Jump to content
IGNORED

120 grana 1834 - V di FERDINANDVS


Recommended Posts

Ciao,

Posto questa '34 che mi ha incuriosito:

presenta la V di FERDINANDVS più lunga.

Ipotesi su questa particolarità? Ne avete già viste altre?

Purtroppo la conservazione di questa non è il massimo.

magicoin

20210618_003706.jpg

20210618_003811.jpg

Link to comment
Share on other sites


Ciao

interessante varietà, io non l’avevo mai vista.

Sicuramente gli esperti della sezione potranno dirci di più 

Edited by Scudo1901
Link to comment
Share on other sites


Ciao magic😊

Quella U secondo io mio punto di vista potrebbe esser anche una A al contrario. Si nota una piccola stanghetta (a meno che non è altro)che chiude appunto la A al contrario. Inoltre neanche io l'ho vista cosí lunga .

Saluti

Link to comment
Share on other sites


1 ora fa, caravelle82 dice:

Ciao magic😊

Quella U secondo io mio punto di vista potrebbe esser anche una A al contrario. Si nota una piccola stanghetta (a meno che non è altro)che chiude appunto la A al contrario. Inoltre neanche io l'ho vista cosí lunga .

Saluti

Anche io avevo pensato ad una A al rovescio. Altra curiosità, la X presenta un "effetto clessidra"

Link to comment
Share on other sites


20 minuti fa, magicoin dice:

Anche io avevo pensato ad una A al rovescio. Altra curiosità, la X presenta un "effetto clessidra"

Si vero. Ci sarebbe da capire appunto alla base della X cosa c'è(eccesso metallo o chissá cosa🤷🏻‍♂️). Con una buona lente potrai sicuro capire meglio😊

Link to comment
Share on other sites


2 ore fa, paoloilmarinaio dice:

Buongiorno ma siamo sicuri che sia autentica sarebbe utile peso e taglio.

dal tipo di usura che presenta (ampiamente circolata) a me sembra buona, fosse stata un tarocco non avrebbe circolato cosi tanto, almeno mio pensiero spiccio. Unico dubbio che mi lascia perplesso è quello strano buco al rovescio appena sopra SIC, sembra quasi uno strappo che fa vedere sotto uno strano colore da placcatura. Sulla V "lunga" penso ad un problema nel conio. Sulla X di rex invece la vedo normalissima, questi riempimento di metallo sono comunissimi in questa monetazione. Comunque il peso toglierà molti dubbi.

Saluti, scorpus

Edited by scorpus
err
Link to comment
Share on other sites


Sul fatto che se fosse tarocco abbia circolato poco non sono d'accordo ci sono falsi d'epoca che hanno circolato molto spacciandole per buone. Comunque se l'utente che ha postato la moneta ci direbbe il peso e una foto del taglio ci aiuterebbe molto io ancora ho il dubbio che potrebbe essere un falso d'epoca.

Link to comment
Share on other sites


3 ore fa, paoloilmarinaio dice:

Buongiorno ma siamo sicuri che sia autentica sarebbe utile peso e taglio.

Appunto, chiedevo anche io. 

Link to comment
Share on other sites


Supporter

 

 

D'accordo con @scorpus @borbonik e @paoloilmarinaio  che l'originalità della moneta si possa comprendere solo con i dati ponderali e vedendo il taglio, quindi non mi pronuncio. La moneta di @magicoin è veramente interessante presentando una V più lunga del normale. A questo proposito proprio @paoloilmarinaio,nella Discussione “Le piastre da 120 Grana del 1834”, ha postato un 120 Grana che presenta una V lunga. Mi sono permesso di manipolare le due foto per poterle confrontare. Come vedete le V sono più lunghe ma il conio è diverso.

1867193219_1834FERDINANDAS()_d_MAGICOINS_PART.jpg.d8cafce9fb9acb0edb9281fae9ebefc4.jpg120568788_1834Vlunga_paoloilmarinaio_d_PART.jpg.8ce52ceb0d0133b82ed84a96c56d46dc.jpg

Nella Piastra in questione, penso di escludere l'ipotesi di una A rovesciata, in quanto la stanghetta orizzontale non è evidente. Le monete cosiddette “FERDINANDAS “ sono rare e la lettera si presenta indubbiamente come una A rovesciata. Probabilmente si tratta di una rottura del conio, mentre la X a clessidra potrebbe essere un esubero di conio. Questo è il mio modesto parere. Saluti a Tutti, Beppe

Link to comment
Share on other sites


41 minuti fa, giuseppe ballauri dice:

Probabilmente si tratta di una rottura del conio, mentre la X a clessidra potrebbe essere un esubero di conio

Sono della tua opinione. La monetazione napoletana è strapiena di questi singoli caratteri "pieni" di metallo in esubero. Impossibile pensare ad usura su un singola lettera mentre le altre ai fianchi sono regolari. Sono comunissime curiosità.

Saluti, scorpus

20210619_163150.jpg

Link to comment
Share on other sites


23 ore fa, borbonik dice:

Sarei curioso di sapere i dati ponderali della piastra, ed il taglio se possibile. 

Grazie 

Ciao, il venditore riporta 37 mm di daimetro e peso 27, 5 grammi

Link to comment
Share on other sites


Supporter

I dati sono giusti ed " a pelle" ritengo che la tua sia una moneta originale. Non sono un esperto, quindi lascio ad altri i commenti in questo senso. 

Link to comment
Share on other sites


13 minuti fa, magicoin dice:

Ecco una foto del taglio... gliene chiederò altre.

italy-naples-and-sicily-km-309-120-grana-1834-ferdinand-ii.jpg

Non credo ce ne sia bisogno, in verità neanche prima, la moneta è autentica ma visibilmente martoriata, oltre agli innumerevoli colpi e graffi si nota anche ciò che resta di un probabile appiccagnolo poi rimosso sulla I di PROVIDENTIA... 

come già anticipato da chi mi ha preceduto è cosa ormai risaputa di lettere ribattute, riprese e rotte sulle monete napoletane e non solo, quindi è solo una delle tante particolarità di questa monetazione... 

Personalmente non l'acquisterei per le problematiche di cui sopra, ne proverei fastidio ogni volta che la guarderei ma poi ognuno fa ciò che meglio crede... 

Link to comment
Share on other sites


Allora mio parere personale con i dati su diametro e peso forniti da magicoin mi è aumentato il dubbio dell'autenticità vi spiego il perchè con tutti quei colpi al bordo le mancanze di metallo in alcuni punti e la molto usura dovrebbe pesare di meno. 

Link to comment
Share on other sites


2 minuti fa, paoloilmarinaio dice:

Allora mio parere personale con i dati su diametro e peso forniti da magicoin mi è aumentato il dubbio dell'autenticità vi spiego il perchè con tutti quei colpi al bordo le mancanze di metallo in alcuni punti e la molto usura dovrebbe pesare di meno. 

Ci ho pensato ma poi c'è quel "pasticcio" dell'appiccicagnolo.

Millesimo e particolarità mi interessano ma le condizioni mi fanno dubitare ..vorrei trovarla in condizioni migliori ma sto costatando però che non se ne vedono molte con questo dettaglio. 

Link to comment
Share on other sites


Ciò che abbassa il peso è l'usura che lentamente ed inesorabilmente porta via del metallo... 

La moneta postata è sicuramente martoriata ma non è liscia, quindi il peso ci può stare, inoltre non mi sembra che un oggetto colpito perda del peso... 

Link to comment
Share on other sites


Salve gennydbmoney le mancanze al bordo fanno perdere peso i buchi sopra SIC e sopra E fanno perdere peso allego un falso che potrebbe somigliare postato da un amico del forum per confronto.

1834falso.PNG

1834falso-.PNG

Link to comment
Share on other sites


Secondo me la moneta è buona, è solo messa non male ma peggio.... E secondo me il venditore non sa nemmeno quanto pesa realmente... Ha inserito dei dati ponderali presi da catalogo... 

Pensiero mio... 

Un saluto a tutti 

Link to comment
Share on other sites


Comunque magicoin a parte il fatto che siamo qua a discutere dell'autenticità o no mio parere personale ti consiglio di passare il particolare della V lunga come per altre lettere in leggenda in queste monete se ne trovano a bizzeffe non aumenta non il valore e non la rarità.

Link to comment
Share on other sites


4 minuti fa, paoloilmarinaio dice:

Salve gennydbmoney le mancanze al bordo fanno perdere peso i buchi sopra SIC e sopra E fanno perdere peso allego un falso che potrebbe somigliare postato da un amico del forum per confronto.

1834falso.PNG

1834falso-.PNG

Interessante falso, grazie per averlo postato... 

Ci tengo a precisare che non cerco di convincere nessuno, l'utente che ha aperto la discussione chiedeva un consiglio dove ognuno esprime il suo, me compreso... 

Io continuo a credere che la moneta postata sia originale, e ancor di più se faccio il confronto con l'esemplare che hai postato, con una menzione particolare sugli elementi che compongono lo stemma, inoltra la moneta che hai postato presenta dei graffi più o meno profondi dove si capisce la vera natura del tondello, cosa che non si vede in quella in apertura di discussione nonostante abbia dei colpi molto marcati... 

Il discorso del peso è abbastanza complesso ma un metallo che subisce un colpo si comprime, a me no che non salta via un pezzo, ma non mi sembra questo il caso, e il metallo che si comprime non cambia peso... 

Un altro punto a favore della bontà della moneta potrebbe essere ciò che rimane di una collisione dei conii in alto alla corona al rovescio, cosa che non si può verificare con una fusione... 

Link to comment
Share on other sites


Non devi ringraziarmi io ho solo riportato un bel esemplare di falso d'epoca condiviso dall'amico Rocco68 sperando che ci poteva essere di aiuto.

Link to comment
Share on other sites


Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.