroniano, generale di Cesare durante il Bellum Gallicum, mentre quello del 90 potrebbe essere suo padre, forse adottivo, che sappiamo fu proscritto da Silla.

Edited by L. Licinio Lucullo
Link to post
Share on other sites

L. Licinio Lucullo
Supporter
Posted (edited)

Gaio Vibio Pansa Cetroniano

(fonti: Wikipedia e Treccani)

Pansa, figlio di un proscritto di Silla (il monetiere del 90, per l'appunto) fu eletto tribuno della plebe nel 51 a.C. 

Combattè sotto Cesare nelle guerre galliche e gli rimase fedele dopo che, nel 49, fu scoppiata la guerra civile contro Pompeo. Eletto pretore nel 48 a. C. (anno in cui, appunto, emise i denarii a sua firma), combatté contro Farnace ed ebbe il governatorato prima della Bitinia (47-46), poi della Gallia Cisalpina, dove fondò la città di Forum Vibii (forse l'odierna Cavour). 

Il 15 marzo del 44 si trovava ancora nella Cisalpina e ne cedette il governo a Decimo Bruto quando questi, dopo aver partecipato all'uccisione di Cesare, venne ad assumere il governatorato, cui era stato designato dallo stesso Cesare.

Nel 43 assunse (insieme ad Aulo Irzio) il consolato cui era stato designato da Cesare; quando Antonio assediò Decimo Bruto a Modena, e fu a sua volta attaccato da Irzio e da Ottaviano, Pansa si mosse per congiungersi con questi ultimi; attaccato da Antonio, fu ferito gravemente a Forum Gallorum mentre Irzio, sopraggiunto a dargli manforte, determinava l'esito vittorioso dello scontro. Morì alcuni giorni più tardi a Bologna, pugnalato mentre era convalescente; secondo Svetonio, autore della sua uccisione fu proprio Ottaviano.

 

L'edizione del 1935 della Treccani attribuisce al medesimo personaggio storico, non so perché, il cognomen di Capronianus anzichè Caetronianus ( https://www.treccani.it/enciclopedia/gaio-vibio-pansa_(Enciclopedia-Italiana)/ )

 

Edited by L. Licinio Lucullo
Link to post
Share on other sites

L. Licinio Lucullo
Supporter
Link to post
Share on other sites

L. Licinio Lucullo
Supporter

La particolarità su cui vorrei richiamare la vostra attenzione, ora, è il fatto che Pansa fece emettere un bronzo provinciale a suo nome, mentre era governatore della Bitinia. La moneta, RPC 2026, è stata datata grazie al monogramma ("SLS" in caratteri greci, con la prima sigma "uncinata") presente al retro, che dovrebbe indicare l'anno 236 secondo un computo di anni adottato a livello locale. 

 

Si tratta di un bronzo di 21-22 mm di diametro ( https://rpc.ashmus.ox.ac.uk/coins/1/2026 ).

Questa è la descrizione:

NIKAIEΩN. Testa nuda di Cesare a destra

EΠIΓAIOY OYIBIOY ΠANΣA. Nike che avanza a destra, con ramo di palma e corona. In esergo, monogramma CΛΣ

 

La moneta è la prima in assoluto a mostrare il ritratto di Cesare ancora vivente; le farà seguito nel 45 un'emissione della città di Lampsaco, RPC 2268-2269.

high (1).jpg

high.jpg

Link to post
Share on other sites

L. Licinio Lucullo
Supporter

La curiosità su cui vorrei attirare la vostra attenzione è che l'iconografia sembra aver ispirato la celeberrima serie denariale RRC 480 ( http://numismatica-classica.lamoneta.it/moneta/R-I2/11 e seguenti), emessa nel 44 per finanziare la campagna partica di Cesare, la prima moneta romana a raffigurare un essere umano ancora vivente.

E' interessante notare come una moneta emessa in Asia, voluta da un politico che nel frattempo si trovava in Gallia Cisalpina, possa aver influenzato non solo una moneta della Repubblica, ma addirittura l'emissione destinata rivoluzionare quello che sino ad ora era un tabù. 

 

Link to post
Share on other sites

L. Licinio Lucullo
Supporter

Nell'anno 42, una delle primissime emissioni del giovane Ottaviano (RRC 494/25, http://numismatica-classica.lamoneta.it/moneta/R-I17/8 ) riprende pedissequamente l'emissione provinciale di Pansa, da lui stesso ucciso o fatto uccidere pochi mesi prima

cq5dam.web.1280.1280.jpeg

Link to post
Share on other sites

L. Licinio Lucullo
Supporter

Un particolare interessante: Esiste un ibrido con il D/ di RRC 449/1 e il R/ di RRC 450/2 (firmato da Albino Bruto), che dimostra la contemporaneità delle due emissioni.

Albino Bruto partecipò all’assedio di Marsiglia nel 49 e fu governatore della Gallia Comata dall’autunno del 48, della Gallia Cisalpina nel 44.

I due personaggi potrebbero quindi essersi incontrati due volte: nel 48 (prima dell'autunno) a Roma, oppure nel 43 a Modena, ma in questo secondo caso si deve tenere conto che Albino era in città, assediato (da Antonio), Pansa all'esterno, a capo dell’esercito liberatore.

Grueber, Crawford e Sear datano quindi le emissioni al 48, ritenendo che le abbiano coniate da monetarî; è però anomalo che personaggi di così grande spesso politico abbiano ricoperto quella carica.

Mommsen, Cavedoni, Babelon e Amisano le datano invece al 43, attribuendole a zecche militari presso Modena; occorre superare l’obiezione che le due zecche dovevano essere una entro le mura, l’altra fuori, ma l’ibrido potrebbe essere stato creato dopo che Antonio si era ritirato in Piemonte, anche se ormai Pansa era ferito

Link to post
Share on other sites

danielo93
Supporter

Grazie mille! Ero a digiuno su queste nozioni, tutto molto interessante! :)  

Link to post
Share on other sites

Agricola

Il console Gaio Vibio Pansa Caetroniano nacque a Roma probabilmente nel 91 a.C. e morì a Bologna ; Pansa era stato gravemente ferito durante la Battaglia di Forum Gallorum nell' Aprile del 43 a.C. nel corso del conflitto che va sotto il nome di Guerra di Modena . Portato a Bologna per essere curato , morì alcuni giorni dopo , il 23 aprile del 43 a.C. La sua morte avvenne dopo pochi giorni da quella dell'altro Console Irzio nel corso della battaglia . Entrambi i Consoli furono sepolti in Campo Marzio dove ebbero il sepolcro anche Silla , Cesare e piu' tardi Vipsanio Agrippa , tanto per citare i personaggi piu' celebri .

In foto un aureo di Aulo Irzio

Per il sepolcro di Aulo Irzio un vecchio e bellissimo post 

 

 

 

post-39026-0-13698400-1425883512.jpg

Edited by Agricola
foto
Link to post
Share on other sites

Agricola

A completamento storico della mia precedente risposta su Gaio Vibio Pansa Cetroniano , si puo' aggiungere che i Caetronii o Cetronii furono una Gens di origine etrusca latinizzati nel Nomen corrente , conosciuti in particolare tra l' ultimo periodo della Repubblica ed i primi decenni dell' Impero . Il nostro personaggio fu di nascita un Caetronio adottato dalle ricca Gens dei Vibii , forse di origine osco-umbra o forse etrusca . L' adozione tra componenti familiari era una pratica molto frequente nell' antica Roma , in particolare quando una Gens rischiava l' estinzione in mancanza di discendenza maschile .

Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.