Jump to content
IGNORED

Asse di Tiberio, opinioni


modulo_largo
 Share

Recommended Posts

Buonasera ragazzi,  da un po' di tempo sono alla ricerca di un'asse di Tiberio zecca di Roma in buone condizioni di conservazione a cifre umane,  ho notato che i prezzi sono saliti parecchio ed è difficile soddisfare entrambi i requisiti,  a differenza ad esempio degli assi di Augusto che si trovano con relativa facilità.. ad ogni modo ne avrei trovato uno presso negozio specializzato venduto con fattura e certificato 65 euro spedito,  che credo sia una cifra abbastanza ragionevole per quest esemplare,  la conservazione a me sta benissimo, anche con quel colpetto al sopracciglio: leggende e profilo dell imperatore perfettamente attribuibili .. voi che ne pensate? Sull autenticità non ho alcun dubbio, In realtà per me il problema più grande è un altro: questa macchiolina al rovescio , è quello che penso io? Un inizio di cancro del bronzo? 

Dritto:20210717_234835.jpg

Rovescio:

20210717_234700.jpg

Edited by modulo_largo
Link to comment
Share on other sites


10 ore fa, modulo_largo dice:

Questa è la macchia di cui vi parlavo:

 

20210717_234805.jpg

Ciao, la moneta a me piace per quanto riguarda la macchia verde e probabile cancro del bronzo non sono esperto quindi non posso pronunciarmi. Spero che gli esperti almeno con te interverranno perché anche io ho postato un denario con ingiallimento dell'argento chiedendo un parere ma purtroppo non ho ricevuto nemmeno una risposta. Mi toccherà fare ricerca e studio anche su questo ?. Alla prossima...                                                                                 Antonio 

Edited by Pxacaesar
  • Like 1
Link to comment
Share on other sites


13 ore fa, eliodoro dice:

Io darei un'occhiata anche a quanto presente sopra la S

Sopra la S non mi preoccupa troppo, credo sia una concrezione,  a meno che sotto lo strato superficiale non vi sia un altro focolaio..

Edited by modulo_largo
Link to comment
Share on other sites


10 ore fa, modulo_largo dice:

Questa è la macchia di cui vi parlavo:

 

20210717_234805.jpg

Dalla foto, dalla tonalità di verde e dal fatto che la lesione si approfondisce mi pare suggestivo che si tratti di un focolaio di cancro del bronzo.

Ciao

Illyricum

;)

 

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites


4 minuti fa, FrancoMari dice:

Prezzo onesto, quel puntino di cancro si cura volendo e magari vale la pena. 

A tal proposito mi sono sempre chiesto se esiste un metodo alternativo all utilizzo del benzotriazolo ( bta) , ad esempio leggevo di chi dopo la pulizia con varie immersioni in acqua demineralizzata metteva la moneta letteralmente in forno, in freezer , chi utilizzava attack,  ecc ecc..insomma, i rimedi della nonna, i più disparati..

4 minuti fa, Illyricum65 dice:

Dalla foto, dalla tonalità di verde e dal fatto che la lesione si approfondisce mi pare suggestivo che si tratti di un focolaio di cancro del bronzo.

Ciao

Illyricum

;)

 

Cancro anche per te?

Link to comment
Share on other sites


6 minuti fa, modulo_largo dice:

Cancro anche per te?

per i motivi sopra descritti e con i limiti della visione indiretta direi di sì.

 

Link to comment
Share on other sites


Supporter

vedo che la quarta I presenta delle mancanze. Probabilmente in passato la moneta ha avuto un inizio di cancro che è stato curato in maniera non definitiva e sta ora rifiorendo. Mi preoccupa molto quello che può nascondere il rigonfiamento sopra la S. Può essere una concrezione, ma può essere anche un rigonfiamento dovuto al cancro sottostante. 

Il prezzo mi pare molto onesto ma sicuramente dopo l'acquisito necessiterà di controlli continui e dell'ausilio di un esperto. 

Edited by azaad
  • Like 1
Link to comment
Share on other sites


Anche per me si tratta di BZD nella zona cerchiata a ore 12. Dalla foto non è un cratere, ovvero il processo di corrosione è iniziato all' esterno, è partito dalla patina  quindi è , viste le dimensioni  e l'estensione "facilmente" trattabile.  Non escluderei però altri probabili problemi di questo tipo come scritto da @azaad.

La zona con concrezione sopra la S forse sarebbe meglio non trattarla o rimuoverla,  è una di quelle cose che sono "causa e rimedio" delle corrosioni.

Per il singolo punto da trattare ci ragiono sopra e casomai posto cosa farei, o non farei in questo caso.

Link to comment
Share on other sites


Ragazzo intanto ringrazio tutti per gli interventi,  poi , come dicevo poc'anzi,  che voi sappiate per esperienza e, visto che pare ancora una fase iniziale e circoscritta,  dei tanti rimedi della nonna per rimuovere e curare il cancro ne esiste uno che abbia una certa efficacia ? La moneta in considerazione anche del prezzo la prendereste ugualmente?

Link to comment
Share on other sites


Supporter

Il mio pensiero.

Quando vedo una moneta che, sebbene mi interessi, presenta in partenza problematiche di questo tipo, preferisco astenermi dall'acquisto.

Probabilmente per un mio limite personale, in quanto non mi sento in grado (e non ho neanche le necessarie competenze) di effettuare trattamenti "curativi" o migliorativi sulla moneta.

Ciao da Stilicho

Link to comment
Share on other sites


36 minuti fa, Stilicho dice:

Quando vedo una moneta che, sebbene mi interessi, presenta in partenza problematiche di questo tipo, preferisco astenermi dall'acquisto.

Probabilmente per un mio limite personale, in quanto non mi sento in grado (e non ho neanche le necessarie competenze) di effettuare trattamenti "curativi" o migliorativi sulla moneta.

Ti capisco...

...io, invece, ho l'animo del "crocerossino".  Invece di lasciarla andare in malora, se costa poco, la prendo e cerco di curarla al meglio.  Nella maniera meno invasiva possibile, ma con alcune sono arrivato a spatinarle completamente.  Meglio una moneta spatinata che una "morta".

Ovviamente a tutto c'è un limite.  Con alcune sarebbe un accanimento terapeutico oppure sarebbero da sistemare così tanto da renderle delle monete-cyborg! ?

Qui si potrebbe tentare.  Curare il craterino e poi tenerla sott'occhio per eventuali sviluppi.

Ave!

Quintus

Link to comment
Share on other sites


Contattato il venditore,  mi dice che secondo lui non è cancro perché è cosi da molto tempo ( o , aggiungo io,più probabilmente,  è stato stabilizzato tempo fa), ma nel caso mi rimanesse il dubbio potrei prendere con 20 euro in più questo dupondio ( così lo descrive lui) di Augusto sotto peso che pare intonsa..

20210718_191259.jpg

20210718_191316.jpg

Edited by modulo_largo
Link to comment
Share on other sites


Supporter

DE GREGE EPICURI

Semplicemente, queste due non sono di Tiberio. Quanto ai metodi "della nonna", si può anche grattar via la parte verde e pulverulenta, fare bagni in acqua bidistillata e poi applicare della grafite (matita nera abbastanza morbida, almeno  una 2B); ma non so se in questo caso sarà sufficiente.

Link to comment
Share on other sites


9 minuti fa, gpittini dice:

DE GREGE EPICURI

Semplicemente, queste due non sono di Tiberio. Quanto ai metodi "della nonna", si può anche grattar via la parte verde e pulverulenta, fare bagni in acqua bidistillata e poi applicare della grafite (matita nera abbastanza morbida, almeno  una 2B); ma non so se in questo caso sarà sufficiente.

Infatti hai colto nel segno.. io lo cercavo proprio di Tiberio.. 

Link to comment
Share on other sites


20 ore fa, modulo_largo dice:

io lo cercavo proprio di Tiberio.. 

Ciao

Non capisco la tua "paura". 

Se l'asse di Tiberio è quello che cercavi, che Tiberio sia.

Il 18/7/2021 alle 10:38, azaad dice:

Probabilmente in passato la moneta ha avuto un inizio di cancro che è stato curato in maniera non definitiva e sta ora rifiorendo.

Ha ragione @azaad, la moneta ha già subito un trattamento. Niente di più facile, che metterla in bagno per 4/5 ore, con una soluzione di Alcool denaturato 95% e un 5% di polvere biancastra ( bencotriazolo ), basta stare attenti a non respirare a lungo, i vapori.

Se vuoi la ricetta meno fastidiosa........Acquistala serenamente, ti munisci di un vecchio spazzolino da denti fuori uso, TI PROCURI UNA STECCA DI CERA , MAGARI CON TONALITA VERDE SCURO O MARRONE, SPAZZOLI INSISTENTEMENTE LA STECCA DI CERA E DELICATAMENTE SPAZZOLI LA MONETA. Cosi da rivestire un sottilissimo film di cera, vedrai che non ci saranno reazioni per molto tempo. 

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites


1 ora fa, gionnysicily dice:

Ciao

Non capisco la tua "paura". 

Se l'asse di Tiberio è quello che cercavi, che Tiberio sia.

Ha ragione @azaad, la moneta ha già subito un trattamento. Niente di più facile, che metterla in bagno per 4/5 ore, con una soluzione di Alcool denaturato 95% e un 5% di polvere biancastra ( bencotriazolo ), basta stare attenti a non respirare a lungo, i vapori.

Se vuoi la ricetta meno fastidiosa........Acquistala serenamente, ti munisci di un vecchio spazzolino da denti fuori uso, TI PROCURI UNA STECCA DI CERA , MAGARI CON TONALITA VERDE SCURO O MARRONE, SPAZZOLI INSISTENTEMENTE LA STECCA DI CERA E DELICATAMENTE SPAZZOLI LA MONETA. Cosi da rivestire un sottilissimo film di cera, vedrai che non ci saranno reazioni per molto tempo. 

Si , infatti stamattina l ho preso, ero pervenuto alla stessa soluzione, cercavo Tiberio e Tiberio sia, alla fine vale quello che costa, visto che in giro allo stesso prezzo non ho trovato nulla di meglio.. quando arriverà proverò a rimuovere la zona malata meccanicamente per poter poi utilizzare il famigerato benzotriazolo,  è una esperienza che prima o poi dovevo pur fare.. o come suggerito da te lo pulisco per poi sigillare tutto con cera microcristallina..

Link to comment
Share on other sites


Io nel caso di questa moneta procederei cosi :

Non farei nulla, non rimuoverei nulla perchè se la moneta è stata trattata, in teoria dovrebbe essere stabilizzata. La zona blu verdastra dovrebbe essere parzialmente inibita e quindi inutile e controproducente ogni trattamento

Aspetterei qualche tempo anche un mese e più per vedere se il cambio di "clima casalingo" sia in grado di attivare reazioni di corrosione o in particolare quel punto di corrosione.

A questo punto le risposte possono essere :

A)  la moneta non cambia, non sviluppa punti verdi di corrosione "fluo", la macchia iniziale è rimasta praticamente ferma . Bene NON FARE NIENTE

B) la moneta non cambia, non sviluppa punti verdi di corrosione  "fluo", la macchia iniziale si è modificata e SOLO quella . Bene Pulizia meccanica e "punto di saldatura" (è un  termine che uso io...non lo trovi sui libri ..) con nitrato di argento e successivo maquillage con matita morbida.

C) la moneta cambia, sviluppa punti verdi di corrosione  "fluo", la macchia iniziale si è modificata e NON SOLO quella . Trattamento con benzotriazolo fatto bene.

E comunque la moneta è la tua e sei libero di utilizzare il metodo che ritieni più pratico ed efficace.

 

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites


3 ore fa, moneta66 dice:

Io nel caso di questa moneta procederei cosi :

Non farei nulla, non rimuoverei nulla perchè se la moneta è stata trattata, in teoria dovrebbe essere stabilizzata. La zona blu verdastra dovrebbe essere parzialmente inibita e quindi inutile e controproducente ogni trattamento

Aspetterei qualche tempo anche un mese e più per vedere se il cambio di "clima casalingo" sia in grado di attivare reazioni di corrosione o in particolare quel punto di corrosione.

A questo punto le risposte possono essere :

A)  la moneta non cambia, non sviluppa punti verdi di corrosione "fluo", la macchia iniziale è rimasta praticamente ferma . Bene NON FARE NIENTE

B) la moneta non cambia, non sviluppa punti verdi di corrosione  "fluo", la macchia iniziale si è modificata e SOLO quella . Bene Pulizia meccanica e "punto di saldatura" (è un  termine che uso io...non lo trovi sui libri ..) con nitrato di argento e successivo maquillage con matita morbida.

C) la moneta cambia, sviluppa punti verdi di corrosione  "fluo", la macchia iniziale si è modificata e NON SOLO quella . Trattamento con benzotriazolo fatto bene.

E comunque la moneta è la tua e sei libero di utilizzare il metodo che ritieni più pratico ed efficace.

 

interessante questa cosa del nitrato d'argento, prima volta che la sento.. cmq spero che rimanga tutto come al punto A) ?

Link to comment
Share on other sites


4 ore fa, modulo_largo dice:

quando arriverà proverò a rimuovere la zona malata meccanicamente

NO !

lascia il cane che dorme, come hanno scritto sopra e ti confermo io, la moneta ha già subito un trattamento, e visibile sul rovescio, in giallo, sono evidenti corrosioni stabilizzate , non del tutto, si notano punti di cancro all'interno delle corrosioni.

Cosi al dritto ( in nero ) concrezioni che avrebbero potuto asportare per migliorare l'aspetto generale.

Ritengo che con un nuovo trattamento con il Benzotriazolo, si stabilirà del tutto.

Altrimenti con la ceratura ( non cristallina ), ma importata per spazzolamento. Vedrai che cambierà aspetto.

118054730_AssediTiberiodettagli.jpg.651d9e6ba1f38964ff5ce16eae474849.jpg

195330468_AssediTiberiodettagliD..jpg.df3f99d29013e0f13cfa342dcf2e9793.jpg

 

3 ore fa, moneta66 dice:

nitrato di argento

Con il nitrato di argento, ha le sue difficolta per chi non lo ha mai usato, efficace per neutralizzare un "piccolo" focolaio di cancro e necessita di più applicazioni. Non lo uso più da tempo, poiché se ti macchi le dita di questa soluzione, passeranno tantissimi giorni prima che la pelle si riprenda.

 

Link to comment
Share on other sites


Grazie Jonny, quindi devo semplicemente immergerlo 4 - 5 ore su un composto al 95 % di alcool etilico ed il resto Bta? poi risciacquare con alcool ? evito quindi di eliminare prima le parti ove presente la fioritura? 

 

benzotriazolo.jpg

Edited by modulo_largo
Link to comment
Share on other sites


Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share


×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue., dei Terms of Use e della Privacy Policy.